Scroogle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scroogle
URL
Commercialeno
Tipo di sitoMotore di ricerca
Registrazionenessuna
ProprietarioPublic Information Research, Inc.[1]
Creato daDaniel Brandt[2][3]
Lancio24-03-2003[2]
Stato attualechiuso

Scroogle era un web service che camuffava gli indirizzi Internet degli utenti che volevano avviare una ricerca con Google in forma anonima.[4] Scroogle dava ai suoi utenti anche la possibilità di criptare tutte le comunicazioni tra il proprio computer e la pagina di ricerca, con un protocollo SSL.[5]

Il tool era stato creato da Daniel Brandt,[2][3] un critico di Google, il quale, preoccupato che Google raccogliesse informazioni sugli utenti, aveva creato Scroogle affinché filtrasse le ricerche attraverso i suoi server prima di farle arrivare a Google. "Non salvo le cronologie e cancello i log ogni settimana. In questo modo, anche se i federali venissero a farmi domande non conoscerei le risposte perché non ho più i log", ha dichiarato. "Non associo neanche le cronologie di ricerca con gli indirizzi degli utenti, così non posso collegarli."[6]

Il traffico al sito raddoppiava di anno in anno e nel dicembre 2007 Scroogle aveva superato i 100.000 visitatori al giorno.[7]

Oltre alle ricerche anonime, il tool permetteva anche agli utenti di effettuare ricerche su Google senza ricevere la sua pubblicità. Scroogle supportava 28 lingue[8] ed era disponibile come plug-in per alcuni browser.

Dal 21 febbraio 2012 Scroogle non è più disponibile.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ PIR Staff Box, su scroogle.org. URL consultato il 25 giugno 2008.
  2. ^ a b c WHOIS - scroogle.org, su whois.dnsstuff.com. URL consultato il 25 giugno 2008 (archiviato dall'url originale il 5 dicembre 2008).
  3. ^ a b Fed up with Google? Try Scroogle.org: Powerful search tool without privacy violations, WorldNetDaily, 4 giugno 2007.
  4. ^ Hiawatha Bray, Google subpoena roils the Web: US effort raises privacy issues, The Boston Globe, 21 gennaio 2006.
  5. ^ A note about SSL: How Scroogle's SSL option protects your privacy, PIR, 27 giugno 2008 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2011).
  6. ^ David Stonehouse, Searching for gold, The Age, 18 giugno 2005.
  7. ^ Dominic Rush, Fears mount over internet privacy: Google rival Ask.com is promising to wipe out people’s search records within hours. But do the data really disappear?, The Sunday Times (UK), 16 dicembre 2007.
  8. ^ Language Support for Scroogle, su scroogle.org. URL consultato il 25 giugno 2008.
  9. ^ Scroogle ha chiuso per sempre, su searchengineland.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Google Portale Google: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Google