Diana Gabaldon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diana Gabaldon che autografa libri nel 2007

Diana Gabaldon (Flagstaff, 11 gennaio 1952) è una scrittrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Diana J. Gabaldon è nata l'11 gennaio 1952, in Arizona, (Stati Uniti d'America). Suo padre, Tony Gabaldon (1931-1998), era un senatore dello Stato dell'Arizona originario di Flagstaff, dove la Gabaldon è cresciuta, mentre la famiglia di sua madre era originaria dello Yorkshire (Inghilterra).

Ha conseguito una laurea in Zoologia alla Northern Arizona University nel 1973, un master in Biologia Marina presso l'Università della California di San Diego, presso lo Scripps Institution of Oceanography, nel 1975, e un Ph.D. in Ecologia ancora alla Northern Arizona University nel 1978. Dalla stessa università, ha ricevuto inoltre una laurea honoris causa in Scienze Umanistiche nel 2007. Assistente professoressa a tempo pieno presso il Centro per gli studi ambientali dell'Università statale dell'Arizona nel 1980, si è dedicata alla ricerca, è stata un'esperta di analisi numerica e di database, e ha tenuto corsi universitari di anatomia e altre materie, e ha fondato la rivista scientifica Science Quarterly Software. Nella metà degli anni '80, la Gabaldon ha scritto articoli e recensioni per riviste informatiche a livello nazionale, come Byte, PC Magazine e InfoWorld.

Vive a Scottsdale con il marito, Doug Watkins. La coppia ha tre figli adulti: Laura, Samuel e Jennifer. Dopo la pubblicazione del suo primo libro, si è dimessa dalla sua posizione all'Arizona State University per diventare scrittrice fantasy a tempo pieno.[1]

La carriera di scrittrice[modifica | modifica sorgente]

Nel marzo 1988, la Gabaldon decise di scrivere un romanzo, senza lo scopo di farsi pubblicare. Un personaggio dell'episodio War Games di Doctor Who, uno scozzese diciassettenne del 1745 di nome Jamie MacCrimmon, le fornì l'ispirazione per il suo protagonista maschile, James Fraser, e per l'impostazione del romanzo a metà del XVIII secolo. La Gabaldon decise di creare "una donna inglese per contrastare tutti quei kilt scozzesi", ma il suo personaggio femminile "è subentrato nella storia e ha cominciato a raccontare in prima persona, esprimendo moderni commenti strafottenti su tutto": per spiegare il comportamento e gli atteggiamenti emancipati del personaggio, l'autrice scelse di farla viaggiare nel tempo. Più tardi, nel corso dell'anno, la Gabaldon scrisse un breve estratto del suo romanzo sul CompuServe Literary Forum, che la portò a fare la conoscenza dell'agente letterario Perry Knowlton. Knowlton si prese a carico la scrittrice sulla base di un'opera prima incompiuta, provvisoriamente intitolata Cross Stitch: il primo contratto letterario prevedeva una trilogia. Il titolo del primo libro venne cambiato in Outlander prima della pubblicazione negli Stati Uniti, ma rimase invariato in Gran Bretagna.[1]

La serie Outlander (La saga di Claire Randall in Italia) fu in seguito espansa con altri romanzi, ed è stata pubblicata in 26 paesi e tradotta in 23 lingue, per un totale di nove milioni di copie stampate[1]; include anche un saggio, The Outlandish Companion, che fornisce informazioni dettagliate su impostazioni, scenario, personaggi, ricerca e scrittura dei romanzi. Diana Gabaldon ha inoltre scritto una graphic novel intitolata The Exile, situata all'interno dell'universo Outlander e caratterizzata dai suoi personaggi principali, ma raccontata dal punto di vista di Jamie Fraser e del suo padrino, Murtagh. Dalla saga è stata tratta una serie spin-off incentrata su John Grey, un personaggio secondario della serie originale.[1]

Opere[modifica | modifica sorgente]

Serie La saga di Claire Randall[modifica | modifica sorgente]

In Italia la serie è edita dal 2003 da Corbaccio, che ha diviso i libri in due, anche se il primo volume è stato inizialmente pubblicato intero con il titolo La straniera e poi diviso in L'anello d'argento e Lo spirito della sorgente. Il primo volume è stato edito per la prima volta in Italia da Sonzogno a febbraio 1993, con numerosi tagli e il titolo Ovunque nel tempo.

Serie Lord John[modifica | modifica sorgente]

  • Lord John e una questione personale (Lord John and the Private Matter, 2003)
  • Lord John e i fantasmi del passato (Lord John and the Brotherhood of the Blade, 2007)
  • Lord John e una verità inaspettata (The Scottish Prisoner, 2012)

Della serie di Lord John sono stati pubblicati in America anche diversi racconti:

  • Lord John and the Succubus
  • Lord John and the Haunted Soldier
  • Lord John and the Hand of Devils (antologia di novelle)
  • The Custom of the Army
  • Lord John and the Plague of Zombies

Premi[modifica | modifica sorgente]

  • 1992: RITA Award assegnato da Romance Writers of America nella categoria Miglior Libro del 1991 per il romanzo The Outlander[2]
  • 2006: Quill Book Award per la categoria Romanzi Scientifici/Fantasy/Horror.

