Star Academy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Operazione Trionfo)
« Star Academy...il papà di tutti i talent! »
(Frase usata nei promo da Francesco Facchinetti)
Star Academy
Logo del programma Star Academy
Anno 2002 come Operazione Trionfo
2011 come Star Academy
Genere Talent show
Durata 120 min
Produttore Endemol Italia
Presentatore Miguel Bosè (2002)

Francesco Facchinetti (2011)

Regia Duccio Forzano (2011)
Rete Italia 1 (2002) Operazione Trionfo

Rai 2 (2011) Star Academy

Sito web www.staracademy.rai.it

Operazione Trionfo/Star Academy (noto anche come OT) è stato un talent show trasmesso in Italia nel 2002 da Italia 1 e nel 2011 da Rai 2 condotto prima da Miguel Bosé, poi da Francesco Facchinetti, nel quale i concorrenti (divisi in metà uomini e metà donne) sono aspiranti cantanti rinchiusi in un'accademia, dove spiati giornalmente 24 ore su 24 dalle telecamere, si allenavano per poi confrontarsi in sfide musicali votate dal pubblico tramite televoto.

Il programma[modifica | modifica sorgente]

Il programma nasceva dall'idea del format spagnolo Operación Triunfo, che in terra iberica aveva riscosso un grandissimo successo la stagione precedente, ed era usato come selezione per l'Eurovision Song Contest. In Italia però non si riuscì a replicare i consensi, anche a causa della contemporanea messa in onda del programma Saranno Famosi, ora Amici di Maria De Filippi, molto simile nella struttura.

Il format[modifica | modifica sorgente]

Star Academy (Operazione Trionfo nel 2002) è stato un talent show che metteva in scena dei giovani talenti, ove, ogni concorrente, durante la sua permanenza nel programma, era formato al canto e alla scenografia, grazie alla presenza di tutor rappresentati da personalità del mondo dello spettacolo e musicale.

Dopo i provini, venivano selezionati 16 candidati che soggiornavano per più di 10 settimane in un’accademia dove sviluppavano e perfezionavano il loro stile artistico.

Gli aspiranti cantanti giocavano tutti contro tutti, pur non essendoci divisioni in squadre, gruppi e dei capitani in loro rappresentanza come ad X Factor, ma soprattutto non cantavano mai da soli, imbattendosi in duetti tra di loro, in gruppi o con ospiti nella puntata serale.

Nelle strisce quotidiane, le giornate trascorse dai concorrenti si articolavano non solo intorno alle ripetizioni ma riportavano anche la loro vita quotidiana più intima, al di fuori dei corsi, cosicché, i telespettatori potevano seguire i progressi dei candidati ma anche i loro stati d’animo, le amicizie e le loro tensioni.

Durante la trasmissione serale, ogni concorrente doveva mostrare il meglio di sé stesso durante le sue performance individuali e collettive ed i 16 ragazzi erano guidati e sostenuti da 4 tutor, mentre a giudicarli li attendevano 4 giudici. Il giudizio dei ragazzi da parte della giuria avveniva a sorpresa nel corso della trasmissione; dalle puntate successive ad esecuzione eseguita.

Nella puntata in atto, il pubblico era invitato a votare per il suo candidato preferito tramite televoto composto da:

  • numero dei punti uguale al numero dei concorrenti in gara moltiplicato per 40;
  • voto della giuria che poteva andare da 1 a 20 punti; dalle puntate successive da 1 a 10.

Alla fine della serata, secondo il totale dei voti dei telespettatori e della giuria veniva stilata una classifica dove gli ultimi tre piazzati rischiavano l'eliminazione nella puntata successiva ed uno dei concorrenti in gara lasciava il programma.

In caso di ex aequo si salvava il concorrente che aveva ottenuto un punteggio maggiore nel televoto, inoltre, nella gara eliminatoria, uno dei tre concorrenti finiti in nomination poteva essere salvato dal voto combinato della Giuria e del Televoto, mentre, tra i restanti due concorrenti in gara, uno poteva essere salvato dal giudizio dei ragazzi dell’accademia non in nomination, ma il secondo classificato della votazione appena conclusasi guadagnava il diritto di annullare il voto di uno dei ragazzi non in nomination.

Nella manche eliminatoria, i tre meno votati nella puntata passata, cantavano da soli, poi, venivano votati dai giudici con giudizio che va da 1 a 10, che sommati con i voti del pubblico decretavano chi venisse salvato dai giudici.

I due meno votati dal pubblico, dopo, erano giudicati dagli altri cantanti in accademia, i quali, dicevano chi secondo loro doveva lasciare l'accademia. Se la votazione raggiungeva la metà più uno dei componenti o la maggioranza semplice, il concorrente che aveva avuto più voti a favore dell'eliminazione veniva eliminato.

Infine, in una puntata tra i concorrenti eliminati ne veniva ripescato uno.

