Dido Guerrieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dido Guerrieri
Giuseppe Dido Guerrieri.jpg
Nome Giuseppe Guerrieri
Nazionalità Italia Italia
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Ritirato 1995
Hall of fame Italia Basket Hall of Fame (2011)
Carriera
Carriera da allenatore
1973-1974 Fortitudo Bologna 6-13
1974-1978 Pall. Milano 51-41
1978-1979 Pallalcesto Udine 15-11
1979-1980 Reyer Venezia 17-9
1981-1983 Pall. Vigevano 25-37
1983-1986 Auxilium Torino 63-27
1986-1988 Virtus Roma 23-24
1988-1989 Aurora Desio 22-8
1989-1991 Auxilium Torino 31-19
1993-1995 Auxilium Torino 32-25
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giuseppe "Dido" Guerrieri (Civitavecchia, 21 maggio 1931[1]Sesto San Giovanni, 1º febbraio 2013) è stato un allenatore di pallacanestro e giornalista italiano, dal 2011 membro dell'Italia Basket Hall of Fame.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la maturità classica al "Giulio Cesare" di Roma e due anni di studi universitari in medicina, passò all'ISEF dove si laureò nel 1955. Iniziò la carriera di allenatore a Forlì nel 1959 dopo alcuni anni di insegnamento scolastico.

Fu poi alla guida di Vigevano, vice di Cesare Rubini al Simmenthal Milano, istruttore federale e poi ancora in panchina con Alco Bologna, Mobilquattro Milano, Mobiam Udine, Auxilium Torino, Virtus Roma ed ancora Torino. Nel 1990 è stato nominato allenatore onorario. Vanta 311 vittorie su 599 pachine in carriera[2].

È stato attivo anche come giornalista sportivo, scrivendo a lungo per la rivista Superbasket[3].

È scomparso nel 2013 all'età di 81 anni[3].

Dopo la sua scomparsa, i tifosi della squadra di Torino, i Rude Boys, dedicarono a Dido Guerrieri il nome della loro curva.[4].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Aurora Desio: 1988-1989
Auxilium Torino: 1989-1990

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco illustrato del basket 1990. Panini, Modena, 1989, p. 14.
  2. ^ Il basket piange Dido Guerrieri, il "Professore", legabasketfemminile.it. URL consultato il 2 febbraio 2013.
  3. ^ a b Il basket piange Dido Guerrieri, il 'Professore' dei coach, in la Repubblica, 1º febbraio 2013. URL consultato il 2 febbraio 2013.
  4. ^ I tifosi della PMS intitolano la curva a Dido Guerrieri al PalaRuffini, in quotidianopiemontese.it. URL consultato il 20 novembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]