Isabella d'Aragona (1247-1271)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isabella d'Aragona
IzabelAragon.jpg
Bianca di Borgogna
Regina consorte di Francia
In carica 25 agosto 1270 - 28 gennaio 1271
Predecessore Margherita di Provenza
Successore Maria di Brabante
Nascita 1247
Morte Cosenza, 28 gennaio 1271
Casa reale Aragona
Padre Giacomo I d'Aragona
Madre Iolanda d'Ungheria
Consorte Filippo III di Francia
Figli Luigi
Filippo IV
Roberto
Carlo
Il figlio prematuro (gennaio 1271)

Isabella Jaimez o d'Aragona. Isabel in spagnolo, in asturiano, in aragonese, in portoghese e in galiziano e anche in inglese, Elisabet in catalano e in basco e Isabelle in francese (1247Cosenza, 28 gennaio 1271) fu una principessa aragonese che divenne regina di Francia per circa cinque mesi.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Era figlia di Giacomo I il Conquistatore,[1][2][3] re d'Aragona, di Valencia e Maiorca e conte di Barcellona, Gerona, Osona, Besalú, Cerdanya e di Rossiglione, e di Iolanda d'Ungheria.[4]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Statua sulla tomba di Isabella d'Aragona.

Secondo la Cronaca piniatense[5], Isabella era la terza delle cinque (quattro in vita) figlie del re d'Aragona, Giacomo I e della sua seconda moglie, Iolanda, che aveva sposato il figlio primogenito[6] del re di Francia (Phelip filio primogenito del Rey de Francia)[1].

L'11 maggio 1258, a Corbès, vicino a Montpellier, fu siglato il contratto di matrimonio[1] e il 28 maggio 1262 sposò a Clermont-en-Auvergne Filippo di Francia, futuro re di Francia come Filippo III l'Ardito, figlio di Luigi IX di Francia il Santo e di Margherita di Provenza,figlia primogenita di Raimondo Berengario IV, conte di Provenza, e di Beatrice di Savoia (12061266).[7] che, nel frattempo era divenuto, nel 1260, l'erede al trono di Francia.[1]
La cronaca Flores Historiarum registra il matrimonio tra Isabella e Filippo, confermando che, per il trattato di Corbès, Giacomo I pose fine alle sue pretese sull'Occitania (in civitate Bituricensi, Carcassona et in diœcesi Mimatensi), in cambio della conferma da parte di Luigi IX delle contee catalane al re d'Aragona (in comitatibus de Besaudu et Rossilionis et Cataloniæ)[1].

Nel luglio 1270, Isabella accompagnò il marito e il suocero a Tunisi per l'Ottava crociata[1], e, nell'agosto 1270, Isabella divenne regina di Francia, per la morte del suocero, Luigi IX di Francia.

Al ritorno in Francia, mentre attraversava il Savuto nei pressi di Martirano, in Calabria, incinta, di sei mesi[1], del quinto figlio, cadde da cavallo l'11 gennaio 1271. Trasportata dapprima nel castello di Martirano e poi a Cosenza, morì in quest'ultima città assieme al nascituro. Fu sepolta dapprima nella Cattedrale di Cosenza e traslata poi nella Basilica di Saint-Denis in Francia. Il feto è seppellito invece nella cattedrale di Cosenza[8].

La tragica fine di Isabella d'Aragona è ricordata nelle Laudi di Gabriele D'Annunzio[9]

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Miniatura: Isabella d'Aragona

Isabella diede a Filippo cinque figli:[10][11][12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Corona d'Aragona
Casa di Barcellona
Arms of Aragonese Monarchs (13th-15 centuries).svg

Alfonso II (1164 - 1196)
Pietro II (1196 - 1213)
Figli
Giacomo I (1213 - 1276)
Pietro III (I di Valencia) (1276 - 1285)
Alfonso III (I di Valencia)
Giacomo II (I di Sicilia)
Alfonso IV (II di Valencia)
Pietro IV (II di Valencia)
Figli
Giovanni I
Martino I (II di Sicilia)
Figli
  1. ^ a b c d e f g (EN) Dinastie reali d'Aragona
  2. ^ (EN) Barcellona - Genealogy
  3. ^ (DE) Giacomo I d'Aragona genealogie mittelalter
  4. ^ Iolanda d'Ungheria era figlia del re di Ungheria, Andrea II e della principessa di Costantinopoli, Iolanda di Courtenay.
  5. ^ La Cronaca piniatense è una cronaca storiografica, voluta dal re d'Aragona, Pietro IV, del regno di Aragona, dalle sue origini comitali sino alla Corona d'Aragona (1336, morte di Alfonso IV di Aragona)
  6. ^ In realtà era il secondogenito, divenuto erede al trono, nel 1260, alla morte del fratello maggiore.
  7. ^ Beatrice di Savoia era figlia del conte Tommaso I di Savoia (11771233) e di Beatrice Margherita di Ginevra (11801257)
  8. ^ Luigi Palmieri, Cosenza e le sue famiglie: attraverso testi, atti e manoscritti, Cosenza : Pellegrini Editore, 1999, p. 19, ISBN 88-8101-067-4, ISBN 978-88-8101-067-7
  9. ^
    Isabella d'Aragona
    sentiva già l'orrore della sorte
    imboscata ne' monti ove risuona
    giù per la costa calabra il maligno
    guado che lei travolse e la corona.
    (G. D'Annunzio, Laudi del cielo, del mare, della terra e degli eroi, "La canzone d'Elena di Francia")
  10. ^ (EN) Re francesi capetingi
  11. ^ (EN) Capetingi - Genealogy
  12. ^ (DE) Filippo III l'Ardito genealogie mittelalter

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Regina consorte di Francia Successore
Margherita di Provenza 1270-1271 Maria di Brabante
Controllo di autorità VIAF: (EN211926819