Il vincitore del talent, si assicurava un contratto discografico e la partecipazione ad una manifestazione canora.

Prima edizione (2002)[modifica | modifica sorgente]

Logo di Operazione Trionfo

La trasmissione è andata in onda dal 4 settembre 2002 al 4 dicembre 2002 su Italia 1 con il nome di Operazione Trionfo.

Ogni giorno alle 14 e alle 19 andavano in onda su Italia 1 due strisce pomeridiane riassuntive degli avvenimenti più importanti accaduti all'interno dell'Accademia durante le lezioni e nei momenti di svago tra i ragazzi. Il mercoledì sera sempre su Italia 1 in prima serata c'era lo show con le sfide, l'eliminazione e le nomination. Su Stream si poteva seguire la diretta 24 ore su 24 su un apposito canale dedicato.

L'Accademia era diretta dalla cantante Rossana Casale, che regolarmente riceveva i concorrenti per dei colloqui al fine di lasciarli sfogare sulle loro emozioni durante tutto il periodo di "reclusione" e in particolare in vista delle sfide.

Gli aspiranti cantanti durante la settimana seguivano lezioni di musica tenute dai docenti Luca Jurman, Maria Grazia Fontana e Natalio Mangalavite, praticavano fitness con la guida di Luca Amitrano, improvvisazione teatrale con Daniela Morozzi e si esercitavano per la sfida con delle coreografie a cura di Fabrizio Mainini. Erano anche seguiti dallo psicologo Carlo Alberto Cavallo.

Il programma è andato in onda per un totale di 14 puntate serali settimanali senza però riscuotere il successo sperato anche a causa della contemporanea messa in onda del programma Saranno Famosi (che sarebbe poi diventato Amici di Maria De Filippi), molto simile nella struttura.

I concorrenti[modifica | modifica sorgente]

I concorrenti della prima edizione italiana del programma sono stati (le età si riferiscono al momento della partecipazione allo show):

A partire dalla quinta puntata, del 2 ottobre 2002, e fino all'ultima, del 4 dicembre 2002, ogni settimana i ragazzi incidevano le canzoni con cui si sarebbero esibiti il mercoledì successivo. In totale sono stati pubblicati 10 cd su etichetta Sony Music, ad un prezzo speciale di 10 euro, ciascuno dei quali comprendeva 8 brani cantati dai concorrenti e le 8 basi musicali relative.

Il CD #3 ha vinto il disco d'oro per l'alto numero di copie vendute.

Al termine della trasmissione era uscito un doppio CD sotto il nome Il meglio di Operazione Trionfo, che raccoglieva in un disco una scelta di canzoni interpretate dai concorrenti tra quelle già pubblicate ed alcuni inediti, oltre ad una traccia ROM contenente un video con i "best moments", e nell'altro disco le rispettive basi musicali.

Seconda edizione (2011)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Star Academy 2011.

In seguito alla cancellazione di X Factor da Rai 2 per mancanza di fondi e al suo trasferimento su Sky Uno, il programma è tornato in onda sulla seconda rete Rai dal 29 settembre 2011 al 13 ottobre 2011, con il nome di Star Academy e la conduzione di Francesco Facchinetti, ex conduttore di X Factor, ed è stato chiuso con due mesi di anticipo rispetto alla data prevista (tre puntate invece delle dodici previste inizialmente) per via dei bassi ascolti riscossi. Il daytime del sabato, rinominato Sabato Academy era condotto da Daniele Battaglia con la partecipazione di Alessandra Barzaghi. Le selezioni erano cominciate il 30 giugno 2011. I giudici erano: Lorella Cuccarini, Ornella Vanoni, Roy Paci, Nicola Savino[1]. Quattro i tutor: Mietta, Ron, Gianluca Grignani e Syria[2]. I bassi ascolti hanno comportato una modifica del sistema di eliminazione (cinque eliminazioni per puntata invece di una) a partire dalla terza puntata e un posticipo della finale (inizialmente prevista per il 20 ottobre 2011 dopo la decisione della chiusura anticipata, avvenuta dopo la seconda puntata) al 22 ottobre 2011. Tuttavia, a causa di una ribellione da parte dei concorrenti, quest'ultima è stata succesivamente, ed in maniera definitiva, annullata[3]. Il vincitore avrebbe partecipato a una non specificata competizione canora in RAI.

I concorrenti[modifica | modifica sorgente]

I concorrenti della di Star Academy sono stati 17 (le età si riferiscono al momento della partecipazione al programma):

  • Gaetano Civello, 22 anni, di Palermo
  • Irene Ghiotto, 26 anni, di Montecchio Maggiore
  • Fabio Migliorati, 21 anni, di Cremona
  • Julia Lenti, 28 anni, di Brindisi
  • Mattia Corti, 21 anni, di Lecco
  • Alessio Testa, 28 anni, di Torino
  • Simona Galeandro, 24 anni, di Taranto
  • Chantal Saroldi, 19 anni, di Savona
  • Francesca Romana D'Andrea, 18 anni, di Roma
  • Thomas Moschen, 22 anni, di Como
  • Mario Amato, 27 anni, di San Giorgio a Cremano
  • Alessandra Normanno, 16 anni, di Sassuolo
  • Martina Morelli, 18 anni, di Napoli
  • Manuela Manca, 21 anni, di Budoni
  • Federica Mussinelli, 14 anni, di Credaro
  • Viviana Calderone, 19 anni, di Taormina
  • Mattia Sciascia, 20 anni, di Fermignano (eliminato nella prima puntata, è rientrato in gara nella seconda, poiché, durante la prima puntata nello spareggio per l'entrata in accademia è stato penalizzato da un problema audio nei microfoni e ha preso il posto del terzultimo classificando in graduatoria, Gaetano che, ripescato, non rischia di perdere il posto)

Operazione Trionfo/ Star Academy nel mondo[modifica | modifica sorgente]

Paese Nome Canale Sito Web Vincitore
Africa[4] Project Fame M-Net Website
  • Lindiwe Alam (Zambia)
Argentina Operación Triunfo Telefe Website
  • Claudio Basso (2003)
  • José García (2004-2005)
  • Benjamín Rosales (2005-2006)
  • Cristian Soloa (2009)
Austria Starmania Orf Website
Brasile Fama Globo Website
  • Vanessa Jackson
  • Marcus Vinícius
  • Tiago Silva
  • Fabio Souza
  • I.P.
Bulgaria Star Academy NTV Website
  • Marin Yonchev
Canada Star Académie TVA Website
  • Wilfried Le Bouthillier
  • Stéphanie Lapointe
  • Marc-André Fortin
Cile Operación Triunfo Mega Website
  • Mónica Rodríguez
Francia Star Academy TF1 Website
  • Jenifer Bartoli
  • Nolwenn Leroy
  • Elodie Frégé
  • Grégory Lemarchal
  • Magalie Bonneau
  • Cyril
  • I.P.
Germania Fame Academy RTL II Website
  • Become One
Grecia Fame Story ANT1 Website
  • Notis Christodoulou
  • Kalomoira Sarantis
  • Periklis Stergianoudis
  • I.O.
India Fame Gurukul SET Website
Italia Operazione Trionfo (2002)

Star Academy (2011)

Italia 1 (2002)

Rai 2 (2011)

Website
  • Bruno Cuomo
  • Nessuno[5]
Medio Oriente[6] Star Academy LBC Website
  • Mohammad Attia
  • Hisham Abdul
  • Joseph Attieh
Messico Operación Triunfo Televisa Website
  • Darina Márquez
Olanda Starmaker Yorin Website
  • Sita Vermeulen
Portogallo Operaçao Triunfo RTP Website
  • Sofia Barbosa
  • Sofia Vitória
Regno Unito Fame Academy BBC Website
  • David Sneddon
  • Alex Cornwall
Romania Star Factory Prima TV Website
  • Alex
Russia Fabrika Zvezd ORT Website
  • Pasha Artemyev
  • Gagarin’s Polina
  • Nikita O'Malinin
  • Irina Dubcova
  • Victoria Dayneko
  • I.O.
Spagna[7] Operación Triunfo TVE
Telecinco
Website
Website
  • Rosa López
  • Ainhoa Cantalapiedra
  • Vicente Seguí
  • Sergio Rivero
  • Lorena Gomez
  • Virginia Maestro
Stati Uniti Fame Academy ABC
  • I.P.
Turchia Akademie Türkiye ATV
Ucraina fabrica zirok novij

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Star Academy: cast ufficiale, Tvblog.it.
  2. ^ Mietta e Ron insieme a Grignani e Syria erano i tutor di Star Academy, Lanostratv.it.
  3. ^ http://www.davidemaggio.it/archives/46839/cancellata-la-finale-di-star-academy]
  4. ^ Versione pan-regionale con concorrenti provenienti da 11 paesi: Sudafrica, Botswana, Namibia, Zambia, Zimbabwe, Malawi, Kenia, Tanzania, Uganda, Ghana e Nigeria
  5. ^ Edizione chiusa con due mesi di anticipo per bassi ascolti. La finale è stata annullata per protesta da parte dei concorrenti
  6. ^ Versione pan-regionale con concorrenti provenienti da 18 paesi: Algeria, Libano, Marocco, Siria, Arabia Saudita, Sudan, Libia, Giordania, Tunisia, Kuwait, Palestina, Bahrain, Egitto, Yemen, Iraq, Qatar, Oman e Emirati Arabi Uniti
  7. ^ TVE ha trasmesso le prime 3 edizioni, poi ha rinunciato al programma, vendendolo all'italo-spagnola Telecinco

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Sito Ufficiale

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione