Gran Premio d'Australia 1987

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Australia Gran Premio d'Australia 1987
452º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 16 di 16 del Campionato 1987
Adelaide (long route).svg
Data 15 novembre 1987
Nome ufficiale LII Foster's Australian Grand Prix
Circuito Circuito di Adelaide, Adelaide, Australia
Percorso 3.780 km / 2.362 US mi
Circuito cittadino
Distanza 82 giri, 309.960 km/ 193.684 US mi
Clima Soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Austria Gerhard Berger Austria Gerhard Berger
Ferrari in 1:17.267[1] Ferrari in 1:20.416[2]
(nel giro 72[2])
Podio
1. Austria Gerhard Berger
Ferrari
2. Italia Michele Alboreto
Ferrari
3. Belgio Thierry Boutsen
Benetton - Ford

Il Gran Premio d'Australia 1987 è stato il 452° Gran Premio di Formula 1 della storia, corso il 15 novembre 1987 sul Circuito cittadino di Adelaide. Fu la gara conclusiva del Campionato Mondiale di Formula 1 1987.

Riassunto della gara[modifica | modifica wikitesto]

La gara conclusiva della stagione 1987 di Formula Uno si corse ad Adelaide, in Australia. In gara mancò Nigel Mansell, non ancora ripresosi dopo l'incidente di Suzuka. A sostituirlo ci fu l'italiano Riccardo Patrese, che ricevette un permesso speciale dal "boss" della Brabham Bernie Ecclestone. Patrese fu a sua volta sostituito da un altro italiano, Stefano Modena.

Gerhard Berger conquistò ancora una volta la pole position con la Ferrari davanti ad Alain Prost su McLaren, al campione del mondo Nelson Piquet (alla sua ultima gara in Williams) e ad Ayrton Senna su Lotus.

Alla partenza Piquet ebbe lo scatto migliore, ma Berger si riprese la leadership già al terzo giro e si avviò a dominare anche questa gara. Alessandro Nannini su Minardi si ritirò quasi subito, andando a sbattere contro un muretto.

Dietro all'austriaco cominciò una battaglia per il podio fra Piquet, Prost, Alboreto e Senna. Dopo aver effettuato il suo pit-stop, il campione del mondo si ritirò a causa di un malfunzionamento ai freni, lasciando agli altri tre la lotta per la seconda posizione. Senna alla fine ebbe il predominio su Alboreto e Prost, tenuti stretti dagli inseguitori. Philippe Alliot in particolare tentò più volte un sorpasso. A causa di un guasto ai freni, Prost andò a sbattere contro le barriere e si ritirò al 53º giro.

Senna tentò disperatamente di spingere al massimo per riprendere Berger, ma il ferrarista riuscì ad amministrare il suo vantaggio ed andò a vincere il suo terzo Gran Premio in carriera, secondo consecutivo, facendo segnare anche il giro veloce che, aggiunto alla pole position, risultarono in un hat-trick. Senna alla fine concluse secondo ma più tardi venne squalificato per irregolarità tecniche sulla sua Lotus. Al secondo posto concluse quindi a tavolino Michele Alboreto, a completare una doppietta Ferrari: ciò non accadeva dal Gran Premio del Canada 1985. Sul gradino più basso del podio finì Thierry Boutsen su Benetton, davanti a Jonathan Palmer (Tyrrell), Yannick Dalmas (Larrousse) e Roberto Moreno (che conquistò il primo punto per l’AGS).

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Pos No Pilota Costruttore Tempo[1] Distacco[2]
1 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 1'17"267
2 1 Francia Alain Prost McLaren - TAG Porsche 1'17"967 +0"700
3 6 Brasile Nelson Piquet Williams - Honda 1'18"017 +0"750
4 11 Brasile Ayrton Senna Lotus - Honda 1'18"488 +1"221
5 20 Belgio Thierry Boutsen Benetton - Ford 1'18"523 +1"256
6 27 Italia Michele Alboreto Ferrari 1'18"578 +1"311
7 5 Italia Riccardo Patrese Williams - Honda 1'18"813 +1"546
8 2 Svezia Stefan Johansson McLaren - TAG Porsche 1'18"826 +1"559
9 19 Italia Teo Fabi Benetton - Ford 1'19"461 +2"194
10 8 Italia Andrea De Cesaris Brabham - BMW 1'19"590 +2"323
11 18 Stati Uniti Eddie Cheever Arrows - Megatron 1'20"187 +2"920
12 17 Regno Unito Derek Warwick Arrows - Megatron 1'20"638 +3"371
13 24 Italia Alessandro Nannini Minardi - Motori Moderni 1'20"701 +3"434
14 12 Giappone Satoru Nakajima Lotus - Honda 1'20"891 +3"624
15 7 Italia Stefano Modena Brabham - BMW 1'21"014 +3"747
16 9 Regno Unito Martin Brundle Zakspeed 1'21"483 +4"216
17 30 Francia Philippe Alliot Lola Larrousse - Ford 1'21"888 +4"621
18 4 Francia Philippe Streiff Tyrrell - Ford 1'21"971 +4"704
19 3 Regno Unito Jonathan Palmer Tyrrell - Ford 1'22"087 +4"820
20 25 Francia René Arnoux Ligier - Megatron 1'22"303 +5"036
21 29 Francia Yannick Dalmas Lola Larrousse - Ford 1'22"650 +5"383
22 26 Italia Piercarlo Ghinzani Ligier - Megatron 1'22"689 +5"422
23 16 Italia Ivan Capelli March - Ford 1'22"698 +5"431
24 10 Germania Christian Danner Zakspeed 1'23"046 +5"779
25 14 Brasile Roberto Moreno AGS - Ford 1'23"659 +6"392
26 23 Spagna Adrián Campos Minardi - Motori Moderni 1'24"121 +6"854
NQ 21 Italia Alex Caffi Osella - Alfa Romeo 1'25"872 +8"605

