Diana Gabaldon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diana Gabaldon che autografa libri nel 2007

Diana Gabaldon (Flagstaff, 11 gennaio 1952) è una scrittrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Diana J. Gabaldon è nata l'11 gennaio 1952, in Arizona (USA). Suo padre, Tony Gabaldon (1931-1998), era un senatore dello Stato dell'Arizona originario di Flagstaff. La famiglia di sua madre era invece originaria dello Yorkshire (Inghilterra). La Gabaldon è cresciuta a Flagstaff, in Arizona.
Ha conseguito una laurea in Zoologia alla Northern Arizona University nel 1973, un master in Biologia Marina presso l'Università della California di San Diego, presso lo Scripps Institution of Oceanography, nel 1975, e un Ph.D. in Ecologia ancora alla Northern Arizona University nel 1978. Dalla stessa università, ha ricevuto inoltre una laurea honoris causa in Scienze Umanistiche nel 2007. Assistente professoressa a tempo pieno presso il Centro per gli studi ambientali dell'Università statale dell'Arizona nel 1980, si è dedicata alla ricerca, è stata un'esperta di analisi numerica e di database, e ha tenuto corsi universitari di anatomia e altre materie. È stata fondatrice della rivista scientifica Science Quarterly Software.
Nella metà degli anni '80, la Gabaldon ha scritto articoli e recensioni per riviste informatiche a livello nazionale, come Byte, PC Magazine e InfoWorld. Attualmente vive a Scottsdale con il marito, Doug Watkins. La coppia ha tre figli adulti: Laura, Samuel e Jennifer.
Dopo la pubblicazione del suo primo libro, si è dimessa dalla sua posizione all'Arizona State University per diventare scrittrice fantasy a tempo pieno.
Diana Gabaldon è l'autrice del romanzo Outlander, numero 1 nella classifica dei best seller del The New York Times.[1]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Nel marzo 1988, la Gabaldon decise di "scrivere un romanzo per fare pratica, al fine di imparare". Al momento, non ha intenzione di condividere questo romanzo con qualcuno o cercare di farlo pubblicare.
"Cercando un tempo e un luogo interessanti" per il suo primo romanzo, The Outlander, le capitò di assistere alla replica di un vecchio episodio di Doctor Who intitolato War Games. Un personaggio della compagnia del Dottore era uno scozzese del 1745, un giovane di circa 17 anni di nome Jamie MacCrimmon, che le ha fornito l'ispirazione per il suo protagonista maschile, James Fraser, e per l'impostazione del romanzo a metà del XVIII Secolo. La Gabaldon decise di creare "una donna inglese per contrastare tutti quei kilt scozzesi", ma il suo personaggio femminile "è subentrato nella storia e ha cominciato a raccontare in prima persona, esprimendo moderni commenti strafottenti su tutto." Per spiegare il comportamento e gli atteggiamenti emancipati del personaggio, l'autrice scelse di farla viaggiare nel tempo. Più tardi, nel 1988, la Gabaldon scrisse un breve estratto del suo romanzo sul CompuServe Literary Forum, che la portò a fare la conoscenza dell'agente letterario Perry Knowlton, tramite lo scrittore John E. Stith. Knowlton si prese a carico la scrittrice sulla base di un'opera prima incompiuta, provvisoriamente intitolata Cross Stitch. Il primo contratto letterario prevedeva una trilogia: il primo romanzo più due seguiti non ancora iniziati.
Il titolo del primo libro venne cambiato in Outlander prima della pubblicazione negli Stati Uniti, ma rimase invariato in Gran Bretagna. Secondo la Gabaldon Cross Stitch[2], un gioco di parole su "un punto nel tempo", venne apprezzato dagli editori britannici; tuttavia, l'editore americano lo trovò "troppo richiamante il ricamo" e volle un titolo più "avventuroso". [1]

La saga[modifica | modifica sorgente]

La saga Outlander comprende attualmente sette romanzi pubblicati e un ottavo, Written in My Own Heart's Blood, in uscita sul mercato americano nel 2013. I romanzi, incentrati sui personaggi di Claire Randall e James Fraser, si svolgono tra Scozia, Inghilterra, Francia, Indie Occidentali e colonie americane.
La serie è stata pubblicata in 26 paesi e tradotta in 23 lingue, per un totale di nove milioni di copie stampate[1], e include un saggio, The Outlandish Companion, che fornisce informazioni dettagliate su impostazioni, scenario, personaggi, ricerca e scrittura dei romanzi. Diana Gabaldon ha anche scritto una graphic novel intitolata The Exile (situata all'interno dell'universo Outlander e caratterizzata dai suoi personaggi principali), ma raccontata dal punto di vista di Jamie Fraser e del suo padrino, Murtagh.
Dalla saga è stata tratta una serie spin-off incentrata su John Grey, un personaggio secondario della serie originale.[1]

Edizioni italiane[modifica | modifica sorgente]

La prima edizione di Outlander uscì in Italia con il titolo La straniera. Data la lunghezza del romanzo, venne poi ripubblicato suddiviso in due volumi: L'anello d'argento e Lo spirito della sorgente.
A Outlander hanno fatto seguito altri sette romanzi della saga, ognuno dei quali edito in Italia in due volumi separati. L'editore italiano è Corbaccio. Le edizioni economiche sono pubblicate da TEA.
Dal 2011 è uscito il primo romanzo della saga di John Grey, dal titolo Lord John e una questione personale[3].

Opere[modifica | modifica sorgente]

Serie La saga di Claire Randall[modifica | modifica sorgente]

In Italia la serie è edita dal 2003 da Corbaccio, che ha diviso i libri in due, anche se il primo volume è stato inizialmente pubblicato intero con il titolo La straniera e poi diviso. Il primo volume è stato edito per la prima volta in Italia da Sonzogno nel 1996, con numerosi tagli e il titolo Ovunque nel tempo.

  • L'anello d'argento / Lo spirito della sorgente (Outlander, 1991)
  • L'amuleto d'ambra / Il ritorno (Dragonfly in Amber, 1992)
  • Il cerchio di pietre / La collina delle fate (Voyager, 1994)
  • Tamburi d'autunno / Passione oltre il tempo (Drums of Autumn, 1997)
  • La croce di fuoco / Vessilli di guerra (The Fiery Cross, 2001)
  • Nevi infuocate / Cannoni per la libertà (A Breath of Snow and Ashes, 2005)
  • Destini incrociati / Il prezzo della vittoria (An Echo in the Bone, 2009)
  • Written in My Own Heart's Blood (2014)

Serie Lord John[modifica | modifica sorgente]

  • Lord John e una questione personale (Lord John and the Private Matter, 2003)
  • Lord John e i fantasmi del passato (Lord John and the Brotherhood of the Blade, 2007)
  • Lord John e una verità inaspettata (The Scottish Prisoner, 2012)

Della serie di Lord John sono stati pubblicati in America anche diversi racconti:

  • Lord John and the Succubus
  • Lord John and the Haunted Soldier
  • Lord John and the Hand of Devils (antologia di novelle)
  • The Custom of the Army
  • Lord John and the Plague of Zombies

Premi[modifica | modifica sorgente]

  • 1992: RITA Award assegnato da Romance Writers of America nella categoria Miglior Libro del 1991 per il romanzo The Outlander[4]
  • 2006: Quill Book Award per la categoria Romanzi Scientifici/Fantasy/Horror.

La saga La Straniera[modifica | modifica sorgente]

La straniera[modifica | modifica sorgente]

Il romanzo La straniera[5][6] (The Outlander) inizia nel 1945 in Scozia, dove Claire Beauchamp, ventisettenne ex infermiera militare, e Frank Randall, storico dell'Università di Oxford ed ex ufficiale dell'esercito inglese, stanno trascorrendo una seconda luna di miele dopo sei anni di separazione dovuti alla Seconda guerra mondiale.
Durante una passeggiata in solitaria nella campagna intorno a Inverness, Claire si ritrova sulla collina di Craigh na Dun, su cui sorge un antico cerchio di pietre druidico. Avvicinandosi a una delle pietre, Claire viene magicamente trasportata all'indietro nel tempo, fino a ritrovarsi sulla stessa collina, ma nell'anno 1743.
Frastornata e ancora inconsapevole del tempo in cui trova, Claire si imbatte in Jonathan Randall, spietato e meschino Capitano dell'esercito inglese e antenato di suo marito Frank, all'inseguimento di un gruppo di banditi scozzesi delle Highlands. Rapita da uno di questi banditi, che tramortisce Randall mentre cerca di usarle violenza, viene portata nel cottage dove tutto il gruppo si è rifugiato. Qui conosce il giovane James Fraser, detto Jamie, ferito a una spalla durante uno scontro con gli inglesi, e lo cura con le sue competenze mediche del XX Secolo. Spacciatasi per una vedova francese, gli scozzesi decidono di condurla al castello di Leoch, residenza del clan MacKenzie, in attesa di scoprire le sue relazioni con gli inglesi e di come sfruttarle.
Al castello, Claire partecipa alla vita del clan partecipando alle feste, assistendo alle udienze e, soprattutto, assumendo l'incarico di medico della comunità, fino a quando Dougal MacKenzie, fratello del capoclan Colum, per evitare di doverla consegnare agli inglesi decide di costringerla a sposare Jamie, suo nipote. Incapace di opporsi e decisa a trovare un modo di scappare e tornare al cerchio di pietre, e alla sua epoca, Claire accetta il matrimonio.
Tra un'avventura e l'altra nelle terre selvagge delle Highlands, in mezzo alle lotte tra clan rivali, le ribellioni al dominio della corona inglese e le antiche usanze a cui, da donna emancipata del XX Secolo, fatica a sottomettersi, Claire scopre di nutrire per Jamie un sentimento che trascende l'affetto.
Accusata di stregoneria, viene imprigionata e processata, ma Jamie giunge in sua difesa e la salva dal rogo. È a questo punto che Claire gli rivela la verità del suo viaggio nel tempo. Jamie, incredulo ma fiducioso, e innamorato, la riporta a Craigh na Dun. Claire si ritrova allora a dover scegliere tra due uomini e due vite diverse. E sceglie di restare con Jamie.
I due raggiungono Lallybroch, terra del clan Fraser, di cui Jamie è il capo, e continuano la loro vita coniugale assieme alla sorella di lui Jenny, a suo marito Ian e ai loro figli. Ma Jamie è ricercato dalla corona inglese per reati che vanno dal furto all'omicidio e, in uno sfortunato incontro con alcuni soldati, viene catturato e incarcerato nella prigione di Wentworth, in attesa della condanna a morte. Nel disperato tentativo di liberarlo, Claire si intrufola nella prigione, ma viene scoperta dal Capitano Randall. Jamie promette a Randall di sottostare alle sue torture in cambio della libertà di Claire, che viene rilasciata e raggiunge il clan MacKenzie appostato nelle vicinanze. Gli uomini del clan riescono a penetrare nella prigione, uccidere Randall, liberare Jamie e farlo fuggire con Claire sulla Manica, alla volta di un'abbazia francese, dove entrambi accettano il destino a loro riservato e scoprono i frutti del loro amore.

L'amuleto d'ambra[modifica | modifica sorgente]

