Castello di Chapultepec

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg
il castello.
Entrata del castello.

Il castello di Chapultepec è un castello che si trova sul monte di Chapultepec al centro dell'omonimo parco, situato a Città del Messico ad un'altezza di 2.325 metri sopra il livello del mare. Fu costruito dal viceré Bernardo de Gáivez e Madrid sopra il monte del Chapulin.

Chapultepec è una parola di origine náhuatl (Chapoltepēc) che significa monte del grillo.

Costruito nell'epoca del Viceregno della Nuova Spagna come casa del viceré, fu prontamente dimenticato, posteriormente ebbe molti usi differenti fino a diventare l'abitazione ufficiale di Massimiliano d'Asburgo e Paulina della Torre che nel 1863 lo fece ristrutturare in stile neoclassico.

Essendo allora fuori dalla città, Massimiliano fece costruire un viale (paseo) che fece chiamare Paseo de la emperatriz attualmente chiamato Paseo de la Reforma. Il castello (modernissimo per l'epoca) fu dotato anche di un osservatorio astronomico.

Divenne in seguito l'eroico collegio militare poiché venne attaccato varie volte al tempo della guerra messicano-statunitense.

All'arrivo della repubblica l'edificio divenne carcere e fu nuovamente dimenticato, ma all'arrivo di Porfirio Diaz venne nuovamente usato come residenza ufficiale. Venne usato così fino agli anni trenta quando la residenza ufficiale si trasferì in una zona a sud di Chapultepec chiamata Rancho La Hormiga, oggi rinominata Los Pinos.

Attualmente il castello ospita il Museo nazionale di storia.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Coordinate: 19°25′14″N 99°10′54″W / 19.420556°N 99.181667°W19.420556; -99.181667