Stuart Whitman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stuart Whitman nel film Il giorno più lungo (1962)

Stuart Whitman, all'anagrafe Stuart Maxwell Whitman (San Francisco, 1º febbraio 1928), è un attore cinematografico e televisivo statunitense.

Stuart Whitman è ricordato per aver interpretato il maresciallo Jim Crown nella serie televisiva western Cimarron Strip (1967). Sul grande schermo ha interpretato, fra gli altri, il western I comanceros (1961), accanto a John Wayne, e lo stravagante film epico d'aviazione Quei temerari sulle macchine volanti (1965), di cui fu il romantico protagonista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Whitman nacque a San Francisco, California, il maggiore dei due figli di Cecilia e Joseph Whitman. I genitori viaggiarono frequentemente durante l'infanzia di Stuart, che, di conseguenza, frequentò venti differenti scuole. Dopo la laurea, trascorse tre anni di servizio militare presso il United States Army Corps of Engineers, dove si distinse come uno dei migliori pugili della categoria mediomassimi nell'esercito[1]. Successivamente si iscrisse al Los Angeles City College, dove studiò legge e arte drammatica[1], e alla Los Angeles Academy of Dramatic Art.

Carriera cinematografica[modifica | modifica wikitesto]

Whitman esordì come attore di secondo piano nei film di fantascienza Quando i mondi si scontrano (1951) e Ultimatum alla Terra (1951). La sua carriera cinematografica proseguì con ruoli secondari e spesso non accreditati, in film come The All American (1953), La campana ha suonato (1954), Brigadoon (1954), e con alcune apparizioni televisive durante gli anni cinquanta, come quella del personaggio che si batte per ottenere un premio nella commedia Dr. Christian, che gli consentì di ottenere un ruolo cinematografico da protagonista nel film Johnny Trouble (1957)[1].

Dopo aver firmato un contratto di sette anni con la 20th Century Fox, Whitman apparve in Un pugno di polvere (1958), nel dramma d'avventura Infamia sul mare (1958), in cui fu protagonista del primo bacio interrazziale di Hollywood, scambiato con la partner Dorothy Dandridge, in Il re della prateria (1959) e L'urlo e la furia (1959). Quando Charlton Heston, originariamente scritturato per interpretare il protagonista del film bellico Commandos (1958), lasciò la produzione, James Garner rilevò il ruolo di protagonista e Whitman prese il posto di Garner nel ruolo a cui questi era stato inizialmente destinato.

I suoi primi ruoli da protagonista maschile assoluto furono nel dramma religioso La storia di Ruth (1960), e in Sindacato assassini (1960), in cui Whitman recitò al fianco di May Britt e Peter Falk.

Nel 1962 Whitman fu candidato all'Oscar al miglior attore protagonista per il ruolo di un molestatore di bambini ne Il marchio (1961), una pellicola di produzione inglese a cui molti altri attori famosi avevano rifiutato di partecipare. In seguito apparve da protagonista e in ruoli di supporto in molti film, fra cui Francesco d'Assisi (1961), La carovana dei coraggiosi (1961), I comanceros (1961) e Il giorno più lungo (1962), in cui condivise lo status da attore protagonista insieme a John Wayne), Tre passi dalla sedia elettrica (1962), Il giorno e l'ora (1963), La strada del crimine (1964), Elettroshock (1964), Rio Conchos (1964), Quei temerari sulle macchine volanti (1965), Le sabbie del Kalahari (1965), Vivi e lascia morire (1966), Gli sciacalli del comandante Strasser (1970), Sei dannati in cerca di gloria (1970), La città degli acquanauti (1971), girato per la televisione, Capitan Apache (1971), Un killer di nome Shatter (1974), Una Magnum Special per Tony Saitta (1976), Sfida a White Buffalo (1977), The Treasure Seekers (1979), e Il massacro della Guyana (1980), in cui interpretò il ruolo del reverendo Jim Jones, che guidò i suoi seguaci a un suicidio collettivo[1].

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Whitman ha fatto più di duecento apparizioni fra film e telefilm, dal 1951 al 2000. Due dei suoi primi ruoli risalgono al 1957 in Harbor Command, una serie TV drammatica di ambientazione militare sulla United States Coast Guard, e The Silent Service, basata su storie vere del servizio dei sottomarini della United States Navy.

Sempre nel 1957 Whitman, che era già apparso nel ruolo dell'agente di polizia Walters nella serie La pattuglia della strada, fu seriamente preso in considerazione per il ruolo di Bart Maverick nella serie TV di successo Maverick. I produttori intendevano avvicendare il protagonista James Garner con un altro interprete. Malgrado una certa somiglianza di Whitman con Garner, per la parte fu scelto Jack Kelly.

Whitman sarebbe comunque apparso in una serie western una decina d'anni più tardi, interpretando l'eroico Maresciallo Jim Crown in Cimarron Strip, in onda nella stagione 1967-1968. Il telefilm, della durata di 90 minuti ad episodio, dovette gran parte del suo successo al suo tema musicale, e all'interpretazione di Whitman. Suoi cointerpreti principali erano Jill Townsend nel ruolo di Dulcey Coopersmith, la proprietaria del pub locale, e Randy Boone, che interpretava il fotografo Francis Wilder.

In seguito Whitman interpretò Jonathan Kent, il padre di Clark Kent, nella celebre serie TV Superboy.

Negli anni settanta Whitman apparve, fra gli altri, in un episodio della serie TV Ghost Story (The Concrete Captain, 1973). Partecipò come guest star a quattro episodi del telefilm La signora in giallo, Hit, Run and Homicide (1984), Powder Keg (1986), Trouble in Eden (1987) e Incident in Lot 7 (1992). In Blood Sweat and Cheers, episodio 8 della serie 4 di A-team, interpretò Jack Harman, un amico di Hannibal Smith.

L'ultimo ruolo di Whitman fu in The President's Man, film per la tv realizzato nel 2000 ed interpretato da Chuck Norris. Era apparso precedentemente con Norris in un episodio in due parti di Walker Texas Ranger.

Vita personale[modifica | modifica wikitesto]

Dal primo matrimonio con Patricia LaLonde (sposata il 13 ottobre 1952), Whitman ebbe quattro figli: Tony (nato nel 1953), Michael (nato nel 1954), Linda (nata nel 1956) e Scott (nato nel 1958). Dopo il divorzio nel 1966 dalla LaLonde, nello stesso anno Whitman si risposò con la francese Caroline Boubis, da cui ebbe un figlio, Justin. La coppia divorziò nel 1974.

Premi e nomination[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Il chi è del cinema, De Agostini, 1984, Vol. II, pag. 549

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]