Mike Inez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mike Inez
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Grunge[1]
Alternative metal[1]
Heavy metal[1]
Hard rock[1]
Periodo di attività 1989 – in attività
Strumento Basso elettrico
Gruppo attuale Alice in Chains
Sito web

Michael Inez (San Fernando, 14 maggio 1966[2]) è un bassista statunitense, noto tra per essere il bassista degli Alice in Chains, il secondo, dopo aver rimpiazzato l'uscente Mike Starr nel 1993, nel pieno del Dirt Tour.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Musicista molto versatile, vanta diplomi in sassofono e tastiera e, inoltre, suona la chitarra. Impara a suonare il basso successivamente ed entra nella band di Ozzy Osbourne, prendendo il posto di Bob Daisley e incidendo un album di successo come No More Tears. Con il "Madman", nel 1993 partirà per un tour, documentato in Live & Loud, e lascerà il gruppo per permettere l'arrivo di Geezer Butler, collega di Ozzy nei Black Sabbath.

Quando Mike Starr se ne andò dagli Alice in Chains, Staley e compagnia ebbero l'approvazione di Osbourne per reclutare Mike. Il suo primo contributo nella grunge band fu la registrazione dei brani A Little Bitter e What the Hell Have I, per la colonna sonora del film Last Action Hero - L'ultimo grande eroe.

Mike compare anche nel progetto dell'ex Guns N' Roses Slash, gli Slash's Snakepit, precisamente nel disco It's Five O'Clock Somewhere del 1995. Ha collaborato anche con il Michael Schenker Group (in Heavy Hitters) e nell'album solista di Jerry Cantrell, Boggy Depot. Ha suonato anche negli Spys4Darwin insieme, tra gli altri, a Sean Kinney, batterista degli Alice in Chains.

Nel febbraio del 2005, Mike ha organizzato, assieme a Cantrell e Kinney, un concerto di beneficenza per i popoli decimati dallo tsunami. I tre hanno suonato brani degli Alice in Chains con Patrick Lachman alla voce. In questa manifestazione hanno suonato vari gruppi come Puddle of Mudd e Tool.

Mike ha suonato anche con i Black Label Society di Zakk Wylde, partecipando al tour di The Blessed Hellride ed è stato ospite nel brano Under the Gun, tratto dal disco dei Motörhead chiamato Kiss of Death.

Il 29 settembre 2009 è stato pubblicato Black Gives Way to Blue, album degli Alice in Chains,[3] seguito nel 2013 da The Devil Put Dinosaurs Here.[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Stephen Thomas Erlewine, Alice in Chains in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  2. ^ (EN) Mike Inez in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  3. ^ (EN) Stephen Thomas Erlewine, Black Gives Way to Blue in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  4. ^ (EN) Stephen Thomas Erlewine, The Devil Put Dinosaurs Here in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 16 gennaio 2014.

Controllo di autorità VIAF: 11972411 LCCN: no2002041794