Split (film 2016 Shyamalan)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Split
Split film 2017.jpg
James McAvoy in una scena del film
Titolo originale Split
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2016
Durata 116 min
Genere thriller, orrore
Regia M. Night Shyamalan
Soggetto M. Night Shyamalan
Sceneggiatura M. Night Shyamalan
Produttore Marc Bienstock, Jason Blum, M. Night Shyamalan
Produttore esecutivo Ashwin Rajan, Steven Schneider
Casa di produzione Blinding Edge Pictures, Blumhouse Productions
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Mike Gioulakis
Montaggio Luke Franco Ciarrocchi
Musiche West Dylan Thordson
Scenografia Mara LePere-Schloop
Costumi Paco Delgado
Trucco Diane Dixon, Pamela Peitzman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Split è un film del 2016 scritto e diretto da M. Night Shyamalan e interpretato da James McAvoy, Anya Taylor-Joy, Jessica Sula, Haley Lu Richardson e Betty Buckley.

La pellicola è liberamente ispirata alla figura di Billy Milligan, un criminale statunitense affetto da disturbo dissociativo dell'identità.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Philadelphia, tre adolescenti, le popolari Claire e Marcia e la problematica Casey (Anya Taylor-Joy), vengono rapite e tenute prigioniere da Dennis (James McAvoy), una delle personalità che la mente di Kevin ha creato per sopperire ai gravi abusi infantili inflittigli dalla madre e dallo shock di venire abbandonato dal padre a bordo di un treno, per darle in pasto a una fantomatica "Bestia".

Negli anni, la psichiatra Karen Fletcher (Betty Buckley), che ha diagnosticato a Kevin una grave forma di disturbo dissociativo dell'identità, è riuscita ad "addormentare" Kevin – che si può "risvegliare" solo pronunciando il suo nome per intero, come faceva la madre prima di punirlo – nonché ad affidare alla personalità più equilibrata, quella di Barry S., la capacità di far entrare "nella luce" – cioè avere il controllo del corpo – le altre personalità e di relegare lontano "dalla luce" le personalità del violento ossessivo compulsivo Dennis e della maniaca Patricia colpevoli di terrorizzare le altre personalità raccontando della Bestia. Purtroppo però un recente incidente sul lavoro – due ragazze hanno costretto Kevin a toccare loro il seno per scommessa – ha risvegliato le personalità iperprotettive di Dennis e Patricia. Le personalità identificate dalla dottoressa sono 23: Kevin, Barry, Jade, Orwell, Heinrich, Norma, Goddard, Dennis, Hedwig, Bernice, Patricia, Polly, Luke, Rakel, Felida, Ansel, Jalin, Kat, B.T., Samuel, Mary Raynolds, Ian, Mr. Pritchard. Inoltre la donna sostiene che ogni personalità ha anche caratteristiche fisiche diverse al punto che solo una di esse - Jade - ha il diabete.

Mentre Claire e Marcia vogliono attaccare Dennis e scappare Casey, che fin da piccola è stata abituata dal padre a cacciare, vuole prima valutare con chi ha a che fare così quando scoprono che l’uomo soffre di personalità multipla e incontrano la personalità di un bambino di 9 anni, Hedwig, lei cerca di convincerlo a liberarle però lui si rifiuta e, inavvertitamente, rivela che la stanza in cui sono rinchiuse ha un punto debole. Sarà Claire a trovarlo e a fuggire ma Dennis la trova e la punisce dividendola da Marcia e Casey. Quando poi anche Marcia tenterà di fuggire, Patricia dividerà anche Marcia e Casey. Rimasta sola, Casey, riceve la visita di Hedwig che convince a portarla nella sua stanza dove lui le mostra il walkie talkie di Kevin che Casey usa per chiedere aiuto; purtroppo l’SOS di Casey cade nel voto perché il suo interlocutore crede che sia uno scherzo.

Dato che il momento di sacrificare le ragazze alla Bestia si avvicina, ben 15 personalità di Kevin chiedono alla psichiatra un appuntamento urgente ma poi è sempre Dennis a presentarsi anche se fa di tutto per farsi credere Barry. L’esperienza della donna però le fa capire che la personalità con cui parla è quella di Dennis così va a trovare l’uomo nel posto in cui vive e scopre non solo che la "Bestia" è la 24esima personalità di Kevin che sta per "nascere" ma anche che Dennis ha rapito tre ragazze. Dennis tramortisce la donna e poi sale su un treno e si trasforma nella Bestia: un essere dotato delle qualità animali delle varie creature che popolano lo zoo dove lavora e vive.

Tornato allo zoo, la Bestia uccide Marcia, Claire e la dottoressa; Casey invece scappa e trova un biglietto dalla dottoressa che dice come indebolire le personalità di Kevin, cioè dire il suo nome per intero: Kevin Wendell Crumb. Raggiunta dalla Bestia, Casey pronuncia il nome completo di Kevin che così si risveglia e, scoperto cos’è successo, chiede a Casey di prendere il fucile e ucciderlo ma prima che lei possa farlo emergono le altre personalità e alla fine quella della Bestia ha il sopravvento. Alla fine Casey riesce a sparare alla Bestia che però non muore e si scaglia ancora contro di lei ma quando vede che la ragazza porta sul suo corpo i segni di un’infanzia travagliata – la ragazza infatti è stata abusata per anni dallo zio John (Brad William Henke), che tra l’altro è diventato il suo tutore legale dopo la morte del padre – la lascia vivere perché le persone che hanno sofferto sono "pure".

Mentre Casey viene trovata nel seminterrato da uno dei custodi dello zoo e finalmente trova il coraggio di confidare a una poliziotta gli abusi subiti dallo zio, si vedono Dennis, Patricia ed Hedwig che esercitano un controllo permanente sul corpo e sono pronti a scatenare la Bestia quando lo ritengono necessario.

Il film si conclude con una scena extra durante i titoli di coda in cui si vede una giornalista riferirsi a Kevin Wendell Crumb come l’“Orda” e David Dunn (Bruce Willis) citare dell'Uomo di vetro (vedi Unbreakable - Il predestinato).

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer è stato diffuso il 27 luglio 2016, sul canale YouTube ufficiale della Universal Pictures.[1]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 agosto 2015 è stato annunciato che M. Night Shyamalan avrebbe diretto un film thriller basato su una sua stessa sceneggiatura e che avrebbe visto Joaquin Phoenix come protagonista[2]. Il 2 ottobre 2015 James McAvoy ha ufficialmente sostituito Phoenix come protagonista, dato che quest'ultimo per motivi di contratto non ha trovato un accordo col regista[3]. Il 27 ottobre dello stesso anno la Universal Pictures ha affermato che avrebbe prodotto il film e che questo si sarebbe intitolato Split[4].

La lavorazione del film è iniziata l'11 novembre 2015 a Filadelfia, Pennsylvania[5].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima mondiale al Fantastic Fest a settembre 2016,[6] mentre a novembre dello stesso anno è stato proiettato all'AFI Fest.[7]

La distribuzione del film era stata inizialmente prevista per il 27 gennaio 2017 negli Stati Uniti[8] per poi essere spostata al 20 gennaio[4]. In Italia avrebbe dovuto esser proiettato a partire dal 2 marzo 2017[9], ma la data definitiva è stata fissata per il 26 gennaio dello stesso anno.[10]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Prodotto con un budget di 9 milioni di dollari, Split ne ha incassati quasi 277 milioni nel mondo, di cui 138 milioni in patria.[11]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto da recensioni generalmente positive da parte della critica; alcuni ne hanno elogiato la performance di McAvoy. Sul sito Rotten Tomatoes ottiene il 76% delle recensioni professionali positive, su un totale 125 recensioni, con un voto medio del 6.4/10.[12] Su Metacritic il film ha un voto di 62 su 100, basato sul parere di 47 critici.[13]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni mesi dopo l'uscita nelle sale di Split, il regista M. Night Shyamalan ha confermato che dirigerà e scriverà Glass, ovvero il sequel di Unbreakable - Il predestinato e di Split, che uscirà nelle sale il 18 gennaio 2019. Nel cast, come confermato dal regista, torneranno Bruce Willis nei panni di David Dunn insieme a James McAvoy in quelli di Kevin Wendell Crumb (e le sue molteplici personalità). Anya Taylor-Joy riprenderà il ruolo di Casey Cooke e Samuel L. Jackson quello di Elijah Price, ovvero l'uomo di vetro (Mr. Glass in originale).[14]. La trama dovrebbe ruotare attorno a David Dunn che, dopo anni passati a combattere il crimine, affronterà Kevin in una serie di incontri sempre più frequenti, mentre l'ombra di Elijah Price incombe sui due come un burattinaio che conosce degli oscuri segreti su entrambi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ SPLIT di M. Night Shyamalan con James McAvoy - Trailer italiano ufficiale, Canale ufficiale della Universal Pictures su YouTube, 27 luglio 2016. URL consultato il 30 luglio 2016.
  2. ^ (EN) Ali Jaafar, Joaquin Phoenix, M. Night Shyamalan & Jason Blum In Talks To Reunite On New Project, Deadline Hollywood, 26 agosto 2015. URL consultato il 3 agosto 2016.
  3. ^ (EN) Ali Jaafar, James McAvoy In Talks To Replace Joaquin Phoenix In M. Night Shyamalan’s New Film, Deadline Hollywood, 2 ottobre 2015. URL consultato il 3 agosto 2016.
  4. ^ a b (EN) Dave McNary, M. Night Shyamalan’s Next Movie Titled ‘Split,’ Set for January, 2017 Release, Variety, 27 ottobre 2015. URL consultato il 29 luglio 2016.
  5. ^ (EN) Christine, M. Night Shyamalan’s ‘Split’, starring James McAvoy, filming locations in Philadelphia, OLV, 12 novembre 2015. URL consultato il 3 agosto 2016.
  6. ^ (EN) James McAvoy and M. Night Shyamalan crash Fantastic Fest with Split, avclub.com. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  7. ^ (EN) M. Night Shyamalan’s SPLIT Added to AFI FEST 2016, afi.com. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  8. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Blumhouse Dates Two On Universal’s 2017 Schedule, Deadline Hollywood, 2 giugno 2015. URL consultato il 29 luglio 2016.
  9. ^ Simona Santoni, Split, il nuovo thriller di M. Night Shyamalan con un inquiente James McAvoy - Trailer, Panorama, 28 luglio 2016. URL consultato il 29 luglio 2016.
  10. ^ Split - Le molte personalità di Jacme McAvoy nel nuovo trailer, blog.screenweek.it, 26 ottobre 2016. URL consultato il 2 luglio 2017.
  11. ^ (EN) Split (2017), boxofficemojo.com. URL consultato il 2 luglio 2017.
  12. ^ (EN) Split, rottentomatoes.com. URL consultato il 2 luglio 2017.
  13. ^ (EN) Split reviews, metacritic.com. URL consultato il 2 luglio 2017.
  14. ^ Glass: M. Night Shyamalan annuncia ufficialmente il sequel di Unbreakable e di Split!, in badtaste.it, 26 aprile 2017. URL consultato il 27 aprile 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema