Hapag-Lloyd Express

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hapag-Lloyd Express
Codice IATA X3
Codice ICAO HLX
Descrizione
Hub
Flotta Vedi TUIfly
Destinazioni Vedi TUIfly
Azienda
Sede Langenhagen, Germania
Gruppo TUI
Persone chiave Roland Keppler
Sito web www.tuifly.com
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia
HLX Boeing 737-500
HLX Boeing 737-700

Hapag-Lloyd Express GmbH, nota anche come HLX, era una compagnia aerea low cost con sede ad Hannover in Germania. Dal gennaio 2007 la Hapag-Lloyd Express è stata integrata nella TUIfly.

Storia[modifica | modifica sorgente]

HLX, società affiliata a TUI AG, era stata fondata nel 2002. Il sistema del prezzo di HLX era costruito in modo simile a quello di altre compagnie aeree concorrenti. Per ogni volo, veniva messo a disposizione un certo contingente di biglietti a prezzi convenienti, mentre il resto dei biglietti veniva venduto ad un prezzo più alto, tuttavia spesso inferiore ai prezzi delle compagnie aeree "tradizionali".

La HLX faceva rotta su 20 mete in sette stati europei partendo dagli aeroporti di Colonia-Bonn, Hannover, Stoccarda, Amburgo, Berlino e Monaco di Baviera.

La compagnia utilizzava 15 aeroplani (principalmente Boeing 737) e tutti i voli erano eseguiti dalle società Hapag-Lloyd Flug (anch'essa appartenente alla TUI SPA) e Germania (una società di voli charter).

In un test della rivista tedesca "test", edizione 02/2005, della istituzione "Stiftung Warentest" (test dei prodotti) la HLX ha raggiunto il voto totale: "buono"

A partire da aprile 2007, la Hapag-Lloyd Express è stata progressivamente integrata con la Hapagfly. Le due compagnie, entrambe appartenenti alla TUI AG, volano ora sotto il nuovo marchio TUIfly, continuando ad offrire servizi low cost sulle principali tratte nazionali tedesche ed europee da e per la Germania.

Codici[modifica | modifica sorgente]

Flotta[modifica | modifica sorgente]

La flotta HLX era costituita dai seguenti aeromobili (estate 2006):

Rotte[modifica | modifica sorgente]

In Italia, HLX decollava da Bari, Cagliari, Catania, Milano, Napoli, Olbia, Palermo, Pisa, Rimini, Roma e Venezia.

La rete delle rotte HLX si estendeva, inoltre, nei principali paesi europei.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione