Tramatza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tramatza
comune
Tramatza – Stemma Tramatza – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Sardegna-Stemma.svg Sardegna
Provincia Provincia di Oristano-Stemma.png Oristano
Amministrazione
Sindaco Stefano Antonio Emilio Pala (lista civica) dal 16-05-2011
Territorio
Coordinate 40°00′00″N 8°39′00″E / 40°N 8.65°E40; 8.65 (Tramatza)Coordinate: 40°00′00″N 8°39′00″E / 40°N 8.65°E40; 8.65 (Tramatza)
Altitudine 19 m s.l.m.
Superficie 16,8 km²
Abitanti 992[1] (31-12-2010)
Densità 59,05 ab./km²
Comuni confinanti Bauladu, Milis, San Vero Milis, Siamaggiore, Solarussa, Zeddiani
Altre informazioni
Cod. postale 09070
Prefisso 0783
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 095066
Cod. catastale L321
Targa OR
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti tramatzesi
Patrono santa Maria Maddalena
Giorno festivo 22 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Tramatza
Posizione del comune di Tramatza all'interno della provincia di Oristano
Posizione del comune di Tramatza all'interno della provincia di Oristano
Sito istituzionale

Tramatza è un comune italiano di 992 abitanti[1] della provincia di Oristano in Sardegna. Ubicato nella fertile piana del Campidano di Oristano, dista 15 km dal capoluogo.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Ha un territorio di 16,66 km² ed è a 20 m sopra il livello del mare. Il terreno è di origine alluvionale, ma affiorano, a tratti, formazioni basaltiche, testimonianza dell'antica attività vulcanica del vicino Montiferru.

Il territorio è attraversato dal fiume Cispiri che ha avuto un ruolo importante nella storia e nell'economia del paese, in particolare per la produzione di canne, conosciute in tutta l'isola per la loro resistenza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante il medioevo faceva parte della curatoria del "campidano di Milis" nel regno di Arborea.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Il ponte romano, antico ponte di età romana tardo repubblicana o del primo impero.
  • La chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena, risalente al XIV secolo.
  • La chiesa di San Giovanni.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT[3] al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 48 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Marocco Marocco 23 2,32%

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'attività della popolazione è prevalentemente agricolo-pastorale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Statistiche demografiche ISTAT

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna