Persidera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Persidera
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni unipersonale
Fondazione2014
Fondata daTelecom Italia
Sede principaleRoma
GruppoF2i
SettoreMedia
ProdottiTrasmissione di emittenti televisive
Sito webwww.persidera.it/

Persidera S.p.A. (precedentemente Telecom Italia Media Broadcasting S.r.l.) è un operatore di rete nazionale italiano, il più importante operatore di rete indipendente in Italia.[1]

La società sviluppa e gestisce i multiplex digitali TIMB 1, TIMB 2, TIMB 3 e Rete A 1. Offre servizi di diffusione DTT, playout, connettività e servizi multimedia per editori televisivi nazionali ed esteri che operano sul mercato italiano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Persidera S.p.A. nasce nel 2014 dalla joint venture tra due operatori di rete già esistenti: Telecom Italia Media Broadcasting (TIMB), appartenente al gruppo Telecom Italia Media e Rete A, di proprietà del Gruppo Editoriale L'Espresso.[2]

Persidera è un latinismo che indica il percorso attraverso la volta stellata. È stato scelto sia per la sua forza evocativa di trasmissione via etere, sia per l’offerta di servizi di alta qualità.

Nel giugno 2019 Telecom e Gedi cedono Persidera al fondo F2i e ad Ei Towers per 240 milioni.[3] la società sarà divisa in due: Persidera, che deterrà i diritti di uso delle frequenze e destinata a F2i, e NetCo che deterrà l'infrastruttura di rete e destinata a Ei Towers (Gruppo Mediaset).[3] L'operazione è perfezionata, dopo il parere dell'Antitrust, nel dicembre 2019.[4]

Il mux Rete A 2 è stato spento il 9 gennaio 2022 a causa del refarming delle frequenze 700 MHz.

Copertura[modifica | modifica wikitesto]

La rete di diffusione in totale consta di quattro multiplex digitali che offrono la seguente copertura della popolazione nazionale[5]:

  • Mux TIMB 1, TIMB 2 e TIMB 3 - Coprono il 95,6% della popolazione e il 75,5% del territorio nazionale.
  • Mux Rete A 1 - Copre il 93,4% della popolazione e il 69% del territorio nazionale.

Azionisti[modifica | modifica wikitesto]

La partecipazione societaria è detenuta per l’intero dal fondo F2i TLC 2 S.p.A. a sua volta partecipata per l’intero dal F2i TLC 1 S.p.A. del fondo di investimento alternativo mobiliare riservato di tipo chiuso F2i Fondi Italiani Infrastrutture SGR.

Sino a dicembre 2019 gli azionisti di Persidera S.p.A. erano Telecom Italia con il 70% delle azioni e GEDI Gruppo Editoriale con il 30%.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Persidera - Chi Siamo, su Persidera. URL consultato il 28 aprile 2020.
  2. ^ Digitale terrestre, da Espresso e Telecom nasce Persidera, su repubblica.it, 30 giugno 2014. URL consultato il 4 dicembre 2019.
  3. ^ a b Torri televisive: Tim e Gedi vendono Persidera. F2i ed Ei Towers comprano per 240 milioni, su ilfattoquotidiano.it, 5 giugno 2019. URL consultato il 4 dicembre 2019.
  4. ^ Tim, perfezionata la cessione di Persidera, su teleborsa.it, 2 dicembre 2019. URL consultato il 4 dicembre 2019.
  5. ^ (EN) Copertura, su Persidera. URL consultato il 18 gennaio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende