Renault Monaquatre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Renault Monaquatre
Renault monaquatre.jpg
Descrizione generale
Costruttore Francia  Renault
Tipo principale berlina
Altre versioni furgone
cabriolet
torpedo
Produzione dal 1931 al 1936
Sostituisce la Renault Monasix
Sostituita da Renault Celtaquatre
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3700-4150 mm
Larghezza 1600 mm
Passo 2650 mm
Massa 1350 kg
Altro
Altre antenate Renault Monastella
Auto simili Citroën 8CV e Traction Avant 7B
Peugeot 301

La Monaquatre era una vettura di classe media prodotta tra il 1931 ed il 1936 dalla Casa automobilistica francese Renault.

Profilo[modifica | modifica wikitesto]

Presentata nell'ottobre 1931, la Monaquatre era chiamata a sostituire le due precedenti versioni d'attacco della gamma Renault, ossia la Monasix e la Monastella. Nella cornice del Salone di Parigi, resa austera dalla grave crisi economica di quegli anni, la Casa francese ostentava invece un deciso ottimismo: la Monasix era caratterizzata da nuove soluzioni stilistiche, come la calandra piatta ed inclinata all'indietro, un inizio di quella ricerca aerodinamica che avrebbe interessato un po' l'intera produzione automobilistica mondiale negli anni trenta. In Francia, la Monaquatre dovette scontrarsi contro due temibili concorrenti, come la Peugeot 301 e la Citroën 8CV, due berline di classe media di buon successo presso il pubblico francese.

La Monaquatre fu prodotta principalmente in 5 sottoserie, ciascuna contraddistinta da una sigla di progetto ben definita: le prime Monaquatre, con sigla di progetto UY, montavano un motore a 4 cilindri da 1299 cm³, in grado di erogare circa 25 CV di potenza massima. Tale motore fu mantenuto anche sulla Monaquatre UY1, prodotta nel 1933. Ma le Monaquatre più famose furono quelle prodotte a partire dal 1934: in quell'anno fu lanciata la YN1, dotata di un 4 cilindri da 1463 cm³, in grado di erogare 30 CV a 3300 giri/min e di spingere la vettura a quasi 90 km/h di velocità massima.

Il cambio era a tre marce e la trazione era posteriore. Tale motorizzazione, la più convincente sul piano prestazionale, fu impiegata anche sulle versioni successive, recanti le sigle YN2, YN3 e YN4. Nel frattempo, la Monaquatre crebbe anche di dimensioni, passando da 3.7 a 4.15 m, e fu proposta anche come mezzo commerciale, oltre che come cabriolet e torpedo. Nello stesso tempo, la sua carrozzeria divenne più tondeggiante, per migliorare l'aerodinamica. Il successo fu buono anche per la Monaquatre, che seppe farsi valere piuttosto bene di fronte ad una concorrenza agguerrita. Fu tolta di produzione nel 1936, per essere sostituita dalla Renault Celtaquatre.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili