Coney Island

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Coney Island (disambigua).
Coney Island
ConeyIslandAerial.jpg
La penisola di Coney Island
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato New York New York
Città New York
Circoscrizione Brooklyn
Superficie 1,78 km²
Abitanti 60 000 ab.
Densità 33 707,87 ab./km²

Coordinate: 40°34′27.9″N 73°58′42.87″W / 40.574416°N 73.978575°W40.574416; -73.978575

Coney Island è una penisola e un quartiere situato nella zona meridionale della circoscrizione (borough) di Brooklyn a New York. Conosciuta per le sue spiagge e per i suoi luna park, è oggi abitata da circa 60.000 persone.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Coney Island è una piccola penisola a est di Manhattan all'interno del territorio di Brooklyn. Il nome Coney deriva dalla lingua olandese Konjn ovvero coniglio. Infatti, quando nell'anno 1654 fu barattata dai primi coloni olandesi in cambio di fucili e munizioni, l'isola vedeva una grande popolazione di conigli. Il 1903 fu un anno importante nella storia di Coney, venne infatti aperto il primo parco dei divertimenti, denominato Luna Park, da cui è derivato l'uso comune del termine. Vennero in seguito costruiti ippodromi, saloon, alberghi e casinò, oltre che lo straordinario Dreamland (altro parco tematico analogo al Luna), ma con la grande depressione ed il devastante incendio del 1932, le grandi masse di cittadini newyorkesi abbandonarono Coney Island di conseguenza tutte le strutture turistiche chiusero i battenti l'una dopo l'altra. Tale processo di lento degrado è giunto fino ai giorni nostri: oggi il territorio di Coney Island porta le tracce degli splendori del passato, ma sull'isola sono presenti soprattutto centinaia di venditori di souvenir e di piccoli stabilimenti stagionali atti all'intrattenimento.[1]

L'importanza architettonica che Coney Island ha avuto per il territorio newyorkese è elevatissima, essa è stata infatti piattaforma di sperimentazione urbanistica di quelli che sono stati poi i piani di crescita di Manhattan. Lo skyline di Coney Island è entrato nell'immaginario collettivo grazie alla Wonder Wheel e all'ottovolante Cyclone, e sul suo territorio sono ancora oggi visibili alcuni degli edifici di più antica costruzione dell'intero stato di New York. Non a caso alla storia di Coney Island è dedicato un capitolo del saggio di architettura Delirious New York dell'archistar Rem Koolhaas.[1]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • A Coney Island, attorno al 1870, fu inventato l'hot dog.[2]
  • Se il tempo lo consente, nella seconda metà di ottobre durante i giorni della Sukkot (cioè la “Festa delle Capanne”), centinaia di famiglie di ebrei ortodossi si trovano a celebrare l'importante ricorrenza con i loro bambini lungo l'ampia spiaggia di Coney Island che, in questo periodo dell'anno, è solitamente deserta. Particolarmente suggestivo è il contrasto tra gli sgargianti colori del luna park ed il tradizionale abbigliamento dei visitatori che lo affollano.
  • Un aspetto peculiare della vita sociale di Coney Island è la pallacanestro, soprattutto quella giocata nei campetti all'aperto (playground), tra cui il "Chop Chop Land" che sorge lungo la spiaggia e il "Run and Gun", riservato ai più piccoli.
  • Da Coney Island provengono i cestisti Stephon Marbury e Sebastian Telfair.
  • Uno dei brani iniziali del musical Love Never Dies di Andrew Lloyd Webber, dal titolo "Coney Island Waltz (Are you ready to begin?"), è chiaramente dedicato a Coney Island.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Koolhaas, pp. 27-72.
  2. ^ (EN) History of the Hot Dog.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America