Flo, la piccola Robinson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Flo, la piccola Robinson / L'isola della piccola Flo
serie TV anime
Flo Robinson e Mercr
Flo Robinson e Mercr
Titolo orig. 家族ロビンソン漂流記ふしぎな島のフローネ
(Kazoku Robinson Hyōryūki Fushigi na Shima no Furōne)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Johann Wyss (romanzo Swiss Family Robinson)
Regia Yoshio Kuroda
Disegni Shun'ichi Sakai (background)
Sceneggiatura Shozo Matsuda
Character design Junichi Seki
Animazione
Dir. artistica Masahiro Kitao
Studio Nippon Animation
Musiche
Rete Fuji TV
1ª TV 4 gennaio 1981 – 27 dicembre 1981
Episodi 50 (completa)
Aspect ratio 4:3
Durata ep. 26 min
Reti it. Rete 4 prima edizione, Italia 1 prima edizione, Canale 5 seconda e prima edizione, Boing, Hiro
1ª TV it. ottobre 1982
Episodi it. 50 (completa)
Durata ep. it. 26 min
Target shōjo, shōnen
Generi meisaku, avventura, commedia

Flo, la piccola Robinson / L'isola della piccola Flo (家族ロビンソン漂流記ふしぎな島のフローネ Kazoku Robinson Hyōryūki Fushigi na Shima no Furōne?) è un anime giapponese creato dalla Nippon Animation nel 1981 e mandato in onda dalla Fuji TV. Narra le avventure della piccola Flo, naufragata con la sua famiglia in un'isola deserta durante un viaggio in Australia.

La storia è tratta dal romanzo Swiss Family Robinson del 1812 di Johann David Wyss, che a sua volta è liberamente ispirato al romanzo Robinson Crusoe di Daniel Defoe.

La serie animata fa parte del progetto World Masterpiece Theater (Sekai Meisaku Gekijo) della Nippon Animation, ed è stata trasmessa per la prima volta in Italia da Rete 4 a partire dal 15 novembre 1982.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Flone Robinson (Flo) è una bambina di nove anni che vive a Berna con la sua famiglia, composta dal padre Ernest, dalla madre Anna dal fratello maggiore Franz e da quello più piccolo Jack. In casa con la famiglia Robinson vive anche Marie, la giovane governante, che è molto affezionata a Flo ed è per lei quasi una seconda madre.

Ernest è un abile medico, ma soprattutto è un uomo intelligente ed ingegnoso. Un giorno riceve una lettera dal dott. Eliot, un amico che vive in Australia, che lo invita a recarsi in quella terra lontana per esercitare là la sua professione. Ernest sente il bisogno di andare dove ci sia realmente necessità della sua opera, e dopo un intenso consulto con la famiglia, decide di accettare l'invito e di partire immediatamente per l'Australia con tutti i suoi familiari. Soltanto Marie non può partire per motivi personali e questo distacco peserà molto a Flo, che continuerà a pensare a lei con nostalgia e a sognarla spesso.

La famiglia Robinson, dopo un trasferimento a Liverpool si imbarca per l'Australia su una grande nave e durante il lungo viaggio farà la conoscenza di numerosi passeggeri e conoscerà le loro storie. In particolare Franz instaurerà un rapporto di profonda amicizia con Emily, una ragazza sua coetanea, appassionata come lui di musica. Il viaggio prosegue per alcuni mesi, ma quando ormai manca poco all'approdo, si scatena una violentissima tempesta che causa il naufragio della nave. I componenti della famiglia Robinson, privi di scialuppa di salvataggio e per un caso fortuito, si salvano dal disastro e riescono ad approdare su un'isola deserta riuscendo a salvare poche provviste ed alcuni utensili dalla nave prima del suo inabissamento.

Inizierà un lungo periodo durante il quale la famiglia dovrà sopravvivere in un ambiente ostile e misterioso, potendo contare solo sulle proprie forze. Dopo aver adottato John, il cane del comandante della nave, deceduto per salvare Franz, e Mercr, un cucciolo di cuscus, l'ingegno di Ernest e la coesione dei Robinson, risolveranno i piccoli e grandi problemi che via via dovranno affrontare. Costruiranno una capanna su di un grande albero per ripararsi dai tilacini (chiamati "lupi" nella serie), coltiveranno un piccolo orto, fabbricheranno candele e scaveranno un pozzo per rifornirsi di acqua dolce. Ernst ed il figlio Franz tenteranno anche di costruire un battello per poter lasciare l'isola, ma senza successo: una terribile tempesta farà inabissare il battello il giorno stesso del varo.

È passato più di un anno dal naufragio e questo punto i Robinson cominciano a temere che non riusciranno mai a lasciare l'isola. Flo, continua a ricordare con nostalgia la casa di Berna e la sua Marie, e Franz continua a pensare alla bella Emily, probabilmente morta nel naufragio assieme a tutti gli altri passeggeri. Ma improvvisamente sull'isola arrivano altri due naufraghi: il marinaio Abele Morton e il giovane Tomtom, un nativo australiano. Con il ragazzo la famiglia stringe subito un legame di amicizia, mentre con il signor Morton, burbero e misantropo, all'inizio i rapporti sono piuttosto problematici. Ben presto però tutti si renderanno conto che sotto la scorza ruvida si nasconde un grande cuore: si scoprirà infatti che Morton aveva salvato e protetto Tomtom dopo che i genitori erano stati uccisi perché si rifiutavano di lavorare come schiavi per i coloni inglesi in Australia.

Con l'aiuto del signor Morton, provetto marinaio, verrà progettato e costruito un nuovo battello (una sorta di catamarano) per poter finalmente lasciare l'isola. Arriva il giorno della partenza e dopo un mese di viaggio per mare i Robinson, il signor Morton e Tomtom raggiungono le coste dell'Australia.

All'arrivo il dott. Eliot, l'amico di Ernest che lo aveva invitato in Australia, farà loro una incredibile sorpresa: Emily, la grande amica di Franz, non è morta: si è salvata dal naufragio e ora è allieva infermiera presso il grande ospedale dove Eliot lavora e dove eserciterà anche Ernest Robinson. Franz ed Emily riallacceranno subito il profondo rapporto che avevano avuto durante la traversata verso l'Australia di tanto tempo prima, ma Emily partirà ben presto per l'Inghilterra, dove frequenterà una rinomata scuola per infermiere: darà a Franz l'appuntamento in Australia alla fine del suo corso, dopo tre anni. Anche il signor Morton e Tomtom si imbarcheranno sulla stessa nave, ma prometteranno ai Robinson di ritornare a trovarli ogni sei mesi.

Lentamente i Robinson riprenderanno quindi una vita normale, non senza provare nostalgia per la loro isola deserta su cui avevano abitato per tanto tempo.

Osservazioni[modifica | modifica sorgente]

La serie animata si basa sul romanzo Swiss Family Robinson del 1812 di Johann David Wyss. Le avventure del romanzo sono presentate come una serie di lezioni di storia naturale e di fisica, così come si usava nei libri educativi per bambini dell'epoca[1]. L'anime rispetta per quanto possibile questa filosofia, tentando anche di allargare il target del pubblico alle ragazze introducendo il personaggio di Flo, non presente nella storia originale, che invece parla di una famiglia di naufraghi composta da padre, madre e quattro figli maschi. Il personaggio di Flo comunque è in un certo senso già presente nel telefilm americano The Swiss Family Robinson del 1975 (trasmesso in Italia nel 1977 col titolo La famiglia Robinson), tratto sempre dal romanzo di Wyss, dove la famiglia è composta da padre, madre, due figli e Helga Wagner[2], una ragazzina anch'ella naufraga accolta nella famiglia: è quindi probabile che gli sceneggiatori dell'anime si siano ispirati anche al telefilm americano di sei anni prima per definire i componenti della famiglia Robinson.

I lupi presenti nell'anime appartengono alla specie dei tilacini, ancora molto diffusi in Australia ed Oceania negli anni in cui si svolge la storia e che si sono estinti alla metà del XX secolo.

