Sweet Home Alabama

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sweet Home Alabama

Artista Lynyrd Skynyrd
Tipo album Singolo
Pubblicazione 28 luglio 1974
Durata 4 min : 42 s
Album di provenienza Second Helping
Dischi 1
Tracce 2
Genere Southern rock
Blues rock
Rock and roll
Boogie rock
Etichetta MCA Records
Produttore Al Kooper
Registrazione giugno 1973
Formati LP
Lynyrd Skynyrd - cronologia
Singolo precedente
(1974)
Singolo successivo
(1974)

Sweet Home Alabama è una canzone dei Lynyrd Skynyrd contenuta nell'album del 1974 Second Helping.

La canzone è inserita al numero 407 nella lista delle 500 migliori canzoni secondo Rolling Stone.

Il brano[modifica | modifica sorgente]

Presente in moltissimi film è giudicata la canzone on the road per eccellenza. Il singolo Sweet Home Alabama è arrivato alla posizione numero 8 nella classifica americana nell'agosto 1974 e nacque come risposta ad Alabama e Southern Man, due canzoni di Neil Young nelle quali egli aveva criticato l'Alabama (e tutto il sud degli Stati Uniti in generale) per il perdurante razzismo nei confronti dei neri, infatti la canzone dice esplicitamente: «spero che Neil Young lo ricordi, un uomo del sud non ha bisogno di lui».

Neil Young ha dichiarato di ammirare Sweet Home Alabama e di essere un fan di Ronnie Van Zant, cantante dei Lynyrd Skynyrd; ha anche detto di essere «orgoglioso di avere il [proprio] nome in una loro canzone».[1] Occasionalmente Young ha anche cantato Sweet Home Alabama in qualche suo concerto. Nel contempo Van Zant ha spesso indossato sul palco una maglietta con l'immagine di Neil Young mentre cantava questa canzone.[2]

A suggello definitivo sulla questione, Young nella sua autobiografia del 2013 intitolata Il sogno di un hippie dichiarò a proposito: «La mia canzone Alabama si è largamente meritata la stoccata che mi diedero i Lynyrd Skynyrd con quel loro grande disco. Quando la sento oggi, non mi piace il testo. È accusatorio e sussiegoso, non pienamente ponderato e troppo facile da fraintendere».[3]

Tracce singolo[modifica | modifica sorgente]

  1. Sweet Home Alabama - 4:45
  2. Take Your Time - 7:23

Citazioni in altre opere[modifica | modifica sorgente]

Sweet Home Alabama si può sentire all'interno di numerose produzioni cinematografiche e televisive, tra cui si citano:

Cover[modifica | modifica sorgente]

  • Nell'album Chick Flicks della cantante Jewel è presente una cover di Sweet Home Alabama.
  • Nell'album Skynyrd Frynds, raccolta di cover dei Lynyrd Skynyrd, Sweet Home Alabama è eseguita dagli Alabama.
  • Nell'album Fuel to the Flames e One Acoustic Night del gruppo tedesco Bonfire sono presenti rispettivamente una cover hard rock e una versione tradizionale (acustica) di Sweet Home Alabama.
  • Nell'album After the fire del gruppo inglese Skrewdriver.
  • Nell'album Credence Collection - Volume I dei Creedence Clearwater Revival è presente una ulteriore cover del brano.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ballinger, Lee. (20021999). Lynyrd Skynyrd: An Oral History. Los Angeles, California: XT377 Publishing. p. 81. ISBN 0-9720446-3-9
  2. ^ Ronnie Van Zant photo
  3. ^ Young, Neil. Il sogno di un hippie, Feltrinelli Editore, 2013, pag. 366, ISBN 978-88-07-49138-2
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock