Uber

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uber
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 2009 a San Francisco
Fondata da Travis Kalanick, Garrett Camp
Sede principale San Francisco
Persone chiave Travis Kalanick (CEO)
Settore Trasporto
Sito web www.uber.com
Questioni legali in tutto il mondo

Uber è un'azienda con sede a San Francisco (USA) che fornisce un servizio di trasporto automobilistico privato attraverso un'applicazione software mobile (app) che mette in collegamento diretto passeggeri e autisti.

La società è presente in decine di città in tutto il mondo.

Le auto possono essere prenotate con l'invio di un messaggio di testo o usando l'applicazione mobile, tramite la quale i clienti possono inoltre tenere traccia in tempo reale della posizione dell'auto prenotata.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Uber è stata fondata da Travis Kalanick e Garrett Camp nel 2009. Il prodotto viene lanciato ufficialmente a San Francisco nel 2010.

Successivamente, la società ha progressivamente ampliato la copertura del servizio ad altre città.

Nel dicembre 2011, Travis Kalanick ha dichiarato che per soddisfare la crescente domanda su Uber, l'azienda avrebbe coperto, nei mesi successivi, 25 nuove città al di fuori degli Stati Uniti.

Prezzi e pagamenti[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema di calcolo del costo della corsa è simile a quello dei taxi, calcolato in base alla distanza percorsa (se la velocità è maggiore di 17 km/h), o in base al tempo trascorso (se la velocità è minore della soglia appena citata). Il pagamento, tuttavia, non è effettuato direttamente tra il conducente e il cliente, ma direttamente tra quest’ultimo e Uber, attraverso una carta di credito.

Il prezzo varia in base al servizio offerto. Uber mette a disposizione 5 opzioni diverse, corrispondenti a 5 fasce di qualità del servizio:

  • UberX - L'opzione low cost di Uber, la corsa è effettuata su un'utilitaria.
  • UberTAXI - Il classico taxi in versione Uber.
  • UberBLACK - L'opzione "originaria" di Uber, la corsa avviene su una berlina.
  • UberSUV - L'autista sarà a bordo di un SUV.
  • UberXL - L'autista sarà a bordo di un'auto con 6 o più posti.
  • UberLUX - La corsa avviene attraverso un'auto elegante e costosa.

Contratto Uber[modifica | modifica wikitesto]

Per entrare a far parte dell'azienda Uber sono richiesti i seguenti requisiti:

  • avere almeno 21 anni d'età,
  • possedere un'auto a 4 porte coperta da assicurazione e non più vecchia di 8 anni,
  • avere una fedina penale pulita,
  • avere almeno 10 punti residui sulla patente,
  • avere una patente non sospesa da almeno 10 anni.

Se si rientra in tali requisiti, è possibile inviare la richiesta per diventare conducente Uber alla medesima azienda. Una volta entrati a far parte dell'azienda Uber, essa stessa fornisce allo stesso conducente i seguenti servizi:

  • uno smartphone su cui è installata l'app Uber, per essere rintracciabili dagli utenti,
  • revisione dell'auto per verificarne le condizioni,
  • assicurazione contro danni a terzi.

UberPOP[modifica | modifica wikitesto]

Uber propone anche un altro servizio: UberPOP.

Si tratta di un servizio in parte assimilabile ad un servizio di tipo "taxi", in cui - attraverso la stessa app Uber - è possibile ottenere passaggi da privato a privato.

L'azienda sta implementando con lo stesso sistema un servizio di consegne di merce a domicilio.

Il pagamento (e qui UberPOP si differenzia da altri servizi di car pooling come BlaBlaCar) è effettuato tramite carta di credito, direttamente all'azienda stessa, come il classico Uber.

Il 13 febbraio 2015 a Genova il giudice di pace Giovanni Gualandi ha accolto il ricorso presentato da un guidatore Uber, il quale era stato sanzionato mesi prima come tassista abusivo[1], affermando che il servizio offerto da UberPop non è riconducibile al taxi ma semmai al noleggio con conducente.[2]

Nel maggio 2015 il Tribunale di Milano ha disposto il blocco dell'App Uber Pop in tutta Italia.[3]

Uber, per rispondere alle tante sollecitazioni pervenute dal mondo intero, a partire dal prossimo 15 luglio 2015 renderà applicabile la nuova informativa (rivista perché sia più chiara e trasparente) sulla privacy relativamente a fruitori del servizio, autisti residenti al di fuori degli USA e autisti residenti negli USA.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pablo Calzeroni, Lorenza Castagneri, Il giudice assolve Uber, i tassisti: “Sarà guerra” A Genova la prima sentenza del genere: annullata la sanzione a un driver “abusivo” in La Stampa, 15 febbraio 2015.
  2. ^ Giuseppe Filetto, "UberPop, un errore dei vigili urbani: ecco perché la patente va restituita", Repubblica.it, 17 febbraio 2015. URL consultato il 1-3-2015.
  3. ^ Il sole 24 ore 26 maggio 2015

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]