Gran Premio di Monaco 2006

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monaco Gran Premio di Monaco 2006
757º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 7 di 18 del Campionato 2006
Monte Carlo Formula 1 track map.svg
Data 28 maggio 2006
Nome ufficiale LXIV Grand Prix de Monaco
Luogo Circuito di Monte Carlo
Percorso 3,340 km / 2,073 US mi
Circuito cittadino
Distanza 78 giri, 260,520 km/ 161,734 US mi
Clima Soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Spagna Fernando Alonso Germania Michael Schumacher
Renault in 1'13"962 Ferrari in 1'15"143
(nel giro 74)
Podio
1. Spagna Fernando Alonso
Renault
2. Colombia Juan Pablo Montoya
McLaren-Mercedes
3. Regno Unito David Coulthard
RBR-Ferrari

Il Gran Premio di Monaco 2006 è stata la settima prova della stagione 2006 del campionato mondiale di Formula 1. La gara si è tenuta domenica 28 maggio sul circuito di Monte Carlo a Monaco ed è stata vinta dallo spagnolo Fernando Alonso su Renault, al dodicesimo successo in carriera; Alonso ha preceduto all'arrivo il colombiano Juan Pablo Montoya su McLaren-Mercedes e il britannico David Coulthard su RBR-Ferrari.

Prove[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima sessione del giovedì[1] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 1 Spagna Fernando Alonso Francia Renault 1'16"712 13
2 36 Regno Unito Anthony Davidson Giappone Honda 1'16"872 +0"160 31
3 2 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 1'16"888 +0"176 12

Nella seconda sessione del giovedì[2] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 35 Austria Alexander Wurz Regno Unito Williams-Cosworth 1'15"907 27
2 36 Regno Unito Anthony Davidson Giappone Honda 1'16"075 +0"168 15
3 4 Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito McLaren-Mercedes 1'16"138 +0"231 24

Nella sessione del sabato mattina[3] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 1 Spagna Fernando Alonso Francia Renault 1'13"823 19
2 5 Germania Michael Schumacher Italia Ferrari 1'14"031 +0"208 20
3 2 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 1'14"056 +0"233 20

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

La prima "clamorosa" eliminazione è quella di una "rossa". Infatti l'italo-brasiliano Felipe Massa non segna un tempo valido e quindi viene fatto partire dal fondo dello schieramento. Buon tempo per Liuzzi (14º), mentre sembrano in crisi le due BMW Sauber, classificatesi in 15ª e 16ª piazza.

Nella seconda sessione, gli eliminati sono i più ovvi, se si esclude Jenson Button, sulla Honda. Da segnalare l'ottima prestazione di Vitantonio Liuzzi, che si piazza tredicesimo e quella di David Coulthard, che strappa un quarto tempo.

A Monaco la pole equivale a una vittoria nel 90% dei casi. Schumacher all'ultimo giro disponibile cerca di battere sul tempo il rivale della Renault, ma sbaglia l'ultima frenata bloccando l'auto alla Rascasse. Il ferrarista sarà ritenuto responsabile del blocco della curva e subisce un arretramento in griglia. La pole va ad Alonso. Da notare Mark Webber, terzo, mentre finisce la grande impresa della Red Bull, che con David Coulthard si piazza nona.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Nella sessione di qualifica[4] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Q1 Q2 Q3 Griglia
1 1 Spagna Fernando Alonso Francia Renault 1'14"232 1'13"622 1'13"962 1
2 9 Australia Mark Webber Regno Unito Williams-Cosworth 1'14"305 1'13"728 1'14"082 2
3 3 Finlandia Kimi Räikkönen Regno Unito McLaren-Mercedes 1'13"887 1'13"532 1'14"140 3
4 4 Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito McLaren-Mercedes 1'14"483 1'14"295 1'14"664 4
5 11 Brasile Rubens Barrichello Giappone Honda 1'14"766 1'14"312 1'15"804 5
6 8 Italia Jarno Trulli Giappone Toyota 1'14"883 1'14"211 1'15"857 6
7 14 Regno Unito David Coulthard Regno Unito RBR-Ferrari 1'15"090 1'13"687 1'16"426 7
8 10 Germania Nico Rosberg Regno Unito Williams-Cosworth 1'14"888 1'13"909 1'16"636 8
9 2 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 1'14"614 1'13"647 1'17"260 9[5]
10 7 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota 1'14"412 1'14"398 N.D. 10
11 15 Austria Christian Klien Regno Unito RBR-Ferrari 1'14"489 1'14"747 N.D. 11
12 20 Italia Vitantonio Liuzzi Italia STR-Cosworth 1'15"314 1'14"969 N.D. 12
13 12 Regno Unito Jenson Button Giappone Honda 1'15"085 1'14"982 N.D. 13
14 17 Canada Jacques Villeneuve Germania BMW Sauber 1'15"316 1'15"052 N.D. 14
15 16 Germania Nick Heidfeld Germania BMW Sauber 1'15"324 1'15"137 N.D. 15
16 19 Paesi Bassi Christijan Albers Russia MF1-Toyota 1'15"598 N.D. N.D. 16
17 18 Portogallo Tiago Monteiro Russia MF1-Toyota 1'15"993 N.D. N.D. 17
18 21 Stati Uniti Scott Speed Italia STR-Cosworth 1'16"236 N.D. N.D. 18
19 22 Giappone Takuma Satō Giappone Super Aguri-Honda 1'17"276 N.D. N.D. 19
20 23 Francia Franck Montagny Giappone Super Aguri-Honda 1'17"502 N.D. N.D. 20
21 6 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari senza tempo N.D. N.D. 21
22 5 Germania Michael Schumacher Italia Ferrari cancellato cancellato cancellato 22[6]

In grassetto sono indicate le migliori prestazioni in Q1, Q2 e Q3.

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

La gara è dominata da Fernando Alonso, che sfrutta al 100% la pole. Però il merito non è tutto dell'asturiano. Infatti dietro alla Renault, c'erano Kimi Räikkönen e Mark Webber. L'australiano avrà anche un momento di illusione, il passaggio in testa al giro 24, causa la sosta di Alonso e del finlandese. Però Webber mollerà al giro 48, mentre era in terza piazza, entra la safety car e al giro 51 è la volta del ritiro di Raikkonen lasciando campo libero a Montoya (30º ed ultimo podio per lui) e ad un sorprendente Coulthard, terzo con la Red Bull, la quale conquista il podio per la prima volta sfruttando il ritiro di Jarno Trulli e la penalità inflitta a Barrichello. Eccezionale la rimonta di Michael Schumacher che, partito ultimo, riesce ad agguantare un insperato quinto posto.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

I risultati del Gran Premio[7] sono i seguenti:

Pos Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 1 Spagna Fernando Alonso Francia Renault 78 1h43'43"116 1 10
2 4 Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito McLaren-Mercedes 78 +14"567 5 8
3 14 Regno Unito David Coulthard Regno Unito RBR-Ferrari 78 +52"298 7 6
4 11 Brasile Rubens Barrichello Giappone Honda 78 +53"337 5 5
5 5 Germania Michael Schumacher Italia Ferrari 78 +53"830 PL[8] 4
6 2 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 78 +1'02"072 9 3
7 16 Germania Nick Heidfeld Germania BMW Sauber 77 +1 giro 15 2
8 7 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota 77 +1 giro 10 1
9 6 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 77 +1 giro 21
10 20 Italia Vitantonio Liuzzi Italia STR-Cosworth 77 +1 giro 12
11 12 Regno Unito Jenson Button Giappone Honda 77 +1 giro 13
12 19 Paesi Bassi Christijan Albers Russia MF1-Toyota 77 +1 giro 16
13 21 Stati Uniti Scott Speed Italia STR-Cosworth 77 +1 giro 18
14 17 Canada Jacques Villeneuve Germania BMW Sauber 77 +1 giro 14
15 18 Portogallo Tiago Monteiro Russia MF1-Toyota 76 +2 giri 17
16 23 Francia Franck Montagny Giappone Super Aguri-Honda 75 +3 giri 20
17 8 Italia Jarno Trulli Giappone Toyota 72 Idraulica[9] 6
Rit 15 Austria Christian Klien Regno Unito RBR-Ferrari 56 Trasmissione 11
Rit 10 Germania Nico Rosberg Regno Unito Williams-Cosworth 51 Acceleratore 8
Rit 3 Finlandia Kimi Räikkönen Regno Unito McLaren-Mercedes 50 Incendio 3
Rit 9 Australia Mark Webber Regno Unito Williams-Cosworth 48 Scarico 2
Rit 22 Giappone Takuma Satō Giappone Super Aguri-Honda 46 Elettronica 19

Classifiche mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prima sessione di prove libere del giovedì
  2. ^ Seconda sessione di prove libere del giovedì
  3. ^ Sessione di prove libere del sabato
  4. ^ Sessione di qualifica
  5. ^ Giancarlo Fisichella si era originariamente qualificato in quarta posizione con un tempo di 1'14"396, tuttavia i suoi tre tempi migliori segnati in Q3 sono stati cancellati per aver ostacolato David Coulthard, cfr. (EN) Fisichella punished by stewards, su formula1.com, 27 maggio 2006. URL consultato l'11 aprile 2022 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2006).
  6. ^ Michael Schumacher si era originariamente qualificato in prima posizione con un tempo di 1'13"898, tuttavia tutti i suoi tempi sono stati cancellati per aver fatto rallentare intenzionalmente gli avversari dopo aver causato l'esposizione della bandiera gialla alla curva 17, cfr. (EN) Schumacher is stripped of pole, su formula1.com, 27 maggio 2006. URL consultato l'11 aprile 2022 (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2006).
  7. ^ Risultati del Gran Premio
  8. ^ Michael Schumacher, qualificatosi in ventiduesima posizione, decide di partire dalla pit lane. La sua posizione sulla griglia di partenza è rimasta vuota, cfr. (EN) Monaco Grand Prix - selected driver quotes, su formula1.com, 28 maggio 2006. URL consultato il 14 maggio 2022 (archiviato dall'url originale il 20 ottobre 2006).
  9. ^ Jarno Trulli è classificato avendo coperto il 90% della distanza di gara, cfr. (EN) Formula 1™ Grand Prix de Monaco 2006 - Race Result, su formula1.com. URL consultato il 14 maggio 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2006
Flag of Bahrain.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of San Marino.svg Flag of Europe.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Turkey.svg Flag of Italy.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Japan.svg Flag of Brazil.svg
  Fairytale up blue-vector.svg

Edizione precedente:
2005
Gran Premio di Monaco Edizione successiva:
2007
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1