Google Duo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Google Duo
software
Logo
Logo
GenereVoice over IP
SviluppatoreGoogle LLC
Data prima versione16 agosto 2016
Ultima versioneAndroid: 152.0 (2 novembre 2021; 12 mesi fa)
iOS: 114.0 (20 novembre 2020; 2 anni fa)
Sistema operativoAndroid
iOS
Licenza(licenza non libera)
LinguaMultilingua
Sito webduo.google.com/

Google Duo è un'applicazione per video chiamate e chat mobile sviluppata da Google, disponibile sui sistemi operativi Android e iOS. È stato annunciato alla conferenza degli sviluppatori di Google il 18 maggio 2016 ed è stata lanciata a livello mondiale il 16 agosto 2016.

Funzionalità[modifica | modifica wikitesto]

Google Duo consente agli utenti di effettuare videochiamate in alta definizione. È ottimizzato per reti a larghezza di banda ridotta. La crittografia end-to-end è abilitata per impostazione predefinita. Duo si basa sul numero di telefono, consentendo agli utenti di chiamare qualunque utente dalla lista dei contatti. L'applicazione passa automaticamente tra connessione Wi-Fi e reti cellulari quando questa viene a mancare. La funzione "Toc toc" consente agli utenti di vedere un'anteprima dal vivo del chiamante prima di poter rispondere[1][2]. Un aggiornamento di aprile 2017 consente agli utenti di effettuare anche solo chiamate vocali in tutto il mondo[3].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Le videochiamate di Google Duo sono in video HD a 720p[4]. È ottimizzato per reti mobili a larghezza di banda ridotta tramite WebRTC e utilizza QUIC su UDP. L'ottimizzazione è ulteriormente ottenuta attraverso il degrado della qualità video attraverso il monitoraggio della qualità della rete. "Knock Knock" mostra un'anteprima dal vivo del chiamante prima che il destinatario risponda, che secondo Google "fa sembrare le chiamate più come un invito che come un'interruzione"[5]. La crittografia end-to-end è abilitata per impostazione predefinita[4]. Duo si basa sui numeri di telefono, consentendo agli utenti di chiamare le persone dal loro elenco di contatti. L'app passa automaticamente dalla rete Wi-Fi a quella cellulare e viceversa. Per la perdita di pacchetti occultamento Duo utilizza WaveNetEQ, un modello generativo basato su WaveRNN di DeepMind/Google AI[6].

Nel marzo 2017 è stato annunciato che Google Duo avrebbe consentito agli utenti di effettuare chiamate solo audio. La funzione è stata lanciata per la prima volta in Brasile[7][8][9], con un lancio globale ad aprile[10].

Un anno dopo, a marzo 2018, i messaggi video e vocali sono stati aggiunti a Duo. Gli utenti possono lasciare messaggi della durata massima di 30 secondi per i contatti non disponibili. Questi messaggi possono quindi essere visualizzati dall'altra parte, con la possibilità di chiamare in seguito[11].

Il supporto per le videochiamate a otto persone nelle versioni iOS e Android dell'app è stato aggiunto a maggio 2019[12]. In linea con offerte di chiamate di gruppo simili a FaceTime, WhatsApp, Skype e Facebook Messenger, i partecipanti possono unirsi o abbandonare la conversazione in ogni momento.

Google Duo ha ampliato le dimensioni dei gruppi da 8 a 12 alla fine di marzo 2020 e ha annunciato l'intenzione di aumentare il limite a 32 chiamanti[13][14].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Simone Ziggiotto, Google Duo: Chiamate Voce e Video HD gratis su iOS e Android per tutti, in PianetaCellulare.it, 14 aprile 2017. URL consultato il 26 gennaio 2018.
  2. ^ Nicola Ligas, Google Duo, la nostra prova (foto e video), in AndroidWorld, 17 agosto 2016. URL consultato il 26 gennaio 2018.
  3. ^ Giuseppe Ricchiari, Google Duo, disponibili anche in Italia le chiamate audio su Android e iOS - HDblog.it, su mobile.hdblog.it. URL consultato il 26 gennaio 2018.
  4. ^ a b (EN) Saying hello to Allo and Duo: new apps for smart messaging and video calling, su Google, 18 maggio 2016. URL consultato il 7 marzo 2021.
  5. ^ (EN) Meet Google Duo, a simple 1-to-1 video calling app for everyone, su Google, 16 agosto 2016. URL consultato il 7 marzo 2021.
  6. ^ (EN) Improving Audio Quality in Duo with WaveNetEQ, su Google AI Blog. URL consultato il 7 marzo 2021.
  7. ^ (EN) Google for Brazil: Building a more inclusive internet for everyone, everywhere, su Google, 22 marzo 2017. URL consultato il 7 marzo 2021.
  8. ^ (EN) Nikki Erlick, Google announces app updates to Allo, Duo, and Photos, su The Verge, 22 marzo 2017. URL consultato il 7 marzo 2021.
  9. ^ (EN) Google Duo is finally getting an audio-only call option, rolling out first in Brazil [APK Download], su Android Police, 22 marzo 2017. URL consultato il 7 marzo 2021.
  10. ^ (EN) James Vincent, Google Duo's voice calls are now available worldwide, su The Verge, 10 aprile 2017. URL consultato il 7 marzo 2021.
  11. ^ (EN) Miss a call—but not the moment—with video messages on Google Duo, su Google, 7 marzo 2018. URL consultato il 7 marzo 2021.
  12. ^ https://twitter.com/juberti/status/1131685391545786369, su Twitter. URL consultato il 7 marzo 2021.
  13. ^ (EN) Staff, Google Duo brings group calling with up to 32 people to web, su BGR India, 11 maggio 2020. URL consultato il 7 marzo 2021.
  14. ^ (EN) Br, on Vigliarolo in Software on May 12, 2020, 9:17 Am Pst, Google steps up Zoom competition by adding 32-person calls to Duo, su TechRepublic. URL consultato il 7 marzo 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]