New Life (Depeche Mode)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
New Life
Artista Depeche Mode
Tipo album Singolo
Pubblicazione 13 giugno 1981
Durata 3 min : 43 s
Album di provenienza Speak & Spell
Genere Synth pop
Dance pop
Etichetta Mute Records
Produttore Depeche Mode, Daniel Miller
Registrazione 1981
Formati Vinile 7" e 12", CD
Depeche Mode - cronologia
Singolo precedente
(1981)
Singolo successivo
(1981)

New Life è un singolo del gruppo musicale britannico Depeche Mode, il primo estratto dal primo album in studio Speak & Spell e pubblicato il 13 giugno 1981.[1]

La canzone è stata inserita nelle raccolte The Singles 81-85 e The Best of Depeche Mode, Volume 1.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

45 giri

Testi e musiche di Vince Clarke.

  1. New Life – 3:43
  2. Shout – 3:44

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Contrariarmente a quanto si crede, la foto della copertina dell'edizione da "12 e in CD, che raffigura un bambino appena nato che piange con gli occhi coperti da una sbarra nera, non è stara rielabolata per l'album dei Black Sabbath Born Again. L'autore della copertina di Born Again ha rivelato in un'intervista che l'ha elaborata, basandosi sulla peggiore rivista che ha trovato, sotto effetto delle peggiori droghe su cui poteva mettere le mani pur di ottenere la copertina peggiore possibile, cercando di non restare nel mezzo della faida tra il produttore dei Black Sabbath e sua figlia. Lei gli ha portato via dalla sua etichetta Ozzy Osbourne, allora ex-cantante del gruppo, e lui ha voluto rispettare il lavoro della copertina ma cercando anche di farsi licenziare, ottenere la liquidazione e passare a lavorare per Ozzy mantenendo un basso profilo. Purtroppo per lui la copertina è stata accettata dai membri del gruppo (a parte il nuovo cantante, Ian Gillan, che si dice che vedendo la copertina dalla rabbia ha tentato di buttare una scatola piena di copie dell'album dalla finestra)[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Depeche Mode: The Archives
  2. ^ (EN) Black Sabbath / Depeche Mode Connection? – Black Sabbath Online, su www.black-sabbath.com. URL consultato il 22 settembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica