Jeff Lemire

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jeff Lemire

Jeff Lemire (Essex, 21 marzo 1976) è uno scrittore e fumettista canadese.

Nato e cresciuto in una fattoria nella Contea di Essex (Ontario), è un appassionato di fumetti sin da bambino. Nel 2005 debutta come autore e disegnatore di Lost dogs, opera che gli vale un premio Xeric. Il successo arriva nel 2008 con la graphic novel Essex County che in Canada viene dichiarato uno dei romanzi canadesi essenziali del decennio[1]. Jeff attira anche l'attenzione dei grandi editori americani quali la DC Comics per la quale realizza opere sia per l'etichetta Vertigo (The Nobody, Sweet Tooth), sia per alcuni dei personaggi supereroistici più famosi quali Superboy, Green Arrow e Animal Man[1]. Nel 2012, in contemporanea agli altri progetti, ha pubblicato The Underwater Welder, una nuova graphic novel, con la casa editrice Top Shelf. Il suo primo incarico regolare per la Marvel Comics è come autore dei testi della serie All-New Hawkeye distribuita a marzo 2015[2].

L'artista e storyteller che più influenza l'opera di Jeff è David Lynch, di cui apprezza la capacità di raccontare l'ambiguità e mistero che si nasconde dietro l'apparente normalità dell'esistenza[3]. Altri autori che lo ispirano sono Moebius e Terry Gilliam[3].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente Jeff frequenta una facoltà universitaria di cinema ma quando manca poco alla laurea decide di abbandonare[4]. La decisione scaturisce dall'essersi reso conto che vuole diventare uno scrittore e disegnatore di fumetti[4]. Gli autori da cui è più influenzato in questa fase sono Paul Pope, Jeffrey Brown e Jason Lutes, ma la sua ossessione ricade sulle opere dell'artista Dave McKean, in particolare Cages[4][5]. Per imparare il mestiere decide di imporsi di disegnare tutti i giorni anche se questo significa non aver tempo neppure per dormire[4]. Nei primi anni duemila (fino al 2003) lavora ad un'opera di genere fantascientifico-horror dal titolo Soft Malleable Underberlly[4]. Gli dedica molto tempo e la ricomincia tre o quattro volte per poi abbandonare il progetto insoddisfatto[4]. In questo periodo lavora come cuoco a Toronto facendo i turni di notte in un locale chiamato La Hacienda in Queen Street West e vive in un piccolo locale con la donna che diventerà sua moglie[4]. Si lamenta che in quel periodo beveva molti alcolici, dormiva poco e non riusciva a creare un'opera che valesse la pena mostrare agli altri[4]. La sua carriera sembra arenarsi, le sue capacità narrative e il suo stile di disegno non gli sembrano all'altezza di un fumettista professionista[4]. Jeff confessa di aver disegnato fumetti ogni giorno nei cinque anni precedenti alla sua prima pubblicazione ma ne uscivano fumetti (a sua detta) terribili[5]. Nonostante questo non demorde e capisce di non avere la capacità di realizzare tavole fotorealistiche e quindi si dedica a sviluppare un suo stile[5]. Intuisce che il suo punto di forza sta nel creare storie d'atmosfera ed emozioni[5].

Debutto (2003-2005)[modifica | modifica wikitesto]

Copertina della graphic novel "Cani Smarriti", Edizione Panini Comics.

Nel momento di difficoltà per Jeff arriva la lettura del libro Capire il fumetto di Scott McCloud e sul sito dell'autore apprende della sfida 24-Hour Comic[4]. Si tratta di creare un fumetto di almeno 24 pagine in sole 24 ore[4]. Jeff ci prova con entusiasmo, lavorandoci per 10 ore consecutive senza mai smettere ma poi crolla[4]. Ha ottenuto però un risultato: ha disegnato le prime 10 pagine di quella che sarà la sua prima graphic novel, cioè Cani Smarriti[4]. Quelle prime tavole, anche se realizzate in maniera grossolana e quasi dilettantesca, gli piacciono e nel successivo mese porta a compimento quest'opera che vede come protagonista un marinaio dalla forza immensa ma incapace di difendere la propria famiglia o controllare il suo destino[4]. Il titolo originale è Lost Dogs (da cui il titolo Cani Smarriti della versione italiana della Panini Comics). Ora servono i fondi per pubblicare l'opera e l'artista canadese partecipa con Lost Dogs al concorso Xeric, ideato da Peter Laird (leggenda dei comics underground e creatore delle Tartarughe Ninja)[4]. Alla manifestazione si selezionano due opere di autori sconosciuti per finanziarne la pubblicazione con $5000 (cinquemila dollari)[4]. Jeff vince e nell'autunno del 2005 ha modo di pubblicare una prima tiratura di 700 copie di Lost Dogs sotto l'editore Ashtray Press[4]. Si tratta del debutto con un'opera originale per Jeff Lemire.

Affermazione (2006-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Copertina de "Il Saldatore Subacqueo", disegnata da Jeff Lemire, edizione italiana Panini Comics

In questo periodo inizia una proficua collaborazione con la casa editrice indipendente Top Shelf Productions. Questa gli dà la possibilità di scrivere e disegnare la trilogia di racconti che va poi a comporre la graphic novel Essex County, opera celebrata in Canada come uno dei 5 romanzi più importanti del decennio (dal 2000 al 2009) e acclamata da pubblico e critica anche a livello internazionale[1]. L'opera è ambientata in una versione immaginifica della contea dell'Ontario dove l'autore è vissuto, un'ambientazione evocativa ed agreste dove dominino campi, boschi e fiumi, che portano il lettore lungo un percorso della memoria costituito da dolore, segreti e riconciliazione[6]. L'edizione definitiva The Complete Essex County viene distribuita in numerosi paesi tra cui anche l'Italia tramite Panini Comics. Jeff riceve diversi premi tra cui lo Shuster Award come migliore cartoonist nel 2008[1]. In questo periodo inizia anche lo sviluppo della successiva graphic novel The Underwater Welder che però va incontro a ritardi di realizzazione dovuti ai numerosi incarichi che che Jeff comincia a ricevere[7]. Difatti l'artista canadese è ormai corteggiato anche dalle grandi majors dei comics statunitensi e nel 2009 arriva a firmare un contratto esclusivo quinquennale con la DC Comics[7]. Questo gli permette di raggiungere la stabilità economica e di mettersi a confronto con alcuni dei personaggi supereroistici più celebri al mondo. Da notare che il suo legame con la Top Shelf non si interrompe in quanto la casa editrice si occupa della riedizione di Cani Smarriti e della sua distribuzione a livello internazionale. L'edizione italiana della Panini è una versione della pubblicazione Top Shelf e non di quella originale della Ashtray. Nel 2012 si incarica anche della pubblicazione di The Underwater Welder (edita da Panini come Il saldatore subacqueo)[8].

Se si guardano le opere di questa prima fase sembra che Jeff non sia interessato al genere supereroistico, ma in realtà non è così. Infatti è nel 2007 che comincia a elaborare la storia che sfocerà nella serie Black Hammer[7], pubblicata nel 2015 dalla Dark Horse Comics[9]. La vicenda ruota intorno ad un gruppo di supereroi che in seguito ad una crisi del multiverso sono cancellati dall'esistenza e si ritrovano a vivere in una fattoria bloccata in un limbo temporale[9]. Evidenti sono i riferimenti alla Justice League e/o Justice Society e ai continui eventi cosmici (chiamati Crisis) che li portano a subire processi di retcon che ne rivedono o cancellano la continuity e quindi la loro stessa esistenza nello spazio-tempo dove sono stati creati[9]. In questo caso Jeff ci presenta una sua versione di questi supereroi abbandonati e li mette in un contesto rurale molto simile a quello visto nel romanzo grafico The Essex County, che sta sviluppando proprio in questo periodo[7]. Vi è un riferimento al tema supereroistico anche in Essex County in quanto nella storia d'apertura Tales from the Farm si vede un ragazzino che prende un fumetto di supereroi da un espositore presso una stazione di benzina e indossa una maschera e mantello, indumenti tipici del genere[7]. La sua passione per i supereroi porta il personaggio a scrivere e disegnare un suo fumetto intitolato Heroes and Villains. Questo stesso ragazzino compare poi in una tavola della graphic novel Il saldatore subacqueo, vestito da supereoe come in Essex County, ma si tratta solo di una comparsa e non ci è dato sapere se sia lo stesso personaggio[7]. In ogni caso l'interesse per i supereroi è da sempre presente in Jeff e questo emergerà prepotentemente nei suoi successivi lavori per DC Comics, Marvel Comics e Valiant Entertainment.

Il periodo DC Comics (2009-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il successo di critica ottenuto nel fumetto indipendente, Jeff arriva a firmare un contratto esclusivo con la statunitense DC Comics, casa editrice celebre per icone del genere supereroistico quali Superman, Batman e Wonder Woman[7]. Il contratto è quinquennale e si estende dalla fine del 2009 agli ultimi mesi del 2014[7]. Questo gli permette di cimentarsi con personaggi di proprietà della DC ma anche di sviluppare progetti creator-owned[10] tramite l'etichetta Vertigo. Sono infatti per questo imprint che escono le prime opere distribuite dalla DC per l'autore canadese. Si tratta della graphic novel The Nobody (del 2009) e della serie Sweet Tooth. Quest'ultima è l'opera più duratura prodotta dall'autore e si dipana per un periodo di oltre tre anni per un totale di 40 numeri. Nel 2010 comincia anche a cimentarsi su personaggi di proprietà dell'editore. Gli viene infatti assegnato il ruolo di scrittore per la quinta serie dedicata a Superboy, su cui rimane per 11 numeri con un prologo pubblicato sulla prestigiosa Action Comics. Contemporaneamente lavora ad una storyline per il personaggio di Atomo II (nella sua versione Silver Age come Ray Palmer). La storia si intitola Nucleus e inizia con lo speciale Brightest Day: The Atom Spacial per poi continuare sulla storica Adventure Comics (tra il n.517 e il n.521) e concludersi con l'albo speciale Giant-Size Atom n.1 (del 2011).

Nel 2011 Jeff si ritrova coinvolto nell'ambizioso progetto della nuova dirigenza (capitanata dal nuovo presidente Diane Nelson) di rilanciare le serie dell'universo DC dal n.1, operando un reboot di tutti i personaggi, riscrivendo quindi la loro storia e continuity[11]. Questo vale anche per personaggi iconici quali Superman, Batman, Wonder Woman[11]. Le serie che ripartono dal n.1 sono 52 e il progetto prende infatti il nome The New 52 (cioè I nuovi 52)[11]. A Jeff sono affidati i testi di due serie, si tratta di Animal Man e Frankestein: Agent of S.H.A.D.E. (entrambe con data di copertina novembre 2011 e distribuite rispettivamente il 7 e il 14 settembre)[11]. Si tratta di due serie relativamente minori (in termini di popolarità e vendite) ma per quanto riguarda Animal Man, Jeff deve confrontarsi con l'acclamato ciclo di storie di Grant Morrison, con il quale venne lanciata la prima serie del personaggio tra fine anni ottanta e primi anni novanta. Il suo lavoro soddisfa i redattori DC e mantiene le redini della testata per 29 numeri (fino al 2014). Dal 2012 gli vengono affidate altre due serie di The New 52: una sulla Justice League (Justice League Dark dal n.9 al n.23) e quella su Green Arrow. La proposta per quest'ultima arriva dal redattore e responsabile creativo Dan DiDio nel luglio 2012, poco dopo la partecipazione di Jeff al Comic-Con di San Diego[12]. L'autore non si sente particolarmente attratto dal personaggio ma poi accetta, sedotto dall'idea di scrivere una serie di genere crime con un eroe che combatte per le strade, ispirandosi (nelle tematiche) alla versione di Mike Grell, cioè quella delineata nella serie post-Crisis (dopo il 1986) e attingendo al corso di storie di Dennis O'Neil su The Question di fine anni ottanta e i primi anni novanta[12]. Il titolo su Green Arrow è una serie su cui la DC punta molto in questo periodo data la messa in onda della serie televisiva Arrow sul canale The CW, basata proprio sul personaggio di Oliver Queen (il Freccia Verde originale) e che ha riscosso notevole successo anche in Italia. Jeff ne scrive le storie tra il 2013 e il 2014 (dal n.17 al n.34). Il lavoro svolto sull'arciere della DC ha particolarmente impressionato anche i vertici della Marvel dal momento che nel 2015 lo chiamano a realizzare le storie della loro versione di Green Arrow, ovvero l'arciere Hawkeye[13]. La serie si intitolerà All-New Hawkeye e segue l'acclamato (e pluripremiato) ciclo di storie di Matt Fraction[14]. Durante il suo incarico alla DC, Jeff si trova spesso a gestire personaggi pubblicati precedentemente (prima del 2011) dalla linea Vertigo. Oltre ad Animal Man e i membri della Justice League Dark, ha modo anche di lavorare ad un crossover con la serie Swamp Thing (dal titolo Rotworld) e nel 2013 gli viene affidato il lancio della serie Costantine. Il protagonista è John Costantine, la cui serie Hellblazer è stata una delle più longeve della storia Vertigo. Jeff ha però anche modo di cimentarsi con le icone della casa editrice anche se solo con storie sporadiche e autoconclusive. Infatti realizza testi e disegni per una storia su Superman (intitolata Fortress) e i testi per una storia in bianco e nero pubblicata sulla prestigiosa serie antologica Batman Black & White. La stima per l'autore da parte della DC si evidenzia quando gli affida i il compito di scrivere la storia per una graphic novel originale ambientata sulla terra alternativa denominata Terra Uno. In questo universo si vuole dare un approccio nuovo ai supereroi lasciando liberi gli autori ed artisti di dare la loro interpretazione dei più importanti personaggi dell'universo DC. Il progetto è iniziato nel 2010 e finora sono stati coinvolti scrittori del calibro di J. Michael Straczynski (su Superman Terra Uno) e Geoff Johns (su Batman Terra Uno). Al 2013 insieme a loro è stato scelto proprio Jeff Lemire per creare il primo supergruppo di Terra Uno, cioè i Teen Titans.

Il ritorno al fumetto indipendente e come freelancer (dal 2015)[modifica | modifica wikitesto]

Scaduto il contratto che lo ha legato alla DC Comics, Jeff firma per lavorare alla Marvel Comics. Non su tratta però di un contratto in esclusiva ma l'autore può anche tornare a produrre opere per editori del mercato indipendente. Alla Marvel Comics gli riconoscono le capacità di gestire personaggi iconici per il gruppo e per questo gli viene affidata una serie dell'universo mutante dal titolo Extraordinary X-Men. L'opera con cui debutta per il nuovo editore è però quella legata al personaggio di Hawkeye[15], un arciere simile al supereroe Green Arrow per cui ha scritto diverse storie alla DC. Il compito non è semplice perché Occhio di Falco è reduce dal ciclo di storie di Matt Friction e David Aja che hanno trasformato l'arciere Clint Barton in un personaggio acclamato da critica e pubblico[15]. Ormai non si tratta più di un personaggio di secondo piano dell'universo Marvel ma è diventato un'icona del genere grazie anche al suo coinvolgimento nei film degli Avengers, interpretato dall'attore Jeremy Renner. In aggiunta alla difficile gestione di Occhio di Falco, all'autore canadese viene affidata l'ambiziosa serie regolare Old Man Logan, sequel di una delle più celebri saghe di Wolverine, realizzata in origine da Mark Millar e ora opzionata per il terzo film sul mutante dallo scheletro di adamantio. Alla data di uscita (gennaio 2016) è, tra l'altro, l'unica serie regolare con protagonista Wolverine/Logan in quanto la serie regolare All-New Wolverine vede come protagonista Laura Kinney, anche conosciuta come X-23. Nel corso del 2016 Jeff riceve anche il compito di rilanciare Moon Knight con una nuova serie che parta dal n.1 (per l'ottava volta nella sua storia editoriale)[16]. Anche in questo caso il confronto col recente passato è problematico in quanto la precedente serie, ovvero Moon Knight (Vol.7) ha visto ai testi Warren Ellis con un ciclo di storie capace di rivitalizzare il vigilante incappucciato della Marvel Comics. I titoli Marvel assegnati a Lemire come scrittore godono di un notevole successo e nei dati di vendita del luglio 2016 la serie Old Man Logan (giunta al n.8) è la serie mutante più venduta della casa editrice (a parte i titoli dedicati a Deadpool), mentre quella del gruppo Extraordinary X-Men (giunta al n.12) vende più copie degli altri titoli dedicati ai gruppi mutanti quali Uncanny X-Men e All-New X-Men[17]. La nuova serie Moon Knight (giunta al n.4) supera in copie vendute quelle dei titoli dedicati a personaggi storici quali Capitan America, Hulk, Capitan Marvel e la Vedova Nera[17].

Nel 2016 ha collaborato con il musicista canadese Gord Downie[18]. Jeff ha realizzato una graphic novel di 96 pagine, allegata all'album Secret Path, realizzato da Downie come solista[18]. Si tratta di un concept album composto da 10 canzoni che racconta la storia di Chanie Charlie Wenjack, un ragazzo di 12 anni morto in un incidente il 22 ottobre 1966[18]. Chanie era un nativo americano della tribù Ojibway (il cui territorio è stato diviso tra Canada e Stati Uniti) ed era fuggito dal suo istituto scolastico per percorrere 400 miglia e tornare nella sua terra natia[18]. Con il suo contributo al progetto di Downie, Lemire vuole rendere noti i torti e le ingiustizie perpetrate dal governo canadese nei confronti delle tribù indigene incorporate nel suo territorio[18].

Nell'arco del 2017 dichiara di cominciare a provare una certa stanchezza nel dedicarsi ai fumetti dei supereroi, genere su cui lavoro ininterrottamente dal 2010 (per DC e Marvel)[5]. Ospite a Lucca Comics & Games del 2017 si dice pronto a dedicarsi maggiormente ai suoi lavori creator-owned, cioè alle opere da lui create e distribuite solitamente da case editrici indipendenti[5]. Con questo non rinnega il suo amore per i supereroi e infatti continuerà a realizzare alcuni progetti per le Big Two ed è deciso a sviluppare l'universo fumettistico supereroistico da lui creato con la serie regolare Black Hammer, distribuita dalla Dark Horse Comics[5]. La serie viene acclamata dalla critica e gli vale un Eisner Award come miglior nuova serie[19], dal 2017 in poi genera inoltre diversi spin-off[20]. Lemire vuole creare un Black Hammer Universe in cui proporre una sua versione del genere supereroistico passando da dinamiche narrative tipiche della Silver Age fino ad arrivare ad una visone più cupa e revisionista di quello che è il fumetto mainstream statunitense[21]. Nel 2019, a consacrare questo nuovo universo narrativo arriva l'intercompany crossover con l'iconico team della Justice League of America della DC[21]. Nell'intervista rilasciata a Lucca descrive la sua giornata di lavoro suddivisa in due fasi: durante il giorno si dedica alla serie di cui sta realizzando sia testi che disegni (in questo periodo è Royal City) mentre la sera si dedica alle serie in cui riveste solo il ruolo di scrittore (circa cinque)[5]. In questo modo in una giornata lavorativa arriva a dedicarsi a 6 albi differenti, ciò che prende più tempo è la serie in cui si deve occupare di testi, disegni e spesso anche colori[5]. Tutto questo però gli viene naturale e non deve mai forzare nulla, cerca di seguire il flusso, cercando di non riflettere troppo su quello che sta scrivendo o disegnando[5]. Osserva però che quando lavori per la Marvel o la DC Comics deve sempre rendere conto agli editor e alla continuity dei rispettivi universi fumettistici e quindi la libertà creativa ne risente[5]. Per esempio quando ha assunto l'incarico di scrittore di alcune serie degli X-Men, alcune storylines erano già delineate e questo è limitante. Ci possono essere però delle eccezioni e questo è successo con la serie Moon Knight (i 14 numeri del Vol.8) dove ha avuto piena libertà e che Jeff considera la sua opera migliore per la Marvel[5].

