Emma.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Emma.
Emma (film 2020).png
Anya Taylor-Joy in una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito
Anno2020
Durata125 min
Rapporto1.85:1
Generecommedia, drammatico, storico, sentimentale
RegiaAutumn de Wilde
SoggettoJane Austen
SceneggiaturaEleanor Catton
ProduttoreTim Bevan, Eric Fellner, Graham Broadbent, Peter Czernin, Jo Wallett
Produttore esecutivoAmelia Granger, Ben Knight
Casa di produzioneFocus Features, Perfect World Pictures, Working Title, Blueprint Pictures
Distribuzione in italianoUniversal Pictures
FotografiaChristopher Blauvelt
MontaggioNick Emerson
MusicheIsobel Waller-Bridge
ScenografiaKave Quinn
CostumiAlexandra Byrne
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Emma. è un film del 2020 diretto da Autumn de Wilde.

La pellicola è un adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Jane Austen del 1815, e sono presenti tra i protagonisti Anya Taylor-Joy, Johnny Flynn, Josh O'Connor, Callum Turner, Mia Goth, Miranda Hart, e Bill Nighy.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'era della reggenza britannica, la ricca Emma Woodhouse cerca una nuova amica dopo il matrimonio di Miss Taylor, diventata quindi signora Weston. Incontra Harriet Smith, una ragazza di cui non si conosce la vera identità dei genitori ma che è stata comunque educata nel lusso e nella nobiltà; Emma suppone sia la figlia non riconosciuta di un gentiluomo. Emma scopre che il signor Robert Martin, un contadino del cognato di sua sorella, il signor Knightley, ha chiesto ad Harriet di sposarla. Sebbene affermi di non voler interferire nella sua scelta, riesce indirettamente a far rifiutare la proposta ad Harriet. Emma crede che il signor Elton sia innamorato dell'amica e la incoraggia a rivolgere le sue attenzioni su di lui.

A Natale vengono a far visita la sorella di Emma e suo marito, fratello del signor Knightley. Dopo una cena con i Weston, Emma si ritrova sola in una carrozza con il signor Elton, che dichiara il suo amore per lei. La ragazza lo rifiuta prontamente e l'uomo scompare per sei settimane, tornando in seguito con una moglie. Arrivano due membri molto discussi dalla cerchia sociale di Emma: Jane Fairfax, nipote della signora Bates, e Frank Churchill, figlio del signor Weston dal suo primo matrimonio. Cresce la gelosia di Emma nei confronti di Jane ma rimane affascinata da Frank.

L'arrivo di Frank spinge i Weston ad organizzare un ballo, durante il quale il signor Elton si rifiuta di ballare con Harriet, mettendola in grande imbarazzo spezzato dal signor Knightley, che le chiede di ballare. Successivamente l'uomo balla anche con Emma, accendendo dei sentimenti tra di loro. La ragazza se ne va prima che il signor Knightley possa parlare ma lui si reca a casa sua. I due vengono tuttavia interrotti da Frank, che ha salvato Harriet dopo essere stata assalita. Harriet rivela ad Emma di essersi nuovamente innamorata e la ragazza suppone lo sia di Frank. Riesce quindi a far trascorrere più tempo insieme tra Harriet e Frank; al contempo cerca di ricevere maggiori attenzioni da parte del signor Knightley, rimanendo sorpresa quando viene ignorata.

Durante un picnic con numerosi nobili Frank li esorta ad organizzare un gioco per interrompere la noiosa atmosfera e far divertire Emma. Quest'ultima inconsciamente insulta la signora Bates per la sua ingenuità e il picnic si interrompe frettolosamente. Il signor Knightley rimprovera la ragazza per il suo comportamento, e quando lei prova a scusarsi con la signora Bates questa accetta le sue scuse come se nulla fosse successo.

La ricca zia di Frank muore improvvisamente e rischia quindi di perdere il suo stato da nobile, ma i Weston rivelano che era stato segretamente fidanzato con Jane Fairfax da molti mesi e aspettava solo il decesso della zia, contraria alla loro unione. Emma, preoccupata per Harriet, le comunica la notizia ma lei chiarisce non di essere innamorata di Frank ma del signor Knightley, pur rendendosi conto che lo sono entrambe.

Il signor Knightley dichiara il suo amore per Emma e le chiede di sposarlo. La ragazza, inizialmente felice, comincia a sanguinare dal naso al pensiero della reazione di Harriet. Si intromette per un'ultima volta nelle vicende amorose dell'amica, offrendo al signor Martin un ritratto di Harriet da lei stessa realizzato. Harriet dice ad Emma di aver accettato la proposta di matrimonio del signor Martin e che suo padre le ha rivelato, ora che è maggiorenne, che non è un nobile, ma un commerciante di galosce. Emma si congratula con Harriet e la invita a casa sua.

La ragazza è molto innamorata del signor Knightley ma è angosciata al pensiero di dover lasciare da solo suo padre. Il signor Knightley le chiede quindi di trasferirsi da loro e i due si sposano.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2018 è stato annunciato un adattamento cinematografico del romanzo, insieme al coinvolgimento dell’attrice Anya Taylor-Joy e della regista Autumn de Wilde.[1] A dicembre 2018 Johnny Flynn è entrato a far parte del cast.[2] Nel marzo 2019 Bill Nighy, Mia Goth, Josh O'Connor, Callum Turner, Miranda Hart, Rupert Graves Gemma Whelan, Amber Anderson e Tanya Reynolds si sono uniti al cast del film.[3] Le riprese sono iniziate sono iniziate nel marzo 2019.[4]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 novembre 2019 è stato diffuso online il primo trailer in lingua originale insieme al poster ufficiale.[5]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nel Regno Unito il 14 febbraio 2020 e negli Stati Uniti d'America il 21 febbraio successivo. Inizialmente previsto per l'11 giugno 2020, in Italia il film è stato distribuito il 19 marzo 2020 in formato digitale a causa dell'emergenza coronavirus.[6]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Al 17 marzo 2020, Emma. ha incassato 10,1 milioni di dollari negli Stati Uniti e Canada, e 15,1 milioni di dollari nel resto del mondo, per un totale di 25,2 milioni.[7][8]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes Emma. possiede un tasso di approvazione dell'86% basato su 214 recensioni, con un voto medio di 7,9 su 10. La critica del sito sostiene che «altri adattamenti potrebbero aver fatto un lavoro migliore nel catturare lo spirito classico del materiale originale, ma i fan di Jane Austen dovrebbero trovare una corrispondenza solida in questo Emma.».[9]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Borys Kit, Anya Taylor-Joy to Star in Jane Austen Adaptation 'Emma' (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 25 ottobre 2018. URL consultato il 26 novembre 2019.
  2. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Johnny Flynn Joins Focus Features-Working Title’s ‘Emma’, su Deadline. URL consultato il 9 maggio 2020.
  3. ^ (EN) Tom Grater, Bill Nighy, Mia Goth, Josh O’Connor, Callum Turner board 'Emma' for Working Title, Blueprint (exclusive), su screendaily.com, 22 marzo 2019. URL consultato il 26 novembre 2019.
  4. ^ (EN) Production Weekly - Emma (PDF), su productionweekly.com, 1º novembre 2018. URL consultato il 26 novembre 2019.
  5. ^ Andrea Francesco Berni, Emma: il trailer del film con Anya Taylor-Joy, su BadTaste, 22 novembre 2019. URL consultato il 23 novembre 2019.
  6. ^ Emma: il film salta la distribuzione cinematografica in Italia, è già disponibile su Chili, su BadTaste.it, 21 marzo 2020. URL consultato il 21 marzo 2020.
  7. ^ (EN) Emma., su Box Office Mojo. URL consultato il 18 aprile 2020.
  8. ^ (EN) Emma. (2020), su the-numbers.com. URL consultato il 18 aprile 2020.
  9. ^ (EN) Emma., su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC.
  10. ^ (EN) Ryan Adams, Chloe Zhao’s Nomadland Leads Chicago Film Critics Association 2020 Nominations, su awardsdaily.com, 18 dicembre 2020. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  11. ^ (EN) Darel Javens, Chicago critics choose ‘Nomadland’ as 2020's best movie, su Chicago Sun-Times, 21 dicembre 2020. URL consultato il 22 dicembre 2020.
  12. ^ (EN) San Diego Film Critics Society 2020 Awards Nominations, San Diego Film Critics Society Awards, 8 gennaio 2021. URL consultato l'8 gennaio 2021.
  13. ^ (EN) 2020 San Diego Film Critics Society Award Winners, San Diego Film Critics Society, 11 gennaio 2021. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  14. ^ (EN) Mirjana Van Blaricom, 25th Satellite Awards Nominees for Motion Pictures and Television Announced, International Press Academy, 1º febbraio 2021. URL consultato il 2 febbraio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema