Albagiara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Albagiara
comune
Albagiara – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Sardegna-Stemma.svg Sardegna
Provincia Provincia di Oristano-Stemma.png Oristano
Amministrazione
Sindaco Maurizio Malloci (lista civica) dal 16-5-2011
Territorio
Coordinate 39°47′00″N 8°52′00″E / 39.783333°N 8.866667°E39.783333; 8.866667 (Albagiara)Coordinate: 39°47′00″N 8°52′00″E / 39.783333°N 8.866667°E39.783333; 8.866667 (Albagiara)
Altitudine 215 m s.l.m.
Superficie 8,95 km²
Abitanti 277[1] (31.12.2011)
Densità 30,95 ab./km²
Comuni confinanti Ales, Assolo, Genoni, Gonnosnò, Mogorella, Usellus, Villa Sant'Antonio
Altre informazioni
Cod. postale 09090
Prefisso 0783
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 095003
Cod. catastale A126
Targa OR
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona C, 1 252 GG[2]
Nome abitanti albagiaresi
Patrono san Sebastiano
Giorno festivo 20 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Albagiara
Posizione del comune di Albagiara all'interno della provincia di Oristano
Posizione del comune di Albagiara all'interno della provincia di Oristano
Sito istituzionale

Albagiara (Ollasta in sardo[3]) è un comune italiano di 277 abitanti della provincia di Oristano in Sardegna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Albagiara fu in passato denominata Ollastra Usellus (già comune autonomo dal 1861 al 1927), per essere poi aggregata ad Usellus[4]. Riacquistò l'autonomia nel 1959 con la denominazione di Ollasta (L.R. n. 1), poi mutata in Albagiara nel 1964 (L.R. n. 9).

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio di Albagiara sono presenti cinque nuraghi:

  • Nuraghe Bingias
  • Nuraghe Furisinu
  • Nuraghe Lea
  • Nuraghe Lussorio
  • Nuraghe Porcili

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]


Economia[modifica | modifica wikitesto]

La sua economia si basa sulle attività agricole (oliveti) e sulla lavorazione del legno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ISTAT data warehouse
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 14.
  4. ^ R.D. 19 agosto 1927, n. 1652
  5. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]