Calesio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Calesio è un personaggio dell'Iliade, scudiero e auriga di Assilo (un alleato di Priamo proveniente da Arisbe). Fu ucciso col suo signore da Diomede.

 " E Diomede potente nel grido uccise Assilo,
figlio di Teutra, che viveva in Arisbe, la ben costruita,
ricco di beni; ed era amico degli uomini,
tutti ospitava, casa abitando lungo la via.
Nessuno di quelli, però, la triste morte gli tenne lontana,
parandosi innanzi a lui; rapì a entrambi la vita
a lui e al servo, Calesio, che allor dei cavalli
era guida ed auriga; essi scesero insieme sotto la terra. "

(Omero, Iliade, traduzione di Rosa Calzecchi Onesti)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Omero, Iliade, libro VI, vv 12-19.

Traduzione delle fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Rosa Calzecchi Onesti, Omero. Iliade, seconda edizione, Torino, Einaudi, 1990.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]