Songs of Faith and Devotion

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Songs of Faith and Devotion
ArtistaDepeche Mode
Tipo albumStudio
Pubblicazione22 marzo 1993
Durata47:31
Dischi1
Tracce10
GenereRock alternativo[1]
Alternative dance[1]
Rock elettronico
Dance rock[1]
New wave
EtichettaMute Records Regno Unito
Sire/Reprise Stati Uniti
ProduttoreDepeche Mode, Flood
RegistrazioneMadrid e Chateau du Pape, Amburgo, da febbraio 1992 a gennaio 1993
FormatiCD, SACD+DVD, LP, MC
Certificazioni
Dischi d'oroAustria Austria[2]
(vendite: 25 000+)
Francia Francia (2)[3]
(vendite: 200 000+)
Germania Germania[4]
(vendite: 250 000+)
Italia Italia[5]
(vendite: 150 000+)
Regno Unito Regno Unito[6]
(vendite: 100 000+)
Svizzera Svizzera[7]
(vendite: 25 000+)
Dischi di platinoCanada Canada[8]
(vendite: 100 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[9]
(vendite: 1 000 000+)
Depeche Mode - cronologia
Album precedente
(1990)
Singoli
  1. I Feel You
    Pubblicato: 15 febbraio 1993
  2. Walking in My Shoes
    Pubblicato: 26 aprile 1993
  3. Condemnation
    Pubblicato: 13 settembre 1993
  4. In Your Room
    Pubblicato: 10 gennaio 1994

Songs of Faith and Devotion (spesso abbreviato in SOFAD) è l'ottavo album dei Depeche Mode, pubblicato il 22 marzo 1993 nel Regno Unito dalla Mute Records e negli Stati Uniti e Canada dalla Sire e Reprise Records.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo potrebbe essere tradotto in italiano con Canzoni di fede e devozione, in cui devozione indica una sorta di attaccamento affettivo. Si tratta del loro primo, e per ora unico, disco che presenta un sound spiccatamente rock, pur mantenendo l'uso dell'elettronica e una pesante rielaborazione dei suoni. L'album è anche l'ultimo inciso con Alan Wilder che, tra gli altri strumenti, si occupa anche della batteria.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Per promuovere l'album, il gruppo intraprese il Devotional Tour, partito il 19 maggio 1993 dall'Espace Foire di Lilla, e conclusosi 20 dicembre dello stesso anno alla Wembley Arena di Londra, e l'Exotic Tour, partito il 9 febbraio 1994 dalla Standard Bank Arena di Johannesburg, e conclusosi l'8 luglio dello stesso anno al Deer Creek Music Center di Indianapolis.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Martin Lee Gore.

  1. I Feel You – 4:36
  2. Walking in My Shoes – 5:26
  3. Condemnation – 3:29
  4. Mercy in You – 4:21
  5. Judas – 5:13
  6. In Your Room – 6:23
  7. Get Right with Me – 3:52
    • Interlude#4 – 0:57 (traccia fantasma, parte a 2:55)
  8. Rush – 4:41
  9. One Caress – 3:34
  10. Higher Love – 5:56
Riedizione del 2006 (Mute
DM CD 7 (CD/SACD + DVD) / CDX STUMM 64 (CD/SACD)
  • Il disco 1 è un SACD/CD ibrido con uno strato SACD multicanale.
  • Il disco 2 è un DVD che contiene Songs of Faith and Devotion in DTS 5.1, Dolby Digital 5.1 e PCM Stereo, oltre ad alcune bonus track (in quest'ultimo formato), che erano originariamente i b-side dei singoli:
  • Tracce del DVD bonus
  1. My Joy – 3:57
  2. Condemnation (Paris Mix) – 3:21
  3. Death's Door (Jazz Mix) – 6:38
  4. In Your Room (Zephyr Mix) – 4:50
  5. I Feel You (Life's Too Short Mix) – 8:35
  6. Walking in My Shoes (Grungy Gonads Mix) – 6:24
  7. My Joy (Slowslide Mix) – 5:11
  8. In Your Room (Apex Mix) – 6:43
  • Materiale aggiuntivo
  1. Depeche Mode 91-94 (We Were Going to Live Together, Record Together and it Was Going to be Wonderful)" [36 min. di video documentario]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti
  • Matthew Vaughan - sintetizzatori, campionatori, drum machine
  • Bazil Meade - cori (Get Right with Me)
  • Hildia Campbell - cori (Get Right with Me)
  • Samantha Smith - cori (Get Right with Me)
  • Steáfán Hanningan - uillean pipes (Judas)
  • Will Malone - arrangiamento e direzione archi (One Caress)
  • coro non accreditato in Judas: sul sito ufficiale di Recoil, Alan Wilder ha rivelato che il coro finale di Judas è stato realizzato da quindici elementi, tra cui gli ingegneri del suono e il personale dello studio di registrazione.[10]
Produzione
  • Flood - produzione, campionamenti, missaggio
  • Steve Lyon - ingegnere del suono
  • Chris Dickie - ingegnere del suono
  • Paul Kendall - ingegnere del suono
  • Jeremy Wheatley - assistente ingegnere del suono
  • Mark Einstmann - assistente ingegnere del suono
  • Shaun de Feo - assistente ingegnere del suono
  • Volke Schneider - assistente ingegnere del suono
  • Kevin Metcalfe - mastering
  • Daryl Bamonte - co-ordinamento
  • Anton Corbijn - fotografia, direzione artistica e copertina
  • Mark Stent - missaggio
  • Area - copertina

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1993) Posizione
Austria[19] 21
Canada[20] 34
Francia[21] 15
Germania[22] 19
Italia[15] 28
Regno Unito[23] 79
Spagna[17] 42
Stati Uniti[24] 89

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Rolling Stone (Germania) - "The 500 Best Albums of All Time" (337º posto)
  • Q - "Best British Albums" (36º posto)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Songs of Faith and Devotion, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ (DE) Depeche Mode - Songs of Faith and Devotion – Gold & Platin, IFPI Austria. URL consultato il 9 agosto 2015.
  3. ^ (FR) Les Certifications depuis 1973, InfoDisc. URL consultato il 9 agosto 2015. Selezionare "DEPECHE MODE" e premere "OK".
  4. ^ (DE) Depeche Mode - Songs of Faith and Devotion – Gold-/Platin-Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 9 agosto 2015.
  5. ^ Gloria Pozzi, Depeche fede e sesso, Corriere della Sera, 5 giugno 1993, p. 29. URL consultato il 9 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 22 novembre 2015).
  6. ^ (EN) Songs of Faith and Devotion, British Phonographic Industry. URL consultato il 9 agosto 2015.
  7. ^ (DE) Edelmetall, Schweizer Hitparade. URL consultato il 9 agosto 2015.
  8. ^ (EN) Songs of Faith and Devotion – Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 9 agosto 2015.
  9. ^ (EN) Depeche Mode - Songs of Faith and Devotion – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 9 agosto 2015.
  10. ^ (EN) Shunt the Official Recoil Website - q+a archives, Shunt. URL consultato il 7 febbraio 2021.
  11. ^ a b c d e f g h (NL) Depeche Mode - Songs Of Faith And Devotion, Ultratop. URL consultato il 9 agosto 2015.
  12. ^ (EN) Top Albums - April 17, 1993, su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 9 agosto 2015.
  13. ^ (FI) Timo Pennanen, Sisältää hitin - levyt ja esittäjät Suomen musiikkilistoilla vuodesta 1972, 1ª ed., Helsinki, Kustannusosakeyhtiö Otava, 2006, ISBN 978-951-1-21053-5.
  14. ^ (FR) Le Détail des Albums de chaque Artiste, InfoDisc. URL consultato il 9 agosto 2015. Selezionare "DEPECHE MODE" e premere "OK".
  15. ^ a b Gli album più venduti del 1993, Hit Parade Italia. URL consultato il 9 agosto 2015.
  16. ^ (EN) Official Albums Chart Top 75: 28 March 1993 - 03 April 1993, Official Charts Company. URL consultato il 9 agosto 2015.
  17. ^ a b (ES) Fernando Salaverri, Sólo éxitos: año a año, 1959–2002, 1ª ed., Spagna, Fundación Autor-SGAE, settembre 2005, ISBN 84-8048-639-2.
  18. ^ (EN) Depeche Mode Chart History, su Billboard. URL consultato il 9 agosto 2015.
  19. ^ (DE) Jahreshitparade 1993, su austriancharts.at. URL consultato il 9 agosto 2015.
  20. ^ (EN) Top 100 Albums of 1993, su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 9 agosto 2015.
  21. ^ (FR) Les Albums (CD) de 1993 par InfoDisc, su infodisc.fr. URL consultato il 9 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2012).
  22. ^ (DE) Album – Jahrescharts 1993, Offizielle Deutsche Charts. URL consultato il 9 agosto 2015.
  23. ^ (EN) Complete UK Year-End Album Charts, su chartheaven.9.forumer.com. URL consultato il 9 agosto 2015 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2012).
  24. ^ (EN) 1993: Billboard 200 Albums, Billboard. URL consultato il 9 agosto 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]