Giorgio Vasta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giorgio Vasta (Palermo, 12 marzo 1970) è uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito nel 2008 con il romanzo Il tempo materiale (minimum fax, Premio Città di Viagrande 2010, Prix Ulysse du Premier Roman 2011, pubblicato in Francia, Germania, Austria, Svizzera, Olanda, Spagna, Ungheria, Repubblica Ceca, Stati Uniti e Inghilterra, selezionato al Premio Strega 2009, finalista al Premio Dessì, al Premio Berto e al Premio Dedalus[senza fonte]).

Nel 2010 ha pubblicato Spaesamento (Laterza, finalista al Premio Bergamo, pubblicato in Francia) e nel 2012 Presente (Einaudi, con Andrea Bajani, Michela Murgia, Paolo Nori), di cui è stato anche curatore.

Ha inoltre curato diverse antologie tra le quali, sempre per minimum fax, Anteprima nazionale. Nove visioni del nostro futuro invisibile (2009).

Con Emma Dante, e con la collaborazione di Licia Eminenti, è autore della sceneggiatura del film Via Castellana Bandiera (2013), in concorso alla 70ª Mostra internazionale d'arte cinematografica.

Nel 2014 è stato Italian Affiliated Fellow in Letteratura presso l'American Academy in Rome.

Scrive sulle pagine culturali di La Repubblica, de Il Sole 24 ORE e de il manifesto e, dopo aver fatto parte dal 2003 al 2007 della redazione del blog letterario Nazione Indiana, scrive su minima&moralia.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Spaesamento, (2010)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN79225850 · ISNI: (EN0000 0001 1072 5732 · SBN: IT\ICCU\VIAV\104568 · LCCN: (ENn2006034567 · BNF: (FRcb15965730q (data)