Regno di Mercia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mercia attorno al 600.
I sette regni anglosassoni.
Il regno di Mercia nel momento della sua massima espansione tra il VII e il IX secolo) indicato in verde, mentre la parte più scura è quella dell'area originaria (VI secolo).
La croce di Sant'Albano, vessillo ufficiale del regno di Mercia

Mercia (anche Mierce) era uno dei sette regni anglosassoni, in quella che ora è l'Inghilterra, nella regione delle Midlands, il cui cuore era la valle del fiume Trent e dei suoi affluenti.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

L'etimologia della parola Mercia (latinismo) sta per "gente di confine" (vedi marca) e l'interpretazione tradizionale è che il regno si sia originato lungo la frontiera tra i Gallesi e gli invasori Angli anche se esistono altre ipotesi, come quella di P. Hunter Blair, che indicano nella frontiera tra la Northumbria e la valle del Trent il luogo di stanziamento originario.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo sviluppo esatto delle invasioni anglosassoni nella Mercia è molto più oscuro che in Northumbria, nel Kent e nel Wessex. Scavi archeologici indicano che gli Angli risiedevano nelle terre a Nord del Tamigi intorno al VI secolo.

Iclingas[modifica | modifica wikitesto]

Prima di Mercia c'era il Regno degli Iclingas, nato attorno al 520. Il suo nome deriva da re Icel. Iclingas iniziò ad essere conosciuto come Mercia con Creoda, che, pronipote di Icel, fu il primo re di Mercia conosciuto. Prese il potere intorno al 585. Il suo successore fu il figlio Pybba (593). Cearl, un parente di Creoda, succedette a Pybba nel 606; nel 615, Cearl dette in sposa la figlia Cwenburga a Edwin, re di Deira nel quale aveva riparato essendo in esilio. Il nuovo re di Mercia fu Penda che regnò dal 626 o 633 fino al 655. Dopo un periodo di battaglie vinte contro tutti gli avversari, Penda fu sconfitto e ucciso nella battaglia di Winwaed dal re di Northumbria Oswiu nel 655.

La battaglia portò ad un temporaneo crollo del potere di Mercia. A Penda succedette il figlio Peada, ma nella primavera del 656 Oswiu assunse il controllo di tutta Mercia dopo aver assassinato Peada. Una rivolta nel 658 restituì il potere ad un altro figlio di Penda, Wulfhere, che regnò Mercia fino alla sua morte nel 675. Wulfhere riuscì inizialmente a ristabilire la potenza di Mercia, ma la fine del suo regno subì una grave sconfitta nei confronti di Northumbria. I due re successivi, Aethelred e Cenred figli di Wulfhere, sono meglio conosciuti per le loro attività religiose, il re che gli succedette (nel 709) fu Ceolred. Così finì il regno dei discendenti diretti di Penda.Prima dell'incoronazione di Aethelbald, i Merciani conquistarono la regione intorno al Wroxeter, conosciuto dai popoli gallesi come "il paradiso dei Powys".

Aethelbad[modifica | modifica wikitesto]

Il successivo re importante di Mercia fu Aethelbald (716-757). Per i primi anni del suo regno egli dovette affrontare gli ostacoli di due forti re rivali, Wihtred del Kent e Ine del Wessex, ma quando Wihtred morì nel 725 e dopo che, l'anno seguente, Ine abdicò il suo trono per diventare monaco a Roma, Aethelbald fu libero di stabilire l'egemonia di Mercia su tutto il sud restante degli anglosassoni di Humber. Poiché il suo valore stava nel ruolo di leader che aveva nell'esercito, assunse il titolo di Bretwalda. Aethelbald subì una battuta d'arresto nel 752, quando fu sconfitto dai Sassoni Occidentali del Wessex, comandati da Cuthred, ma sembra che ristabilì la sua supremazia sul Wessex nel 757.

Offa[modifica | modifica wikitesto]

A seguito dell'assassinio di Aethelbald da parte di una delle sue guardie del corpo, nel 757 seguì in Mercia una guerra civile, la quale si concluse con la vittoria di Offa. Offa fu costretto a costruire un'egemonia sugli Inglesi del Sud in modo diverso dal suo predecessore e fece ciò con tale successo che diventò il più grande re di Mercia mai conosciuto. Egli non solo vinse le battaglie e dominò l'Inghilterra meridionale, ma ebbe anche spirito attivo nell'amministrazione degli affari del suo regno, fondando "città mercato", sorvegliando le prime principali emissioni di monete d'oro in Inghilterra, assumendo un ruolo nella gestione della Chiesa cattolica in Inghilterra e venendo trattato perfino allo stesso livello di Carlo Magno nelle negoziazioni.

A Offa è attribuita la costruzione dell'omonimo Vallo di Offa, che segna il confine tra Galles e Mercia. Offa si adoperò affinché il figlio Ecgfrith gli succedesse sul trono; dopo la sua morte nel 796, però, Ecgfrith sopravvisse per soli cinque mesi. Il regno, nel dicembre dello stesso anno, passò a un suo lontano parente, Coenwulf.

Coenwulf e successivi sovrani[modifica | modifica wikitesto]

Nell'821 il potere passò al fratello Ceolwulf, che aveva dimostrato il suo valore militare attaccando e distruggendo la fortezza di Deganwy, nel Powys.

Nel frattempo, il potere del regno del Wessex era cresciuto sotto la guida di Egberto, che nell'825 sconfisse nella battaglia di Ellandun il re di Mercia, Beornwulf, che nell'823 aveva spodestato Ceolwulf. Egberto divenne ottavo Bretwalda e fu il primo sovrano anglosassone a comportarsi come "sovrano di tutta l'Inghilterra". Dopo un periodo di crisi e di rapide successioni, nell'830 Wiglaf restituì alla Mercia l'indipendenza, ma ormai il Wessex era il regno dominante in Inghilterra. A Wiglaf succedette Beorhtwulf. Nell'852 Burgred salì al trono e, insieme a Etelvulfo del Wessex, assoggettò il Galles. Nell'868, i Danesi occuparono Nottingham. L'ultimo sovrano di Mercia fu Burgred. Nell'886 la parte orientale del regno fu conquistata dai Danesi, che nell'873 nominarono un Thegn (barone o cavaliere), Ceolwulf II, che regnò fino all'879. La parte indipendente andò invece ad Aethelred II, che non fu però definito re. Aethelred Dominò dall'883 al 911 e sposò Ethelfleda, figlia di Alfred il Grande del Wessex. Dopo il 900, Ethelfleda assunse gradualmente il potere, come conseguenza della malattia del marito, forse gravemente ferito durante la battaglia decisiva contro i Vichinghi danesi combattuta e vinta a Tettenhall dagli eserciti uniti della Mercia e del Wessex. Dopo la morte di Aethelred, Ethelfleda regnò da sola fino a quando suo fratello Edoardo il Vecchio divenne re del Wessex.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]