Baldovino V di Hainaut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Baldovino V
Baldwin V, Count of Hainaut.jpg
Conte di Hainaut
In carica 1171 –
1195
Predecessore Baldovino IV
Successore Baldovino VI
Conte di Fiandra
In carica 1191 –
1194
Predecessore Margherita I
Successore Baldovino IX
conte di Namur
In carica 1189 –
1195
Predecessore Enrico IV di Lussemburgo
Successore Filippo I
Nome completo Baldovino delle Fiandre
Nascita 1150
Morte Mons, 17 dicembre 1195)
Casa reale casato delle Fiandre
Padre Baldovino IV
Madre Alice di Namur
Consorte Margherita I di Fiandra
Figli Isabella
Baldovino
Filippo
Yolanda
Enrico
Sibilla e
Eustachio, legittimi
Goffredo, illegittimo
Religione Cattolico
Sigillo di Baldovino V

Baldovino V di Hainaut, detto Il Valoroso, in olandese: Boudewijn, bijgenaamd de Moedige (1150Mons, 17 dicembre 1195), fu Conte di Hainaut dal 1171 e conte di Namur con il nome di Baldovino I dal 1187 alla sua morte; fu anche Conte di Fiandra con il nome di Baldovino VIII dal 1191 al 1194.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Baldovino, secondo il Gisleberti Chronicon Hanoniense, era il figlio del Conte di Hainaut, Baldovino IV e della moglie, Alice di Namur[1], che era figlia del conte di Namur, Goffredo I e della sua seconda moglie, l'erede della contea del Lussemburgo, Ermessinda di Lussemburgo, sia secondo la Genealogica comitum Buloniensium[2], che secondo la Chronica Albrici Monachi Trium Fontium[3] e che, secondo il Herimanni, Liber de Restauratione Sancti Martini Tornacensis, era la sorella del conte di Lussemburgo e di Namur, Enrico IV[4].
Baldovino IV di Hainaut, secondo il Gisleberti Chronicon Hanoniense, era il figlio primogenito del Conte di Hainaut, Baldovino III e della moglie, Iolanda di Gheldria[5], che secondo il Herimanni, Liber de Restauratione Sancti Martini Tornacensis, era figlia del conte di Gheldria, Gerardo I[4]; anche la Chronica Albrici Monachi Trium Fontium, conferma che Baldovino era figlio di Iolanda[6].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1163, suo zio, il conte di Lussemburgo e di Namur, Enrico IV (secondo il Herimanni, Liber de Restauratione Sancti Martini Tornacensis, era il fratello di sua madre, Alice[4]), essendo senza eredi, designò suo padre, Baldovino IV come suo successore, ed in caso di sua morte, l'erede sarebbe stato uno dei figli[7].

Nel 1169, Baldovino, come ci conferma il Gisleberti Chronicon Hanoniense[8], la Genealogica comitum Buloniensium[2] e la Flandria Generosa (Continuatio Continuatio Bruxellensis)[9], prese in moglie Margherita d'Alsazia, che, secondo la Flandria Generosa (Continuatio Claromariscensis) era la figlia femmina secondogenita del conte delle Fiandre, Teodorico di Alsazia (1099 circa – 4 gennaio 1168) e di Sibilla d'Angiò[10] (1112 circa – 1165), e come conferma la Flandria Generosa (Continuatio Gislenesis) era la sorella del conte delle Fiandre, Filippo d'Alsazia[11] (1143 – 1º giugno 1191); Margherita, secondo la Flandria Generosa (Continuatio Claromariscensis) era vedova del conte di Vermandois, Rodolfo II[12].

Suo padre, Baldovino IV, morì tra il 6 e l'8 novembre 1171[7][13], e gli succedette Baldovino, il maggiore dei figli maschi ancora in vita, come Baldovino V di Hainaut, che divenne anche erede dello zio Enrico IV di Lussemburgo[7].

Nel 1180, Baldovino V, divenne suocero del re di Francia, Filippo II Augusto, che aveva sposato Isabella, figlia di Baldovino[14], a seguito di questo matrimonio la contea di Hainaut, feudo imperiale, soprattutto dopo il 1184, ebbe ottimi rapporti col regno di Francia[14].

Nel 1185, la contea di Hainaut fu attaccato e devastato da una coalizione, tra contea delle Fiandre e ducato del Brabante, contro il regno di Francia[14].
In quell'anno, Baldovino V, secondo la De Combustione Monasterii Gemblacenses, fu chiamato dallo zio, Enrico IV di Lussemburgo, per aiutarlo a circoscrivere l'incendio del convento di Gembloux, causato dallo sconto tra Enrico IV ed Enrico I di Brabante[15].
Sempre in quello stesso anno, infine fu raggiunto un accordo tra i contendenti, in cui Baldovino V ottenne l'indennizzo dei danni subiti e fu stipulata un'alleanza con le Fiandre[14].

Nel 1186, lo zio, Enrico IV di Lussemburgo, inaspettatamente, ebbe un'erede, Ermesinda[16], rimettendo in discussione l'eredità di Baldovino V sulle contee di Lussemburgo e di Namur[16].

Nel 1187, l'imperatore, Federico Barbarossa, lo confermò erede della contea di Namur[17], e, nel 1188, riconoscendogli ancora il suo diritto di successione, trasformò la contea in margraviato[16].

Nell'estate del 1191, morì, senza eredi legittimi, Filippo d'Alsazia, il fratello di sua moglie Margherita, come ci confermano gli Annales Blandinienses[18], e Baldovino divenne così Baldovino VIII, conte delle Fiandre, per diritto di matrimonio[18].

