Antonio Damasio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
António Rosa Damásio

António Rosa Damásio (Lisbona, 25 febbraio 1944) è un neurologo, neuroscienziato, psicologo e saggista portoghese.

Ha compiuto importanti studi sulle basi neuronali della cognizione e del comportamento.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

António Rosa Damásio ha compiuto gli studi di medicina all'Università di Lisbona in Portogallo.

Tra il 1987 e il 2005 è stato direttore del dipartimento di neurologia dell'University of Iowa Hospitals and Clinics.

Dal 2005 è direttore del Brain and Creativity Institute della University of Southern California dove è professore di neurologia, neuroscienze e psicologia.

António Damásio è inoltre professore al Salk Institute for Biological Studies di La Jolla, in California.

Scoperte[modifica | modifica sorgente]

Tra le sue più importanti scoperte vanno menzionate:

  • l'identificazione delle attività e dei percorsi corticali e sotto-corticali nel riconoscimento di volti e oggetti;[1]
  • l'identificazione delle aree neuronali implicate nei processi emotivi;
  • la dimostrazione che le emozioni sono implicate nel prendere decisioni;
  • l'identificazione delle regioni limbiche e del tronco cerebrale come possibili aree cerebrali aventi un ruolo nell'Alzheimer

Ragione ed emozione[modifica | modifica sorgente]

Il neuroscienziato portoghese, nel saggio del 1995 "L'errore di Cartesio", ribalta la tradizione culturale che ha sempre svalutato le emozioni perché perturberebbero la serenità della ragione e dimostra come, al contrario, esse siano alla base del buon funzionamento della mente: se l'uomo perde la capacità emozionale non è in grado di essere ragionevole. Negando la concezione cartesiana del dualismo mente-corpo, due elementi necessariamente scindibili, egli mette in evidenza l'azione reciproca del corpo e del cervello, che costituiscono un organismo unico e indissociabile. Pertanto la ragione non potrebbe funzionare correttamente senza le emozioni, ovvero senza lo stretto collegamento con il corpo, che offre costantemente la materia di base con cui il cervello costruisce le immagini da cui origina il pensiero. In questo modo Damasio restituisce dignità alle emozioni che considera dimensioni cognitive.

Per affermare la nuova teoria dell'interconnessione tra il mondo emotivo e la razionalità, egli si è opposto alla tradizione scientifica che confina le emozioni nei centri sottocorticali più antichi e meno evoluti e ne trascura quindi il nesso con il pensiero.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Damásio.A.R. The Somatic marker hypothesis and the possible functions of the prefrontal cortex, 1996

Opere[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Premio Principe delle Asturie per la ricerca scientifica e tecnica (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Premio Principe delle Asturie per la ricerca scientifica e tecnica (Spagna)
— 2005

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 79104198 LCCN: n88090795