Lidia Gorlin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lidia Gorlin
Lidia Gorlin.jpg
Lidia Gorlin con la maglia della Nazionale italiana
Nazionalità Italia Italia
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Playmaker
Ritirata 1991
Hall of fame Italia Basket Hall of Fame (2010)
Carriera
Squadre di club
1968-1975Vicenza
1975-1976B.F. Milano
1976-1980FIAT
1980-1989Vicenza
1990-1991600px Bianco Rosso Blu e Bianco.png Etruria Basket[1]
Nazionale
1971-1986Italia Italia[2]231 (1.492)
Carriera da allenatore
1994-1996 Le Mura Lucca
2001-2005 Le Mura Lucca
Palmarès
Serie A/A1 femminile 10 scudetti
Eurolega 6 vittorie
Per maggiori dettagli vedi qui
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Bronzo Italia 1974
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Lidia Gorlin (Vicenza, 29 giugno 1954) è un'ex cestista italiana.

Giocava come playmaker. Dal 2011 fa parte dell'Italia Basket Hall of Fame.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuta cestisticamente all'Associazione Sportiva Vicenza, vinse il titolo Allieve nel 1970. Come senior, ha militato, oltre che con Vicenza, anche con la Standa Milano e la Fiat Torino, vincendo dieci scudetti e sei Euroleghe tra il 1969 e il 1988.

Capitana per dieci anni delle azzurre del basket, ha collezionato fino al 1986, ben 231 presenze nella nazionale italiana di pallacanestro.

Risiede a Lucca dove svolge la funzione di General Manager della squadra Basket Femminile Le Mura Lucca di Serie A1 (pallacanestro femminile), squadra che ha allenato in due distinti periodi tra il 1994 e il 2005.[4] Nel 2017 vince da dirigente il campionato italiano con la squadra lucchese.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

[5]

Stagione Squadra Campion. Partite
Pres. Punti
1968-1969 Italia Recoaro Vicenza Serie A 6 4
1969-1970 Italia Vicenza Serie A 16 38
1970-1971 Italia Vicenza Serie A 18 92
1971-1972 Italia Thermomatic Vicenza Serie A 22 345
1972-1973 Italia Thermomatic Vicenza Serie A 22 329
1973-1974 Italia Vicenza Serie A 22 317
1974-1975 Italia Vicenza Serie A 22 389
1975-1976 Italia Standa Milano Serie A 22 227
1976-1977 Italia Teksid Torino Serie A 27 368
1977-1978 Italia Teksid Torino Serie A 25 268
1978-1979 Italia Teksid Torino Serie A 27 384
1979-1980 Italia Fiat Torino Serie A 28 356
Totale Torino 107 1.376
1980-1981 Italia Zolu Vicenza Serie A1 29 452
1981-1982 Italia Zolu Vicenza Serie A1 26 259
1982-1983 Italia Zolu Vicenza Serie A1 30 277
1983-1984 Italia Zolu Vicenza Serie A1 28 196
1984-1985 Italia Fiorella Vicenza Serie A1 26 188
1985-1986 Italia Primigi Vicenza Serie A1 35 226
1986-1987 Italia Primigi Vicenza Serie A1 34 153
1987-1988 Italia Primigi Vicenza Serie A1 28 104
1988-1989 Italia Primigi Vicenza Serie A1 - -
1989-1990 Italia Estel Vicenza Serie A1 30 137
Totale Vicenza 394 3.506
1990-1991 Italia Pamela Sud Pistoia Serie A1 24 60
Totale carriera 547 5.169

Cronologia presenze e punti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono riportate la prima e l'ultima gara disputate da Lidia Gorlin in nazionale maggiore.

Cronologia completa delle presenze e dei punti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Punti Note
17-12-1971 Sarajevo Bulgaria Bulgaria 57 - 58 Italia Italia Torneo amichevole 6 [6]
...
14-9-1986 Oslo Polonia Polonia 62 - 80 Italia Italia Qual. Euro 1987 - [7]
Totale Presenze 231 Punti 1.492


Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Lidia Gorlin (a sinistra) e Janice Lawrence dopo la vittoria della Coppa dei Campioni del 1986.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nascono le Pink Girls e Pistoia torna a sognare in rosa, 24 settembre 2015.
  2. ^ Lidia Gorlin, su fip.it. URL consultato il 2010.
  3. ^ Premiata la classe 2010. Meneghin: "Qui c’è la storia e il nostro futuro", 18 Marzo 2011.
  4. ^ Basket Le Mura, una storia che viene da lontano, in Il Tirreno, 21 aprile 2013.
  5. ^ Mascolo, p. 125 e segg.
  6. ^ IX CAMPIONATO DEI BALCANI - BULGARIA-ITALIA 57-58, su FIP (archiviato dall'url originale il 4 aprile 2016).
  7. ^ Notizie flash - Basket, in Stampa Sera, 15 settembre 1986, p. 21.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del basket 1990, Modena, Panini, 1989.
  • Massimiliano Mascolo, Almanacco del basket al femminile, seconda edizione, J and J, 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]