Richard Fleischer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Richard Fleischer (New York, 8 dicembre 1916Los Angeles, 25 marzo 2006) è stato un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Brooklyn da una famiglia ebreo-polacca, figlio del famoso regista di film d'animazione Max Fleischer, esordisce grazie a suo padre nella direzione di alcuni cortometraggi animati della serie Betty Boop, Popeye e Superman. Nel 1942 passa alla RKO e dirige brevi filmati, short pubblicitari, documentari e monta "compilations" di vecchie bobine del muto, alle quali dà il titolo di Flicker Flashbacks. Nel 1947 ottiene un Oscar come autore del documentario Design for Death sull'espansione dell'Impero giapponese e sulle cause che portarono alla Guerra del Pacifico.

Nel 1946 dirige il suo primo lungometraggio. All'inizio predilige il genere noir: sono suoi i thriller Bersaglio umano (The Clay Pigeon) (1949), Sterminate la gang! (Armored Car Robbery) (1950), e Le jene di Chicago (The Narrow Margin) (1952). Nel 1954 viene scelto da Walt Disney, vecchio antagonista di suo padre, per la regia di 20.000 leghe sotto i mari.

Tra le sue pellicole successive, molti saranno i film d'azione e d'avventura quali Sabato tragico (1955), Bandido (1956), I vichinghi (1958). Al servizio di produttori esigenti e con alti budget a disposizione, realizza poi alcuni kolossal ricchi di scene di massa e di effetti speciali quali Barabba (1962), Viaggio allucinante (1966), Il favoloso dottor Dolittle (1967), e Tora! Tora! Tora! (1970).

Successivamente si occupa del tema dei serial killer e della pena capitale in una trilogia comprendente Frenesia del delitto (1959), Lo strangolatore di Boston (1968) e L'assassino di Rillington Place n. 10 (1971).

Si ricordano, tra gli altri film di Fleischer, una controversa biografia del Che Guevara intitolata Che! (1969) e il melodramma interrazziale ambientato nel profondo Sud degli Stati Uniti Mandingo (1975). Nel 1974 si cimenta nel genere western con la pellicola La banda di Harry Spykes.

Negli ultimi anni della sua carriera torna al successo commerciale grazie ad alcune pellicole che vedono come protagonista Arnold Schwarzenegger.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 39561708 LCCN: n88621878