Sui monti con Annette

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Sui monti con Annette
serie TV anime
Titolo orig. アルプス物語 わたしのアンネット
(Arupusu Monogatari Watashi no Annetto)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Patricia Saint John (romanzo Tesori tra la neve)
Regia
Disegni Taizaburou Abe (scenografia)
Sceneggiatura Kenji Yoshida
Character design
Studio Nippon Animation
Musiche Ryouhei Hirose
Rete Fuji TV
1ª TV 9 gennaio 1983 – 25 dicembre 1983
Episodi 48 (completa)
Durata ep. 24 min
Reti it. Italia 1, Italia Teen Television, Boing, Hiro
1ª TV it. febbraio 1985
Episodi it. 48 (completa)
Durata ep. it. 24 min
Studio dopp. it. MOPS Film
Direzione dopp. it. Willy Moser
Target shōjo, shōnen
Generi meisaku, drammatico

Sui monti con Annette (アルプス物語 わたしのアンネット Arupusu Monogatari Watashi no Annetto?) è una serie animata giapponese in 48 episodi prodotta dalla Nippon Animation, che fa parte del World Masterpiece Theater. È stata trasmessa in Giappone nel 1983 sul network Fuji TV e in Italia su Italia 1 nel 1985.

La serie è basata sul libro per ragazzi Tesori tra la neve (Treasures of the snow) di Patricia Saint John[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

Annette Barniel è una bambina di 7 anni, che vive con il padre Pierre e la madre Francine in Svizzera a Rossinière, un tranquillo paesino di montagna. La famiglia ha rapporti molto stretti con quella del piccolo Lucien, amico fraterno di Annette, che abita con la madre e Marie, la sorella sedicenne. Annette vive un'infanzia spensierata, fino a che, la vigilia di Natale, sua madre Francine muore dando alla luce il fratellino Dany. Tra Annette e il piccolo si svilupperà un rapporto intenso, da madre a figlio. Lei da questo momento in poi sostituirà la madre nei lavori di casa e alleverà con profondo affetto il bambino.

Il padre si rende però presto conto che la situazione per una bambina così piccola si sta facendo insostenibile (Annette non si lamenta mai, ma è costretta perfino a lasciare la scuola per prendersi cura del neonato), quindi scrive alla sua vecchia zia Claude per invitarla a vivere con loro. L'anziana signora si inserirà perfettamente nella famiglia e diventerà per Annette una seconda madre.

Cinque anni dopo[modifica | modifica wikitesto]

Annette ha 12 anni e ha sviluppato un carattere dolce, ma anche molto deciso. Per la sua dolcezza è benvoluta da tutti e per la sua intransigenza e determinatezza è rispettata perfino dai bulletti della scuola, che preferiscono girare al largo piuttosto che farla arrabbiare. È sempre la premurosa piccola mamma del suo fratellino, che ormai ha 5 anni, e Lucien continua ad essere il suo grande amico di sempre.

Proprio perché il rapporto tra l'ostinata Annette e il tenero Lucien è così profondo, che è anche assai travagliato. Sono frequentissimi i litigi e le baruffe tra i due, che si risolvono sempre dopo qualche giorno con una rappacificazione che rende la loro amicizia sempre più forte.

Ed è proprio a causa di un piccolo litigio che avviene il dramma. Il Natale precedente infatti la famiglia di Annette si è "allargata" per l'arrivo di un cucciolo di ermellino che Dany aveva chiamato Klaus e che era diventato il suo più inseparabile amico. Ora siamo alla vigilia del compleanno di Annette e Lucien ha intagliato nel legno un piccolo animale come regalo, con la speranza di fare come al solito pace con l'amica: qualche giorno prima, infatti, il ragazzo aveva ferito Klaus, che gli aveva rotto una statuetta di legno e ciò aveva causato la lite con Annette. Ma il piccolo Dany, molto innocentemente, gli confida che Annette è ancora molto arrabbiata e non ha intenzione di invitarlo alla sua festa. Lucien ci rimane molto male per questa rivelazione e si sfoga con Dany, iniziando a litigare anche con lui. Nella baruffa che ne segue, Lucien cerca di strappare di mano a Dany il regalo per Annette per farselo restituire; Klaus per difendere Dany assale Lucien mordendolo, questi, per ritorsione, lo prende minacciando Dany di buttarlo da un dirupo se non chiederà scusa, Klaus gli morde la mano e precipita, ma Dany, nel tentativo di riprenderlo, cadrà dal dirupo, scomparendo alla vista di Lucien.

Il ragazzo è investito da una tragedia più grande di lui. Sa di avere fatto qualcosa di terribile, crede di aver ucciso Dany, distruggendo la vita di tutti coloro che gli vogliono bene. Vorrebbe tornare indietro ma sa che è impossibile: ciò che ha fatto non avrà mai redenzione. Fortunatamente Dany non è morto, viene trovato svenuto in fondo al dirupo e recuperato dal padre, ma la diagnosi è comunque impietosa: il piccolo nella caduta si è fratturato malamente una gamba e dovrà camminare per tutta la vita con le stampelle.

Ora Lucien è reietto: viene additato dai paesani come colui che ha rovinato per sempre la vita al piccolo Dany e si rinchiude sempre più in se stesso, rifiutando la compagnia di tutti. Solo poche persone gli rimangono vicino: la madre, la sorella e il padre di Annette, che in fondo gli vuole bene come ad un figlio e capisce che non è giusto che quel povero ragazzo debba sopportare una colpa così terribile. Ma Annette no, lei non perdona. L'amicizia fraterna con Lucien che aveva colorato la sua infanzia, si trasforma di colpo in freddo odio. Nonostante il padre tenti di farla ragionare, lei sa che per colpa di Lucien il suo piccolo Dany resterà per sempre invalido e che per questo non potrà mai perdonarlo.

Lucien è prostrato dalla situazione (arriverà perfino a pensare al suicidio) e tenterà in tutti i modi di riallacciare i rapporti almeno con Dany, visto che con Annette tutto ormai è compromesso. Incontro fondamentale sarà a questo punto quello con il vecchio eremita Peguin, abile intagliatore di legno che vive in una capanna nella foresta isolato da tutti, che di fatto gli farà da padre e gli insegnerà tutto ciò che sa per quanto riguarda le sculture in legno. Lucien diventa molto bravo ad intagliare figure e passa settimane a costruire una piccola ma perfetta Arca di Noè con tutti gli animali, per poterla regalare a Dany in segno di amicizia. Ma quando il ragazzo porta il bellissimo regalo a Dany, Annette lo scaccerà e distruggerà l'Arca che aveva costruito con tanto amore. Lui non avrebbe mai più dovuto avvicinarsi al fratellino: non sarebbe bastato un regalo per restituire la gamba a Dany.

Annette e Dany

L'estate è passata e a scuola viene bandito un concorso: il manufatto più bello tra quelli creati dai ragazzi avrebbe vinto un premio. Tutti i bambini della scuola partecipano con passione, ma si rendono presto conto che sarà Annette a vincere: sta confezionando un bellissimo maglione per il suo fratellino, un maglione da primo premio. Anche Lucien vuole partecipare intagliando un meraviglioso cavallo rampante: anche lui vuole regalarlo a Dany e spera di vincere il primo premio per rendere il regalo ancora più prezioso.

Siamo alla vigilia della gara ed Annette si trova a passare vicino alla casa di Lucien. Vede il cavallino di legno su un tavolo sotto la veranda, lasciato ad asciugare dopo la verniciatura, e capisce che è un oggetto meraviglioso e il suo maglione, per quanto ben fatto, non avrà nessuna speranza di vincere. E a questo punto fa una cosa terribile: non vista, e spinta dal rancore che provava nei confronti di Lucien per quello che era successo a Dany, scaglia a terra il cavallo, distruggendolo.

Lucien ritrova la sua creazione irrimediabilmente rovinata e rimane sconvolto, ma la più sconvolta è proprio Annette che ripensa con orrore al suo gesto. Si rende improvvisamente conto che dentro di lei vive una Annette collerica e cattiva e questa improvvisa rivelazione amplifica il terribile rimorso che prova.

Visto che Lucien non può partecipare alla gara, Annette vincerà il primo premio con il suo maglioncino: tutti si congratulano, ma lei non riesce a guardare in faccia l'ex amico per la vergogna. Lucien aveva sì fatto qualcosa di terribile, ma in fondo non aveva intenzione di fare del male al fratello. Lei invece aveva fatto deliberatamente un gesto malvagio e cattivo, con il solo scopo di ferire un'altra persona. Anche Lucien in cuor suo sa che la colpevole della distruzione del suo cavallo è Annette, ma non osa dirlo a nessuno: si rende conto che se la cosa venisse risaputa, lui non avrebbe mai più avuto la possibilità di rappacificarsi con quella che continua ad essere, nonostante tutto, la sua più grande amica.

Questo avvenimento comunque farà sì che molto lentamente Annette e Lucien si riavvicinino. Alla fine Annette, distrutta dal rimorso e dalla vergogna, confesserà la sua colpa a Lucien e dal momento che lui in fondo l'aveva subito perdonata, il rapporto di amicizia si riannoderà. Ma qualcosa si è ormai rotto definitivamente, l'amicizia non è più quella spensierata di un tempo. Un cavallo di legno lo si può intagliare di nuovo, ma il piccolo Dany continua a camminare con le stampelle e lo farà per tutta la vita: questo lo sa Annette e lo sa Lucien, anche se evitano accuratamente di entrare nell'argomento.

Una sera Marie, la sorella di Lucien, che lavora nella lontana città di Montreux come cameriera, racconta che ha scoperto che nell'albergo in cui presta servizio è ospite un famoso ortopedico, che sembra faccia miracoli con le sue tecniche operatorie innovative. Il medico è in partenza la mattina seguente per Losanna, quindi ormai è troppo tardi per contattarlo: vista l'ora tarda, non ci sono più mezzi per raggiungere la lontana città. E qui Lucien si rende conto che forse questa volta la vita gli sta offrendo un'altra possibilità per redimersi. Non visto esce di casa nella notte, e nonostante la bufera di neve che si scatena, s'incamminerà tra i passi delle montagne in una disperata corsa sotto la neve per raggiungere Montreux prima dell'alba.

Lucien arriva in città, dopo ore di cammino, sfinito e semiassiderato e riesce appena in tempo a contattare il famoso medico e a interessarlo del caso del piccolo Dany. Il piccolo verrà operato e dopo alcuni mesi di convalescenza potrà camminare di nuovo senza stampelle. Finalmente tra Annette e Lucien non c'è più nessuna zona oscura, e i due ragazzi riprenderanno fino in fondo il loro grande rapporto di amicizia.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Annette Bermel
È una ragazzina che ha perduto la madre quando aveva 7 anni. Ora ha 12 anni e ha sviluppato un carattere simpatico ma nel contempo molto risoluto: è benvoluta da tutti al villaggio, ma in fondo è un po' temuta dai compagni di scuola che evitano di farla inquietare. Si è presa cura come una madre del fratellino Dany e questo affetto molto profondo la porterà ad azioni estreme contro l'amico fraterno Lucien, reo di avere reso invalido il piccolo. Quando Annette si renderà conto della malvagità che si annida nel profondo del suo animo, proverà un terribile rimorso associato a una grande vergogna e solo confessando tutto questo a Lucien troverà finalmente pace.
Dany Bermel
Sua madre è morta nel metterlo alla luce e da quel giorno Annette si è presa cura di lui. Ha per compagno di giochi un piccolo ermellino e dopo essere precipitato in un dirupo a causa di un litigio con Lucien, è costretto a camminare con le stampelle. Questa sarà la causa scatenante dell'odio profondo che la sorella nutrirà di lì in poi verso Lucien, che caratterizzerà il seguito della storia.
Pierre Bermel
Padre di Annette e di Dany, è un agricoltore che in estate gestisce anche un piccolo caseificio. Considera Lucien, che è rimasto senza padre, come un terzo figlio e rimane vicino a lui e alla sua famiglia anche dopo il terribile incidente di Dany. Tenta in tutti i modi di far ragionare la figlia Annette e di mitigare l'odio che lei prova verso Lucien, ma inutilmente.
Zia Claude
Zia di Pierre, va ad abitare con la famiglia Bermel dopo la morte della madre di Annette, per alleviare il carico di lavoro della bambina, che era costretta perfino a rinunciare alla scuola per prendersi cura del fratellino appena nato.
Lucien Morel
Amico fraterno di Annette fin dall'infanzia, al contrario dell'amica ha un carattere molto dolce e un po' introverso. È praticamente annientato dal terribile incidente di Dany che lui ha involontariamente provocato e la distruzione del profondo rapporto che aveva con Annette lo fa rinchiudere in se stesso e lo allontana dalla vita della comunità. Si rifugia nella scultura di statuette in legno e con l'aiuto del signor Peguin, riuscirà ad eccellere in quell'arte. Lucien riuscirà a riscattarsi alla fine della storia, quando riuscirà a contattare un famoso ortopedico che riuscirà ad operare con successo il piccolo Dany.
Peguin
È una persona anziana che vive come un eremita in una capanna nella foresta. Falsamente accusato in gioventù di aver rubato del danaro nella banca dove lavorava, dopo tanti anni di prigione non ha avuto più contatti con la sua famiglia e vede in Lucien un po' come il figlio che non ha potuto vedere crescere. Alla fine della storia il dott. Givette, il famoso ortopedico che opererà con successo il piccolo Dany, riconoscerà in lui suo padre.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

La serie animata è tratta dal romanzo per ragazzi Tesori tra la neve di Patricia Saint John, scritto nel 1950 quando l'autrice e la sua famiglia abitavano in un villaggio delle Alpi svizzere[2]. Come nel romanzo, anche l'anime pone l'accento sulla psicologia dei personaggi, sui loro sentimenti spesso contrastanti che possono produrre avvenimenti tragici ed ingiusti. Su tutti spicca Annette ed il suo amore assoluto, sofferto e materno verso il fratello Dany, mettendo in luce le profondità del suo animo e i suoi atteggiamenti sia dolci che malvagi che lei ha nonostante la sua giovane età[3].

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Sigla iniziale giapponese
"Annette no Aoi Sora" (アンネットの青い空?) è interpretata da Keiko Han.
Sigla finale giapponese
"Edelweiss no Shiroi Hana" (エーデルワイスの白い花?) è interpretata da Keiko Han.[4]
Sigla iniziale e finale italiana
"Là sui monti con Annette", musica e arrangiamento di Giordano Bruno Martelli, testo di Alessandra Valeri Manera, è interpretata da Cristina D'Avena.[5]
Sigla iniziale e finale spagnola
"Las montañas de Ana", musica e arrangiamento di Giordano Bruno Martelli, è interpretata da Soledad Pilar Santos.

Ascolti Tv[modifica | modifica wikitesto]

La serie ha goduto di numerose repliche, l'ultima (in chiaro, su Italia1) avvenuta nel 2009/2010. In rete è possibile trovare alcuni dati relativi agli ascolti di questo passaggio televisivo.

Data Telespettatori Share
26 novembre 2009 523.000 10,66%[6]
3 dicembre 2009 456.000 9,28%[7]
7 dicembre 2009 286.000 8,14%[8]
9 dicembre 2009 447.000 9,91%[9]
10 dicembre 2009 438.000 9,86%[10]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Il doppiaggio italiano è stato eseguito presso lo studio Mops Film sotto la direzione di Willy Moser.

Personaggi Voce giapponese Voce italiana
Annette Bermel Keiko Han Rossella Acerbo
Dany Bermel Miyuki Muroi Rita Baldini
Zia Claude Bermel Franca Dominici
Francine Bermel Eiko Masuyama Cristina Grado
Pierre Bermel Kobayashi Osamu Sergio Antonica
Lucien Morel Eiko Yamada Julian Olivieri Orioles
Sig.ra Morel Tomie Kataoka Michetta Farinelli
Marie Morel Rihoko Yoshida Susanna Fassetta
Peguin Iwao Kinshirou Gino Donato
Cristine Harumi Iizuka Barbara De Bortoli
Pierre Osamu Kobayashi Andrea Lala
Nicholas Kan Tokumaru Guido De Salvi
Elizabeth Yōko Asagami Daniela Caroli
Jean Kazuyo Aoki Corrado Conforti
Jack Rosalinda Galli
Front Massimiliano Manfredi
Dott. Givette Luigi La Monica
Sig.ra Givette Cristina Grado
Dottore di Losanna Diego Michelotti
Voce narrante Yukiko Riba Mariù Safier

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji - Traduzione letterale
In onda
Giappone
1 I ragazzi delle Alpi
「アンネットとルシエン」 - annetto to rushien  –  Annette e Lucienne
9 gennaio 1983
2 La Gara di slitta
「ソリ競争の日に」 - sori kyousou no nichi ni  –  Nel giorno della gara di slitta
16 gennaio 1983
3 Un fratellino in arrivo
「愛と悲しみと」 - ai to kanashimi to  –  Amore e tristezza
23 gennaio 1983
4 Nuove responsabilità
「おかあさんになったアンネット」 - okaasanninatta annetto  –  Annette che è diventata mamma
30 gennaio 1983
5 Un ospite importante
「あたらしい家族」 - atarashii kazoku  –  Una nuova famiglia
6 febbraio 1983
6 Al pascolo
「牧場にて」 - bokujou nite  –  Al pascolo
13 febbraio 1983
7 Facciamo il formaggio
「チーズを作ろう」 - chizu wo tsukuro u  –  Facciamo il formaggio
20 febbraio 1983
8 Festa d'Autunno
「秋まつりの日に」 - aki matsurino nichi ni  –  Nel giorno della festa d'autunno
27 febbraio 1983
9 L'arrivo del treno
「村に汽車がやって来た」 - mura ni kisha gayatte kita  –  Al villaggio è arrivato il treno a vapore
6 marzo 1983
10 Un viaggio avventuroso
「ふたりの冒険旅行」 - futarino boukenryokou  –  Il viaggio avventuroso dei due
13 marzo 1983
11 Il regalo di Natale
「クリスマスの贈り物」 - kurisumasu no okurimono  –  Il regalo di Natale
20 marzo 1983
12 Accadde nella foresta
「白い森のできごと」 - shiroi mori nodekigoto  –  L'incidente alla foresta imbiancata
27 marzo 1983
13 Un problema di cuore
「すれ違うこころ」 - sure chigau kokoro
3 aprile 1983
14 Un avvenimento terribile
「おそろしい出来事」 - osoroshii dekigoto
10 aprile 1983
15 Sul fondo del precipizio
「ダニーを助けて!」 - dani wo tasuke te !
17 aprile 1983
16 Dany in Ospedale
「病院」 - byouin
24 aprile 1983
17 Il vecchio della foresta
「森の老人」 - mori no roujin
1º maggio 1983
18 Le stampelle di Dany
「ダニーの松葉杖」 - dani no matsubadue
8 maggio 1983
19 Una diagnosi inattesa
「思いがけない診断」 - omoi gakenai shindan
15 maggio 1983
20 L'Arca di Noè
「ノアの方舟」 - noa no hakobune
22 maggio 1983
21 Il peso del peccato
「罪の重さ」 - tsumi no omosa
29 maggio 1983
22 Un tesoro scomparso
「ダニーの宝物」 - dani no takaramono
5 giugno 1983
23 Una penosa bugia
「悲しい嘘」 - kanashi i uso
12 giugno 1983
24 Le lacrime di Annette
「アンネットの涙」 - annetto no namida
19 giugno 1983
25 Un indimenticabile pascolo
「おもいでの牧場」 - omoideno bokujou
26 giugno 1983
26 Pic-nic al lago
「遠い雲 遠い日々」 - tooi kumo tooi hibi
3 luglio 1983
27 La scalata della montagna
「ニコラス先生の教え子たち」 - nikorasu sensei no oshiego tachi
17 luglio 1983
28 La mostra scolastica
「展覧会にむけて」 - tenrankai nimukete
31 luglio 1983
29 Il sogno infranto
「こわされた夢」 - kowasareta yume
7 agosto 1983
30 Le lacrime del rimorso
「後悔の涙」 - koukai no namida
14 agosto 1983
31 La scomparsa di Lucien
「峠へつづく道」 - touge hetsuduku michi
21 agosto 1983
32 Inutili ricerche
「伝えたい真実」 - tsutae tai shinjitsu
28 agosto 1983
33 Una coraggiosa confessione
「勇気ある告白」 - yuuki aru kokuhaku
11 settembre 1983
34 Addio Franz
「さようならフランツ」 - sayounara furantsu
18 settembre 1983
35 Di nuovo amici
「心の扉をひらいて」 - kokoro no tobira wohiraite
25 settembre 1983
36 Tempesta di neve
「よみがえった友情」 - yomigaetta yuujou
2 ottobre 1983
37 Libro in due
「二人のたからもの」 - futari notakaramono
9 ottobre 1983
38 Una prova di coraggio
「ルシエンの誓い」 - rushien no chikai
16 ottobre 1983
39 A tutti i costi
「吹雪の峠をこえて」 - fubuki no touge wokoete
23 ottobre 1983
40 In nome dell'Amicizia
「立ち上がれ ルシエン」 - tachiaga re rushien
30 ottobre 1983
41 Una speranza per Dany
「ダニーを診てくれますか」 - dani wo mite kuremasuka
6 novembre 1983
42 Il segreto di Pegin
「ペギンじいさんの秘密」 - pegin jiisanno himitsu
13 novembre 1983
43 Nella grande città
「希望の町 ローザンヌ」 - kibou no machi rozannu
20 novembre 1983
44 La nuova famiglia
「ギベット家のひとびと」 - gibetto ie nohitobito
27 novembre 1983
45 Il giorno dell'operazione
「手術の日」 - shujutsu no nichi
4 dicembre 1983
46 Un incontro inaspettato
「再会」 - saikai
11 dicembre 1983
47 Ritorno a casa
「輝く光の中で」 - kagayaku hikari no naka de
18 dicembre 1983
48 Verso una nuova vita
「友情よ 永遠に」 - yuujou yo eien ni
25 dicembre 1983

Edizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

La serie TV è stata seguita in numerosi paesi ed ha avuto edizioni in diverse lingue:[4]

  • Arabo: قصة حنان
  • Arabo: چیرۆکه‌کانی سۆزی
  • Farsi: بچه های کوه آلپ
  • Francese: Dans les Alpes avec Annette
  • Giapponese: アルプス物語 わたしのアンネット
  • Italiano: Sui monti con Annette
  • Polacco: Anette
  • Spagnolo: Las montañas de Ana
  • Tedesco: Die Kinder vom Berghof

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tesori tra la neve, Centro Biblico
  2. ^ http://patriciastjohn.org.uk/text/her-life.htm
  3. ^ Helga Corpino, Sui monti con Annette, www.cartonionline.com. URL consultato il 9 gennaio 2010.
  4. ^ a b Scheda di Sui monti con Annette su Anime News Network
  5. ^ Scheda di Là sui monti con Annette su Tana delle sigle
  6. ^ Ascolti TV di giovedi 26 novembre 2009
  7. ^ Ascolti TV di giovedi 3 dicembre 2009
  8. ^ Ascolti TV di lunedì 7 dicembre 2009
  9. ^ Ascolti TV di mercoledì 9 dicembre 2009
  10. ^ Ascolti TV di giovedi 10 dicembre 2009

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]