La saga di Claire Randall[modifica | modifica sorgente]

La collina delle fate[modifica | modifica sorgente]

Questo libro è la seconda parte di Voyager. Anche questa volta la Corbaccio ha diviso il volume in due libri.

Tamburi d'autunno[modifica | modifica sorgente]

L’avventura di Claire Randal, l’eroina che ha abbandonato il presente per raggiungere nel passato l’uomo che ama, non si è ancora conclusa. Dopo La straniera, L’amuleto d’ambra, Il ritorno, Il cerchio di pietre e La collina delle fate, la scrittrice Diana Gabaldon racconta un altro appassionante capitolo alla storia d’amore e avventura che ha stregato milioni di lettori in tutto il mondo. La saga di Diana Gabaldon ha inizio in Scozia dopo la seconda guerra mondiale: qui un magico cerchio di pietre ha il potere di trasportare chi lo varca nel passato. Claire Randall, infermiera inglese in viaggio con il marito, scopre il suo segreto e si trova catapultata nel diciottesimo secolo, nel pieno delle rivolte giacobite contro l’Inghilterra. In una terra a lei sconosciuta, sconvolta da rivolte e piena di pericoli, conosce il nobile scozzese Jamie Fraser e se ne innamora follemente. A questo punto il suo destino è irrimediabilmente segnato da una scelta obbligata: seguire l’amore contro ogni ostacolo o rimettersi a una decisione più cauta e ragionevole? Un evento inaspettato precipita la situazione: Claire aspetta un figlio da Jamie e l’uomo, per sottrarla agli scontri armati tra clan rivali, la convince a tornare nel Novecento. Qui la donna torna a vivere in America con l’uomo che aveva sposato nell’epoca presente e cresce la figlia Brianna senza rivelare nulla di ciò che aveva vissuto fino a quando, dopo la morte del marito, richiamata dal ricordo dell’amore per Jamie, decide di raccontare la sua storia alla ragazza ormai cresciuta. Per ritrovare e riabbracciare il suo amato, decide di riattraversare il cerchio di pietre e tornare nel diciottesimo secolo, dove l’attendono nuove avventure. Tutti questi avvenimenti, narrati nei romanzi precedenti, sono ora ripresi in questo nuovo libro che racconta le vicende di Claire e Jaime nelle colonie americane del Nuovo Mondo, dove la coppia si è trasferita in cerca di un futuro migliore. Ma il destino ha in serbo ancora molte sorprese e ai due non mancheranno certo imprevisti e difficoltà nelle terre degli indiani. Nel frattempo, sempre scossa dai fantasmi dei genitori, la figlia Brianna, insieme a Roger, il fidanzato scozzese studioso di storia, scopre un terribile possibile epilogo nella storia di Claire e Jaimie. Per scongiurarlo e salvarli è disposta a tutto anche ad attraversare il cerchio di pietre, che è all’origine di tutte le avventure della madre, e piombare nello sconosciuto e minaccioso passato… Affascinanti e coinvolgenti, le avventure create dalla fantasia di Diana Gabaldon hanno il potere di farci sognare ad occhi aperti, trasportandoci continuamente tra il mondo di oggi e un’epoca passata che riesce ancora a trasmettere forti suggestioni e intense passioni. Coniugando abilmente mistero, storia, amore e avventura, Tamburi d’autunno ci regala una storia dal ritmo incalzante e un’epopea animata dalla forza dei sentimenti e da personaggi indimenticabili ed emozionanti.

Nevi infuocate[modifica | modifica sorgente]

Siamo nel 1772, la miccia della rivoluzione è già stata innescata e la città di Boston ne porta ancora i segni. La colonia è in fermento e il Governatore, ancora una volta, ha bisogno di Jamie per tenere uniti e pacificare i territori e difendere le montagne, garantendo sicurezza alla Corona. Ma la moglie di Jamie, Claire, viene dal Ventesimo secolo e sa che per i fedeli al Re non ci sarà scampo. L'indipendenza delle colonie americane è imminente, e se così fosse per Jamie si metterebbe davvero male: un ritaglio di giornale del 1776 riporta la notizia dell'incendio a Fraser's Ridge e la morte di Jamie e della sua famiglia.

Cannoni per la libertà[modifica | modifica sorgente]

Claire cerca di riprendersi dalla terribile esperienza del suo rapimento e Jamie, alla vigilia della rivoluzione americana, deve barcamenarsi fra la sua adesione alla causa indipendentista e la sua lealtà verso gli inglesi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d DianaGabaldon.com | Bio
  2. ^ "RITA Awards: Past Winners". Romance Writers of America, Inc.. Retrieved 2008-01-01

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 40164873 LCCN: n90697072