TIMB 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Persidera.

TIMB 2 è uno dei multiplex della televisione digitale terrestre a copertura nazionale presenti nel sistema DVB-T italiano. Appartiene a Persidera, Joint-venture tra Telecom Italia e GEDI Gruppo Editoriale.

La sua ricezione è stata possibile anche via satellite Atlantic Bird 1, posizionato a 12,5 gradi ovest fino alla data di conclusione dello switch-off.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il multiplex TIMB 2 trasmetteva inizialmente in SFN sul canale 60 della banda UHF V in tutta Italia tranne in Sicilia e in alcune zone d'Italia; attualmente invece il mux è trasmesso in tutta Italia sul canale 55 sempre della banda UHF V.

Attualmente in Italia sono presenti 830 impianti che trasmettono il mux TIMB 2.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il multiplex è stato attivato nel 2004. All'inizio conteneva: La 7, MTV, Music Box Italia, Canale D, La 7 Cartapiù A, La 7 Cartapiù B, La 7 Cartapiù C, La 7 Cartapiù D, La 7 Cartapiù E, La 7 Cartapiù F e La 7 Cartapiù attivazione.

2005[modifica | modifica wikitesto]

2006[modifica | modifica wikitesto]

  • 18 settembre 2006: Attivato SitcomUNO.

2007[modifica | modifica wikitesto]

2008[modifica | modifica wikitesto]

  • 1º gennaio 2008: Rinominato SitcomUNO in FacileTV.
  • 1º novembre 2008: Eliminato FacileTV.

2009[modifica | modifica wikitesto]

2010[modifica | modifica wikitesto]

2011[modifica | modifica wikitesto]

2012[modifica | modifica wikitesto]

  • 20 gennaio 2012: Rinominato SwitchTV in STV (solo aree all digital).
  • 18 marzo 2012: Rinominato STV in Super! (solo aree all digital).
  • 24 marzo 2012: Eliminato RTL 102.5 ed aggiunto il canale radio RTL 102.5 Cool (solo aree all digital)
  • 14 maggio 2012: Aggiunto Vero (solo aree all digital)
  • 17 maggio 2012: Sospese e rinviate a data da destinarsi le trasmissioni di LA7 HD.
  • 4 luglio 2012: Chiusa la versione TIMB2 NAZIONALE diffusa nelle aree non ancora digitalizzate.
  • 12 luglio 2012: Eliminato Doc-U ed aggiunto Focus.
  • 7 agosto 2012: Eliminato Vero ed aggiunto Padre Pio TV.
  • 5 novembre 2012: Aggiunto Arturo.
  • 28 dicembre 2012: Eliminata l'LCN a FOCUS.

2013[modifica | modifica wikitesto]

2014[modifica | modifica wikitesto]

2015[modifica | modifica wikitesto]

2016[modifica | modifica wikitesto]

2017[modifica | modifica wikitesto]

2018[modifica | modifica wikitesto]

  • 16 gennaio 2018: Eliminata la LCN a Italia Channel, Mediatext.it e Pianeta TV.
  • 12 febbraio 2018: Aggiunti Acqua e Play.me.
  • 21 marzo 2018: Eliminato Acqua e aggiunto ibox65.
  • 6 giugno 2018: Eliminato Play.me e aggiunto ibox.it.
  • 1º luglio 2018: Eliminati Italia Channel, Mediatext.it e Pianeta TV.
  • 8 ottobre 2018: Eliminato Marcopolo Diari ed aggiunto Pop Economy.
  • 26 ottobre 2018: Eliminato NOVE HD.

2019[modifica | modifica wikitesto]

  • 25 gennaio 2019: Aggiunto Sfera TV.
  • 1º febbraio 2019: Eliminato e chiuso ibox65 ed aggiunto Canale 65.

Servizi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Sul multiplex TIMB 2 sono presenti canali televisivi gratuiti di diversi editori.

Canali televisivi[modifica | modifica wikitesto]

LCN Nome Canale Note
28 TV2000 FTA in SDTV
59 Alpha
65 Canale 65
68 ibox.it
221 Alice
222 Marcopolo
223 Case Design Stili
224 Pop Economy
248 Sfera TV

Canali radiofonici[modifica | modifica wikitesto]

LCN Nome Canale Note
733 Radio Vaticana Italia FTA

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gli impianti in Italia - Pagina 171, su www.digital-forum.it. URL consultato il 31 dicembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione