Portale:Messico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coat of arms of Mexico.svg
Coat of arms of Mexico.svg
Bienvenidos a México
Lightmatter chichen15.jpg


Il PortaleIl ProgettoLa PiramideLe Categorie



Cartella rossa.jpg
Coat of arms of Mexico.svg
Il Messico

Gli Stati Uniti Messicani (Messico) (in Spagnolo: Estados Unidos Mexicanos, México) sono uno Stato Federale dell'America settentrionale. La superficie del territorio è di 1.972.550 km², popolata da 104.959.594 abitanti (luglio 2004) e la capitale è Città del Messico.

Flag of Mexico.svg

Il Messico confina a nord con gli Stati Uniti d'America e a sud-est con il Guatemala e il Belize, si affaccia sull'Oceano Pacifico a ovest e sul Golfo del Messico e sul Mar dei Caraibi a est. È il Paese più settentrionale dell'America Latina e costituisce la più grande e la più popolata Nazione ispanofona del mondo.

È diffusa sulla stampa e alla TV la tendenza a considerare il Messico uno Stato appartenente all'America Centrale; forse confondendo "America Latina" con "America Centrale e Meridionale". Pur appartenendo il Messico all'America Latina, dove si parlano, con alcune rare eccezioni, solo lingue che derivano dal Latino, lo Stato fa parte della parte settentrionale del continente.

Alcuni autori (soprattutto in Spagna) preferiscono la variante Méjico al più conosciuto termine México (che deriverebbe dal Náhuatl Mēxihco e significherebbe l'ombelico della luna). Entrambe le forme sono ritenute corrette dalla Real Academia de la Lengua Española, che, comunque, suggerisce la forma México e l'uso della "x" in tutte le parole da essa derivate. Storicamente, la maggior parte dei Paesi di lingua spagnola hanno usato la forma contenente la "x".

La capitale federale, Città del Messico (Ciudad de México), con la sua area metropolitana supera i 23 milioni di abitanti, di cui 8.851.000 vivono nel cosiddetto Distretto Federale (Distrito Federal, D.F.).Continua...

Pix.gif



Cartella rossa.jpg
Capitello modanatura mo 01.svg
Storia del Messico
La Guerra messicano-statunitense scaturì da conflitti mai risolti fra il Messico e la Repubblica del Texas
Battle of Chapultepec.jpg
,repubblica indipendente che i coloni americani avevano costituito sui territori messicani. Dopo la Rivoluzione texana del 1836, il Messico rifiutò di riconoscere l'esistenza della Repubblica del Texas ed espresse la sua intenzione di recuperare la provincia distaccatasi. Autorevoli personaggi,tra i coloni americani, della Repubblica del Texas manifestarono interesse nell'essere annessi dagli Stati Uniti, sebbene responsabili messicani mettessero in guardia che l'annessione avrebbe significato la guerra. Per anni gli Stati Uniti rifiutarono di annettere il Texas, ma nel 1845 il Presidente John Tyler — nel suo ultimo giorno in carica —concordemente alla politica espansiva insita nella "dottrina Monroe" inviò un'offerta di annessione al Texas. Il Texas accettò e immediatamente divenne il 28º Stato degli Stati Uniti.Continua...



Civiltà precolombiane - Maya - Aztechi - Conquista del Messico - Vicereame della Nuova Spagna - Guerra d'indipendenza del Messico - Primo Impero Messicano - Guerra messicano-statunitense - Secondo Impero Messicano - Porfiriato - Rivoluzione Messicana

Pix.gif


Cartella rossa.jpg
Nuvola filesystems www.png
Geografia

Il Messico è diviso in 31 stati (estados) e un distretto federale (Distretto Federale Messicano). Ogni stato ha una costituzione propria e un governatore eletto direttamente.

México División Política con nombres.png

1. Aguascalientes - 2. Baja California - 3. Baja California Sur - 4. Campeche - 5. Chiapas - 6. Chihuahua - 7. Coahuila - 8. Colima - 9. Durango - 10. Guanajuato - 11. Guerrero - 12. Hidalgo - 13. Jalisco - 14. Mexico - 15. Michoacán - 16. Morelos - 17. Nayarit - 18. Nuevo León - 19. Oaxaca - 20. Puebla - 21. Querétaro - 22. Quintana Roo - 23. San Luis Potosí - 24. Sinaloa - 25. Sonora - 26. Tabasco - 27. Tamaulipas - 28. Tlaxcala - 29. Veracruz - 30. Yucatán - 31. Zacatecas

Pix.gif


Cartella rossa.jpg
Nuvola apps bookcase.png
Biografia
Miguel Hidalgo y Costilla.jpg

Miguel Gregorio Antonio Ignacio Hidalgo y Costilla Gallaga Mandarte y Villaseñor, rivoluzionario e religioso messicano, (1753-1811). Conosciuto come Cura Hidalgo, Padre Hidalgo o Padre della Patria(messicana), è considerato l'iniziatore della Guerra d'Indipendenza del Messico. Nato nell'azienda di Corralejo, nella giurisdizione di Penjamo, Guanajuato l'8 maggio 1753. A 12 anni si trasferisce a Valladolid a studiare con i Gesuiti, ma quando questi nel 1767 vengono espulsi dal regno di Spagna, si trasferisce nel Collegio di San Nicola, nella stessa cittadina, dove studia teologia, filosofia e arte. I suoi compagni lo chiamano la volpe (el Zorro) per la sua sagacia e astuzia. Continua....


Ignacio Allende - Juan Aldama - José María Morelos y Pavón - Vicente Guerrero - Andrés Quintana Roo - Leona Vicario - Guadalupe Victoria - Agustín de Iturbide - Juan de Zumárraga - Hernán Cortés - Benito Juárez - Frida Kahlo - Diego Rivera - David Alfaro Siqueiros - Alfonso Cuarón - Diego Luna - Mario Molina - Montezuma

Pix.gif


Cartella rossa.jpg
Capitello modanatura mo 01.svg
Siti Archeologici

Teotihuacán (coordinate: 19°41′N 98°51′W / 19.683333°N 98.85°W19.683333; -98.85) è il più grande sito archeologico precolombiano del Nord America.

La Piramide della Luna

La città è situata in Messico nel comune di San Juan Teotihuacán (popolazione 44,653 - censimento 2000), nello stato federato del Messico, circa 40 chilometri a nord-est di Città del Messico. In totale le rovine coprono un'area di 82,66 chilometri quadrati. È stata dichiarata Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 1987. Nel momento di massimo splendore, nella prima metà di questo millennio, Teotihuacan fu la più grande città del continente americano. Il suo nome viene anche utilizzato per designare la civiltà di cui era il fulcro, che si estese fino a comprendere la maggior parte dell'attuale Messico. Segni della presenza della civiltà teotihuacana, sebbene non si possa parlare di un vero e proprio controllo politico ed economico, possono essere riscontrati anche in diversi siti archeologici della zona di Veracruz e della regione Maya.Continua...


Calakmul - Chichén Itzá - Kabah - Palenque - Piramide di Cholula - Toniná - Uxmal

Pix.gif


Cartella rossa.jpg
Nuvola filesystems folder home.png
Città

Città del Messico è il distretto Federale, sede dei poteri dell'Unione e capitale degli Stati Uniti Messicani. Nel caso che i poteri dell'unione si spostassero in un'altra città, questa diventerebbe uno stato in più della federazione con il nome di Stato del Valle de Mexico.

Centro politico, economico e culturale, il Distretto Federale rappresenta la quinta parte della popolazione nazionale del Messico. Occupa una decima parte della Valle di Anahuac nel centro-sud del paese, in un terreno che formava parte della conca lacustre del Lago di Texcoco. Città del Messico è la città più popolata del paese e una delle più grandi del mondo, con una popolazione registrata di 8.851.080 abitanti nel 2010.Continua...


Guadalajara - Monterrey - Puebla - Tijuana - Ciudad Juárez - Torreón -Mérida - Tampico - Culiacán - Cuernavaca - Acapulco - Chihuahua - Morelia - Veracruz - Cancun

Pix.gif


Cartella rossa.jpg
Museo.png
Musei
Statua di Tlaloc in Messico.
Il museo nazionale di antropologia è il museo più importante del Messico. È situato nel bosco di Chapultepec all'interno di Città del Messico.Il museo conta con 44mila metri quadri coperti distribuiti in più di 20 sale e 35.700 metri quadri di aree esterne , incluso il cortile centrale, la piazza d'accesso e alcune parti unite intorno al museo. In tutti questi stazi si trova la maggiore collezione del mondo di arte precolombiana delle culture maya, azteca, olmeca, teotihuacana, tolteca, zapoteca e mixteca ,tra gli altri popoli che occupavano il vastissimo territorio del Messico al piano superiore si può ammirare una vasta esposizione dei popoli indigeni di oggi.Continua...

Museo Frida Kahlo - Palacio de Bellas Artes - Castello di Chapultepec - Museo della Città del Messico - Museo Nacional de Arte MUNAL - Museo Anahuacalli

Pix.gif


Cartella rossa.jpg
Stub patrimoni dell'umanità.png
Unesco

L'UNESCO dal 1987 ad oggi, ha dichiarato in Messico patrimonio dell'umanità ben 27 siti di interese culturale o naturalistico.

Flag of UNESCO.svg

Antica città Maya di Calakmul, Campeche (2002) - Area monumentale archeologica di Xochicalco (1999) - Area archeologica di Paquimé, Casas Grandes, Chihuahua (1998) - Monasteri del principio del XVI secolo sulle pendici del Popocatépetl (1994) - Città preispanica di El Tajín (1992) - Centro storico di Città del Messico e Xochimilco (1987) - Centro storico di Morelia (1991) - Centro storico di Oaxaca e sito archeologico del Monte Albán (1987) -Centro storico di Puebla (1987) - Centro storico di Zacatecas (1993) - Villaggio storico fortificato di Campeche (1999) - Area storica monumentale di Querétaro (1996) - Area storica monumentale di Tlacotalpan (1998) - Villaggio storico di Guanajuato e miniere adiacenti (1988) - Hospicio Cabañas, Guadalajara (1997) - Città preispanica e parco nazionale di Palenque (1987) - Città preispanica Chichén Itzá (1988) -Città preispanica Teotihuacan (1987) - Città preispanica Uxmal (1996) - Dipinti rupestri della Sierra de San Francisco (1993) - Sian Ka'an (1987) - Santuario delle balene di El Vizcaino (1993) - Missioni francescane nella Sierra Gorda di Querétaro (2003) - Casa studio Luis Barragán (2004) - Isole e aree protette del Golfo di California (2005) - Paesaggio di agave e antiche industrie per la produzione di tequila (2006) - Campus dell'università nazionale autonoma del Messico UNAM (2007)- Riserva della biosfera della farfalla monarca (2008)- città fortificata di San Miguel de Allende e santuario del Gesù Nazzareno di Atotonilco (2008)

Pix.gif


Cartella rossa.jpg
Nuvola apps mozilla.png
Vetrina
Wikimedaglia oro.png
La guerra d'indipendenza del Messico (1810-1821), che iniziò il 16 settembre 1810, fu la lotta del Messico per l'indipendenza dal dominio coloniale spagnolo. Iniziò come un'idealistica rivoluzione contadina contro i propri signori coloniali, ma terminò con un'improbabile alleanza tra liberales e conservadores.Il processo che portò all'indipendenza del Messico fu uno dei più lunghi e sofferti di tutta l'America latina. La Nuova Spagna rimase sotto il controllo della Corona spagnola per circa tre secoli. Tuttavia alla fine del XVIII secolo, alcuni cambiamenti nella struttura sociale, economica e politica della colonia portarono l'élite illuminata del Messico a riflettere sulle relazioni con la Spagna. Il fatto che portò l'élite creola a pensare ad un movimento di emancipazione fu l'occupazione francese della Spagna nel 1808. Bisogna ricordare che in quell'anno Carlo IV e Ferdinando VII di Spagna abdicarono in successione a favore di Giuseppe Bonaparte, per cui la Spagna divenne in pratica un protettorato francese.Continua...

Conquista del Messico

Pix.gif


Cartella rossa.jpg
Crystal Clear app ksirtet.png
Portali collegati
Pix.gif