Renault Clio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Renault Clio
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Renault
Tipo principale Berlina
Altre versioni Van
Station wagon (3a serie)
Produzione dal 1990
Sostituisce la Renault Supercinque
Serie Prima serie (1990-1998)
Seconda serie (1998-2012)
Terza serie (dal 2005)
Quarta serie (dal 2012)

La Renault Clio è una vettura di segmento B prodotta in più serie a partire dal 1990 dalla casa automobilistica francese Renault.

Prima serie[modifica | modifica wikitesto]

La prima serie della Clio viene presentata nel marzo 1990 con il difficile compito di sostituire la Supercinque, una delle utilitarie più vendute in Europa, ma ormai anche decisamente datata in quanto evoluzione della 5 risalente al 1972.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Renault Clio I.

Seconda serie[modifica | modifica wikitesto]

La seconda serie della Clio subentrò alla prima esattamente otto anni dopo, nel marzo del 1998. A tutt'oggi si tratta della serie più longeva in quanto, anche con l'avvento della terza serie, avvenuto nel 2005, essa ha continuato ad essere prodotta con la denominazione di Clio Storia fino al 2012 ed è stata tolta dai listini solo con l'arrivo della quarta serie, in autunno.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Renault Clio II.

Terza serie[modifica | modifica wikitesto]

Come già anticipato, la terza generazione fu lanciata nel 2005, e precisamente al Salone di Ginevra. La nuova vettura fu caratterizzata dalle dimensioni molto più generose ed in linea con la tendenza delle concorrenti a superare la soglia dei quattro metri di lunghezza. Dopo il lancio della quarta generazione, la Clio III continuerà ad essere prodotta con il nome di Clio Collection e con una gamma semplificata.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Renault Clio III.

Quarta serie[modifica | modifica wikitesto]

Tra il mese di luglio ed il mese di agosto del 2012 sono cominciate le ordinazioni della quarta generazione della Clio, la cui presentazione ufficiale al pubblico avviene al Salone di Parigi nell'autunno dello stesso anno. L'ultima Clio (Clio 2013) è stato utilizzata per realizzare la Renault Captur.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Renault Clio IV.

La Clio nelle Competizioni[modifica | modifica wikitesto]

Una Clio Williams in conformità SuperN

La Renault Clio ha avuto molto successo nelle competizioni automobilistiche. Lanciata nel mondo delle corse con il primo modello datato 1991 con motorizzazione 1800 16V la Clio è stata sempre ai vertici delle classifiche; successivamente, appena immesso sul mercato il modello celebrativo "Williams" con motorizzazione 2000 16v, la 1800 16v è stata accantonata. Negli ultimi anni è stata omologata per le competizioni anche il modello "Rs" e la recentissima versione "R3" della New Clio, ma la regina al momento resta sempre la Clio Williams, soprattutto nei Rally con le due conformità SuperN e Gruppo A. L'omologazione della "Williams" è scaduta a fine 2007 e pertanto dal 1º gennaio 2008 è entrata a far parte delle vetture "Fuori Omologazione", mantenendo la sua configurazione originale. In questo modo le ex Gruppo A entrano nel gruppo FA e le ex gruppo N entrano nel gruppo FN, rispettivamente FA7 e FN3.

La Clio nei Media[modifica | modifica wikitesto]

Modellismo[modifica | modifica wikitesto]

Modellini raffiguranti la Renault Clio MKI:

1:12: -Tamiya (Clio Maxi), kit 1:18: -Norev (Clio 16S e Williams) -OttoMobile (Clio 16S, Williams, Maxi) 1:24: -Renaissance (Clio Maxi e Williams) 1:43: Universal Hobbies (Clio gendarmerie, police, maxi, 2 porte) Solido (Williams, 2 porte) Verem (2 porte) stampo Solido Eligor (4 porte) Bburago (2 porte, rally) Ixo (Clio Maxi) 1:64: Majorette (2 porte con baule apribile) 1:87: Herpa (16S, racing, altre)

Modellini raffiguranti la Clio MKII pre-restilyng (1998-2001): 1:12 Artigianale (V6) 1:18 OttoMobile (RS) Universal Hobbies (V6, varianti da corsa) Revell (V6) stampo Universal Hobbies 1:39: Maisto (V6) 1:32: Saico (V6, tuning, ClioCup) 1:30: Kinsmart (V6) Milka (V6) 1:43: Bburago (2 porte, ClioCup) Vitesse (16V 2 porte) Universal Hobbies (V6, ClioCup) MicroStyle (rally) kit Ministyle (Clio Sbarro Top Chop) Provence Moulage (V6, rally) kit Detail cars (V6) stampo Universal Hobbies Revell (V6, ClioCup) stampo Universal Hobbies Jemmpy (RS, ClioCup) kit GTS (V6, V6 CUP proto 99) Altaya (V6) stampo Universal Hobbies, edicola francese 1:64: Maisto (V6) 1:87: Sai (2 porte, gendarmerie) Evrat (2 porte)

Modellini raffiguranti la Clio II PHII e storia: 1:18: OttoMobile (V6, RS, Ragnotti ed) 1:32: Newray (V6) Saico (S1600, V6) 1:43: Universal Hobbies (V6, Ragnotti, RS, 2 porte) IXO (S1600 Acropolis Rally 2003) Norev (thalia, 4 porte) Altaya (La poste) edicola francese, Universal Hobbies? Racing43 (Clio S1600) kit 1:64: Norev (S1600, Acropolis Rally 2003)

Modellini raffiguranti la Clio III PHI: 1:18: Solido (4 porte, rally, RS) Creative Models (R3) 1:32: Newray (4 porte) Bburago (tuning 3 porte) 1:43: IXO (Clio R3 Kubica) Solido (4 porte) Norev (2 porte, R3) 1:64: Majorette (4 porte) Norev (2 porte, RS)

Modellini raffiguranti la Clio III PHII: 1:43: Norev (2 porte) Eligor (2 porte) MondoMotors (RS) Spark (RS, RS Gordini) 1:64: Mondomotors (RS) Altri: Thalia: Norev (2001) - 1:43 Shooting break concept: Eligor - 1:43 Radiocomandati: Clio Maxi e Clio V6 PHI Slotcar: Clio MKI (Ninco, 1:32) - Clio R3 (Scalextric; 1:32)

Da ricordare anche le spille (quasi esclusivamente Clio MKI) e le carte telefoniche

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili