Ezra Miller

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ezra Miller nel 2017

Ezra Matthew Miller (Wyckoff, 30 settembre 1992) è un attore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato e cresciuto a Wyckoff, una comunità nella Contea di Bergen, New Jersey.[1][2][3] La madre, Marta, è una ballerina moderna.[2] Il padre, Robert S. Miller, era vicepresidente e direttore managing della Hyperion Books.[4][5] Ezra ha due sorelle maggiori, Saiya e Caitlin.[4] Si considera ebreo e "spiritual" (il padre è ebreo; la madre è cristiana).[6][7][8]

Quando aveva sei anni, si è esibito all'anteprima americana dell'opera contemporanea di Philip Glass White Raven.[2][9][10] Ha frequentato la Rockland Country Day School e la The Hudson School, abbandonandola dopo aver recitato nel film Afterschool.[5][11][12]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ezra ha debuttato come attore nel 2008 nel film Afterschool.[2] Ezra ha poi recitato in City Island (2009) accanto a Andy García, Julianna Margulies e Steven Strait; in Beware the Gonzo e in Every Day, entrambi premiati al Tribeca Film Festival. Ezra ha poi recitato nel film ...e ora parliamo di Kevin di Lynne Ramsay, tratto dal romanzo Dobbiamo parlare di Kevin di Lionel Shriver. Il film ottenne grande successo, specialmente al Festival di Cannes[13].

Ezra Miller ha poi recitato nel ruolo di Damien nella serie televisiva Californication[14] ed ha recitato per due stagioni nella serie Royal Pains nel ruolo di Tucker Bryant.

Nel 2012 ha recitato nel film Noi siamo infinito insieme ai giovani attori Logan Lerman e Emma Watson[15].

Ezra è il batterista e cantante della band newyorkese Sons of an Illustrious Father[16][17].

Nel 2016 ha recitato nel ruolo di Credence Barebone nel film Animali fantastici e dove trovarli,[18] riprendendo poi il medesimo ruolo nei film Animali fantastici - I crimini di Grindelwald (2018) e Animali fantastici - I segreti di Silente (2022).

Nello stesso anno interpreta anche Barry Allen/Flash nel DC Extended Universe apparendo in cameo nei film Batman v Superman: Dawn of Justice e Suicide Squad e nel 2017 riprende tale ruolo, più ampiamente, in Justice League. Nel 2020 ha ripreso il ruolo di Flash anche nell'episodio crossover della serie televisiva Arrow Crisi sulle Terre Infinite - IV Parte, nel film Zack Snyder's Justice League, uscito nel 2021 e nella serie televisiva Peacemaker nel 2022.

Vita privata e controversie[modifica | modifica wikitesto]

Ezra Miller si definisce queer[9]. Ha dichiarato: «Non mi identificherei come gay, sono attratto per la maggior parte da "lei", ma sono stato con molte persone e sono aperto all'amore, dovunque esso sia» e che ha «un sacco di amici fantastici di sesso e genere differenti. Non sono innamorato di nessuno in particolare.»[19]. Ezra Miller ha anche dichiarato in un'intervista di aver scoperto che «gli piaceva baciare i ragazzi» quand'era più piccolo[20].

Nel 2021 ha fatto coming out come persona non binaria, dichiarando di non identificarsi in nessun genere e di preferire i pronomi neutri they/them.

Il 16 agosto 2022 Ezra Miller ha rotto il silenzio rilasciando una dichiarazione inviata tramite un rappresentante alla CNN dopo le varie vicende di aggressione, furto, condotta disordinata e altro, ammettendo di soffrire di complessi problemi di salute mentale: "Avendo recentemente attraversato un periodo di intensa crisi, ora capisco che sto soffrendo di complessi problemi di salute mentale e ho iniziato il trattamento in corso. Voglio scusarmi con tutti coloro che ho allarmato e sconvolto con il mio comportamento passato. Mi impegno a fare il lavoro necessario per tornare a una fase sana, sicura e produttiva della mia vita''.

Condotta disordinata[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 giugno 2011 mentre si trovava a Pittsburgh, Pennsylvania, per girare il film Noi siamo infinito è stato trovato in possesso di 20 grammi di marijuana[21] e indagato per possesso di droga. L'accusa è stata poi fatta cadere da un giudice.

Ezra è stato condannato a pagare $600 per due citazioni di condotta disordinata[14]. Ha in seguito dichiarato: «Non sento il bisogno di nascondere il fatto che fumo una sostanza vegetale innocua che aumenta l'apprezzamento sensoriale.»[22].

Aggressione a Reykjavík[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 aprile 2020 venne diffuso un video in cui si vede Miller mentre afferra per la gola e sbatte per terra una ragazza, per poi sputare contro gli amici di lei. L'aggressione è avvenuta nella capitale islandese di Reykjavík, nel bar Prikið Kaffihús. Dopo il fatto, l'attore è stato scortato all'esterno del locale dal personale del posto[23][24]. In precedenza Miller vi aveva aggredito un uomo stringendogli il collo e schiaffeggiandolo[24]. A settembre 2022 l'avvocato di Miller ha dichiarato che l'attore è stato stuzzicato da «un gruppo di adolescenti» sulle sue abilità nelle arti marziali e ha detto che si è trattato di un soffocamento, ma di «una reazione spontanea» durante la quale l'attore «ha colpito la sua clavicola».[25]

Minacce al Ku Klux Klan[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 gennaio 2022 Miller ha pubblicato un video su Instagram in cui minaccia i membri del Ku Klux Klan di Beulaville, nel North Carolina, dicendo che si dovevano uccidere da soli altrimenti li avrebbe uccisi lui. In risposta, il Southern Poverty Law Center ha riportato che non era stata segnalata alcuna attività recente del Klan nella città[26].

Aggressioni alle Hawaii[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 marzo 2022, Miller è stato arrestato alle Hawaii dopo aver inveito contro i clienti di un karaoke: aveva strappato il microfono a una ragazza di 23 anni che stava cantando, insultandola e minacciandola, e poi si era scagliato contro un uomo di 32 anni che stava giocando a freccette, sputandogli in faccia e insultandolo, scatenando una rissa. Il proprietario del karaoke, non riuscendo a cacciarlo via, ha contattato la polizia che ha arrestato Miller per condotta disordinata; nel video dell'arresto registrato tramite body cam e pubblicato l'11 maggio, si sente Miller mentire continuamente dicendo di essere stato lui la vittima, che un avventore del bar è nazista, e di aver ripreso i fatti «per la criptoarte NFT», e rifiutandosi inutilmente di farsi perquisire da un poliziotto perché Miller stesso si identifica come «transgender e non-binary»; Miller aveva con sé una pistola giocattolo Nerf[27]. L'attore è stato rilasciato poche ore dopo l'arresto dietro pagamento di una cauzione di 500 dollari[28].

Il giorno seguente Miller ha lasciato il suo appartamento nell'ostello dove alloggiava (nonostante le sue disponibilità economiche) e fatto irruzione nella camera da letto di una coppia alla quale ha cercato di rubare carte di credito e documenti, e che dopo averlo scoperto si è sentita urlare contro «brucerò te e la tua moglie troia!»[29]. I coniugi hanno chiesto un ordine restrittivo, affermando che l'attore «è famoso e ricco, il che rende l'accesso alle armi molto più facile, oltre a inviare collaboratori per molestare il firmatario»[30]. L'assistente capo della polizia Kenneth Quiocho dichiarò che Miller è stato oggetto di almeno dieci telefonate alla polizia per reati minori, che vanno dal 7 al 29 marzo 2022[31]. Tuttavia, pochi giorni dopo la coppia revocò l'ordine di restrizione, probabilmente dietro pagamento per insabbiare la faccenda[32].

Il 19 aprile 2022, Miller è stata nuovamente preso in custodia per assalto di secondo grado da parte delle autorità di polizia della suddivisione di Leilani Estates a Pahoa, per essersi introdotto in una casa e aver spaccato una sedia in testa a una donna di 26 anni procurandole un profondo taglio sulla fronte, dopo che gli è stato intimato di andarsene[33][34]. Miller è stato arrestato venti minuti dopo l'aggressione durante una fermata del traffico all'incrocio tra l'autostrada 130 e Kukula Street a Keaau[35][36]. Poche ore dopo questo secondo arresto in breve tempo, Miller ha dichiarato l'acquiescenza sull'incidente del karaoke, ed è stato multato con 500 dollari per condotta disordinata dalla giudice Kanani Laubach[37][38].

Relazione con Tokata Iron Eyes[modifica | modifica wikitesto]

Tokata Iron Eyes, 15enne, nel 2019

L'8 giugno 2022, l'attivista Chase Iron Eyes e la pediatra Sara Jumping Eagle, genitori dell'attivista diciottenne indigena Lakota Tokata Iron Eyes, hanno ottenuto un ordine restrittivo contro Miller accusandolo di aver «abusato fisicamente e mentalmente» della loro figlia, «manipolandola psicologicamente, intimidendola e mettendo in pericolo la sua sicurezza e il suo benessere», attuando «comportamenti di controllo da setta e psicologicamente manipolatori», così come il «classico comportamento violento da parte del partner intimo» e «comportamento sessuale predatorio»[39]. L'accusa ufficiale è di adescamento di minore (in inglese grooming). Lo hanno accusato inoltre di essere violento contro le donne, in considerazione del fatto che gli obiettivi dei suoi comportamenti violenti sono stati nella quasi totalità dei casi figure femminili[40].

L'ambigua "amicizia" tra Miller e Tokata iniziò nel 2016, quando lui aveva 23 anni e lei ne aveva 12, durante una manifestazione alla riserva indiana di Standing Rock in Dakota del Nord[39]. L'anno seguente, su invito di Miller, Tokata (accompagnata da altri membri della tribù di Standing Rock) prese un volo diretto a Londra per visitare il set di Animali fantastici - I crimini di Grindelwald, ed è qui che l'attore avrebbe iniziato a offrirle sostanze stupefacenti e alcol, tentando anche di dormire nel suo stesso letto, ma gli venne impedito di farlo da un accompagnatore[39]. Negli anni a seguire il loro rapporto sarebbe diventato una vera e propria relazione.[40].

Nel dicembre 2021 Tokata abbandonò il college (iniziato solo tre mesi prima, e che Miller le aveva pagato per indebitarla nei suoi confronti), la sua passione per la musica, il canto e la carriera da attivista per seguire l'attore nei suoi spostamenti[39][40]. Il 31 dicembre Tokata chiamò suo zio Chief Bear Cross, capo della loro tribù, e gli chiese se lei e Miller potevano rimanere a casa sua per la notte; l'uomo acconsentì, e durante la loro permanenza venne a sapere che Miller stava facendo uso di cannabis, marjuana e ketamina (definita dal Drug Enforcement Administration come «un anestetico generale a breve durata d'azione con effetti allucinogeni, a volte usato per facilitare i crimini di aggressione sessuale»), ed era ossessionato dall'idea di essere seguito dall'FBI[40]. Mentre posava per una foto con Tokata, Chief e i figli dell'uomo, Miller estrasse una pistola calibro .40, dicendo che «nel Vermont non hai bisogno di un permesso per nasconderti»; inoltre ha insultato i figli di Chief e la moglie.[40]. Dopo una cerimonia svoltasi a Pine Ridge, mentre si stava occupando di un altare, la moglie di Chief scoprì la nipote e Miller mentre stavano consumando un rapporto intimo su un letto all'esterno.[40].

Passato Capodanno, Chase riaccompagnò la figlia e Miller a Oakland, in California, insieme a due giovani donne, Stella alias "Stella Marbles" e Mia Solange alias "Ellia Arias"; mentre si trovava in un parco statale, parlando con Chase, Ezra disse ripetutamente di considerarsi la seconda venuta di Gesù Cristo, prima di estrarre una pistola[40]. Mia Solange ha pubblicato informazioni sui social media nell'aprile 2022, sostenendo secondo lei che l'attore ne ha abusato sia fisicamente che emotivamente, mostrando diverse fotografie dove presenta vistosi segni di morsi sulle cosce[40].

Il 25 gennaio 2022 a Brooklyn, in New York, Ezra mandò Tokata in overdose con l'LSD[40]. La giovane fu riportata alla fattoria di Ezra a Stamford, nel Vermont, dove il suo stato mentale e le condizioni in generale iniziarono a peggiorare al punto che, quattro giorni dopo, Miller e i suoi ospiti dovettero contattare i genitori di Tokata per informarli che la figlia non era in sé.[40]. Due giorni prima Ezra aveva pubblicato un video in cui minacciava il Ku Klux Klan della Carolina del Nord, un episodio durante il quale Ezra avrebbe trasportato una fornitura ignota di armi da fuoco e munizioni dal Vermont alla Carolina del Nord, pensando a un potenziale confronto con l'organizzazione[40].

Il 29 gennaio, i genitori della ragazza raggiunsero la fattoria di Miller, dove trovarono la propria figlia in condizioni alterate dall'abuso di sostanze e con svariati lividi su tutto il corpo, che un testimone dell'abuso (che si è messo in mezzo a Tokata e Miller per fermare la presa di quest'ultimo) ha confermato essere stati causati da Miller perché Tokata non aveva risposto a una serie di domande fatte da lui; hanno scoperto anche che la figlia non aveva con sé la patente, le carte di credito, le chiavi o «qualsiasi altro oggetto necessario per affrontare la vita da sola»[39]. Chase e Sara riportarono la figlia a casa per aiutarla a disintossicarsi (periodo durante il quale Tokata disse loro di essere rimasta profondamente colpita dal sacerdote voodoo associato di Miller che avevano visitato mentre erano a New Orleans, in Louisiana), ma tre settimane dopo, nonostante alcuni progressi, Tokata scappò a New York per raggiungere Miller, col quale poi andò a Los Angeles e alle Hawaii[39][40]. Secondo l'ordinanza di protezione, all'inizio di febbraio l'attore ha fatto irruzione nella casa dell'amico di Tokata e ha rubato il computer, il passaporto, la patente, le chiavi della macchina e il cellulare della ragazza[40].

Il 17 maggio a Chase (con l'assistenza del dipartimento dello sceriffo della contea di Bennington) viene accordata una tutela temporanea per Tokata; contemporaneamente ha presentato una petizione per modificare l'ordine di abuso di sostanze affinché includa una valutazione della salute mentale. Tokata e Miller fuggirono dal Vermont verso Los Angeles[40].

L'8 maggio, durante una telefonata in cui Tokata chiamò la madre Sara dal telefono di Ezra Miller e con quest'ultimo sullo sfondo, la ragazza si concentra principalmente sulle domande sugli ordini del tribunale. Miller riprese la telefonata e accusa i genitori di Tokata di abuso emotivo, affermando che lei vuole essere chiamata Gibson, che è transgender e non-binary; Sara rispose a Miller che la figlia non glielo aveva detto e che è capace di parlare per conto proprio, aggiungendo che «Tokata non è Ezra». Come affermato da Chase e Sara, Gibson è un soprannome che Tokata utilizzava per chiamare tutti, inclusa se stessa, i suoi familiari, i suoi amici e i suoi animali domestici. Dopo che Sara respinse le accuse di Miller ribadendo invece la violenza che lui aveva esercitato su sua figlia, provocandole un esaurimento nervoso, Miller attaccò improvvisamente il telefono[40].

Vale la pena ricordare che Tokata aveva precedentemente detto ai suoi genitori di essere una persona non binaria, gay e queer, cosa di cui i Chase e Sara hanno affermato di essere orgogliosi e di aver sempre supportato. Nella cultura Lakota, il "winkte" (o anche "two-spirit") è uno status noto per avere un'alta considerazione. La tribù include altri bambini non-binary che sono già stati supportati e cresciuti all'interno della famiglia. Tuttavia è stato affermato che Tokata non aveva fatto presente alle persone a lei care di essere transgender/non-binary. Secondo alcuni, Miller non è in grado di separare la propria identità e le proprie delusioni da Tokata[40].

Il 27 maggio 2022, i genitori di Tokata trovarono la posizione approssimativa dove si trovava la figlia nell'area di Los Angeles, dopo essere stati informati da un amico di Tokata che lei stava «camminando come uno zombi» con gli occhi lividi, che non poteva usare il telefono e che Ezra le impediva di mangiare, e che doveva chiedere il permesso a Ezra perché potesse uscire per cenare[40]. Due giorni dopo, Chase e Sara andarono a cercarla nella residenza presunta, ma venne loro ad aprire una ragazza di nome Rosie che si fermò e guardò Ezra per sapere come dover rispondere. Tokata apparve e abbracciò la madre, ma entrò in conflitto col padre per l'ordine richiesto quasi due settimane prima. Dopo circa quindici minuti di conversazione (durante i quali Tokata consumò cannabis, cercò di nascondere contenitori vuoti di alcool e inveì contro il KKK, la polizia, i pedofili e altre cospirazioni), Tokata, Ezra e Rosie fuggirono dalla residenza prima dell'arrivo della polizia. Sara riuscì a raggiungere brevemente la figlia, ma dopo che Miller sussurrò qualcosa a Tokata, la ragazza estrasse un coltello e minacciò la propria madre; quando per seminarla salirono su una macchina Uber, Miller sbatté più volte una portiera sulle braccia di Sara, poi se ne andò da solo dando appuntamento in un luogo imprecisato a Rosie e Tokata. Il giorno stesso, Sara denunciò Miller per aggressione alla polizia di Santa Monica, mostrando i molti ed estesi lividi su entrambe le braccia dopo essere stata attaccata da Miller[40].

Il 9 giugno, Tokata ha respinto le accuse formali dei suoi genitori con alcuni video e post sul suo profilo Instagram in cui difende in maniera sconclusionata le azioni di Miller e accusa i propri genitori di averla manipolata.Rispetto alle capacità di parlare in pubblico di Tokata, molti amici e commentatori hanno sottolineato un'enorme differenza nella sua enunciazione[40].

Dopo aver visto il video, la famiglia di Tokata è stata felice di vedere che alla ragazza è stato permesso di pulirsi da sola, poiché questo è qualcosa su cui Ezra avrebbe tenuto il controllo. Il video non è stato una sorpresa per la famiglia di Tokata, affermando di aspettarsi ulteriori post della ragazza a sostegno di Miller sotto l'ordine di quest'ultimo, «confutando tutte le affermazioni sulla verità»[40].

Nonostante Tokata abbia un account a suo nome, ha dichiarato di non possedere un telefono da mesi per una sua convinzione personale, e che nessuno sta controllando il suo account[39] (che risale al 2015 ma i cui post presenti nella bacheca sono recenti e riguardanti lei e Miller).

In un scambio di e-mail con Rolling Stone, Tokata ha scritto che «Ezra e il nostro gruppo [parleremo di questa storia] quando lo riterremo opportuno»[40].

Il 10 giugno 2022, il Los Angeles Times ha riportato che c'è una grave preoccupazione per il fatto che, nonostante l'ordine restrittivo, le forze dell'ordine non siano ancora risalite al luogo in cui attualmente si trovano Miller e Tokata, per sottoporli a misure cautelari. Un'udienza in tribunale è stata fissata per il 12 luglio 2022[41]. Il 16 giugno, Miller ha cancellato il proprio account Instagram poco prima di scrivere un ultimo post riportando di trovarsi «in un altro universo»[42]. Dopo aver accordato la richiesta di ordine restrittivo temporaneo, il tribunale tribale alla fine ha respinto la richiesta di un ordine permanente, e i genitori hanno detto di aver ritirato la loro richiesta di custodia, ritenendo che le probabilità fossero contro di loro.[43]

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 giugno 2022 a Greenfield, in Massachusetts, a una coppia e al figlio di 12 anni è stato concesso un ordine restrittivo temporaneo contro Ezra Miller, accusandolo di averli minacciati e di aver avuto comportamenti inappropriati nei confronti del bambino la sera del 2 febbraio precedente. La famiglia si trovava a casa di un vicino, quando Miller ha accusato la donna di appropriazione culturale per aver detto di aver fatto un viaggio con la sua "tribù", sottintendendo scherzosamente la propria famiglia. Un'altra discussione è avvenuta sul gioco da tavolo Parcheesi, che secondo Miller ha "radici rastafariane"; un vicino amico della famiglia ha chiesto a Miller informazioni sulla setta di origine del movimento, e l'attore ha reagito urlando ed estraendo una pistola, con cui l'ha minacciato. La madre del bambino ha raccontato che Miller ha offerto al figlio (che al momento del fatto aveva 11 anni) di fargli da "guida", poi ha accusato la donna di essere un vampiro e una strega. Successivamente, Miller ha iniziato a tormentare il bambino toccandogli i fianchi e provocando un estremo disagio a lui e ai suoi familiari (in particolare l'attore ha urlato contro la madre, che per lo spavento si è messa a piangere), soprattutto dopo che, come ha raccontato il bambino, Miller ha scoperto che anche il bambino stesso si identifica come non-binario[44][45][46].

Una sera di febbraio 2022, a Berlino, Miller si presentò a casa di Nadia, una ragazza con la quale aveva avuto una breve relazione due anni prima (e con la quale aveva interrotto quasi ogni comunicazione fino ad allora). Dopo un'interazione amichevole, l'umore di Miller cambiò bruscamente quando Nadia gli disse che non poteva fumare dentro casa e che doveva uscire per farlo; l'attore reagì rabbiosamente girando per casa, toccando tutto, spargendo foglie di tabacco sul pavimento, chiamando Nadia «pezzo di merda transfobica e nazista» e andandosene solo dopo che Nadia ha chiamato la polizia (ripresentandosi comunque poco dopo per riprendere alcuni effetti personali). Sebbene abbia detto di non essersi mai sentita a rischio di violenza sessuale, la ragazza credeva che l'attore «potesse in qualche modo attaccarmi fisicamente». La storia sarebbe stata confermata anche da altre cinque fonti[24][47].

Da aprile 2022, nella sua fattoria nel Vermont, Miller ha ospitato Ana, una ragazza di 25 anni conosciuta alle Hawaii, e i suoi tre figli di 1, 2 e 5 anni. La ragazza ha affermato che si stava separando dall'ex marito, da lei definito violento, e per questo si è fatta ospitare da Miller. L'ex marito e due testimoni anonimi hanno scritto a Rolling Stone: il primo ha rigettato le accuse di violenza e ha spiegato che le denunce a suo carico sono decadute perché non c'erano prove, inoltre ha intentato una causa contro l'ex moglie per aver portato in un altro stato i figli e per impedirgli di vederli e sentirli; mentre i due testimoni anonimi hanno dichiarato che la villa di Miller è inadatta alla presenza di bambini perché è piena di armi d'assalto, fucili e pistole (come mostra un video registrato ad aprile), spesso messe in mezzo ai giocattoli per bambini (tanto che la bimba di 1 anno ha rischiato di ingoiare una pallottola), e un'enorme quantità di droga (coltivata da Miller con l'amico Whitney Suters), sempre alla portata dei bambini. Sia la ragazza che Miller avrebbero assunto droghe in presenza dei bambini. La madre ha negato tutto, mentre il padre ha dichiarato di essere estremamente preoccupato per i suoi figli a causa dell'interesse e della manipolazione che Miller attua sui più giovani[48].

Un ordine emesso il 5 agosto chiedeva che la custodia dei bambini di Ana fosse immediatamente trasferita allo Stato. Ma quando la polizia è arrivata alla fattoria di Miller, Ana e i bambini erano già andati via. Il padre dei bambini ha dichiarato a Vanity Fair di non parlare con i figli da aprile. L'attore non è stato accusato di alcun reato relativo ai figli di Ana. Nonostante le preoccupazioni, il marito di Ana, crede ancora nell'integrità del legame che ha stabilito con Miller e indossa ancora l'anello che l'attore gli ha regalato. Una data per il processo per la custodia dei figli è stata fissata ad ottobre, alle Hawaii.[43]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Cakey! The Cake from Outer Space - 1º episodio, regia di Kirk Damato e Dyna Moe (2006)
  • Busted Walk, regia di Steve Tanenbaum (2011)
  • Where's Waldo?, regia di Eamon O'Rourke (2016)
  • Fantastic Beasts and Where to Find Them: Before Harry Potter, regia di Josh Oreck (2017)
  • Fantastic Beasts and Where to Find Them: Barebone Family, regia di Josh Oreck (2017)
  • Palms: Unstatus Quo, regia di Sam Brown (2019)

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi lavori, Ezra Miller è stato doppiato da:

  • Flavio Aquilone in City Island, Royal Pains, ...e ora parliamo di Kevin, Noi siamo infinito, Suicide Squad, Invincible
  • Manuel Meli in Animali fantastici e dove trovarli, Animali fantastici - I crimini di Grindelwald, Animali fantastici - I segreti di Silente
  • Mirko Cannella in Afterschool, Californication, Law & Order - Unità vittime speciali
  • Alessio Puccio in Every Day, Another Happy Day
  • Luca Mannocci in Justice League, Zack Snyder's Justice League
  • Andrea Mete in Batman v Superman: Dawn of Justice
  • Luigi Morville in Un disastro di ragazza
  • David Chevalier in Effetto Lucifero
  • Stefano De Filippis in Madame Bovary
  • Alessandro Sanguigni in Arrow

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Beckerman, Jim; and Rohan, Virginia. "Our picks for Oscar's top honors" Archiviato il 24 dicembre 2013 in Internet Archive., The Record (Bergen County), January 25, 2012. Accessed June 7, 2012. "And what happened to Tilda Swinton, Leonardo DiCaprio and Wyckoff's Ezra Miller (a Best Supporting Actor possibility for "We Need to Talk About Kevin")?"
  2. ^ a b c d Kate Bosworth, Ezra Miller, su Interview. URL consultato il 15 maggio 2011.
  3. ^ David Lamble, The Bay Area Reporter Online | We need to talk about Ezra Miller, su ebar.com. URL consultato il 23 marzo 2012.
  4. ^ a b Walt Disney Company To Reorganise Publishing Business: Disney Publishing, Worldwide And Hyperion, su prnewswire.co.uk, 12 aprile 1999. URL consultato il 25 ottobre 2011.
  5. ^ a b Jada Yuan, We Need to Talk About Ezra, New York Magazine, 8 gennaio 2012. URL consultato l'11 gennaio 2012.
  6. ^ David Lamble, Family estrangement, The Bay Area Reporter, 8 dicembre 2011. URL consultato l'11 gennaio 2012.
  7. ^ Yuval Saar, Ezra's Way (Weekend), Haaretz, 19 gennaio 2012. URL consultato il 1º giugno 2012.
    «"My father is Jewish, my mother is not, but I consider myself entirely Jewish even though according to Jewish law I am not. I encourage everyone to understand that the rules were written before anyone could do DNA tests... I know that I am a descendant of Abraham through my father." And a visit to Israel? "I definitely plan to do this."»
  8. ^ Interfaith Celebrities: An Upcoming Actor, An Enduring Celebrity - InterfaithFamily
  9. ^ a b Shana Naomi Krochmal, Lost & Found, su out.com, Out Magazine, 15 agosto 2012. URL consultato il 15 agosto 2012.
  10. ^ S.T. VanAirsdale, The Verge: Ezra Miller, su Movieline, 26 aprile 2010. URL consultato il 15 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 3 maggio 2010).
  11. ^ Ezra Miller Interview for Beware the Gonzo, su thecinemasource.com, The Cinema Source, 8 settembre 2011. URL consultato il 25 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2011).
  12. ^ Ezra Miller on ‘Perks of Being a Wallflower,' Being Bisexual & More - The Daily Beast
  13. ^ Baz Bamigboye, BAZ BAMIGBOYE: 'I'm too old to be a lothario', says Jude Law, su Daily Mail, 13 maggio 2011. URL consultato il 15 maggio 2011.
  14. ^ a b Ezra Miller | Ezra Miller Cleared On Drug Charge, su contactmusic.com, Contactmusic. URL consultato il 25 ottobre 2011.
  15. ^ Amy Wilkinson, Ezra Miller To Play Patrick In 'Perks of Being a Wallflower', su MTV, 19 maggio 2011. URL consultato il 26 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 20 maggio 2011).
  16. ^ Little White Lies magazine, Ezra Miller interview, su littlewhitelies.co.uk, 19 ottobre 2011. URL consultato il 25 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2011).
  17. ^ SONS, su sonsofanillustriousfather.com, Sons of an Illustrious Father. URL consultato il 25 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2012).
  18. ^ (EN) Justin Kroll, Ezra Miller Eyes ‘Harry Potter’ Spinoff ‘Fantastic Beasts’ (EXCLUSIVE), su The Hollywood Reporter, 24 giugno 2015. URL consultato il 20 novembre 2015.
  19. ^ Lawrence Ferber, Ezra Miller Says He Has Had Gay Moments, su nextmagazine.com, Next Magazine, 16 gennaio 2012. URL consultato il 31 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2012).
  20. ^ Rosa Gamazo, Ezra Miller for Fantastic Beasts "I like kissing boys", 18 novembre 2016. URL consultato il 19 giugno 2018.
  21. ^ Kiki Glinow, 'Wallflower' Star Ezra Miller Busted for Marijuana Possession, su popeater.com, 29 giugno 2011. URL consultato il 29 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2011).
  22. ^ Ezra Miller on His Roles in 'Another Happy Day' and 'We Need to Talk About Kevin' - New York Magazine, su nymag.com, 8 gennaio 2012. URL consultato l'11 gennaio 2012.
  23. ^ (EN) Tim Dams e Manori Ravindran, Ezra Miller Appears to Choke Woman in Video, su Variety, 6 aprile 2020. URL consultato il 15 giugno 2022.
  24. ^ a b c Mirko D'Alessio, Ezra Miller: nuove accuse da una donna in Germania, la vittima “strozzata” esce allo scoperto, su BadTaste.it, 1º luglio 2022. URL consultato il 1º luglio 2022.
  25. ^ https://www.vanityfair.it/article/ezra-miller-the-flash-malattia-mentale
  26. ^ (EN) Gita Jackson, Ezra Miller Tells Beulaville, NC KKK Members to Kill Themselves or ‘We’ll Do It’, su Vice, 28 gennaio 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  27. ^ (EN) Peony Hirwani, Ezra Miller claims they film themself getting assaulted for ‘NFT crypto art’ in bodycam footage, su The Independent, 12 maggio 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  28. ^ Andrea Bedeschi, Ezra Miller arrestato per condotta molesta alle Hawaii, rilasciato su cauzione, su BadTaste.it, 29 marzo 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  29. ^ Mirko D'Alessio, Ezra Miller: dopo l'arresto due coniugi chiedono un ordine restrittivo, su BadTaste.it, 30 marzo 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  30. ^ (EN) Annabel Nugent, Ezra Miller: Hawaii couple claims actor ‘burst’ into their bedroom and ‘threatened’ them, su The Independent, 30 marzo 2022. URL consultato il 15 giugno 202.
  31. ^ (EN) Francesca Bacardi, Ezra Miller subject of 10 police calls in Hawaii in less than a month, su PageSix.com, 30 marzo 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  32. ^ Laura Scarselli, Ezra Miller: la coppia hawaiana ritira l'ordine restrittivo contro l'attore di The Flash, su Movieplayer.it, 14 aprile 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  33. ^ (EN) Abe Asher, Ezra Miller: Fantastic Beasts star arrested for second time in two months in Hawaii, su The Independent, 19 aprile 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  34. ^ Redazione Metronews, L’attore Ezra Miller arrestato per aggressione a una donna, su Metro News, 20 aprile 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  35. ^ (EN) HHN Staff, ‘The Flash’ star Ezra Miller arrested for allegedly throwing chair at woman’s head, su Hawaii News Now, 19 aprile 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  36. ^ (EN) John Blistein, Ezra Miller Arrested Again in Hawaii, This Time for Allegedly Throwing a Chair That Hit a Woman, su Rolling Stone, 19 aprile 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  37. ^ (EN) John Burnett, Ezra Miller pleads no contest to disorderly conduct, two other charges dropped, su Hawaii Tribune-Herald, 19 aprile 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  38. ^ (FR) Léna Saint Jalmes, L'acteur de The Flash Ezra Miller arrêté après avoir jeté une chaise au visage d'une jeune femme, su Le Figaro, 21 aprile 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  39. ^ a b c d e f g (EN) Valentina D'Amico, Ezra Miller accusato di aver molestato e circuito una minore fornendole LSD, alcol e doni costosi, su Movieplayer.it, 9 giugno 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  40. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u (EN) Jen Cosentino, Chief Bear Cross Testifies: "Ezra Miller Groomed My Niece, Tokata & Brought a Firearm Into My Home" Plus Ezra’s Attack on Sara Jumping Eagle, su Last Real Indians, 11 giugno 2022. URL consultato il 21 giugno 2022.
  41. ^ (EN) Nardine Saad, As Ezra Miller grooming allegations deepen, court ‘cannot locate or serve’ the actor, su Los Angeles Times, 10 giugno 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  42. ^ Mirko D'Alessio, Ezra Miller risponde alle ultime accuse con dei meme, poi cancella il profilo Instagram, su BadTaste.it, 16 giugno 2022. URL consultato il 21 giugno 2022.
  43. ^ a b (EN) Condé Nast, Ezra Miller’s “Messiah” Delusions: Inside ‘The Flash’ Star’s Dark Spiral, su Vanity Fair, 18 settembre 2022. URL consultato il 27 settembre 2022.
  44. ^ (EN) Marlow Stern, 12-Year-Old Granted Order of Protection Against Ezra Miller, su The Daily Beast, 16 giugno 2022. URL consultato il 17 giugno 2022.
  45. ^ (EN) Christian Holub, Ezra Miller allegedly harassed another minor, brandished a gun in front of their family, su Entertainment Weekly, 16 giugno 2022. URL consultato il 17 giugno 2022.
  46. ^ Mirko D'Alessio, Ezra Miller: accordato un altro ordine restrittivo, parla la madre di un minore, su BadTaste.it, 17 giugno 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  47. ^ Gabriele Giachè, FLASH, ALTRI GUAI PER EZRA MILLER: SPUNTANO NUOVI INCIDENTI E DICHIARAZIONI DELLE VITTIME, su Everyeye.it, 30 giugno 2022. URL consultato il 1º luglio 2022.
  48. ^ (EN) Cheyenne Roundtree, Guns, Bullets, and Weed: Ezra Miller Housing Three Young Children and Their Mother at Vermont Farm, su Rolling Stone, 23 giugno 2022. URL consultato il 29 giugno 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN249608155 · ISNI (EN0000 0003 7027 7454 · LCCN (ENno2010154625 · GND (DE1033887536 · BNE (ESXX5261506 (data) · BNF (FRcb16706384b (data) · J9U (ENHE987007423867105171 · WorldCat Identities (ENlccn-no2010154625