Diocesi di Jesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Jesi
Dioecesis Aesina
Chiesa latina
Jesi-SanSettimio.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Ancona-Osimo
Regione ecclesiastica Marche
  Diocesi di Jesi.svg
Vescovo Gerardo Rocconi
Vicario generale Giuseppe Quagliani
Sacerdoti 57 di cui 38 secolari e 19 regolari
1.292 battezzati per sacerdote
Religiosi 32 uomini, 39 donne
Diaconi 8 permanenti
Abitanti 76.000
Battezzati 73.650 (96,9% del totale)
Superficie 315 km² in Italia
Parrocchie 41
Erezione VI secolo
Rito romano
Cattedrale San Settimio
Santi patroni San Settimio
Indirizzo Piazza Federico II 6, 60035 Jesi (Ancona), Italia
Sito web www.jesi.chiesacattolica.it
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Italia

La diocesi di Jesi (in latino: Dioecesis Aesina) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Ancona-Osimo appartenente alla regione ecclesiastica Marche. Nel 2006 contava 73.650 battezzati su 76.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Gerardo Rocconi.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

La diocesi comprende 13 comuni della provincia di Ancona: Castelbellino, Castelplanio, Cupramontana, Jesi, Maiolati Spontini, Monsano, Monte Roberto, Montecarotto, Poggio San Marcello, Rosora, San Marcello, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova. Confina a nord con le diocesi di Senigallia, a sud-est con quella di Ancona e a sud-ovest con quella di Camerino.

Sede vescovile è la città di Jesi, dove si trova la basilica cattedrale di San Settimio.

Il territorio è suddiviso in 41 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La tradizione attribuisce la fondazione della Chiesa di Jesi a San Settimio, che sarebbe stato consacrato vescovo da papa Marcello I e sarebbe stato inviato a predicare il Vangelo in questa città, dove avrebbe subito il martirio il 5 settembre 307. Il primo vescovo storicamente accertato è Onesto, presente ad un sinodo romano del 680; tuttavia la presenza cristiana è precedente a quest'epoca ed attestata da reperti archeologici risalenti al VI e VII secolo.[1]

Poche sono le notizie riguardanti la diocesi nel primo millennio cristiano e così pure i nomi dei vescovi locali. La presenza cristiana tuttavia è attestata da testimonianze artistiche ed archeologiche e dalla presenza delle abbazie benedettine.

L'attuale cattedrale venne eretta nel periodo svevo, epoca di particolare fioritura per l'economia jesina, e venne consacrata nel 1208 dai vescovi di Ancona, Osimo, Numana e Fano. L'edificio venne completato a opera di Giorgio da Como nel 1238. La nuova cattedrale venne eretta nel Settecento.

Rimase immediatamente soggetta alla Santa Sede fino al 15 agosto 1972, quando la sede arcivescovile di Ancona venne elevata alla dignità metropolitica e quella di Jesi venne resa sua suffraganea.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La diocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 76.000 persone contava 73.650 battezzati, corrispondenti al 96,9% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 73.000 74.000 98,6 102 68 34 715 42 101 27
1970  ? 73.000  ? 89 60 29  ? 41 106 38
1980 75.000 75.560 99,3 85 57 28 882 35 139 40
1990 75.000 76.000 98,7 82 53 29 914 33 98 41
1999 75.438 76.000 99,3 63 40 23 1.197 7 48 79 41
2000 75.476 76.000 99,3 61 39 22 1.237 7 38 70 38
2001 74.993 76.000 98,7 62 40 22 1.209 7 30 62 41
2002 75.200 76.000 98,9 59 39 20 1.274 7 28 65 41
2003 75.100 76.000 98,8 60 40 20 1.251 6 26 64 41
2004 74.240 76.000 97,7 57 38 19 1.302 8 30 45 41
2006 73.650 76.000 96,9 57 38 19 1.292 8 32 39 41

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Cfr. sito web della diocesi esina.
  2. ^ Secondo Lanzoni, non fu vescovo aesinus, ma episcopus aecanus in Puglia.
  3. ^ Secondo Eubel questo vescovo potrebbe essere lo stesso Bernardo nominato nel 1373.
  4. ^ Durante la vacanza della sede, fu nominato amministratore apostolico Carlo Maccari, arcivescovo di Ancona.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi