Miguel Prado

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

« Non accetto un "no" come risposta, presto te ne accorgerai! »

(Miguel a Dexter)
Miguel Prado
Pradom.png
Miguel Prado
UniversoDexter
Lingua orig.Inglese
AutoreJames Manos, Jr.
1ª app. inNostro padre
Ultima app. inFinché morte non vi separi
Interpretato daJimmy Smits
Voce italianaFabrizio Pucci
SessoMaschio
Data di nascita1961[1]
Professionevice procuratore distrettuale della Florida

Miguel Luis Prado è un personaggio protagonista della serie televisiva Dexter. È interpretato da Jimmy Smits.

Presente nella terza stagione di Dexter, Miguel è un importante procuratore distrettuale ed un vecchio amico di Maria LaGuerta; in seguito al caso aperto sulla morte del fratello, entra in stretto contatto con Dexter Morgan.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Miguel Prado è il procuratore distrettuale di Miami; è giunto in Florida a cinque anni, su un peschereccio partito da Cuba insieme al padre e al fratello Ramon. Miguel fa la sua prima comparsa sulla scena del crimine che vede vittima suo fratello minore Oscar, che è stato ucciso da Dexter. Proprio nei confronti del protagonista, Miguel prova interesse sin dalle prime battute, tant'è che lo invita alla veglia di Oscar e a cena da lui.

Miguel ignora il fatto che sia stato Dexter ad uccidere Oscar, ma quando si reca nel nascondiglio di uno spacciatore di nome Freebo (il presunto assassino) trova proprio Dexter con una baionetta e il sangue dello spacciatore addosso: rendendosi conto che Dexter aveva fatto giustizia, eliminando l'assassino del fratello, Miguel instaura un legame molto forte con Dexter e decide di proseguire sulla strada che porta alla giustizia.

Il concetto di giustizia di Prado è molto simile a quello di Dexter e consiste nell'estirpare dalla società i soggetti che riescono ad eludere il sistema legislativo. Così fa in modo di condurre Dexter da Ethan Turner, un "vedovo nero", e porta a Miami il nazista Clemson Galt (criminale che Dexter stesso anelava ad uccidere da diverso tempo). Miguel a questo punto sembra prenderci gusto e cerca di convincere Dexter a far fuori quella che secondo lui è alla radice dei problemi legati all'insufficienza legale: Ellen Wolf.

Non appena Miguel propone l'omicidio a Dexter questi rifiuta la proposta dicendo che non si tratta di un'assassina e che non rientra nel suo codice, scatenando l'ira dell'amico. In seguito Ellen si accorda con la polizia per far incastrare un omicida e Miguel riconosce a Dexter il merito di averlo dissuaso dal voler eliminare l'avvocatessa. Miguel però è ancora voglioso di provare con le sue mani cosa vuol dire "fare giustizia" e così propone a Dexter l'omicidio di Billy Fleeter; dopo alcuni controlli e il pedinamento, l'uomo viene catturato e stavolta a ficcare il coltello nel cuore non è Dexter, ma Miguel Prado. Purtroppo la sua sete di sangue non si ferma e subito dopo aver lasciato il luogo del delitto si reca a casa di Ellen Wolf per strangolarla e ucciderla. A differenza dell'omicidio di Fleeter, dove Dexter gli ha impedito di rubare l'anello della vittima come trofeo, qui Miguel cede alla tentazione fornendo un'ulteriore prova alla polizia.

Quando Dexter viene a conoscenza dell'accaduto si adira incredibilmente e, dapprima riesuma il corpo di Ellen Wolf che Miguel aveva sapientemente nascosto nel cimitero come suggeritogli da Dexter, poi indaga sul suo conto scoprendo che in realtà Miguel Prado si è sempre comportato da persona falsa nei propri confronti. Nel frattempo Maria LaGuerta inizia a sospettare di Miguel riguardo all'omicidio di Wolf, provocando la reazione del vice procuratore che ora vuole ucciderla. Dexter interviene proprio a casa del tenente, dove Miguel si era recato per toglierle la vita, iniettando il siero nella gola di Miguel per poi strangolarlo e scorticarlo, facendo così ricadere la colpa su George W. King.

Retroscena[modifica | modifica wikitesto]

La figura di Harry Morgan che compare come visione al figlio Dexter (e che sostituisce i flashback delle passate stagioni) è proprio opera di Miguel Prado; quest'ultimo, parlando con Dexter del proprio padre, gli chiede se gli fosse mai capitato di continuare a vederlo, come se fosse ancora una guida per lui. In seguito a quella conversazione, Dexter comincia a vedere e dialogare nella sua mente col padre deceduto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dexter's Kill Room[collegamento interrotto], sho.com. URL consultato il 13 ottobre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione