Jeffrey Epstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jeffrey Edward Epstein

Jeffrey Edward Epstein (New York, 20 gennaio 1953New York, 10 agosto 2019) è stato un imprenditore e criminale statunitense, arrestato per abusi sessuali che avrebbero visto coinvolto circa una trentina di ragazze, alcune delle quali minorenni. Arrestato di nuovo il 6 luglio 2019 per traffico di minori in Florida e New York, morì in carcere per un apparente suicidio il 10 agosto di quell'anno presso il Metropolitan Correctional Center di New York.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vista aerea del quartiere d'infanzia di Epstein di Sea Gate, Brooklyn

Epstein nacque nel 1953 nel distretto di New York City di Brooklyn da genitori ebrei[1][2] Pauline (nata Stolofsky, 1918–2004)[3] e Seymour G. Epstein (1916–1991). I suoi genitori si sposarono nel 1952, poco prima della sua nascita. Pauline lavorava come collaboratrice scolastica ma manteneva soprattutto la casa. Seymour Epstein ha lavorato per il Dipartimento dei Parchi e della ricreazione di New York City come giardiniere.[4] Jeffrey Epstein era il maggiore di due fratelli. Epstein e suo fratello Mark sono cresciuti nel quartiere borghese di Sea Gate, Coney Island, Brooklyn.[5]

Epstein frequentò le scuole pubbliche locali, come la Mark Twain Junior High School.[5] Nel 1967, Epstein frequentò il National Music Camp presso l' Interlochen Center for the Arts.[6] Era un musicista di talento che ha imparato a suonare il piano quando aveva cinque anni.[7] Si è diplomato nel 1969 alla Lafayette High School all'età di 16 anni, dopo aver saltato due anni.[8] Più tardi quell'anno, ha frequentato le lezioni alla Cooper Union fino a quando non ha cambiato college nel 1971. Dal settembre 1971, ha frequentato il Courant Institute of Mathematical Sciences alla New York University ma si è ritirato senza laurearsi nel giugno 1974.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Epstein incominciò a lavorare nel settembre 1974 come insegnante di fisica e matematica presso la Dalton School nell'Upper East Side di Manhattan,[8][9] dove Donald Barr era il preside fino al giugno 1974.[10] Barr potrebbe aver assunto Epstein.[11][12] Epstein insegnò nell'esclusiva scuola privata dall'autunno del 1974 fino a quando fu licenziato nel giugno 1976.[13][14] Mentre insegnava a scuola, Epstein conobbe Alan Greenberg, l'amministratore delegato di Bear Stearns, il cui figlio e figlia stavano andando a scuola. La figlia di Greenberg, Lynne Koeppel, ha organizzato una conferenza genitori-insegnanti in cui Epstein colpì per intelligenza lo stesso Greenberg che lo assunse presso Bear Stearns.[7][15]

Bancario[modifica | modifica wikitesto]

Epstein si unì a Bear Stearns nel 1976 e imparò l'arte della finanza e del commercio a Wall Street

Epstein è entrato a far parte di Bear Stearns nel 1976 come assistente di basso livello.[16] Si è rapidamente fatto notare diventando un trader di opzioni, lavorando nella divisione prodotti speciali, e quindi ha consigliato ai clienti più ricchi della banca, come il presidente della Seagram, Edgar Bronfman, le strategie di mitigazione fiscale.[17][18] Jimmy Cayne, il successivo amministratore delegato della banca, ha elogiato l'abilità di Epstein con clienti facoltosi e prodotti complessi. Nel 1980, quattro anni dopo essersi unito a Bear Stearns, Epstein divenne socio in accomandita semplice. Nel 1981, gli fu chiesto di lasciare Bear Stearns per violazioni della politica interna che rimangono poco chiare.[7] Anche se Epstein è partito bruscamente, è rimasto vicino a Cayne e Greenberg ed è stato cliente di Bear Stearns fino al suo crollo nel 2008.

Consulenza finanziaria[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto 1981, Epstein ha fondato la sua società di consulenza, Intercontinental Assets Group Inc. (IAG),[19] che ha aiutato i clienti a recuperare denaro rubato da broker e avvocati fraudolenti.[7] Epstein descrisse il suo lavoro in quel momento come un cacciatore di taglie di alto livello. Ha detto agli amici che a volte ha lavorato come consulente per i governi e per i ricchi per recuperare fondi sottratti, mentre altre volte ha lavorato per clienti che avevano sottratto fondi.[20] Ana Obregón era una sua cliente, che Epstein aiutò nel 1982 a recuperare milioni che suo padre aveva perso in investimenti, erano scomparsi quando i titoli del governo Drysdale sono crollati a causa delle frodi.[21]

Epstein ha anche dichiarato ad alcune persone che era un agente dei servizi segreti.[22][23] Non è chiaro se questa affermazione fosse veritiera, per scherzo o semplicemente falsa. Durante gli anni '80, Epstein possedeva un passaporto austriaco con un nome falso. Il passaporto indicava il suo luogo di residenza in Arabia Saudita.[24][25] La giornalista investigativa Vicky Ward ha dichiarato di essere stata informata nel 2017 da "un ex alto funzionario della Casa Bianca" che il procuratore distrettuale della Florida Alexander Acosta, che ha gestito il caso criminale di Epstein nel 2008, ha detto agli intervistatori della transizione di Trump "Mi è stato detto che Epstein" apparteneva all'intelligence " e di lasciarlo solo "e che Epstein era" al di sopra delle sue competenze".[26]

Durante questo periodo, uno dei clienti di Epstein fu l'uomo d'affari dell'Arabia Saudita Adnan Khashoggi, che fu l'intermediario nel trasferimento di armi americane da Israele all'Iran, come parte della vicenda Iran-Contra negli anni ottanta.[27] Khashoggi era uno dei numerosi appaltatori della difesa che conosceva.[7][22] A metà degli anni ottanta, Epstein viaggiò più volte tra gli Stati Uniti, l'Europa e il sud-ovest asiatico.[24][25] Mentre era a Londra, Epstein conobbe Steven Hoffenberg. Erano stati introdotti attraverso Douglas Leese, un appaltatore della difesa, e John Mitchell, l'ex procuratore generale degli Stati Uniti.

Inchieste giudiziarie[modifica | modifica wikitesto]

Noto soprattutto per il suo presunto traffico di minori e stretti legami con molte élite mondiali, Epstein ha incominciato la sua carriera nel settore finanziario presso la banca d'investimenti Bear Stearns, prima di costituire la sua società, J. Epstein & Co. Fino alla sua prima condanna per crimini sessuali del 2008, Epstein era un miliardario che si occupava di finanza, politica e nel mezzo tra il finanziario, politico ed élite culturale della società.

Nel 2005, la polizia di Palm Beach, in Florida, ha incominciato a indagare su Epstein dopo che un genitore si era lamentato per le molestie ricevute dalla figlia di 14 anni. Epstein alla fine si è dichiarato colpevole e nel 2008 è stato condannato da un tribunale statale della Florida per aver sollecitato una prostituta e per aver procurato una minorenne per prostituzione. Ha scontato 13 mesi di custodia con rilascio per lavoro, nell'ambito di un patteggiamento, in cui funzionari federali avevano identificato 36 ragazze di appena 14 anni che erano state molestate.

Epstein è stato nuovamente arrestato il 6 luglio 2019, con l'accusa federale di traffico di minori in Florida e New York.

Il duca di York è stato coinvolto e si è dichiarato pronto a collaborare alle indagini[28].

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Epstein è morto suicida il 10 agosto 2019, mentre era in prigione al Metropolitan Correctional Center in Manhattan. I poliziotti hanno trovato il suo corpo impiccato alle 7:30 del mattino. Aveva 66 anni[29]. Due giorni prima di morire ha fatto testamento lasciando tutti i suoi beni in gestione in un trust[30].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Billionaire sex offender Jeffrey Epstein charged with sex trafficking, su The Jerusalem Post, July 7, 2019. URL consultato il July 17, 2019 (archiviato il July 10, 2019).
  2. ^ Ari Feldman, What We Know About Jeffrey Epstein's Childhood, in The Forward, July 15, 2019. URL consultato il July 16, 2019 (archiviato il July 17, 2019).
  3. ^ Larry Dantus, Pauline Epstein (Stolofsky), su Geni, July 6, 2019 (archiviato il July 15, 2019).
  4. ^ Thomas Volscho, Jeffrey Epstein Dodged Questions About Sex With His Dalton Prep-School Students, in The Daily Beast, July 13, 2019. URL consultato il July 13, 2019 (archiviato il July 14, 2019).
  5. ^ a b Michael Daly, Epstein's Coney Island Days: From Math Nerd to 'Arrogant' Prick, in The Daily Beast, July 15, 2019. URL consultato il July 15, 2019 (archiviato il July 17, 2019).
  6. ^ Kate Briquelet, Epstein Had His Own Lodge at Interlochen's Prestigious Arts Camp for Kids, in The Daily Beast, July 12, 2019. URL consultato il July 12, 2019 (archiviato il July 12, 2019).
  7. ^ a b c d e Vicky Ward, The Talented Mr. Epstein, su Vanity Fair, Condé Nast, June 27, 2011. URL consultato il June 11, 2015 (archiviato il June 12, 2015).
  8. ^ a b Thomas Volscho, Jeffrey Epstein Dodged Questions About Sex With His Dalton Prep-School Students, in The Daily Beast, July 12, 2019. URL consultato il July 12, 2019 (archiviato il July 14, 2019).
  9. ^ Mike Baker e Amy Julia Harris, Jeffrey Epstein Taught at Dalton. His Behavior Was Noticed., in The New York Times, July 12, 2019. URL consultato il July 18, 2019.
  10. ^ Gene I. Maeroff, Barr Quits Dalton School Post, Charging Trustees' Interference, in The New York Times, February 20, 1974. URL consultato il July 20, 2019.
  11. ^ Linda Robertson e Aaron Brezel, 'Poor, smart and desperate to be rich': How Epstein went from teaching to Wall Street, in Miami Herald, July 16, 2019. URL consultato il July 17, 2019.
  12. ^ Lisette Voytko, Attorney General Barr, Facing Criticism, Blames Jail For Epstein’s Death, su Forbes. URL consultato il 20 August 2019.
  13. ^ Rebecca Klein, Jeffrey Epstein Was Their Teacher. He Became A Monster., su HuffPost, July 12, 2019. URL consultato il July 18, 2019.
  14. ^ Calder McHugh, Jeffrey Epstein's prep-school students remember their 'flamboyantly' dressed teacher, su Yahoo! Finance, July 13, 2019. URL consultato il July 18, 2019.
  15. ^ James Patterson e John Connolly, 21, in Filthy Rich: A Powerful Billionaire, the Sex Scandal that Undid Him, and All the Justice that Money Can Buy: The Shocking True Story of Jeffrey Epstein, Little, Brown, 2016, ISBN 9780316362450.
  16. ^ Tom Metcalf, Caleb Melby e Sophie Alexander, Mystery Around Jeffrey Epstein's Fortune and How He Made It, in Bloomberg News, July 8, 2019. URL consultato il July 8, 2019.
  17. ^ Charlie Gasparino, The woes of Jeffrey Epstein: How he maintained Wall Street connections while downplaying child sex accusations, su FOXBusiness, 26 luglio 2019. URL consultato il 4 agosto 2019.
  18. ^ James Patterson e John Connolly, Chapter 22, in Filthy Rich: A Powerful Billionaire, the Sex Scandal that Undid Him, and All the Justice that Money Can Buy: The Shocking True Story of Jeffrey Epstein, Little, Brown, 10 ottobre 2016, ISBN 9780316362450.
  19. ^ Janna Herron e Kevin McCoy, From private island to private jet: What is 'billionaire' Jeffrey Epstein's net worth?, in USA Today, July 14, 2019. URL consultato il July 14, 2019.
  20. ^ Jesse Kornbluth, I was a friend of Jeffrey Epstein; here's what I know, in Salon, July 9, 2019. URL consultato il July 16, 2019.
  21. ^ James Patterson e John Connolly, Chapter 26, in Filthy Rich: A Powerful Billionaire, the Sex Scandal that Undid Him, and All the Justice that Money Can Buy: The Shocking True Story of Jeffrey Epstein, Little, Brown, October 10, 2016, ISBN 9780316362450.
  22. ^ a b Nigel Rosser, Andrew's Fixer She's the Daughter of Robert Maxwell and She's Manipulating his Jetset Lifestyle, in Evening Standard, January 22, 2001, p. 10.
    «[Epstein] has a licence to carry a concealed weapon, once claimed to have worked for the CIA although he now denies it – and owns properties all over America. Once he arrived at the London home of a British arms dealer bringing a gift – a New York police-issue pump-action riot gun. 'God knows how he got it into the country,' a friend said.».
  23. ^ Michael Robotham, The Mystery of Ghislaine Maxwell's Secret Love, in Mail on Sunday, November 15, 1992.
    «One outrageous story links him to the CIA and Mossad. Another that Epstein was a concert pianist. Yet another that he was a maths teacher at an exclusive girls school...'He told me he was a spy hired by corporations to find major amounts of money which had been embezzled,' she says. 'He made it sound very exciting and glamorous...'».
  24. ^ a b Tracy Connor, Jeffrey Epstein's Fake Foreign Passport Was Used in Saudi Arabia and Other Countries, in The Daily Beast, July 17, 2019. URL consultato il July 17, 2019 (archiviato il July 22, 2019).
  25. ^ a b Tom Winter, Jeffrey Epstein had cash, diamonds and a foreign passport stashed in safe, prosecutors say, su NBC News, July 15, 2019. URL consultato il July 16, 2019 (archiviato il July 16, 2019).
  26. ^ Vicky Ward, Jeffrey Epstein's Sick Story Played Out for Years in Plain Sight, su The Daily Beast, July 9, 2019. URL consultato il July 11, 2019.
  27. ^ Who Was Jeffrey Epstein Calling? A close study of his circle—social, professional, transactional—reveals a damning portrait of elite New York, su New York, July 22, 2019. URL consultato il July 25, 2019.
  28. ^ Caso Epstein, principe Andrea pronto a collaborare con Fbi. E spuntano nuove rivelazioni sul jet privato, in La Repubblica, 26 agosto 2019. URL consultato il 26 agosto 2019.
  29. ^ (EN) William K. Rashbaum, Benjamin Weiser e Michael Gold, Jeffrey Epstein Dead in Suicide at Manhattan Jail, Officials Say, in The New York Times, 10 agosto 2019. URL consultato il 10 agosto 2019.
  30. ^ (EN) Priscilla DeGregory e Kate Sheehy, Jeffrey Epstein signed will just two days before suicide, in The New York Post, 19 agosto 2019. URL consultato il 26 agosto 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN4498147665874060670008 · LCCN (ENno2016132627 · GND (DE119275476X · WorldCat Identities (ENno2016-132627