Sievert

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il sievert (simbolo Sv, pronuncia svedese [ˈsiːvəʈ]), il cui nome deriva da quello dello scienziato svedese Rolf Sievert, è l'unità di misura della dose equivalente di radiazione nel Sistema Internazionale[1] ed è una misura degli effetti e del danno provocato dalla radiazione su un organismo. La dose equivalente ha le stesse dimensioni della dose assorbita, ovvero energia per unità di massa. Nel Sistema Internazionale si ha:

causa o pratica medica dose equivalente
fondo naturale di radiazione (media) 2,4 mSv/anno
massima dose di fondo naturale (Ramsar valore medio) 10,2 mSv/anno
radiografia convenzionale < 1 mSv
tomografia computerizzata 2 ~ 15 mSv
PET, tomografia ad emissione di positroni 5 ~ 20 mSv
scintigrafia 2 ~ 10 mSv
radioterapia 5 ~ 40 mSv
\mathrm{1\ Sv = \frac{1\ J}{1\ kg} = \frac{1\ m^2}{1\ s^2}}.

Come per tutte le unità di misura del Sistema internazionale, i sottomultipli sono il millisievert (mSv, 1 Sv = 1000 mSv) ed il microsievert (μSv, 1 mSv = 1000 µSv). Il sievert ha sostituito l'unità tradizionale, il rem (1 Sv = 100 rem).

Dosi equivalenti tipiche[modifica | modifica sorgente]

Per dare un'idea del valore di un sievert, si tenga presente che (in Italia) la dose media assorbita in un anno per esposizione alla sola radioattività naturale viene calcolata in circa 3 millisievert.[2] Una radiografia al torace comporta per il paziente una dose di circa 0,02 mSv, mentre una radiografia ordinaria all'addome o una mammografia comportano dosi comunque inferiori a 1 mSv (0,4-0,7 mSv).[3] Una TAC addominale 8 mSv,[3] invece per una PET o una scintigrafia si va dai 10 ai 20 millisievert. In radioterapia si forniscono invece dosi molto più massicce di radiazioni: per trattamenti curativi sono dell'ordine delle decine di Sievert, ma concentrate limitatamente ed esclusivamente sul tumore da distruggere. Ad esempio per cancro alla gola vengono somministrati 2 Gray a seduta per 30 sedute. In totale 60 Gray circa pari a 60 Sievert.

dose equivalente effetti biologici
1 Sv alterazioni temporanee dell'emoglobina
2 ~ 3 Sv nausea, perdita dei capelli, emorragie
4 Sv morte nel 50% dei casi
6 Sv sopravvivenza improbabile

Effetti biologici[modifica | modifica sorgente]

Per quanto riguarda gli effetti sulla salute, una dose di 1 sievert può causare lievi alterazioni temporanee dell'emoglobina. 2 ~ 3 sievert causano nausea, perdita dei capelli, emorragie. 4 sievert possono portare alla morte nel 50% dei casi [senza fonte] se non si interviene terapeuticamente. Oltre 6 sievert, la sopravvivenza è altamente improbabile; la malattia correlata è anche detta avvelenamento da radiazione.

Fattore di pericolosità della radiazione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Dose equivalente.

Rispetto alla dose assorbita e alla sua unità di misura gray (simbolo Gy), che riflette in assoluto una dose di energia assorbita da una unità di massa, si ha che la dose equivalente ed il sievert riflettono piuttosto gli effetti biologici della radiazione sull'organismo. I diversi tipi di radiazione infatti possono avere effetti più o meno dannosi per l'organismo. La dose equivalente di una radiazione H_R in sievert si ottiene moltiplicando la dose assorbita di quella radiazione D_R in Gy per il fattore adimensionale di pericolosità della radiazione w_R stabilito dalla legge[4]:

 H_R =D_R \cdot w_R

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) IUPAC Gold Book, "sievert"
  2. ^ ARPA Valle d'Aosta, Le unità di misura della radioattività e dei suoi effetti. URL consultato il 12 aprile 2010.
  3. ^ a b (EN) Fred A. Mettler, Walter Huda, Terry T. Yoshizumi, Mahadevappa Mahesh, Effective doses in radiology and diagnostic nuclear medicine: a catalog in Radiology, vol. 248, nº 1, luglio 2008, pp. 254-263, ISSN 1527-1315. URL consultato il 12 aprile 2011.
  4. ^ D.Lgs. 241/00, Attuazione della direttiva 96/29

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]