Tampa Bay Rowdies

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tampa Bay Rowdies
Calcio Football pictogram.svg
Rowdies
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Giallo e Verde2.png Giallo • Verde
Dati societari
Città Tampa
Paese Stati Uniti Stati Uniti
Confederazione CONCACAF
Federazione Flag of the United States.svg USSF
Campionato NASL
Fondazione 1975
Scioglimento 1993
Rifondazione 2008
Presidente Flag of the United States.svg Hinds Howard
Allenatore Flag of England.svg Rocky Hill
Stadio Progress Energy Park
(7.227 posti)
Sito web fctampabay.com
Palmarès
Generic football.png
Titoli NASL 1
Titoli NASL Indoor 1
Si invita a seguire il modello di voce

Il Tampa Bay Rowdies è un club calcistico statunitense di Tampa (Florida), fondato nel 1975 e rifondato nel 2008 come Football Club Tampa Bay. Disputò la North American Soccer League (NASL), della quale vinse il titolo nel campionato d’esordio. Dopo il fallimento e la chiusura della NASL fu attivo nell’American Professional Soccer League (APSL) fino al 1993, anno di scioglimento del club.

È l’unico club ad avere vinto entrambe le edizioni del campionato, sia quella ufficiale per il titolo nordamericano sia quella indoor.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Tampa Bay Rowdies (1975–1993)[modifica | modifica sorgente]

Fondato con il nome di "Tampa Bay Rowdies" per prendere parte al campionato nordamericano della NASL, il club esordì nel torneo del 1975, vincendolo subito, battendo in finale i Portland Timbers. In due altre occasioni i Rowdies giunsero alla finale ma furono battuti, nel 1978 (dai New York Cosmos) e nel 1979 (dai Vancouver Whitecaps).

A parte il quarto di finale raggiunto nel 1981, la squadra non riuscì più a qualificarsi per i play-off. Fu tuttavia campione indoor nel 1979/80 e finalista nel 1981/82.

Dopo lo scioglimento della NASL, la squadra rimase fuori dal sistema di lega nordamericano, poi nel 1986 si affiliò all’AISA (American Indoor Soccer Association), nella quale rimase una sola stagione. Dal 1987 prese parte all’A-League della defunta American Professional Soccer League, nella quale rimase fino alla stagione 1993, anno del definitivo scioglimento dei Rowdies. In quella Lega, il massimo risultato raggiunto fu la finale raggiunta nel 1991, più due semifinali.

Tampa Bay Rowdies (2008–)[modifica | modifica sorgente]

Il 18 giugno 2008, è stato annunciato che il club di calcio viene rifondato con il nome "FC Tampa Bay", partendo dalla USL First Division.[1] Nel novembre 2009 l'FC Tampa Bay ha annunciato l'intenzione di diventare il co-fondatore di una nuova Nord American Soccer League (NASL), che sarebbe iniziata nel 2010. Questi piani sono stati successivamente sostituiti, fondando così la USSF Division 2 Professional League, un campionato comprendente solo squadre dalla USL e della NASL.

Prima di iscriversi al campionato, il club ha annunciato che nel gennaio 2010 si sarebbe chiamato semplicemente "FC Tampa Bay" a causa di un contenzioso legale sui diritti di merchandising del nome "Tampa Bay Rowdies". [2]. Il 15 ottobre 2010, il team ha annunciato che non potranno più utilizzare il soprannome di "Rowdies", ma sta ancora lavorando per recuperare l'uso del nome.[3]

Dopo un anno in USSF, i Tampa Bay si trasfericono nella nuova Nord American Soccer League edizione 2011. Il 15 dicembre 2011 il team ha annunciato che la controversia era stata risolta e che il nome della franchigia è stato ufficialmente cambiato di nuovo in Tampa Bay Rowdies.

Colori sociali e simboli[modifica | modifica sorgente]

Logo dei Tampa Bay Rowdies (1975-93)

I colori sociali dei Rowdies sono il giallo e il verde. Le tenute di gioco ebbero diverse combinazioni, ma le più consolidate furono una tenuta bianca con maniche giallo-verdi e calzettoni gialli per le gare interne, e una completamente verde con maniche gialle per quelle in cui era richiesta una divisa alternativa. Per un breve periodo fu usata anche una tenuta completamente gialla a parte le maniche della maglietta e i calzettoni, verdi. La tenuta attuale per le partite interne presenta la maglia tutta verde con strisce gialle sulle maniche, pantaloncini bianchi e calzettoni gialli, per le partite in trasferta presenta una maglia blu a strisce blu-scuro, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi con sfumature blu al vertice.

Il vecchio simbolo della squadra era un giovane che veste la tenuta sociale (Rowdies è il plurale di rowdy che significa scalmanato e, in accezione spregiativa, teppista); i rivali sportivi dei tifosi dei Rowdies erano quelli dei vicini Fort Lauderdale Strikers, con i quali spesso avvenivano reciproci “scambi di cortesie” (tipica quella di lanciare in campo triglie morte dipinte con i colori degli Strikers).

Stadi[modifica | modifica sorgente]

Il Progress Energy Park, l'attuale stadio del FC Tampa Bay

Il terreno di gioco per le gare all’aperto dei Rowdies fu il Tampa Stadium (oggi demolito), un impianto capace di ospitare circa 74.000 spettatori seduti. Fu lo stadio casalingo della squadra di football americano dei Tampa Bay Buccaneers dal 1976 al 1997. Lo stadio era chiamato anche The Big Sombrero per via della struttura sovrastante le tribune centrali, che richiamavano la forma del cappello messicano. Per via dell’elevata temperatura della zona, gli eventi sportivi che avvenivano nella stagione primaverile ed estiva iniziavano sempre dopo il tramonto. La superficie del campo era in erba, e al fine di permettere un drenaggio ideale, era fatto a schiena d’asino: le linee laterali risultavano essere a un livello di circa 40 centimetri inferiore rispetto al disco di centrocampo. Nel 1973 e nel 1977 ospitò anche due concerti dei Led Zeppelin. Costruito nel 1967, fu completamente demolito nel 1999 e sulla sua area adesso sorge il parcheggio di un nuovo stadio, costruito su di un lotto adiacente.

Gli incontri indoor si tennero al Bayfront Arena, un impianto coperto di St. Petersburg. Costruito nel 1965 come impianto per hockey su ghiaccio, era in grado di ospitare anche incontri di pallacanestro. La sua capacità era di circa 7.500 posti a sedere. Demolito nel 2005, sulla sua area sono sorte infrastrutture di servizio dipendenti dal vicino Salvador Dalí Museum. Il terreno di gioco attuale per le gare interne è il Progress Energy Park di St. Petersburg, un impianto che contiene 7.227 posti a sedere

Rosa 2013-2014[modifica | modifica sorgente]

N. Ruolo Giocatore
1 Stati Uniti P Cody Mizell
3 Stati Uniti D Willie Hunt
4 Stati Uniti C Kyle Clinton
5 Guyana D John Rodrigues
7 Stati Uniti D Frank Sanfilippo
8 Inghilterra C Darel Russell
9 Stati Uniti A Devin Del Dó
10 Bulgaria A Georgi Hristov
11 Inghilterra C Shane Hill
13 Stati Uniti D Anthony Wallace
14 Stati Uniti D Jordan Gafa
15 Stati Uniti A Casey Townsend
N. Ruolo Giocatore
16 Giamaica A Amani Walker
17 Zimbabwe C Lucky Mkosana
18 Stati Uniti P Matt Pickens
20 Ghana C Evans Frimpong
21 Stati Uniti A Brian Shriver
22 Stati Uniti C Keith Savage
24 Stati Uniti P Diego Restrepo
25 Guyana A Carl Cort
32 Giappone D Takuya Yamada
33 Stati Uniti D Jay Needham
86 Svezia C Christophe Lallet
99 Giamaica P Ryan Thompson

Allenatori[modifica | modifica sorgente]

Sfondo bagliore.png
Allenatori dei Rowdies
  • Flag of Italy.svg Eddie Firmani (1975-1977)
  • Flag of England (bordered).svg Gordon Jago (1978-1982)
  • Flag of the United States.svg Al Miller (1983)
  • Flag of England (bordered).svg Rodney Marsh (1984)
  • Flag of England (bordered).svg Ken Fogarty (1989-1993)
  • Flag of Scotland.svg Paul Dalglish (2009-2010)
  • Flag of the United States.svg Perry Van der Beck (2010)
  • Flag of England.svg Rocky Hill (2011-)


Cronologia[modifica | modifica sorgente]

Stagione NASL NASL Indoor AISA APSL U.S. Cup Affluenza media
1975 Vincitore - - - - 10.728
1976 Semifinalista - - - - 16.452
1977 1° T - - - - 19.491
1978 Finalista - - - - 18.123
1979 Finalista - - - - 27.650
1979/80 - Vincitore - - - -
1980 QF - - - - 28.345
1980/81 - n.q. - - - -
1981 QF - - - - 22.532
1981/82 - Finalista - - - -
1982 n.q. - - - - 22.532
1983 n.q. - - - - 18.507
1983/84 - n.q. - - - -
1984 n.q. - - - - 10.932
1986/87 - - QF - - -
1988 - - - n.q. - -
1989 - - - Semifinalista - -
1990 - - - Semifinalista - -
1991 - - - n.q. - -
1992 - - - Finalista - -
1993 - - - Semifinalista - -


Titoli[modifica | modifica sorgente]

Squadra[modifica | modifica sorgente]

Individuali[modifica | modifica sorgente]

  • Allenatore dell’anno: 1976 (Eddie Firmani)
  • Matricola dell’anno:
    • 1982 (Pedro DeBrito)
    • 1983 (Gregg Thompson)
    • 1984 (Roy Wegerle)
  • Prime scelte per il first team All Stars:
  • Prime scelte per il Second team All Stars:
    • 1975 (John Boyle, Stewart Jump, Stewart Scullion)
    • 1976 (Stewart Jump, Stewart Scullion, Derek Smethurst)
    • 1977 (Arsene Auguste, Rodney Marsh, Steve Wegerle)
    • 1978 (Arsene Auguste, Steve Wegerle)
    • 1979 (Oscar Fabbiani, John Gorman)
    • 1980 (Steve Wegerle)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Eduardo A. Encina, Tampa Bay Rowdies to get new life in USL, St. Petersburg Times, 19 giugno 2008. URL consultato il 20 giugno 2008.
  2. ^ (EN) Tampa Bay Rowdies Change Name to FC Tampa Bay | IMSoccer News
  3. ^ (EN) FC Tampa Bay to be included in NASL's Division II

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]