Tampa Bay Lightning

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tampa Bay Lightning
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
TampaBayLightning.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Trasferta
Colori sociali Blu, Bianco
Dati societari
Città Flag of Tampa, Florida.svg Tampa
Paese Stati Uniti Stati Uniti
Lega National Hockey League
Conference Eastern
Division Atlantic
Fondazione 1992
Denominazione Tampa Bay Lightning
(1992-)
Proprietario Stati Uniti Jeffrey Vinik
General Manager Canada Steve Yzerman
Allenatore Canada Jon Cooper
Capitano Canada Steven Stamkos
Squadre affiliate Syracuse Crunch Syracuse Crunch (AHL)
Florida Everblades Florida Everblades (ECHL)
Brampton Beast Brampton Beast (CHL)
Impianto di gioco Amalie Arena
(19.204 posti)
Sito web www.tampabaylightning.com/
Palmarès
Stanley Cup2.png
Stanley Cup 1
Titoli di Conference 1
Titoli di Division 2
Si invita a seguire lo schema del Progetto Hockey su ghiaccio

I Tampa Bay Lightning sono una squadra di hockey su ghiaccio della NHL con sede a Tampa (Florida), negli Stati Uniti d'America. Giocano nella Atlantic Division della Eastern Conference dell'NHL dal 1992, riuscendo a vincere anche la Stanley Cup nel 2004.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

fase di gioco di Tampa Bay Lightning-Washington Capitals

La società fu fondata nel 1992 e divenne subito nota per aver assunto Manon Rhéaume, portiere donna che scese in campo in due gare di pre-season; divenne così la prima donna a giocare per una squadra dell'NHL.

I Ligthnings debuttarono nella lega il 7 ottobre 1992, in casa contro i Chicago Blackhawks, battuti per 7-3. Nonostante un buon inizio, le prestazioni della squadra calarono e si piazzò all'ultimo posto nella propria Division. Solo quattro anni dopo i Lightnings riuscirono a qualificarsi ai playoff, nella stagione 1995-1996, in cui furono poi eliminati nei quarti di finale per 4-2 in serie dai Philadelphia Flyers. Ci vollero diverse stagioni, poi, per rivedere la squadra della Florida nuovamente ai playoff: nella stagione 2002-2003, i Bolts riuscirono a vincere la Southeast Division e vinsero così la loro prima serie di playoff, eliminando per 4-2 i Washington Capitals; tuttavia, nel turno seguente, furono estromessi dalla competizione dai New Jersey Devils, futuri campioni, per 4-1. Questo fu solo il preludio alla trionfale stagione seguente, in cui i Lightnings vinsero sia la Division che la classifica della Eastern Conference e poi, nei playoff, giunsero fino in finale eliminando i New York Islanders (4-1), i Montreal Canadiens (4-0) ed i Philadelphia Flyers (4-3); qui furono contrapposti ai Calgary Flames, sconfitti per 4-3 in serie: i Bolts vinsero così la loro prima Stanley Cup.

Saltata la stagione successiva a causa del lock-out, i Lightnings tornarono a giocare nel campionato 2005-2006, terminato con la sconfitta nel primo turno di playoff da parte degli Ottawa Senators. Stesso finale ebbe la stagione seguente, in cui ad eliminare i Bolts furono i Devils. A seguito di ciò, la squadra passò tre campionati senza raggiungere la post-season, almeno fino alla stagione 2010-2011, in cui arrivarono fino in finale di Conference, dopo aver battuto Pittsburgh Penguins (4-3) e Washington Capitals (4-0): ad eliminarli furono i Boston Bruins, futuri campioni della Stanley Cup, vincenti per 4-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]