Transavia Airlines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Transavia Airlines
2000px-TransaviaAirlines.svg.png
PH-HZJ.jpg
Compagnia aerea a basso costo
Codice IATA HV
Codice ICAO TRA
Identificativo di chiamata TRANSAVIA
Inizio operazioni di volo 17 novembre 1966
Descrizione
Hub Amsterdam
Basi
Flotta 34
Destinazioni 88
Controllate Transavia France
Azienda
Tipo azienda Società in accomandita semplice
Fondazione 1965 a Maastricht
Stato Paesi Bassi Paesi Bassi
Sede Haarlemmermeer
Gruppo Air France-KLM
Sito web www.transavia.com
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia
TransPort Building - La sede di Transavia.com e Martinair
Un Boeing 737-700 con la vecchia livrea
Un Boeing 737-800 con la nuova livrea

Transavia Airlines C.V. è una compagnia aerea olandese che opera quale parte indipendente del gruppo Air France-KLM ed effettua collegamenti low cost.

La base principale è l'aeroporto di Amsterdam-Schiphol e basi secondarie sono presso gli aeroporti olandesi di Rotterdam e Eindhoven e detiene un buon numero di collegamenti specialmente con il sud Europa e l'area del Mediterraneo (Italia, Grecia, Spagna, Portogallo, Baleari, Canarie, Malta).

Storia[modifica | modifica sorgente]

La compagnia nacque alla fine del 1965 come Transavia Limburg N.V. per iniziativa di due investitori privati (uno belga e l'altro scozzese) con base presso l'Aeroporto di Maastricht Aquisgrana a Beek. Il 3 gennaio 1966 fu rilasciato dal Ministero dei Trasporti e della gestione delle acque il permesso di effettuare voli charter dagli aeroporti di Beek e Zestienhoven. Nella primavera del 1966, tutte le azioni furono acquisite da parte della società americana Boreas Corporation della Florida, nel giugno 1966 John Block fu nominato direttore generale. Block è stato anche in Martinair Holland e poi Air Canada.

Il 14 novembre 1966 la compagnia è stata autorizzata a volare dall'aeroporto di Schiphol. Il primo volo commerciale ha avuto luogo il 16 novembre dello stesso anno, il Nederlands Dans Theater e il Nederlands Balletorkest sono stati trasportati da Amsterdam a Napoli; con il nuovo nome di Transavia Holland N.V. ha iniziato ad operare il 17 novembre 1966. Alla fine del 1966, Transavia Holland disponeva di tre Douglas DC-6 con la combinazione di colori progettata da Thijs Postma.

Transavia ha ottenuto dal 1968 i diritti di atterraggio per trasporto passeggeri e merci a New York. Nel 1974, ha acquistato tre DC-10-30CF. Ha interrotto a seguito della crisi petrolifera del 1973.

Dagli anni ottanta, l'azienda è attiva in Europa e nell'area circostante. Dal 1986 la società si è chiamata Transavia Airlines C.V.. Ha effettuato anche voli per destinazioni come l'Iran, New York, Boston, Sydney, Biafra, Germania Est, India, Kenya, Brasile e ha anche usato la sua flotta di Boeing 707 per molte rotte transatlantiche per conto di terzi. Nel 1986 ha affettuato anche voli cargo per conto di terzi, anche nella RDT. Dopo l'acquisizione da parte di KLM, la società è stata notevolmente ridimensionata.

Nel 1972, il KNSM (precursore di Nedlloyd) ha comprato un certo numero di azioni della Boreas Corporation. Transavia KNSM era vista come un'alternativa alla fermata del traghetto di linea per passeggeri. Successivamente KNSM estese la sua partecipazione in Transavia e nel 1977 il 100% era proprietà della KNSM. Nedlloyd, nel 1988 vendette il 40% a KLM e il 20% al Gruppo Heeswijk, composto da AMEV, NORO e Kempen & Co. Nel 1991, dopo 25 anni di partecipazione in Transavia, Nedlloyd vendette la sua restante quota del 40% a KLM. Transavia divenne così una controllata di KLM. Fino al 2003 Nederlandse Investeringsbank (NIB) possedeva il 20% di Transavia, ma da quell'anno Transavia divenne al 100% una sussidiaria di Air France-KLM.

Dal dicembre 2004 il nome pubblico è diventato transavia.com. La ragione di ciò sta nel fatto che il sito web di Transavia Airlines - transavia.com - è diventato così importante per l'azienda, che si riflette anche nel nome. La società ha sede a Schiphol e trasporta circa 5 milioni di passeggeri l'anno per le destinazioni di vacanza in Europa e in Africa. La flotta è composta esclusivamente da aerei da Boeing 737 Next Generation: 10 Boeing 737-700 (149 passeggeri) e 18 Boeing 737-800 (186 passeggeri). In passato, transavia.com ha volato con Boeing 737-200, Boeing 737-300, Boeing 757-200, Boeing 707-320, Airbus A300-B4, Airbus A310, BAe 146, Caravelle e Douglas DC-6. Transavia.com è un membro della ELFAA.

Dal gennaio 2006 transavia.com ha un nuovo look. Gli assistenti di volo hanno ricevuto nuove divise che sono state disegnate da Broeckmans (più avanti in collaborazione con la Dutch Fashion Foundation). L'equipaggio di volo indossa le nuove uniformi disegnate da Oger. Gli aeromobili hanno una nuova livrea e nuovi interni progettati da Landor.

Transavia.com ha annunciato nel 2008 che entro il mese di novembre dello stesso anno inizierà ad effettuare voli da/per la Danimarca. Inizialmente ci saranno tre Boeing 737 ad operare da due aeroporti danesi. Transavia.com Denmark ha volato da Billund con voli charter commissionati da tour operator, mentre all'inizio di dicembre da Copenaghen con propri voli di linea per dieci destinazioni inizialmente. Transavia Denmark è stata attiva dal novembre 2008 all'aprile 2011.

Transavia France[modifica | modifica sorgente]

Creata nel novembre 2006 da Air France (60%) e dalla società olandese transavia.com (40%), Transavia France S.A.S. è una nuova compagnia aerea francese il cui marchio commerciale è transavia.com[1], la sede è a Paray-Vieille-Poste ed il codice vettore IATA è TO[2] e codice vettore ICAO TVF).

La base è presso l'aeroporto di Parigi-Orly e la flotta è composta da 11 Boeing 737-800 (31/03/2010)[3].

Nel 2012 era la quinta compagnia aerea francese per traffico passeggeri con 1,65 milioni di passeggeri[4].

Transavia Denmark[modifica | modifica sorgente]

Dal novembre 2008, a seguito del fallimento della Sterling Airlines, la Transavia decise di entrare nel mercato low-cost danese e creò la divisione Transavia Denmark ApS (codice vettore IATA PH[2] e codice vettore ICAO TDK).
La base era presso l'aeroporto di Copenaghen e la flotta era composta da Boeing 737[3].
La compagnia fu fondata e iniziò l'operatività l'6 novembre 2008, fu attiva fino al 23 aprile 2011.

Basiq Air[modifica | modifica sorgente]

Oltre alle ai voli vacanze charter transavia.com aveva una filiale, la Basiq Air che effettuava voli di linea low cost verso le principali destinazioni in Europa. La base della compagnia è a Rotterdam e i voli partono anche da Amsterdam. Aeromobili ed equipaggi sono di transavia.com. Nel gennaio 2005 la Basiq Air è stata rilevata e tutte le attività sono state integrate in transavia.com, da quel momento diventata a tutti gli effetti una compagnia aerea low cost.

Destinazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Destinazioni da Amsterdam:
    • Austria Austria - Innsbruck, Salisburgo
    • Bulgaria Bulgaria - Charter: Burgas, Varna
    • Croazia Croazia - Charter: Pula, Split (dal 7 luglio)
    • Cipro Cipro - Larnaca. Charter: Paphos
    • Egitto Egitto - Hurghada, Luxor, Marsa Alam, Sharm El Sheikh. Charter: Taba
    • Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti - Dubai (dall'11 ottobre)
    • Finlandia Finlandia - Charter: Ivalo, Kuusamo, Rovaniemi
    • Francia Francia - Ajaccio, Nizza
    • Gambia Gambia - Charter: Banjul
    • Germania Germania - Berlino
    • Grecia Grecia - Atene, Cefalonia, Chania, Corfu, Heraklion, Kavala, Kos, Mytilini, Prevenza, Rodi, Samos, Zante. Charter: Chios, Kalamata, Karpathos, Kythira, Mykonos, Santorini, Skiathos, Thessaloniki, Volos
    • Giordania Giordania - Aqaba
    • Iraq Iraq - Charter: Erbil
    • Italia Italia - Bari, Napoli, Pisa, Torino (dal 31 ottobre 2013), Venezia, Verona. Charter: Alghero, Catania, Lamezia Terme, Olbia, Palermo, Rimini, Comiso
    • Malta Malta - Charter: Luqa
    • Marocco Marocco - Marrakech, Agadir
    • Portogallo Portogallo - Faro, Funchal, Lisbona
    • Spagna Spagna - Alicante, Arrecife, Barcellona, Fuerteventura, Girona, Ibiza, Las Palmas, Malaga, Palma de Mallorca, Santa Cruz de La Palmas, Siviglia, Tenerife, Valencia. Charter: Almeria, Jerez de la Frontera
    • Tunisia Tunisia - Enfidha, Djerba
    • Turchia Turchia - Antalya, Bodrum, Dalaman, Istanbul, Izmir
    • Ungheria Ungheria - Budapest
  • Destinazioni da Eindhoven:
    • Austria Austria - Innsbruck, Salisburgo
    • Francia Francia - Nizza
    • Grecia Grecia - Corfu, Heraklion, Rodi
    • Italia Italia - Bologna, Treviso, Napoli [da Febbraio 2013]
    • Portogallo Portogallo - Faro, Lisbona
    • Spagna Spagna - Alicante, Barcellona, Ibiza, Las Palmas, Malaga, Palma de Mallorca, Tenerife, Valencia
    • Turchia Turchia - Antalya, Bodrum, Dalaman, Istanbul

Flotta[modifica | modifica sorgente]

La flotta a maggio 2012 è composta dai seguenti aeromobili (esclusa Transavia France)[3][5]:

Flotta di Transavia Airlines
Aereo In Flotta Passeggeri
(Economy)
Boeing 737-700 10 149
Boeing 737-800 24 189
Total 34

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Air France corporate Transavia France. URL consultato il 22-01-2009.
  2. ^ a b fare conditions and general conditions of carriage. URL consultato il 23-08-2009.
  3. ^ a b c (FR) Air France-KLM - Résultats annuels 2010-11 (PDF), 19 maggio 2011, p. 6 e 7. URL consultato il 5 giugno 2011.
  4. ^ (FR) Bulletin statistique DGAC pour l’année 2012 (PDF) in http://www.developpement-durable.gouv.fr/Bulletin-statistique.html, Direction Générale de l'Aviation Civile, p. 21. URL consultato il 22-05-2013.
  5. ^ transavia.com our fleet. URL consultato il 22-01-2009.

CV - Commanditaire vennootschap - Società in accomandita semplice
BV - Besloten vennootschap - Società a responsabilità limitata
SAS - Société par actions simplifiée - Società a responsabilità limitata
ApS - Anpartsselskab - Società a responsabilità limitata

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]