Yvonne Strahovski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Yvonne Strahovski nel 2014 al Nerd HQ di San Diego

Yvonne Strahovski, nata Yvonne Jaqueline Strzechowski (Sydney, 30 luglio 1982), è un'attrice australiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Yvonne Jaqueline Strzechowski è nata a Werrington Downs,[1] un sobborgo di Sydney, da Bożena e Piotr Strzechowski,[2] immigrati polacchi di Tomaszów Mazowiecki. Il cognome da lei adottato, Strahovski, è la pronuncia polacca del suo cognome di famiglia; ciò al fine di renderlo più facilmente pronunciabile, su suggerimento del produttore esecutivo di Chuck Josh Schwartz. Suo padre è un ingegnere elettronico, mentre sua madre lavora come tecnico di laboratorio.

Il primo ruolo da attrice è quello di Viola in una produzione scolastica de La dodicesima notte. Ha passato gli anni del liceo al Santa Sabina College, a Strathfield. Si è poi laureata in arti e spettacolo alla University of Western Sidney nel 2003.

Sposatasi nel 2017, è in attesa del suo primo figlio.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Strahovski ha iniziato la sua carriera come attrice recitando in alcuni film e serie televisive in Australia, inclusa una puntata nello show satirico Double the Fist e il ruolo di Freya Lewis nella serie drammatica HeadLand. È anche apparsa in un episodio della serie televisiva di Channel Nine Sea Patrol.

Strahovski nel 2011 al San Diego Comic-Con International

Mentre si trovava negli Stati Uniti per le audizioni di Bionic Woman, inviò un video per i provini della serie televisiva Chuck. Il giorno successivo, i produttori di Chuck la contattarono per provare dei dialoghi con Zachary Levi. I produttori la richiamarono una settimana dopo per informarla che era stata scelta per il ruolo di Sarah Walker. Sei mesi dopo, si trasferì negli Stati Uniti.

Yvonne parla fluentemente il polacco, che ha utilizzato in un breve colloquio negli episodi Chuck vs. il diamante, Chuck vs. le tre parole e Chuck vs. la luna di miele; nonostante interpreti un'americana nella serie, ha brevemente parlato con un accento australiano nell'episodio Chuck vs. l'ex.

È famosa fra gli appassionati di videogiochi per aver doppiato e prestato il volto a Miranda Lawson nei videogiochi della BioWare Mass Effect 2 e Mass Effect 3, oltre che per aver doppiato Aya Brea nel videogioco della Square Enix The 3rd Birthday. Nel 2009 ha inoltre lavorato con Richard Harrah per la realizzazione del film The Canyon, dove ha interpretato la parte di Lori.

L'anno seguente ha ricevuto un Teen Choice Awards come miglior attrice TV d'azione per il suo lavoro in Chuck, ed è stata anche nominata agli Spike Video Game Awards come miglior performance femminile per il suo lavoro con Mass Effect 2. Ancora nel 2010, si è classificata al 1º posto nella lista delle cento donne più sexy della televisione stilata da BuddyTV.[4]

Nel 2011 l'edizione australiana di Cosmopolitan ha conferito a Strahovski il riconoscimento di «donna impavida e divertente» (FFF - Fun Fearless Female),[5] nonché quello di miglior attrice TV, dell'anno.

Strahovski nel 2013 al San Diego Comic-Con International

Ad aprile 2011 è anche apparsa in uno sketch di CollegeHumor, in una parodia musicale di Katy Perry, Ke$ha e Lady Gaga. Sempre nello stesso anno è apparsa nel film Killer Elite al fianco di Jason Statham, Clive Owen e Robert De Niro. Nel maggio successivo ha poi fatto parte del cast del film Parto con mamma, con Seth Rogen e Barbra Streisand. Nel novembre 2011 è stata scelta per il ruolo di protagonista femminile nel film I, Frankenstein. Nel 2011 e nel 2012, è stata nominata di nuovo ai Teen Choice Awards nella categoria miglior attrice TV d'azione.

Nel marzo 2012, è diventata partner della nuova campagna pubblicitaria di SoBe Life. Nel maggio seguente, si è classificata al 35º posto nella classifica Maxim Hot 100 delle donne più attraenti. Sempre nello stesso anno entra a far parte del cast della serie televisiva Dexter come personaggio ricorrente, nel ruolo di Hannah McKay, ruolo che riprende anche nell'ottava stagione. Nel dicembre seguente ha fatto il suo debutto a Broadway nel revival di Clifford Odets, Golden Boy, nel ruolo di Lorna Moon. Per questa interpretazione, ha vinto un Theatre World Award. Ancora nel 2012 è stata premiata, insieme a Liam Hemsworth, per la sua carriera internazionale agli Australians in Film Breakthrough Award.[6]

Nel maggio 2013 viene nuovamente inserita nella classifica Maxim Hot 100 delle donne più attraenti, al 46º posto.

Nel gennaio 2014 entra a far parte del cast della miniserie televisiva 24: Live Another Day, nel ruolo dell'agente della CIA Kate Morgan.[7] Sempre nello stesso anno è nel cast della serie televisiva The Astronaut Wives Club, nel ruolo di Rene Carpenter. Dal 2017 ricopre il ruolo di Serena Joy Waterford nella serie televisiva The Handsmaid's Tale, per il quale riceve il plauso della critica.[8]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Yvonne Strahovski è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Marika Aubrey, How We Do What We Do… Yvonne Strahovski with Marika Aubrey, su aussietheatre.com.au, 14 settembre 2013.
  2. ^ (EN) Simone Casey, 10 Minutes With... I Love You Too's Yvonne Strahovski, su au.lifestyle.yahoo.com, 30 maggio 2010.
  3. ^ (EN) McKenna Aiello, Yvonne Strahovski Is Pregnant With Her First Child, su eonline.com, 11 maggio 2018.
  4. ^ (EN) TV's 100 Sexiest Women of 2010, su buddytv.com.
  5. ^ (EN) 2011 FFF Winners - Image 12, su cosmopolitan.com.au, 25 maggio 2011.
  6. ^ (EN) Australians in Film Breakthrough Awards, su australiansinfilm.org. (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2012).
  7. ^ (EN) Lesley Goldberg, Yvonne Strahovski Joins '24' Limited Series, su hollywoodreporter.com, 13 gennaio 2014.
  8. ^ (EN) Jade Budowski, Yvonne Strahovski Is Delivering A Breathtaking, Thankless Performance On 'The Handmaid's Tale', su decider.com, 23 maggio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN44133038 · ISNI (EN0000 0000 4657 596X · LCCN (ENno2009011115 · GND (DE1099966094 · BNF (FRcb16608056k (data)