Il romanzo L'amuleto d'ambra [7][8] ha inizio a Inverness, Scozia, nel 1968. Dopo vent'anni di silenzio durante i quali non ha raccontato a nessuno il suo segreto, Claire Randall bussa alla porta del giovane professore di storia di Oxford Roger McKenzie. È arrivata da Boston assieme alla figlia Brianna, dopo la morte del marito Frank, per affidargli un incarico: scoprire cosa successe nel 1745 alle famiglie degli uomini del clan Fraser che combatterono nella tragica battaglia di Culloden. Durante le ricerche, i tre visitano un antico cimitero scozzese e lì, troppo lontano dal campo di battaglia, Claire si imbatte nella lapide di Jamie. Si prepara allora ad affrontare la seconda motivazione di quel viaggio in Scozia: raccontare alla figlia la verità su suo padre. Non Frank Randall, come Brianna ha sempre creduto, ma Jamie Fraser.
Il racconto riprende da dove si era interrotto La Straniera. Claire ha scelto di restare nel passato con Jamie, consapevole che la morte di Randall ha spezzato la discendenza di Frank, il suo primo marito che quindi non vedrà mai la luce. Ma è incinta e con Jamie si ritrova a Parigi su invito di Charles Stuart, principe di Scozia, figlio di re Giacomo esiliato a Roma. Charles vuole riunire attorno a sé i sudditi giacobiti, fedeli alla causa del padre, per tornare in patria e dichiarare guerra a re Giorgio d'Inghilterra al fine di riconquistare il trono di Scozia. Claire però conosce la Storia e sa che tutto si concluderà con il massacro di Culloden e l'annientamento dei clan scozzesi. Lei e Jamie danno inizio quindi a un sottile gioco strategico, appoggiando all'apparenza la causa del Principe e tramando alle sue spalle per sabotarlo, affinché la guerra tra Scozia e Inghilterra possa non avere luogo.
Jamie prende a carico l'attività del cugino Jared, ricco mercante di vini, destreggiandosi tra il commercio e i rapporti con la nobiltà parigina. In questa sua nuova veste di rinomato borghese, viene introdotto alla corte di Versailles tramite Charles Stuart, che ha fatto di Jamie il suo rappresentante per ottenere finanziamenti e amicizie altolocate.
Nel frattempo Claire si offre come volontaria all'Hôpital des Anges, un ospedale per indigenti gestito da una comunità di suore e diretto da Madre Hildegarde.
In fuga da un paio di scagnozzi di un rivale nel commercio, Jamie si intrufola in un bordello dove conosce Fergus, bambino francese e abile ladro, e lo assolda con il compito di rubare la corrispondenza tra re Giacomo a Roma e i suoi rappresentanti a Parigi, per scoprirne le intenzioni e continuare il sabotaggio.
Tra intrighi di palazzo, sotterfugi, stupri e magia nera, Claire e Jamie si ritrovano coinvolti nell'amore clandestino tra la giovane nobildonna Mary Hawkins e Alex Randall, sacerdote fratello di Jonathan. È a casa dello zio di Mary che Claire e Jamie si imbattono, in un clamoroso colpo di scena, in Jonathan Randall, ancora vivo: non era suo il cadavere che gli uomini del clan MacKenzie lasciarono nei sotterranei della prigione di Wentworth[9].
Jamie sorprende Randall in un bordello mentre tenta di usare violenza al piccolo Fergus e, al ricordo delle torture subite da lui stesso, lo sfida a duello. Claire, venutolo a sapere, si precipita al Bois de Boulogne, luogo della sfida, con l'unico intento di impedire a Jamie di uccidere Randall e salvare così la discendenza di Frank. L'ansia e la paura le provocano un aborto. Ricoverata all'Hôpital des Anges, scopre che Jamie è stato imprigionato alla Bastiglia, colpevole di aver partecipato ad un duello illegale, con la sola attenuante di non aver ucciso il suo avversario.
Claire ottiene un'udienza con il re di Francia, a cui è costretta a concedere il suo corpo in cambio della libertà di Jamie. Rifugiatasi nella residenza di un'amica a Fontainebleu, viene raggiunta da Jamie su cui lei riversa la sua rabbia per il duello e la disperazione per l'aborto. Ma ancora una volta il loro amore supererà le difficoltà della Storia.

Il Ritorno[modifica | modifica sorgente]

[10][11] Fallito il piano per sabotare Charles, Claire e Jamie ritornano a Lallybroch con l'obiettivo di preparare la gente del posto alla carestia che seguirà la battaglia di Culloden, attraverso la coltivazione di patate e la costruzione di cantine in cui conservarle. Arriva però il proclama con cui re Giacomo rivendica il diritto al trono di Scozia, suggellato dalle firme di lealtà dei giacobiti, tra cui quella di Jamie contraffatta da Charles. Jamie si ritrova così suo malgrado a dover seguire Charles in battaglia: con quella firma falsa è diventato un traditore della corona inglese e pertanto condannato a morte. L'unica salvezza è la vittoria di Charles. Jamie raduna quindi gli uomini del suo clan abili alla guerra e parte con Claire alla volta di Prestonpans, luogo del primo scontro tra gli inglesi e i giacobiti.
Sulla strada per Prestonpans, il gruppo si imbatte in un giovanissimo soldato inglese, John Grey, che avendo colto l'accento di Claire e credendola prigioniera degli scozzesi tenta un agguato per liberarla. Jamie lo cattura e decide di stare al gioco e, minacciando di stuprare Claire, carpisce al ragazzino informazioni sullo schieramento dell'esercito inglese. Una volta svelato il tranello Jamie, riconosciuto il coraggio e la bontà d'animo di John Grey, lo rilascia. Questi si rende conto di avere contratto un debito d'onore: così come Jamie gli ha risparmiato la vita, anche John un giorno salverà quella dello scozzese... e poi potrà ucciderlo per vendicare l'umiliazione subita.
La battaglia di Prestonpans si conclude con la vittoria degli scozzesi, che lasciano comunque sul campo diverse vittime. Molte altre vengono risparmiate perché è Claire a occuparsi dei feriti, con le competenze che le derivano dalla sua esperienza di infermiera di guerra del XX Secolo.
Dopo l'entrata trionfante a Edimburgo, Charles si convince che Claire e Jamie possono essergli molto utili per reclutare nuovi seguaci, date le loro conoscenze e parentele. Una volta ottenuta la fedeltà del clan MacKenzie, Charles spedisce Jamie nelle terre dei parenti di suo padre per reclutare l'intero clan Fraser.
L'esercito giacobita marcia in piccoli gruppi alla volta di Stirling. Un manipolo di uomini, tra cui Jamie e Claire, viene accerchiato dagli inglesi e si rifugia in una chiesa sulle colline di Falkirk. Anche gli inglesi che li assediano cadono nell'errore di John Grey e risparmiano la vita ai giacobiti in cambio del rilascio di Claire, che viene condotta al cospetto dei colonnelli dell'esercito inglese. Proprio come ne La Straniera, Claire viene sospettata di essere una traditrice e una spia e tenuta prigioniera nella residenza del Duca di Sandringham per diversi giorni prima che Jamie riesca a liberarla.
Nel frattempo i giacobiti, in attesa di un finanziamento dal re di Francia mai arrivato, consumano le ultime energie e le ultime risorse e si rifugiano nei pressi di Culloden. Charles, nonostante i suoi uomini siano stremati e affamati, decide di sferrare l'attacco agli inglesi. Claire e Jamie sanno che la rovina è imminente e progettano di uccidere Charles; Dougal li sorprende nella conversazione e si avventa su di loro. Jamie non può fare altro che pugnalarlo a morte.
Prima che gli altri uomini scoprano il cadavere, fuggono alla volta di Craigh na Dun. Senza che lei glielo dicesse, Jamie ha capito che Claire è incinta. Traditore per gli inglesi e ora anche per gli scozzesi, la sua vita non può che finire con una condanna a morte; ciò che gli resta da fare è rimandare Claire nel suo tempo, salvando lei e il bambino, condurre gli uomini di Lallybroch sulla strada di casa e tornare a Culloden per morire in battaglia.
Sullo straziante addio che si consuma al cerchio di pietre termina il racconto di Claire alla figlia Brianna e a Roger. Brianna non sa se essere furiosa con sua madre per la verità tenutale nascosta o se considerarla pazza. Roger invece scopre di nutrire una cieca fiducia nel suo racconto. Studiando i testi storici scritti dal defunto Frank Randall, scova una breve nota sulla battaglia di Culloden riferita a "un uomo del clan Fraser" sfuggito alla carneficina. Jamie, tornato a Culloden per morire, non era riuscito nel suo intento.

Il Cerchio di Pietre[modifica | modifica sorgente]

Scozia 1945. Claire Randall, durante una seconda luna di miele in Scozia in compagnia del marito, vive un’avventura straordinaria: attraverso il magico cerchio di pietre di Craigh na Dun viene catapultata nelle Highlands del 1743. Qui conosce il giovane Jamie Fraser, un nobile giacobita, con cui vive un’intensa storia d’amore e un matrimonio turbolento ma felice. Nei tre anni successivi viene coinvolta in intrighi e pericoli dovuti all’eterna lotta fra i clan scozzesi e alla guerra fra Scozia e Inghilterra, che sfocia nello storico scontro nel Campo di Culloden. Claire, pur tentando di cambiare la sorte del suo giovane sposo, sa che quella battaglia sarà fatale per gli scozzesi e, in attesa di un bambino, si fa convincere da Jamie a fare ritorno nella sua epoca. Stati Uniti 1968. Sono trascorsi vent’anni; Claire nel frattempo ha avuto una figlia, Brianna, alla quale non ha mai svelato il suo segreto. Ma, tornata in Scozia, decide di rivelarle tutto: per quanto inverosimile, Brianna finisce con il credere al suo racconto e, con l’aiuto dello storico Roger Wakefield, ricostruisce gli ultimi anni di vita di Jamie Fraser. Fino a scoprire che il suo nome non compare nell’elenco dei caduti nella battaglia di Culloden. Da quel momento Claire, vive una lacerante guerra interiore, divisa com’è fra il desiderio di rivedere l’uomo che ancora sogna e ama e l’impossibilità di abbandonare Brianna. Ma sarà proprio la figlia a convincerla a «partire». E, insieme a qualche utile oggetto del presente e le foto di sua figlia, Claire porta con sé anche molti dubbi: Jamie l’ama ancora? O si è risposato? E che cosa avrà detto ai famigliari sulla sua scomparsa? In un lampo, Claire ritorna nelle Highlands del 1766...

La collina delle fate[modifica | modifica sorgente]

Questo libro è la seconda parte di Voyager. Anche questa volta la Corbaccio ha diviso il volume in due libri.

La collina è chiamata Craigh na Dun, la collina delle fate, e gli abitanti della zona dicono che è un posto magico. Claire Randall ha scoperto perché. Il suo terzo viaggio nel tempo - dal 1968 al 1766 - le ha permesso di ritrovare e riabbracciare il suo amato Jamie. Altre avventure li attendono: questa volta diretti verso le Indie occidentali e le colonie americane, devono affrontare il rapimento del nipote di Jamie, i pirati, una strega e sopravvivere a sciabole e a una tempesta tropicale.

Tamburi d'autunno[modifica | modifica sorgente]

L’avventura di Claire Randal, l’eroina che ha abbandonato il presente per raggiungere nel passato l’uomo che ama, non si è ancora conclusa. Dopo La straniera, L’amuleto d’ambra, Il ritorno, Il cerchio di pietre e La collina delle fate, la scrittrice Diana Gabaldon racconta un altro appassionante capitolo alla storia d’amore e avventura che ha stregato milioni di lettori in tutto il mondo. La saga di Diana Gabaldon ha inizio in Scozia dopo la seconda guerra mondiale: qui un magico cerchio di pietre ha il potere di trasportare chi lo varca nel passato. Claire Randall, infermiera inglese in viaggio con il marito, scopre il suo segreto e si trova catapultata nel diciottesimo secolo, nel pieno delle rivolte giacobite contro l’Inghilterra. In una terra a lei sconosciuta, sconvolta da rivolte e piena di pericoli, conosce il nobile scozzese Jamie Fraser e se ne innamora follemente. A questo punto il suo destino è irrimediabilmente segnato da una scelta obbligata: seguire l’amore contro ogni ostacolo o rimettersi a una decisione più cauta e ragionevole? Un evento inaspettato precipita la situazione: Claire aspetta un figlio da Jamie e l’uomo, per sottrarla agli scontri armati tra clan rivali, la convince a tornare nel Novecento. Qui la donna torna a vivere in America con l’uomo che aveva sposato nell’epoca presente e cresce la figlia Brianna senza rivelare nulla di ciò che aveva vissuto fino a quando, dopo la morte del marito, richiamata dal ricordo dell’amore per Jamie, decide di raccontare la sua storia alla ragazza ormai cresciuta. Per ritrovare e riabbracciare il suo amato, decide di riattraversare il cerchio di pietre e tornare nel diciottesimo secolo, dove l’attendono nuove avventure. Tutti questi avvenimenti, narrati nei romanzi precedenti, sono ora ripresi in questo nuovo libro che racconta le vicende di Claire e Jaime nelle colonie americane del Nuovo Mondo, dove la coppia si è trasferita in cerca di un futuro migliore. Ma il destino ha in serbo ancora molte sorprese e ai due non mancheranno certo imprevisti e difficoltà nelle terre degli indiani. Nel frattempo, sempre scossa dai fantasmi dei genitori, la figlia Brianna, insieme a Roger, il fidanzato scozzese studioso di storia, scopre un terribile possibile epilogo nella storia di Claire e Jaimie. Per scongiurarlo e salvarli è disposta a tutto anche ad attraversare il cerchio di pietre, che è all’origine di tutte le avventure della madre, e piombare nello sconosciuto e minaccioso passato… Affascinanti e coinvolgenti, le avventure create dalla fantasia di Diana Gabaldon hanno il potere di farci sognare ad occhi aperti, trasportandoci continuamente tra il mondo di oggi e un’epoca passata che riesce ancora a trasmettere forti suggestioni e intense passioni. Coniugando abilmente mistero, storia, amore e avventura, Tamburi d’autunno ci regala una storia dal ritmo incalzante e un’epopea animata dalla forza dei sentimenti e da personaggi indimenticabili ed emozionanti.

Passione oltre il tempo[modifica | modifica sorgente]

Jamie e Claire, naufragati sulle coste delle Colonie Americane, avevano deciso di lasciarsi alle spalle la Scozia e la sua triste realtà di carestia e miseria per tentare di ricostruirsi una vita nel Nuovo Mondo, dove sperano di trovare finalmente la pace. Certo, la Rivoluzione americana è imminente, ma forse quel remoto rifugio di montagna sfuggirà ai clamori della guerra. Pur sentendo acutamente la mancanza di sua figlia Brianna, Claire si rincuora sapendola in un’epoca molto più sicura per la sua esistenza di donna emancipata: il futuro. Tuttavia, ecco che Brianna fa la sua comparsa nel passato, decisa a intraprendere il periglioso viaggio tra le pietre del tempo alla ricerca dei suoi genitori. Ha una missione importantissima: aiutarli a schivare un’insidia mortale di cui lei, grazie appunto all’osservatorio privilegiato del futuro, è venuta a sapere. Così, giunta nella Inverness del 1769, li cercherà a Lallybroch dove troverà ad accoglierla la numerosa famiglia di Jamie e la notizia che lui si trova insieme a sua moglie al di là dell’oceano. Non le resta che imbarcarsi a sua volta, affrontando innumerevoli peripezie prima del tanto agognato incontro con i genitori. E ancora non sa che Roger, il suo innamorato scozzese, ha deciso di seguirla nel suo viaggio straordinario, deciso a proteggerla dai pericoli del passato...

La croce di fuoco[modifica | modifica sorgente]

Nuovo Mondo, 1771: le relazioni fra l’Inghilterra e le colonie americane sono sempre più tese e la guerra è imminente. Claire e Jamie hanno avuto in concessione dal Governatore della Corona Fraser’s Ridge, un ampio latifondo, dove vivono insieme alla figlia Brianna, al suo compagno Roger e al loro figlioletto Jemmy. E benché i rapporti dello scozzese Jamie con i «vicini» inglesi non siano mai stati idilliaci, per non perdere la concessione Jamie è costretto ad accettare la nomina a Colonnello con il compito di arruolare un reggimento per soffocare le insurrezioni dei cosiddetti Regolatori, gruppi di uomini armati che reagiscono con la violenza ai soprusi che l’Inghilterra infligge ai sudditi oltreoceano. In questo turbolento contesto si inseriscono le vicende private dei nostri eroi: dal ritorno del perfido Stephen Bonnett, lo stupratore di Brianna e forse padre di Jemmy, al matrimonio fra la zia di Jamie, Jocasta e Duncan Innes; dall’aggressione subita da Jocasta da parte di due malviventi che cercano l’oro francese inviato da Luigi XVI a Charles Stuart e mai arrivato a destinazione, all’assassinio, avvenuto in circostanze misteriose, della domestica nera dei Fraser. James dovrà fronteggiare questi e altri pericoli per difendere i suoi averi, la sua vita, quella dei suoi cari e, soprattutto, l’amore di Claire...

Vessilli di guerra[modifica | modifica sorgente]

Claire e Jamie hanno attraversato oceani e secoli per costruirsi una vita insieme, ma tensioni passate e presenti minacciano il loro sogno d'amore. E non solo il loro, ma anche quello della figlia Brianna, di suo marito Roger, e del loro bambino, Jemmy, così come di tutti i membri del clan. La rivoluzione americana è imminente, Jamie è stato inviato dal Governatore della colonia a radunare una milizia per soffocare la rivolta dei cosiddetti Regolatori, sudditi che si oppongono all'esosa tassazione imposta dalla madrepatria. La prima battaglia si mette bene per le milizie del Governatore Tryon e Jamie, temendo un massacro, invia il genero Roger al campo dei ribelli per convincerli a ritirarsi. Ma Roger cade in un tranello e, accusato a sua volta di essere un ribelle, viene condannato all'impiccagione... Come se non bastasse, Jamie viene morso da un serpente durante una caccia al bisonte e sembra destinato a morte certa. Insomma, ce n'è abbastanza perché Claire debba mettere in campo tutte sue conoscenze mediche e soprattutto tutta la sua forza vitale e il suo ottimismo per riuscire a sopravvivere e a salvare le persone amate.

Nevi infuocate[modifica | modifica sorgente]

Siamo nel 1772, la miccia della rivoluzione è già stata innescata e la città di Boston ne porta ancora i segni. La colonia è in fermento e il Governatore, ancora una volta, ha bisogno di Jamie per tenere uniti e pacificare i territori e difendere le montagne, garantendo sicurezza alla Corona. Ma la moglie di Jamie, Claire, viene dal Ventesimo secolo e sa che per i fedeli al Re non ci sarà scampo. L'indipendenza delle colonie americane è imminente, e se così fosse per Jamie si metterebbe davvero male: un ritaglio di giornale del 1776 riporta la notizia dell'incendio a Fraser's Ridge e la morte di Jamie e della sua famiglia...

Cannoni per la libertà[modifica | modifica sorgente]

Claire cerca di riprendersi dalla terribile esperienza del suo rapimento e Jamie, alla vigilia della rivoluzione americana, deve barcamenarsi fra la sua adesione alla causa indipendentista e la sua lealtà verso gli inglesi...

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d DianaGabaldon.com | Bio
  2. ^ Trad.: "punto croce"
  3. ^ Corbaccio, 2011, EAN 9788863802245
  4. ^ "RITA Awards: Past Winners". Romance Writers of America, Inc.. Retrieved 2008-01-01
  5. ^ Corbaccio, 2003, EAN 9788879725361
  6. ^ TEA, 2004, EAN 9788850206438
  7. ^ Corbaccio, 2004, EAN 9788879726085
  8. ^ TEA, 2006, EAN 9788850210411
  9. ^ Leggi La Straniera
  10. ^ Corbaccio, 2004, EAN 9788879726733
  11. ^ TEA, 2007, EAN 9788850210640

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 40164873 LCCN: n90697072