Edizione italiana[modifica | modifica sorgente]

Le due edizioni italiane[modifica | modifica sorgente]

La serie è stata trasmessa con il titolo "Flo, la piccola Robinson" dall'allora mondadoriana Rete 4 nel 1982 e da Italia 1 nel 1985. La sigla L'isola dei Robinson (musica, testo e arrangiamento di Riccardo Zara) è cantata da I Cavalieri del Re.

Dal 1994 e nel 1996 l'anime è stato replicato su Canale 5 con il nuovo titolo "L'isola della piccola Flo". La sigla della nuova edizione dal titolo omonimo (musica di Enzo Draghi, testo di Alessandra Valeri Manera) è cantata da Cristina D'Avena.

Il doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

La serie è stata originalmente doppiata in italiano nel 1982, ma in tempi recenti per motivi mai chiariti si è reso necessario il ridoppiaggio (o un doppiaggio ex novo nel caso in cui l'episodio non fosse mai stato tradotto) dell'episodio 25 (Una buia notte sull'isola disabitata). Mediaset ha curato anche questo doppiaggio parziale senza però utilizzare le voci originali italiane del 1982.

Personaggi Voce originale Voce italiana Voce italiana per l'episodio ridoppiato
Flo Yoshiko Matsuo Antonella Baldini Patrizia Mottola
Ernest (padre di Flo) Katsuhiko Kobayashi Giancarlo Padoan Maurizio Trombini
Anna (madre di Flo) Michiko Hirai Silvia Pepitoni - non disponibile -
Franz (fratello maggiore) Tōru Furuya Oreste Baldini Gabriele Calindri
Jack (fratello minore) Makoto Kōsaka Rossella Acerbo - non disponibile -
Abele Morton Ichirō Nagai Mario Milita - non disponibile -
Tomtom Yoku Shioya Fabrizio Manfredi - non disponibile -
Emily (amica di Franz) Kaoru Kurosu Beatrice Margiotti - non disponibile -

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone
1 La lettera
「一通の手紙」 - ittsuu no tegami
4 gennaio 1981
2 La partenza
「旅立ち」 - tabidachi
11 gennaio 1981
3 Flo ci ripensa
「フローネの心変り」 - furone no kokoro kawari
18 gennaio 1981
4 In rotta verso l’Australia
「オーストラリアめざして」 - osutoraria mezashite
25 gennaio 1981
5 Capitan Flo
「フローネ船長」 - furone senchou
1º febbraio 1981
6 Il tifone
「こわい嵐」 - kowai arashi
8 febbraio 1981
7 Un padre ingegnoso
「なんでもできるおとうさん」 - nandemodekiruotousan
15 febbraio 1981
8 Verso l’isola
「島をめざして」 - shima womezashite
22 febbraio 1981
9 La famiglia cresce
「あたらしい家族」 - atarashii kazoku
1º marzo 1981
10 Una triste scoperta
「かなしみの再会」 - kanashimino saikai
8 marzo 1981
11 L’albero gigante
「おばけの木」 - obakeno ki
15 marzo 1981
12 Lavori domestici
「おかあさんの活躍」 - okaasanno katsuyaku
22 marzo 1981
13 L’insetto velenoso
「フランツの目」 - furantsu no me
29 marzo 1981
14 Il canto delle conchiglie
「貝殻の歌がきこえる」 - kaigara no uta gakikoeru
5 aprile 1981
15 La casa sull’albero
「木の上の家」 - ki no ueno ie
12 aprile 1981
16 Vita sull’isola
「我家の日課」 - wagaya no nikka
19 aprile 1981
17 L’orto della mamma
「おかあさんの畑」 - okaasanno hatake
26 aprile 1981
18 Mercr in pericolo
「メルクルを助けて!」 - merukuru wo tasuke te !
3 maggio 1981
19 Flo va a caccia
「フローネ、狩に行く」 - furone , kari ni iku
10 maggio 1981
20 Nave in vista
「船が見える」 - fune ga mie ru
17 maggio 1981
21 Tartaruga
「亀の赤ちゃん」 - kame no akachan
24 maggio 1981
22 Collezionista
「ジャックはコレクター」 - jakku ha korekuta
31 maggio 1981
23 Santifica le feste
「無人島の休日」 - mujintou no kyuujitsu
7 giugno 1981
24 Casa di Flo
「フローネの家出」 - furone no iede
14 giugno 1981
25 Una buia notte sull’isola disabitata
「無人島の夜はまっくらやみ」 - mujintou no yoru hamakkurayami
21 giugno 1981
26 Arco e frecce
「おにいちゃんは弓の名手?」 - oniichanha yumi no meishu ?
28 giugno 1981
27 Anniversario
「無人島の音楽会」 - mujintou no ongakukai
5 luglio 1981
28 Alla ricerca della china
「ジャックの病気」 - jakku no byouki
12 luglio 1981
29 Flo si è persa
「フローネ行方不明となる」 - furone yukuefumei tonaru
19 luglio 1981
30 Punizione severa
「きついお仕置き」 - kitsuio shioki
26 luglio 1981
31 Segreto
「わたしはのけもの?」 - watashihanokemono ?
2 agosto 1981
32 Il battello è pronto
「船ができた!」 - fune gadekita !
9 agosto 1981
33 Grandi piogge
「雨、雨、ふれふれ」 - ame , ame , furefure
23 agosto 1981
34 C’era una volta la grotta
「洞窟をさがせ!」 - doukutsu wosagase !
30 agosto 1981
35 Il segreto della grotta
「洞窟の秘密」 - doukutsu no himitsu
6 settembre 1981
36 Fantasma
「幽霊が出る!」 - yuurei ga deru !
13 settembre 1981
37 Naufraghi
「あらたな漂流者」 - aratana hyouryuusha
20 settembre 1981
38 Flo e Tomtom
「男の子と女の子」 - otokonoko to onnanoko
27 settembre 1981
39 Una convivenza difficile
「ひねくれ者モートン」 - hinekure mono moton
4 ottobre 1981
40 Flo e Tam Tam
「少年タムタム」 - shounen tamutamu
11 ottobre 1981
41 Il signor Morton se n’è andato
「行ってしまったモートンさん」 - itte shimatta moton san
18 ottobre 1981
42 Il terremoto
「恐ろしい地震」 - osoro shii jishin
25 ottobre 1981
43 Il ritorno del signor Morton
「戻ってきたモートンさん」 - modotte kita moton san
1º novembre 1981
44 Una nuova imbarcazione
「もう一度船を!」 - mou ichido fune wo !
8 novembre 1981
45 Il nostro asinello
「死なないでロバさん」 - shina naide roba san
15 novembre 1981
46 Vietato l’ingresso agli animali
「ヤギをすてないで」 - yagi wosutenaide
29 novembre 1981
47 Il signor Morton ci ripensa
「続ヤギをすてないで」 - zoku yagi wosutenaide
6 dicembre 1981
48 Addio isola deserta
「さようなら無人島」 - sayounara mujintou
13 dicembre 1981
49 Terra in vista
「陸が見える!」 - riku ga mie ru !
20 dicembre 1981
50 Arrivederci!
「また会う日まで」 - mata au nichi made
27 dicembre 1981

Passaggi sulla TV italiana in chiaro[modifica | modifica sorgente]

  • 1982: Rete Quattro (orario serale)
  • 1985: Italia Uno (orario mattutino)
  • 1994: Canale Cinque (orario pomeridiano)
  • 1994: Italia Uno (orario mattutino)
  • 1996: Canale Cinque (orario pomeridiano)
  • 1996: Italia Uno (orario mattutino)
  • 2005: Italia Uno (orario mattutino)
  • 2009: Italia Uno (orario mattutino)
  • 2010: Boing (orario serale)
  • 2010: Hiro (orario mattutino)
  • 2012: Italia Uno (orario mattutino - interrotto dopo l'episodio 13)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Come ad esempio i romanzi della serie "Rural Walks" di qualche anno prima, della scrittrice Charlotte Turner Smith.
  2. ^ Helga Wagner nel telefilm è impersonata da una giovane Helen Hunt in una delle sue prime apparizioni.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]