Gran Premio d'Ungheria 1993

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ungheria Gran Premio d'Ungheria 1993
543º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 11 di 16 del Campionato 1993
Hungaroring 1999.jpg
Data 15 agosto 1993
Circuito Hungaroring
Percorso 3,968 km
circuito permanente
Distanza 77 giri, 305,536 km
Clima asciutto
Risultati
Pole position Giro più veloce
Francia Alain Prost Francia Alain Prost
Williams - Renault in 1:14.631 Williams - Renault in 1:19.633
(nel giro 52)
Podio
1. Regno Unito Damon Hill
Williams - Renault
2. Italia Riccardo Patrese
Benetton - Ford
3. Austria Gerhard Berger
Ferrari

Il Gran Premio d'Ungheria 1993 è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 15 agosto 1993 sullo Hungaroring di Budapest. La gara è stata vinta da Damon Hill su Williams; per il pilota inglese si è trattato della prima vittoria in carriera. Il francese Alain Prost ha fatto segnare il giro migliore in qualifica per la trentesima volta in carriera, mentre l'italiano Riccardo Patrese è salito per l'ultima volta su un podio di Formula 1.

Qualifiche[modifica | modifica sorgente]

Prost conquista la sua decima pole position stagionale, precedendo il compagno di squadra Hill, Schumacher, Senna, Patrese e Berger; completano la top ten il sorprendente Martini, settimo con la Minardi, Alesi, Warwick e Suzuki.

Classifica[modifica | modifica sorgente]

Pos No Pilota Costruttore Tempo Distacco
1 2 Francia Alain Prost Williams - Renault 1:14.631
2 0 Regno Unito Damon Hill Williams - Renault 1:14.835 +0.204
3 5 Germania Michael Schumacher Benetton - Ford 1:15.228 +0.597
4 8 Brasile Ayrton Senna McLaren - Ford 1:16.451 +1.820
5 6 Italia Riccardo Patrese Benetton - Ford 1:16.561 +1.930
6 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 1:16.939 +2.308
7 24 Italia Pierluigi Martini Minardi - Ford 1:17.366 +2.735
8 27 Francia Jean Alesi Ferrari 1:17.480 +2.849
9 9 Regno Unito Derek Warwick Footwork - Mugen-Honda 1:17.682 +3.051
10 10 Giappone Aguri Suzuki Footwork - Mugen-Honda 1:17.693 +3.062
11 7 Stati Uniti Michael Andretti McLaren - Ford 1:18.107 +3.476
12 26 Regno Unito Mark Blundell Ligier - Renault 1:18.388 +3.757
13 25 Regno Unito Martin Brundle Ligier - Renault 1:18.392 +3.761
14 23 Brasile Christian Fittipaldi Minardi - Ford 1:18.446 +3.815
15 30 Finlandia Jyrki Järvilehto Sauber - Ilmor 1:18.638 +4.007
16 14 Brasile Rubens Barrichello Jordan - Hart 1:18.721 +4.090
17 29 Austria Karl Wendlinger Sauber - Ilmor 1:18.840 +4.209
18 20 Francia Erik Comas Larrousse - Lamborghini 1:19.305 +4.674
19 19 Francia Philippe Alliot Larrousse - Lamborghini 1:19.320 +4.689
20 12 Regno Unito Johnny Herbert Lotus - Ford 1:19.444 +4.813
21 11 Italia Alessandro Zanardi Lotus - Ford 1:19.485 +4.854
22 4 Italia Andrea de Cesaris Tyrrell - Yamaha 1:19.560 +4.929
23 3 Giappone Ukyo Katayama Tyrrell - Yamaha 1:20.270 +5.639
24 15 Belgio Thierry Boutsen Jordan - Hart 1:20.482 +5.851
25 21 Italia Michele Alboreto Scuderia Italia - Ferrari 1:21.502 +6.871
26 22 Italia Luca Badoer Scuderia Italia - Ferrari 1:22.655 +8.024

Gara[modifica | modifica sorgente]

Al via del giro di ricognizione la vettura di Prost rimane ferma sulla griglia e il francese è costretto a partire dall'ultima posizione. Alla partenza Schumacher nel tentativo di passare Hill va troppo all'esterno e viene superato da Senna, Berger e dal compagno di squadra Patrese. Hill quindi prende il comando della corsa davanti a Senna, Berger, Patrese, Schumacher e Alesi. L'inglese conquista subito un grande vantaggio sugli inseguitori, mentre Schumacher, tentando di recuperare, compie invece un testacoda al quarto giro che lo fa andare fuori pista e riparte decimo. Nel corso della diciottesima tornata Senna, ancora secondo, si ritira per un problema all'acceleratore; Schumacher, autore di una grande rimonta, si ritrova secondo dopo aver passato il compagno di squadra al 19º giro, ma si ritirerà 6 tornate più tardi a causa di un guasto al motore. Prost nel frattempo, che aveva rimontato fino alla quarta posizione, al 21º giro deve tornare ai box per sostituire l'alettone posteriore, rientrando in pista con sette giri di ritardo. Hill comanda in solitario, Patrese amministra la seconda piazza, mentre Berger conquista il podio superando Warwick, Brundle e Martini che rimangono a lottare per il quarto posto; alla fine l'italiano esce di pista, mentre gli altri due concludono nell'ordine. Hill conquista così la prima vittoria in carriera davanti a Patrese, Berger, Warwick, Brundle e Wendlinger; per Patrese si tratta dell'ultimo podio in carriera, mentre per Warwick è l'ultimo arrivo in zona punti.

Classifica[modifica | modifica sorgente]

Pos No Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Partenza Punti
1 0 Regno Unito Damon Hill Williams - Renault 77 1:47:39.098 2 10
2 6 Italia Riccardo Patrese Benetton - Ford 77 +1:11.915 5 6
3 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 77 +1:18.042 6 4
4 9 Regno Unito Derek Warwick Footwork - Mugen-Honda 76 +1 giro 9 3
5 25 Regno Unito Martin Brundle Ligier - Renault 76 +1 giro 13 2
6 29 Austria Karl Wendlinger Sauber - Ilmor 76 +1 giro 17 1
7 26 Regno Unito Mark Blundell Ligier - Renault 76 +1 giro 12
8 19 Francia Philippe Alliot Larrousse - Lamborghini 75 +2 giri 19
9 15 Belgio Thierry Boutsen Jordan - Hart 75 +2 giri 24
10 3 Giappone Ukyo Katayama Tyrrell - Yamaha 73 +4 giri 23
11 4 Italia Andrea de Cesaris Tyrrell - Yamaha 72 +5 giri 22
12 2 Francia Alain Prost Williams - Renault 70 +7 giri 1
Ritirato 24 Italia Pierluigi Martini Minardi - Ford 59 Incidente 7
Ritirato 20 Francia Erik Comas Larrousse - Lamborghini 54 Perdita d'olio 18
Ritirato 11 Italia Alessandro Zanardi Lotus - Ford 45 Cambio 21
Ritirato 10 Giappone Aguri Suzuki Footwork - Mugen-Honda 41 Uscita di pista 10
Ritirato 21 Italia Michele Alboreto Scuderia Italia - Ferrari 39 Surriscaldamento 25
Ritirato 12 Regno Unito Johnny Herbert Lotus - Ford 38 Uscita di pista 20
Ritirato 22 Italia Luca Badoer Scuderia Italia - Ferrari 37 Uscita di pista 26
Ritirato 5 Germania Michael Schumacher Benetton - Ford 26 Uscita di pista 3
Ritirato 23 Brasile Christian Fittipaldi Minardi - Ford 22 Incidente 14
Ritirato 27 Francia Jean Alesi Ferrari 22 Incidente 8
Ritirato 30 Finlandia Jyrki Järvilehto Sauber - Ilmor 18 Motore 15
Ritirato 8 Brasile Ayrton Senna McLaren - Ford 17 Acceleratore 4
Ritirato 7 Stati Uniti Michael Andretti McLaren - Ford 15 Acceleratore 11
Ritirato 14 Brasile Rubens Barrichello Jordan - Hart 0 Incidente 16

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Costruttori[modifica | modifica sorgente]

Pos. Team Punti
1 Regno Unito Williams - Renault 115
2 Regno Unito McLaren - Ford 53
2 Regno Unito Benetton - Ford 53
4 Francia Ligier - Renault 21
5 Italia Ferrari 14
6 Regno Unito Lotus - Ford 10
7 Italia Minardi - Ford 7
7 Svizzera Sauber - Ilmor 7
9 Regno Unito Footwork - Mugen-Honda 4
10 Francia Larrousse - Lamborghini 2

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1993
Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Brazil.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1992
Gran Premio d'Ungheria
Edizione successiva:
1994
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1