Gran Premio di Monaco 2006

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monaco Gran Premio di Monaco 2006
757º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 7 di 18 del Campionato 2006
Monte Carlo Formula 1 track map.svg
Data 28 maggio 2006
Nome ufficiale LXIV Grand Prix de Monaco
Luogo Montecarlo
Percorso 3,340 km
Distanza 78 giri, 260.520 km
Clima soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Spagna Fernando Alonso Germania Michael Schumacher
Renault in 1'13"962 Ferrari in 1'15"143
Podio
1. Spagna Fernando Alonso
Renault
2. Colombia Juan Pablo Montoya
McLaren-Mercedes
3. Regno Unito David Coulthard
Red Bull-Ferrari

Il Gran Premio di Monaco 2006 ha visto trionfare, per la seconda volta consecutiva, Fernando Alonso, davanti a Juan Pablo Montoya e ad una sorprendente Red Bull, che con David Coulthard, si è piazzata terza. Dietro al podio c'erano Rubens Barrichello, Michael Schumacher, Giancarlo Fisichella, Nick Heidfeld e Ralf Schumacher. Grande tensione nelle qualifiche, dato che a Michael Schumacher sono stati annullati i tempi, perché con un testacoda aveva rallentato la qualifica a pochi secondi dalla fine. Il suo era il primo tempo, però, dopo una giornata, gli sono stati cancellati i tempi ed è partito a fianco di Felipe Massa, che era stato retrocesso.

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Prima sessione[modifica | modifica wikitesto]

Cronaca[modifica | modifica wikitesto]

La prima "clamorosa" eliminazione è quella di una "rossa". Infatti l'italo-brasiliano Felipe Massa non segna un tempo valido e quindi viene fatto partire dal fondo dello schieramento. Buon tempo per Liuzzi (14°), mentre sembrano in crisi le due BMW, classificatesi in 15ª e 16ª piazza.

Risultato[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Telaio Tempo
22 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari nessun tempo
21 Francia Franck Montagny Giappone Super Aguri 1:17.502
20 Giappone Takuma Satō Giappone Super Aguri 1:17.276
19 Stati Uniti Scott Speed Italia Toro Rosso 1:16.236
18 Portogallo Tiago Monteiro Russia Midland 1:15.993
17 Paesi Bassi Christijan Albers Russia Midland 1:15.598
  1. Sedicesimo tempo: 1:15.324 (Nick Heidfeld-BMW Sauber F1 Team)

Seconda sessione[modifica | modifica wikitesto]

Cronaca[modifica | modifica wikitesto]

Nella Seconda Sessione, gli eliminati sono i più ovvi, se si esclude Jenson Button, sulla Honda. Da segnalare l'ottima prestazione di Vitantonio Liuzzi, che si piazza tredicesimo e quella di David Coulthard, che strappa un quarto tempo.

Risultato[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Telaio Tempo
16 Germania Nick Heidfeld Germania BMW 1:15.137
15 Canada Jacques Villeneuve Germania BMW 1:15.052
14 Regno Unito Jenson Button Giappone Honda 1:14.982
13 Italia Vitantonio Liuzzi Italia Toro Rosso 1:14.968
12 Austria Christian Klien Austria Red Bull 1:14.797
11 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota 1:14.398
  1. Decimo Tempo: 1:14.312 (Rubens Barrichello-Honda Racing Team)

Terza sessione[modifica | modifica wikitesto]

Cronaca[modifica | modifica wikitesto]

A Monaco la pole equivale a una vittoria nel 90% dei casi. Schumacher all'ultimo giro disponibile cerca di battere sul tempo il rivale della Renault ma sbaglia volontariamente l'ultima frenata bloccando la Rascasse[senza fonte]. Il ferrarista sarà ritenuto responsabile del blocco della curva e subisce un arretramento in griglia. La pole va ad Alonso. Da notare Mark Webber, terzo, mentre finisce la grande impresa della Red Bull, che con David Coulthard si piazza nona.

Risultato[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Telaio Tempo
10 Germania Nico Rosberg Regno Unito Williams 1:16.639
09 Regno Unito David Coulthard Austria Red Bull 1:16.426
08 Italia Jarno Trulli Giappone Toyota 1:15.897
07 Brasile Rubens Barrichello Giappone Honda 1:15.804
06 Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito McLaren 1:14.664
05 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 1:14.396
04 Finlandia Kimi Räikkönen Regno Unito McLaren 1:14.140
03 Australia Mark Webber Regno Unito Williams 1:14.082
02 Spagna Fernando Alonso Francia Renault 1:13.962
01 Germania Michael Schumacher Italia Ferrari 1:13.898

Cambiamenti sulla griglia di partenza[modifica | modifica wikitesto]

  1. Al poleman Michael Schumacher, vengono azzerati tutti i tempi e il tedesco si trova così a partire 22esimo.
  1. A Giancarlo Fisichella, vengono tolti i migliori tre tempi. Il romano partirà così dalla decima posizione

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Cronaca[modifica | modifica wikitesto]

La gara è dominata da Fernando Alonso, che sfrutta al 100% la pole. Però il merito non è tutto dell'asturiano. Infatti dietro alla Renault, c'era una Williams, che ha fatto da "tappo", quella di Mark Webber. L'australiano avrà anche un momento di illusione, il passaggio in testa al giro 24, causa la sosta di Alonso. Però Webber mollerà al giro 48, mentre era in seconda piazza, lasciando campo libero a Montoya e ad un sorprendente Coulthard, terzo con la Red Bull, che conquista qui il podio per la prima volta. Eccezionale la rimonta di Michael Schumacher che, partito ultimo, riesce ad agguantare un insperato quinto posto.