Dopo la morte di sua figlia, Isabella, nel 1190, i rapporti col re di Francia si erano raffreddat, anche per la successione nelle Fiandre[19], che Filippo Augusto avrebbe voluto annettere al regno di Francia, ma che aveva accettato che la contea andasse a Baldovino VIII[19]; e, dopo la liberazione del re d'Inghilterra, Riccardo Cuor di Leone, all'inizio del 1194, Baldovino, conte di Hainaut e delle Fiandre si avvicinò a quest'ultimo in un'alleanza contro Filippo Augusto[20].

Nel 1194, Baldovino rimase vedovo, per la morte della moglie Margherita, come ci confermano gli Annales Blandinienses[21], ed il figlio maschio primogenito, Baldovino, secondo il Gisleberti Chronicon Hanoniense, divenne così Baldovino IX, conte delle Fiandre[22].

Baldovino V, conte di Hainaut e conte di Namur, ancora secondo il Gisleberti Chronicon Hanoniense, dopo lunga malattia morì a Mons il 17 dicembre 1195 (1195, mense Decembri, 12 kal. ianuarii)[23]; gli succedette, nella contea di Hainaut, il figlio, Baldovino, come Baldovino VI[24], mentre nella contea di Namur gli succedette il figlio maschio secondogenito, Filippo[24].

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Stemma dei Conti di Hainaut.

Da Margherita, Baldovino ebbe sette figli[25][26]:

Baldovino ebbe anche un figlio illegittimo da un'amante di cui non si conoscono né il nome né gli ascendenti:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXI, Gisleberti Chronicon Hanoniense, pagina 509
  2. ^ a b (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus IX, Genealogica comitum Buloniensium, pagina 301
  3. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXIII, Chronica Albrici Monachi Trium Fontium, anno 1168, pagine 851 e 852
  4. ^ a b c (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XIV, Liber de Restauratione Sancti Martini Tornacensis, par. 33, pagina 287
  5. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXI, Gisleberti Chronicon Hanoniense, pagina 505
  6. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXIII, Chronica Albrici Monachi Trium Fontium, anno 1168, pagina 852
  7. ^ a b c (EN) Foundation for Medieval Genealogy: conti di HAINAUT - BAUDOUIN de Hainaut
  8. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXI, Gisleberti Chronicon Hanoniense, pagina 518
  9. ^ a b c d e f (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus IX, Flandria Generosa (Continuatio Bruxellensis), pagina 326
  10. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus IX, Flandria Generosa (Continuatio Claromariscensis, pagina 326
  11. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus IX, Flandria Generosa (Continuatio Gislenesis), pagina 326
  12. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus IX, Flandria Generosa (Continuatio Claromariscensis, pagina 327
  13. ^ (EN) Genealogy: Flanders 2 - Baldwin IV "de Bouwer"
  14. ^ a b c d Frederick Maurice Powicke, "I regni di Filippo Augusto e Luigi VIII di Francia", cap. XIX, vol. V pag. 786
  15. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus VIII, De Combustione Monasterii Gemblacenses, pagine 563 e 564
  16. ^ a b c Austin Lane Pool, "Federico Barbarossa e la Germania", cap. XXIV, vol. IV, pag. 857
  17. ^ Austin Lane Pool, "Federico Barbarossa e la Germania", cap. XXIV, vol. IV, pag. 855
  18. ^ a b (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus V, Annales Blandinienses, anno 1191, pagina 30
  19. ^ a b Frederick Maurice Powicke, "I regni di Filippo Augusto e Luigi VIII di Francia", cap. XIX, vol. V pag. 798
  20. ^ Frederick Maurice Powicke, "I regni di Filippo Augusto e Luigi VIII di Francia", cap. XIX, vol. V pagg. 798 e 799
  21. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus V, Annales Blandinienses, anno 1192, pagina 30
  22. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXI, Gisleberti Chronicon Hanoniense, pagina 589
  23. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXI, Gisleberti Chronicon Hanoniense, pagina 600
  24. ^ a b (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXI, Gisleberti Chronicon Hanoniense, pagina 601
  25. ^ (EN) Foundation for Medieval Genealogy: conti delle FIANDRE - BAUDOUIN de Hainaut
  26. ^ a b (EN) Genealogy: Flanders 2 - Baldwin V of Hainault
  27. ^ a b c d (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXI, Gisleberti Chronicon Hanoniense, pagina 519
  28. ^ a b c d e (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXIII, Chronica Albrici Monachi Trium Fontium, anno 1191, pagina 868

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

  • Austin Lane Pool, "Federico Barbarossa e la Germania", cap. XXIV, vol. IV (La riforma della chiesa e la lotta tra papi e imperatori) della Storia del mondo medievale, 1999, pp. 823–858
  • Louis Halphen, "La Francia: Luigi VI e Luigi VII (1108-1180)", cap. XVII, vol. V (Il trionfo del papato e lo sviluppo comunale) della Storia del mondo medievale, 1999, pp. 705–739
  • Frederick Maurice Powicke, "I regni di Filippo Augusto e Luigi VIII di Francia", cap. XIX, vol. V (Il trionfo del papato e lo sviluppo comunale) della Storia del mondo medievale, 1999, pp. 776–828

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Conte di Fiandra Successore
Margherita I 1191-1194 Baldovino VI di Hainaut
Predecessore Conte di Hainaut
Baldovino VI di Hainaut 1171-1195
Predecessore Marchese di Namur Successore
Enrico IV di Lussemburgo 1189-1195 Filippo I
Controllo di autorità VIAF: (EN69822704 · GND: (DE122926773