Malcolm (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Malcolm
Malcolm.jpg
Titolo originale Malcolm in the Middle
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2000-2006
Formato serie TV
Genere commedia
Stagioni 7
Episodi 151
Durata 22 min (episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9 (4:3 Italia 1)
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Ideatore Linwood Boomer
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Casa di produzione RIVR Media, Monarchy Enterprises B.V., Satin City Productions, Regency Television, Fox Television Network & 20th Century Fox Television
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 9 gennaio 2000
Al 14 maggio 2006
Rete televisiva Fox
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 29 marzo 2004
Al 5 febbraio 2008
Rete televisiva Italia 1
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal 1º marzo 2005
Al maggio 2008
Rete televisiva Fox (stagioni 1-2)
Joi (stagioni 3-7)

Malcolm (Malcolm in the Middle) è una sitcom statunitense trasmessa dal canale televisivo Fox tra il 2000 e il 2006. Il titolo originale fa riferimento al protagonista, ritrovatosi "figlio di mezzo" (in the middle appunto) tra il secondogenito e il quartogenito della sua stravagante famiglia.

La sitcom si differenzia da molte altre, in quanto Malcolm oltrepassa la "quarta parete", parlando direttamente con lo spettatore in termini variegati, che vanno dal cinico al compiaciuto. Malcolm in the Middle è anche una delle poche sitcom a non presentare risate registrate o spettatori in studio durante le riprese.

La sigla iniziale è musicata dalla canzone Boss of Me del duo rock They Might Be Giants.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La vita di Malcolm, ragazzino prodigio con una straordinaria dote per i calcoli, si articola in un brillante canovaccio che coinvolge i suoi strambi parenti: il padre Hal, la madre Lois e i fratelli Francis, Reese, Dewey e Jamie.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Malcolm.

Il cognome della famiglia non viene mai rivelato direttamente e durante il corso della serie vengono anzi rilasciati indizi discordanti, tuttavia Wilkerson è l'ipotesi più accreditata.[1]

  • Malcolm, interpretato da Frankie Muniz, doppiato da Ilaria Latini (stagioni 1-5) e da Alessandro Tiberi (stagioni 6-7).
    Ha un quoziente di intelligenza altissimo, ma non per questo rinuncia a mettersi nei guai; ricalca lo stereotipo del classico nerd: intelligente, ma molto impacciato con le ragazze. Il suo migliore amico è Stevie Kenarban (Craig Lamar Traylor).
  • Lois, interpretata da Jane Kaczmarek, doppiata da Pinella Dragani.
    La madre iper-autoritaria, molto rigida con i figli. Lavora al Lucky Aide, parodia dei tipici supermarket americani. La sua stramba dote consiste nel saper fischiettare divinamente ed essere una campionessa di baseball.
  • Hal, interpretato da Bryan Cranston, doppiato da Roberto Chevalier.
    Il padre inetto e sempliciotto, dalla personalità molto fragile e influenzabile, si lascia abbindolare da tutti, anche dai figli. Lavora come impiegato in un'azienda che nella quinta stagione fallirà. È un eccellente pattinatore artistico, un bravissimo marciatore e un ottimo parrucchiere.
  • Francis, interpretato da Christopher Kennedy Masterson, doppiato da Stefano Crescentini.
    Il primogenito relegato in accademia militare per aver messo un piercing al naso. Ha uno strano rapporto con la madre Lois, che accusa essere la causa dei suoi problemi e della sua insicurezza. Appena maggiorenne lascerà l'accademia, andando a lavorare prima in Alaska poi in un ranch gestito da un tedesco di nome Otto e sua moglie. Si sposerà con Piama.
  • Reese, interpretato da Justin Berfield, doppiato da Tatiana Dessi (stagioni 1-5) e da Davide Perino (stagioni 6-7).
    Il secondogenito dall'animo violento. Dietro la sua crudeltà, però, c'è solo il desiderio di essere accettato e non essere deriso da tutti, infatti fa il bullo solo con i più piccoli. I suoi modi di agire senza pensare e la sua strana logica rendono Reese lo stupido della famiglia anche se poi si scoprirà che anche lui ha una dote: una straordinaria abilità culinaria.
  • Dewey, interpretato da Erik Per Sullivan, doppiato da Francesca Manicone (stagioni 1-5) e da Furio Pergolani (stagioni 6-7).
    Il più trascurato dai genitori è massacrato dai fratelli che gli giocano scherzi crudeli: spesso sogna di vendicarsi di loro. Finisce per sbaglio nella classe di soggetti "emotivamente instabili". Nel corso della serie si scoprirà essere un genio musicale.
  • Jamie, interpretato da James Rodriguez e da Lukas Rodrigues. L'ultimogenito, forse il più viziato dai genitori dei suoi fratelli.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

La serie è composta da un totale di 151 episodi, raggruppati in sette stagioni andate in onda negli Stati Uniti tra il 2000 e il 2006.

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 16 2000 2004
Seconda stagione 25 2000-2001 2004
Terza stagione 22 2001-2002 2005
Quarta stagione 22 2002-2003 2005
Quinta stagione 22 2003-2004 2005
Sesta stagione 22 2004-2005 2006
Settima stagione 22 2005-2006 2008

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata molto acclamata dalla critica, vincendo 7 Emmy Award, un Grammy e ricevendo 7 nomination ai Golden Globes.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Malcolm in the Middle wikia.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione