RAI Mux MR

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

RAI Mux MR è uno dei multiplex della televisione digitale terrestre presenti nel sistema DVB-T italiano. Appartiene a Rai Way, società controllata da Rai.

Copertura[modifica | modifica wikitesto]

Il RAI Mux MR è disponibile in tutta Italia.

Raggruppamenti regionali[modifica | modifica wikitesto]

A differenza di quanto accadeva con il vecchio Mux 1, non vi è più una versione differenziata per ogni regione ma una versione condivisa tra più regioni.

Frequenze[modifica | modifica wikitesto]

Il RAI Mux MR trasmette con una configurazione SFN interregionale sui canali della banda UHF.

Canali assegnati al multiplex nelle regioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Canali Regione o macroarea
29 Tarvisio e Alta Carnia
30 Lombardia, Piemonte, Friuli-Venezia Giulia (eccetto Tarvisio e Alta Carnia), Toscana (eccetto la provincia di Arezzo), Marche, Lazio (eccetto la provincia di Rieti), Puglia, Basilicata e province di Piacenza e Bolzano
37 Veneto, Emilia-Romagna (eccetto la provincia di Piacenza), Umbria, Abruzzo, Molise, Calabria e Sicilia
43 Valle d'Aosta, Liguria, Campania, Sardegna e provincia di Trento
45 Province d'Arezzo e Rieti

Storia[modifica | modifica wikitesto]

2022[modifica | modifica wikitesto]

  • 3 gennaio 2022: Attivazione del mux MR 7 in Valle d'Aosta sulla rete del vecchio RAI Mux 1 (provvisoriamente). Dal 4 al 7 gennaio viene gradualmente accesa la nuova rete sul canale 43.
  • 4 gennaio 2022: Attivazione del mux MR 8 in Sardegna sulla rete del vecchio RAI Mux 1 (provvisoriamente). Dal 4 al 10 gennaio viene gradualmente accesa la nuova rete sul canale 43.
  • 10 gennaio 2022: Attivazione del mux MR 1 in Piemonte sulla rete del vecchio RAI Mux 1 (provvisoriamente). Dal 10 gennaio all'8 marzo viene gradualmente accesa la nuova rete sul canale 30.
  • 19 gennaio 2022: Attivazione del mux MR 1 nella provincia di Piacenza sul canale 30.
  • 24 gennaio 2022: Attivazione del mux MR 1 in Lombardia sulla rete del vecchio RAI Mux 1 (provvisoriamente). Dal 24 gennaio al 10 marzo viene gradualmente accesa la nuova rete sul canale 30.
  • 10 febbraio 2022: Attivazione del mux MR 2 in Trentino-Alto Adige sulle rete del vecchio RAI Mux 1 (provvisoriamente). Dal 10 al 23 febbraio viene gradualmente accesa la nuova rete sul canale 30 nella provincia di Bolzano e 43 in quella di Trento.
  • 24 febbraio 2022: Attivazione del mux MR 6 in Veneto sulla rete del vecchio RAI Mux 1 (provvisoriamente). Dal 24 febbraio all'11 marzo viene gradualmente accesa la nuova rete sul canale 37.
  • 1 marzo 2022: Attivazione del mux MR 7 in Friuli-Venezia Giulia sulla rete del vecchio RAI Mux 1 (provvisoriamente). Il 1°, 10 e 11 marzo viene gradualmente accesa la nuova rete sul canale 30.
  • 2 marzo 2022: Attivazione del mux MR 6 in Emilia Romagna sulla rete del vecchio RAI Mux 1 (provvisoriamente). Dal 2 al 14 marzo viene gradualmente accesa la nuova rete sul canale 37.
  • 8 marzo 2022: Attivazione dei mux MR in tutto il resto d'Italia, eccetto nel Lazio, sulla rete del vecchio RAI Mux 1 (provvisoriamente) entro il 30 giugno 2022 viene gradualmente accesa la nuova rete. Eliminati Rai 1, Rai 2 e Rai 3 e aggiunti Rai 1 HD, Rai 2 HD e Rai 3 HD (quest'ultimo non sintonizzabile su tutti i televisori/decoder). Rai 3 TGR (nome della regione) passa in MPEG-4.
  • 6 giugno 2022: Attivazione del mux MR 4 in parte della provincia di Viterbo sulla nuova rete sul canale 30.
  • 13 giugno 2022: Attivazione del mux MR 4 in parte della provincia di Rieti sulla nuova rete sul canale 45.
  • 14 giugno 2022: Attivazione del mux MR 4 in parte delle province di Frosinone e Roma sulla nuova rete sul canale 30 e 45 in parte della provincia di Rieti.
  • 15 giugno 2022: Attivazione del mux MR 4 in parte delle province di Frosinone, Latina e Roma sulla nuova rete sul canale 30.
  • 17 giugno 2022: Attivazione del mux MR 4 in provincia di Roma e in parte delle province di Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo sulla nuova rete sul canale 30.
  • 20 giugno 2022: Attivazione del mux MR 4 in parte della provincia di Latina sulla nuova rete sul canale 30.

Gestione delle versioni regionali e locali di Rai 3[modifica | modifica wikitesto]

Sul multiplex sono presenti tre versioni regionali distinte in base alla propria area tecnica di distribuzione portanti la stessa LCN 3 e presenti anche come copie nella fascia 800.

RAI Mux MR Rai 3 TGR
1 Lombardia Piemonte Emilia-Romagna
2 Rai 3 Südtirol Trentino Alto Adige
3 Lazio Abruzzo Molise
4 Toscana Umbria
5 Puglia Basilicata Molise
6 Emilia-Romagna Veneto Lombardia
7 FVG Rai 3 Bis Valle d'Aosta
8 Liguria Sardegna Toscana
9 Marche Umbria Abruzzo
10 Calabria Sicilia Basilicata
11 Campania Basilicata Calabria

Numerazioni nella fascia 800[modifica | modifica wikitesto]

Le tre versioni regionali di Rai 3 presenti oltre alla LCN 3 hanno anche le seguenti numerazioni:

LCN Rai 3 TGR
801 Valle D'Aosta
802 Piemonte
803 Liguria
804 Lombardia
805 Veneto
806 Trentino
807 Alto Adige
808 Rai 3 Südtirol
809 FVG
810 Rai 3 Bis
811 Emilia-Romagna
812 Toscana
813 Marche
814 Umbria
815 Lazio
816 Abruzzo
817 Molise
818 Campania
819 Puglia
820 Basilicata
821 Calabria
822 Sardegna
823 Sicilia

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

Sul multiplex RAI Mux MR sono presenti canali televisivi in chiaro.

Canali nazionali[modifica | modifica wikitesto]

LCN Canale Note
1 Rai 1 HD[1] FTA (HDTV)
2 Rai 2 HD[1]
3
801-823[2]
Rai 3 TGR (nome della regione) FTA
Rai 3 TGR (nome della regione)
Rai 3 TGR (nome della regione)
48 Rai News 24
203 Rai 3 HD[3] FTA (HDTV)

Canali locali[modifica | modifica wikitesto]

Canali televisivi trasmessi da RAI Mux MR disponibili solo in alcune versioni.

LCN Canale Raggruppamento Note
3
808
Rai 3 Südtirol MR 2 FTA
3
810
Rai 3 Bis MR 7

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b In alcuni film e telefilm è disponibile un secondo flusso audio.
  2. ^ Più versioni per mux, con copie dall'801 all'823.
  3. ^ Senza la programmazione regionale. Potrebbe non essere sintonizzabile da tutti i tv o decoder.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione