La lepre e la tartaruga (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Max Leprotto)
La lepre e la tartaruga
The Tortoise and the Hare.png
Titolo originaleThe Tortoise and the Hare
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1935
Durata9 min
Rapporto1,37:1
Genereanimazione, commedia
RegiaWilfred Jackson
SoggettoEsopo
SceneggiaturaBill Cottrell
ProduttoreWalt Disney
Casa di produzioneWalt Disney Productions
Distribuzione (Italia)Artisti Associati
MusicheFrank Churchill
Character designJoe Grant
AnimatoriLouie Schmitt, Dick Lundy, Milt Schaffer, Frenchy de Tremaudan, Larry Clemmons, Hamilton Luske, Eric Larson, Les Clark, Dick Huemer
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

La lepre e la tartaruga (The Tortoise and the Hare) è un film del 1935 diretto da Wilfred Jackson. È un cortometraggio d'animazione della serie Sinfonie allegre, distribuito negli Stati Uniti dalla United Artists il 5 gennaio 1935 e basato sull'omonima favola di Esopo.[1] È noto per aver introdotto nell'animazione il concetto della velocità, sviluppato principalmente dall'animatore Hamilton Luske (con l'assistenza di Ward Kimball) tramite delle linee.[2] Il corto vinse l'Oscar al miglior cortometraggio d'animazione ai premi Oscar 1935,[3] venendo quindi inserito nel film di montaggio del 1937 I capolavori di Walt Disney. Fu poi seguito nel 1936 dal corto Il campione.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I protagonisti del film

Una moltitudine di animali si riunisce per assistere alla gara tra Max Leprotto e Tobia Tartaruga. Max è chiaramente favorito, mentre Tobia viene subito preso in giro e deriso per essere lento e goffo. Appena la gara inizia, Max sfreccia sulla pista ottenendo un enorme vantaggio, ma si ferma presso una scuola femminile per parlare con quattro conigliette. Quando arriva anche Tobia, le conigliette lo invitano a fermarsi ma lui si rifiuta poiché intende finire la gara. Anche se Tobia ora è in testa, Max decide di rimanere per un po', essendo sicuro di non avere problemi a mettersi al passo con lui, e utilizza il campo sportivo della scuola per mettere in mostra le sue incredibili doti di velocista. A un certo punto però sente la folla rumoreggiare, e vede che Tobia non è lontano dal traguardo. Così saluta le conigliette e si precipita verso il traguardo. Tobia, vedendo che Max sta recuperando, aumenta il ritmo allungando le gambe e il collo, vince la gara in extremis e viene portato in trionfo dal pubblico.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito in Italia nel 1936 in lingua originale. Fu doppiato dalla Royfilm per l'inclusione nel film di montaggio I capolavori di Walt Disney uscito in Italia direttamente in VHS nel maggio 1986, ma lo stesso doppiaggio fu poi usato anche per la distribuzione del corto autonomo.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

VHS[modifica | modifica wikitesto]

America del Nord
  • More of Disney's Best 1932-1946 (1984)
  • Starring Silly Symphonies (6 ottobre 1987)
Italia
  • Le fiabe volume 4: La lepre e la tartaruga e altre storie (settembre 2002)

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Una volta restaurato, il cortometraggio fu incluso nel primo disco della raccolta Silly Symphonies, facente parte della collana Walt Disney Treasures e uscita in America del Nord il 4 dicembre 2001[4] e in Italia il 21 aprile 2004. In America del Nord fu incluso anche nel primo volume della collana Timeless Tales (uscito il 16 agosto 2005)[5] e nel DVD The Tortoise and the Hare (uscito il 19 maggio 2009 come quarto volume della collana Walt Disney Animation Collection).[6] In Italia è invece incluso nel DVD La lepre e la tartaruga e altre storie, uscito il 23 ottobre 2009 come quarto volume della collana Le fiabe.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

L'uscita del film fu pubblicizzata anche tramite una storia a fumetti scritta da Ted Osborne e Al Taliaferro e pubblicata in nove tavole domenicali dal 23 dicembre 1934 al 17 febbraio 1935. La storia, intitolata "Il mistero del collegio", non è un adattamento del corto ma un giallo che vede i due protagonisti nelle vesti di detective. Fu pubblicata per la prima volta in Italia il 25 aprile 1935 nel n. 5 della rivista I tre porcellini.[7] Max Leprotto e Tobia Tartaruga sono poi apparsi saltuariamente in alcune storie a fumetti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dave Smith, Disney A to Z: The Official Encyclopedia, 2ª ed., Disney Editions, 1998, pp. 565, ISBN 0-7868-6391-9.
  2. ^ (EN) Devon Baxter, Disney’s “The Tortoise And The Hare” (1934), su Cartoon Research, Jerry Beck, 21 ottobre 2015. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  3. ^ (EN) The 7th Academy Awards - 1935, su oscars.org, Academy of Motion Picture Arts and Sciences. URL consultato il 22 febbraio 2017.
  4. ^ (EN) Lindsay Mayer, Silly Symphonies: The Historic Musical Animated Classics DVD Review, su dvdizzy.com, p. 1. URL consultato il 24 novembre 2016.
  5. ^ (EN) Timeless Tales: Volume One DVD Review, su dvdizzy.com. URL consultato il 7 aprile 2017.
  6. ^ (EN) Luke Bonanno, Walt Disney Animation Collection: Classic Short Films - Volume 4: The Tortoise and the Hare DVD Review, su dvdizzy.com. URL consultato il 7 aprile 2017.
  7. ^ Il mistero del collegio, in INDUCKS.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]