Ordine d'arrivo[modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Team Giri Tempo/Ritiro Partenza Punti
1 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 82 1:52:56.144 1 9
2 27 Italia Michele Alboreto Ferrari 82 + 1:07.884 6 6
3 20 Belgio Thierry Boutsen Benetton - Ford 81 + 1 giro 5 4
4 (1) 3 Regno Unito Jonathan Palmer Tyrrell - Ford 80 + 2 giri 19 3
5 (2) 29 Francia Yannick Dalmas Lola Larrousse - Ford 79 + 3 giri 21 0*
6 (3) 14 Brasile Roberto Moreno AGS - Ford 79 + 3 giri 25 1
7 10 Germania Christian Danner Zakspeed 79 + 3 giri 24
8 8 Italia Andrea de Cesaris Brabham - BMW 78 Testacoda 10
9 5 Italia Riccardo Patrese Williams - Honda 76 Perdita d'olio 7
SQ 12 Brasile Ayrton Senna Lotus - Honda 82 Squalificato 4
Rit 6 Brasile Nelson Piquet Williams - Honda 58 Freni 3
Rit 16 Italia Ivan Capelli March - Ford 58 Testacoda 23
Rit 1 Francia Alain Prost McLaren - TAG Porsche 53 Freni 2
Rit 18 Stati Uniti Eddie Cheever Arrows - Megatron 53 Surriscaldamento 11
Rit 2 Svezia Stefan Johansson McLaren - TAG Porsche 48 Freni 8
Rit 19 Italia Teo Fabi Benetton - Ford 46 Freni 9
Rit 23 Spagna Adrián Campos Minardi - Motori Moderni 46 Trasmissione 26
Rit 30 Francia Philippe Alliot Lola Larrousse - Ford 45 Problema elettrico 17
Rit 25 Francia René Arnoux Ligier - Megatron 41 Accensione 20
Rit 7 Italia Stefano Modena Brabham - BMW 31 Problemi fisici 15
Rit 26 Italia Piercarlo Ghinzani Ligier - Megatron 26 Accensione 22
Rit 11 Giappone Satoru Nakajima Lotus - Honda 22 Idraulica 14
Ret 17 Regno Unito Derek Warwick Arrows - Megatron 19 Trasmissione 12
Rit 9 Regno Unito Martin Brundle Zakspeed 18 Motore 16
Rit 4 Francia Philippe Streiff Tyrrell - Ford 6 Testacoda 18
Rit 24 Italia Alessandro Nannini Minardi - Motori Moderni 0 Incidente 13
NQ 21 Italia Alex Caffi Osella - Alfa Romeo - Non qualificato 27

Tra parentesi le posizioni valide per il Jim Clark Trophy, per le monoposto con motori N/A

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

* Team Punti
1 Regno Unito Williams - Honda 137
2 Regno Unito McLaren - TAG Porsche 76
3 Regno Unito Lotus - Honda 64
4 Italia Ferrari 53
5 Regno Unito Benetton - Ford 28
6 Regno Unito Arrows - Megatron 11
Gran Bretagna Tyrrell - Ford 11
8 Australia Brabham - BMW 10
9 Francia Lola Larrousse - Ford 3
10 Germania Zakspeed 2
11 Francia AGS - Ford 1
Francia Ligier - Megatron 1
Gran Bretagna March - Ford 1

Nota: Nelle due classifiche appaiono i punti finali del campionato, che in alcuni casi non coincidono con quelli reali in quanto nel computo finale venivano calcolati solo i punteggi dei migliori 11 risultati per ogni pilota.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Australia 1987 - Starting grid, statsf1.com. URL consultato il 18-06-2010.
  2. ^ a b c (EN) 1987 Grand Prix of Australia, Teamdan.org. URL consultato il 18-06-2010.

Salvo ove diversamente indicato, le classifiche sono tratte dal Sito Ufficiale della Formula 1

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1987
Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Belgium.svg Flag of Monaco.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Mexico.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1986
Gran Premio d'Australia
Edizione successiva:
1988
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1