Anya Taylor-Joy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Anya Taylor-Joy
Anya Taylor-Joy by Gage Skidmore.jpg
Anya Taylor-Joy al San Diego Comic-Con International nel 2018
Altezza169 cm
Occhicastani
Capellicastani

Anya Josephine Marie Taylor-Joy (Miami, 16 aprile 1996) è un'attrice e modella argentina con cittadinanza britannica[1] e statunitense[2][3].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Anya Taylor-Joy nasce a Miami, in Florida,[4] ed è la più piccola di sei fratelli.[5] Sua madre è Jennifer Marina Joy, psicologa nata e cresciuta in Zambia e di origini inglesi e spagnole,[6][7][8] mentre suo padre, è Dennis Alan Taylor, ex-banchiere internazionale diventato poi pilota professionista di offshore, dove vinse due campionati mondiali, e direttore di una compagnia di noleggio di jet privati.[2][3][9] Entrambi i genitori sono ambientalisti.[10]

Quando l'attrice era ancora una bambina, la famiglia si trasferì a Buenos Aires, mentre all'età di sei anni, la famiglia si trasferì a Londra, nella zona Victoria.[2] L'attrice rimase traumatizzata dal trasloco e si rifiutò di parlare in inglese, per circa due anni, convinta che ciò avrebbe spinto i genitori a tornare in Argentina.[6] Ha studiato danza classica,[5][11] ed ha frequentato la Hill House School, nel quartiere Chelsea, la Queen's Gate School a South Kensington e la Northlands School nel periodo vissuto in Argentina.[12]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi e la rivelazione[modifica | modifica wikitesto]

All'età di quattordici anni abbandonò la scuola e si trasferì da Londra a New York, poiché vittima di bullismo dei suoi coetanei e forte del desiderio di recitare.[2] A sedici anni, è stata scelta come modella dopo essere stata vista mentre camminava fuori da un grande magazzino di Harrods. Grazie al lavoro di modella ha incontrato e poi firmato con un agente di recitazione.[13]

Nel 2014 arriva il suo primo ruolo d'attrice nella commedia horror Vampire Academy, ma le sue scene vengono eliminate nel montaggio finale. Nello stesso anno, appare in un episodio della serie poliziesca Il giovane ispettore Morse e nella serie drammatica Atlantis.

Nel 2015, grazie al ruolo da protagonista nel film horror The Witch, ottiene la fama internazionale. Sia il film che la sua performance ottengono il plauso della critica e si aggiudica il Gotham Independent Film Awards come miglior attore rivelazione,[14] l'Empire Awards per il miglior debutto femminile[15] e la candidatura ai Saturn Award per il miglior attore emergente.[16]

Nel 2016 ha recitato nel film di fantascienza Morgan.[17] Nello stesso anno interpreta Charlotte Baughman, l'ex ragazza di Barack Obama, nel film biografico Barry[18] e appare nel video musicale Red Lips di Skrillex.[19]

L'affermazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2017 si aggiudica il Trophée Chopard alla 70ª edizione del Festival di Cannes per la miglior rivelazione femminile,[20] e viene candidata ai British Academy Film Awards come miglior stella emergente.[21] Lo stesso anno recita nel ruolo di Casey Cooke, al fianco di James McAvoy, nel film thriller Split diretto da M. Night Shyamalan.[22] Ha in seguito partecipato al film horror Marrowbone,[23] e preso parte alla miniserie drammatica The Miniaturist.[24] Nel 2018 prende parte alla pellicola thriller Amiche di sangue.[25]

Nel 2019 riprende il ruolo di Casey Cooke in Glass,[26] ed appare nel documentario Love, Antosha,[27] nel film d'animazione Playmobil: The Movie e nel film biografico Radioactive.[28] Prende inoltre parte alla serie televisiva Peaky Blinders,[29] ed alla serie drammatica Dark Crystal - La resistenza.[30]

Nel 2020 è protagonista del film Emma., grazie al quale ha ottenuto la candidatura ai Golden Globe come miglior attrice in un film commedia o musicale.[31] Successivamente ha recitato nel film drammatico Here Are the Young Men, diretto da Eoin Macken,[32] e nel ruolo della mutante Magik, nel film The New Mutants.[33] Nello stesso anno è la protagonista de La regina degli scacchi, miniserie Netflix in cui interpreta Elizabeth "Beth" Harmon, un prodigio degli scacchi.[34] La sua performance e la serie sono state lodate dalla critica.[35][36][37] Con questo ruolo si è aggiudicata diversi riconoscimenti tra cui il Golden Globe per la miglior attrice in una mini-serie o film per la televisione,[38] il Critics' Choice Awards per la miglior attrice protagonista in una serie limitata o film per la televisione,[39] lo Screen Actors Guild Award per la migliore attrice in una miniserie o film per la televisione[40][41] ed il Satellite Award.[42]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Anya Taylor-Joy nel 2017

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

  • Red Lips di Skrillex, regia di Grant Singer (2015)
  • Dinner & Diatribes di Hozier, regia di Anthony Byrne (2019)

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Anya Taylor-Joy è stata doppiata da:

Da doppiatrice è sostituita da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Richard Lawson, Here’s Everything You Actually Need to Know About Sundance 2015, Vanity Fair, 30 gennaio 2015. URL consultato il 26 maggio 2016.
  2. ^ a b c d (EN) Anya Taylor-Joy: meet the actress on the cusp of Hollywood superstardom, su standard.co.uk.
  3. ^ a b (EN) Why you need to get to know up-and-coming actress Anya Taylor Joy, su marieclaire.co.uk.
  4. ^ (EN) Anya Taylor-Joy, su empireonline.com.
  5. ^ a b (EN) Hollywood's Next Big Thing: 'The Witch' Breakout Anya Taylor-Joy Goes From Ballet to Studio Thrillers, su hollywoodreporter.com.
  6. ^ a b (EN) Anya Taylor-Joy on ‘The Queen’s Gambit’ and Dancing at the End of the Pandemic, su wsj.com.
  7. ^ (ES) Anya Taylor Joy: “Mi locura es latina”, su goldenglobes.com.
  8. ^ (EN) Anya Taylor-Joy - Cultural Weekly, su culturalweekly.com.
  9. ^ (EN) List of Directors, Fly Honda Jet, su find-and-update.company-information.service.gov.uk.
  10. ^ (EN) Our Founders, su reservaachalay.com.
  11. ^ (EN) The Witch's Anya Taylor-Joy Casts a Spell: 5 Things to Know About the Rising Star, su people.com.
  12. ^ (EN) Anya Taylor-Joy Bio: Age, Height, Parents, Net Worth, Peaky Blinders, Wiki, su celebtattler.com.
  13. ^ (EN) anya taylor-joy thought legendary model scout was stalking her, su i-d.vice.com.
  14. ^ a b (EN) Gotham Awards 2016: Complete Winners List, su indiewire.com.
  15. ^ (EN) Three Empire Awards 2017: Rogue One, Tom Hiddleston And Patrick Stewart Win Big, su empireonline.com.
  16. ^ (EN) ‘Rogue One,’ ‘Walking Dead’ Lead Saturn Awards Nominations, su variety.com.
  17. ^ (EN) Kate Mara to Star in Ridley Scott-Produced Sci-Fi Thriller 'Morgan' (Exclusive), su hollywoodreporter.com.
  18. ^ (EN) Young Barack Obama Film Casts Devon Terrell, 'The Witch' Star Anya Taylor-Joy (Exclusive), su hollywoodreporter.com.
  19. ^ (EN) GTA - Red Lips feat. Sam Bruno (Skrillex Remix) [Official Video], su youtube.com.
  20. ^ (EN) 2017 Cannes Film Festival: Chopard Names Trophy Award Winners, su wwd.com.
  21. ^ (EN) Baftas 2017: Tom Holland, Ruth Negga, and Anya Taylor-Joy amongst nominees for Rising Star award, su independent.co.uk.
  22. ^ (EN) Anya Taylor-Joy Is the New Star of Horror, su vice.com.
  23. ^ (EN) ‘Morgan’ Star Anya Taylor-Joy Joins Thriller ‘Marrowbone’, su deadline.com.
  24. ^ (EN) TV Review: ‘The Miniaturist’ on PBS, su variety.com.
  25. ^ (EN) Olivia Cooke, Anya Taylor-Joy to Star in Thriller ‘Thoroughbred’, su variety.com.
  26. ^ (IT) Glass: Anya Taylor-Joy spiega il ritorno di Casey dopo Split, su cinefilos.it.
  27. ^ (EN) Film Review: ‘Love, Antosha’, su variety.com.
  28. ^ (EN) Berlin: Sam Riley, Anya Taylor-Joy, Aneurin Barnard Join Marie Curie Biopic 'Radioactive', su hollywoodreporter.com.
  29. ^ (IT) Peaky Blinders: Anya Taylor-Joy si unisce al cast della quinta stagione, su intrattenimento.eu.
  30. ^ (EN) Dark Crystal: Age Of Resistance’ Sets Taron Egerton, Anya-Taylor Joy, Nathalie Emmanuel To Lead All-Star Voice Cast, su deadline.com.
  31. ^ a b Fabio Fusco, GOLDEN GLOBE 2021: TUTTE LE NOMINATION, su Movieplayer.it, 3 febbraio 2021. URL consultato il 3 febbraio 2021.
  32. ^ (EN) Anya Taylor-Joy, ‘Game Of Thrones’ Dean-Charles Chapman, Finn Cole To Star In ‘Here Are The Young Men’, su deadline.com.
  33. ^ (EN) Exclusive: The New Mutants director sets the record straight on reshoot rumblings, su ew.com.
  34. ^ (EN) Anya Taylor-Joy to Star in ‘The Queen’s Gambit’ Limited Series at Netflix, su variety.com.
  35. ^ (EN) The Queen's Gambit: Miniseries (2020) - Rotten Tomatoes, su rottentomatoes.com.
  36. ^ (EN) The Queen's Gambit plays familiar moves with style and star power: Review, su ew.com.
  37. ^ (EN) ‘The Queen’s Gambit,’ Starring a Magnetic Anya Taylor-Joy, Is a Shrewd Study of Genius: TV Review, su variety.com.
  38. ^ a b (EN) GOLDEN GLOBE WINNERS 2021: FULL LIST OF WINNERS AT THE 78TH GOLDEN GLOBE AWARDS, su Rotten Tomatoes, 28 febbraio 2021. URL consultato il 1º marzo 2021.
  39. ^ a b CRITICS' CHOICE AWARDS 2021: OZARK, THE CROWN E THE MANDALORIAN TRA LE NOMINATION, su Movieplayer.it, 18 gennaio 2021. URL consultato il 19 gennaio 2021.
  40. ^ a b (EN) NOMINATIONS ANNOUNCED FOR THE 27TH ANNUAL SCREEN ACTORS GUILD AWARDS, su Screen Actors Guild Award, 4 febbraio 2021. URL consultato il 4 febbraio 2021.
  41. ^ a b Beatrice Pagan, SAG AWARDS 2021: THE CROWN E MA RAINEY'S BLACK BOTTOM TRA I VINCITORI, CHADWICK BOSEMAN MIGLIOR ATTORE, su Movieplayer.it, 5 aprile 2021. URL consultato il 5 aprile 2021.
  42. ^ a b (EN) 2020 NOMINEES, International Press Academy, 1º febbraio 2021. URL consultato il 2 febbraio 2021.
  43. ^ (EN) Leading Actress, British Academy Film Awards. URL consultato il 10 gennaio 2017.
  44. ^ Beatrice Pagan, MTV MOVIE & TV AWARDS 2021: BORAT E WANDAVISION DOMINANO LE NOMINATION, su Movieplayer.it, 20 aprile 2021. URL consultato il 20 aprile 2021.
  45. ^ (EN) Daniel Montgomery, Saturn Awards 2017: Full list of winners led by ‘Rogue One,’ ‘Outlander,’ ‘The Walking Dead’, in GoldDerby, 29 giugno 2017. URL consultato il 5 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN131146634279841930028 · ISNI (EN0000 0004 5979 2874 · LCCN (ENno2016071374 · GND (DE1117049329 · BNF (FRcb17089760r (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2016071374