Risultato[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Team Giri Distacco/Ritiro
01 Spagna Fernando Alonso Francia Renault 78 -----
02 Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito McLaren-Mercedes 78 +14.567
03 Regno Unito David Coulthard Austria Red Bull-Ferrari 78 +52.297
04 Brasile Rubens Barrichello Giappone Honda 78 +53.337
05 Germania Michael Schumacher Italia Ferrari 78 +53.830
06 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 78 +1:02.072
07 Germania Nick Heidfeld Germania BMW 77 +1 Giro
08 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota 77 +1 Giro
09 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 77 +1 Giro
10 Italia Vitantonio Liuzzi Italia Toro Rosso-Cosworth 77 +1 Giro
11 Regno Unito Jenson Button Giappone Honda 77 +1 Giro
12 Paesi Bassi Christijan Albers Russia MIdland-Toyota 77 +1 Giro
13 Stati Uniti Scott Speed Italia Toro Rosso-Cosworth 77 +1 Giro
14 Canada Jacques Villeneuve Germania BMW 77 +1 Giro
15 Portogallo Tiago Monteiro Russia Midland-Toyota 76 +2 Giri
16 Francia Franck Montagny Giappone Super Aguri-Honda 75 +3 Giri
17 Italia Jarno Trulli* Giappone Toyota 72 +6 Giri
Rit Austria Christian Klien Austria Red Bull 58 Cambio
Rit Germania Nico Rosberg Regno Unito Williams-Cosworth 52 Problemi scarici
Rit Finlandia Kimi Räikkönen Regno Unito McLaren-Mercedes 51 Incendio
Rit Australia Mark Webber Regno Unito Williams-Cosworth 48 Scarico
Rit Giappone Takuma Satō Giappone Super Aguri-Honda 46 Problemi elettrici
  • Trulli si è ritirato, ma è stato considerato classificato poiché ha percorso più del 90% della gara

Note[modifica | modifica wikitesto]

  • Giro più veloce: 1:15.143 (Michael Schumacher-Scuderia Ferrari Marlboro)
  • Leader della gara: Fernando Alonso (1-24), Mark Webber (25), Fernando Alonso (26-78)
  • Penalità: Rubens Barrichello (Honda) per aver superato il limite di velocità nella pit lane
  • Penalità: Jacques Villeneuve (Bmw) per aver superato durante le bandiere gialle
  • Penalità: Christijan Albers (Midland) per aver causato un incidente con Tiago Monteiro

Podio[modifica | modifica wikitesto]

* Pilota/Team Presentato da: *
Vincitore SpagnaFernando Alonso Principe Alberto II di Monaco Principe di Montecarlo
Secondo Posto ColombiaJuan Pablo Montoya Principessa Carolina di Monaco Principessa ereditaria di Montecarlo
Terzo Posto Regno UnitoDavid Coulthard Jean-Paul Proust Ministro dello stato di Montecarlo
Trofeo Costruttori FranciaMild Seven Renault F1 Team Michel boeri Presidente de l'ACM

Record Infranti[modifica | modifica wikitesto]

Record Pilota * Secondo Secondo in attività
Più volte nella Top 6 GermaniaMichael Schumacher 173 FranciaAlain Prost (128) Regno UnitoDavid Coulthard (3°,101)
Più Giri Veloci in Gara GermaniaMichael Schumacher 71 FranciaAlain Prost (41) Regno UnitoDavid Coulthard (14°,18)
Ottavo Giro Più veloce in gara ItaliaJarno Trulli 19 GermaniaRalf Schumacher (16) ItaliaGiancarlo Fisichella(3°,15)
Dodicesimo Giro più veloce in gara BrasileRubens Barrichello 16 FranciaJean Alesi (15) ItaliaGiancarlo Fisichella (4°,11)
Quattordicesimo giro più veloce in una stagione Stati UnitiScott Speed 5 9 Piloti GermaniaNick Heidfeld
ItaliaVitantonio Liuzzi (113°,1)

Classifica Mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Campionato Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Team Punti
01 Francia Renault 91
02 Italia Ferrari 63
03 Regno Unito McLaren-Mercedes 50
04 Giappone Honda 29
05 Germania BMW Sauber 14
06 Regno Unito Williams-Cosworth 10
07 Austria RBR-Ferrari 8
08 Giappone Toyota 8

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2006
Flag of Bahrain.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of San Marino.svg Flag of Europe.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Turkey.svg Flag of Italy.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Japan.svg Flag of Brazil.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2005
Gran Premio di Monaco
Edizione successiva:
2007
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1