Nel 2018 torna a lavorare su una serie regolare della DC dopo quasi tre anni. Si tratta del titolo The Terrifics, incentrato su un nuovo supergruppo formato da Mr.Terrific, Metamorpho, Plastic Man and Phantom Girl[22]. La serie rientra all'interno di un nuovo e ambizioso progetto denominato The New Age of Heroes[22]. Il fine dell'editore è di lanciare o rinnovare diversi personaggi nel suo universo narrativo, cercando di proporre nuove idee dopo l'ennesimo "rimpasto" della continuity con gli eventi del progetto DC Rebirth[23]. Lemire ha l'arduo compito di portare all'interno della continuity della DC il personaggio cardine dell'etichetta America's Best Comics, fondata da Alan Moore nel 1999. La prima impresa dei Terrifics è infatti quella di scoprire che fine abbia fatto Tom Strong[22]. Fino ad ora l'universo narrativo del pluripremiato Alan Moore era stato separato dal DC Universe. Nel 2019 gli vengono commissionate dalla DC due miniserie per l'imprint DC Black Label, creato nel 2018 e indirizzato ad un pubblico adulto[24]. L'etichetta è stata espressamente creata per dare ai migliori artisti e autori la possibilità di realizzare opere sugli iconici personaggi della casa editrice senza dover rispettare la continuity principale delle altre serie, avendo inoltre maggior libertà creativa e potendo affrontare tematiche mature. La prima miniserie "Black Label" di Lemire si intitola Joker: Killer Smile (che debutta a ottobre 2019) per i disegni di Andrea Sorrentino, con il quale ha già lavorato su Green Arrow (per DC), Wolverine (per la Marvel) e, nel corso del 2019 Gideon Falls in pubblicazione presso la Image Comics[24]. La seconda opera è una miniserie in 4 parti sul personaggio The Question e vede ai disegni Denys Cowan e Bill Sienkiewicz, distribuita dal novembre 2019[24]. Lemire confessa di volersi ispirare al ciclo di storie sul personaggio di Dennis O'Neil, pubblicato negli anni ottanta[24]. Ne vuole infatti essere un sequel diretto, accantonando le storie pubblicate nei decenni successivi[24].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Prime pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Ashtray nn.1-2, (storia e disegni), serie antologica, Editore originale: Ashtray Press, 2003
  • Lost Dogs, (storia e disegni), graphic novel, 2005. Editore originale: Ashtray Press, Edizione italiana: Cani Smarriti, Panini Comics, Modena, 2014
  • Beowulf nn.6-7, (storia e disegni), serie regolare, Editore originale: Speakeasy Comics, 2006
  • The Fortress, (storia e disegni), strip (o striscia a fumetti) per la rivista canadese UR Magazine , 2006
  • Bio-Graphical, (storia e disegni), strip per la rivista canadese Driven, 2006

Top Shelf Productions[modifica | modifica wikitesto]

  • The Complete Essex County, (storia e disegni), graphic novel che raccoglie i tre volumi Tales from the Farm (2008), Ghost Stories (2008), The Country Nurse (2009) e le due storie brevi Essex County Boxing Club e The Sad and Lonely Life of Eddie Elephant Ears, più materiale extra. Edizione definitiva USA: 2009, Edizione italiana: Essex County: I Fantasmi della Memoria, Panini Comics - Panini 9L, Modena, 2013
  • Awesome 2: Awesomer, (storia e disegni della storia The Horseless Rider), volume antologico di autori indipendenti, 7 luglio 2009
  • The Underwater Welder, (storia e disegni), graphic novel, 2012. Edizione italiana: Il saldatore subacqueo, Panini Comics - Panini 9L, Modena, 2013

Vertigo[modifica | modifica wikitesto]

  • The Nobody, (storia e disegni), graphic novel di 144pp., luglio 2009
  • Sweet Tooth nn.1-40, (storia e disegni), serie regolare (conclusa con il n.40), 2009-2013
  • House of Mistery n.18, (storia e disegni), serie regolare (conclusa), dicembre 2009
  • Strange Adventures, (autore dei testi e disegni per la storia Ultra the Multi-Alien: the Life and Death of Ace Arn), one-shot (albo antologico), luglio 2011
  • Jonah Hex (Vol.2) n.69, (disegni, storia di Justin Gray e Jimmy Palmiotti), serie regolare (conclusa), settembre 2011
  • Ghosts, (disegni per la storia "Ghost-for-Hire", testi di Geoff Johns), albo antologico, dicembre 2012
  • Time Warp n.1, (disegni per la storia R.I.P., testi di Damon Lindelof), albo antologico, maggio 2013
  • Trillium, (storia e disegni), miniserie di 8 numeri, ottobre 2013 - giugno 2014

DC Comics[modifica | modifica wikitesto]

  • Brightest Day: The Atom Special, (storia con disegni di Mahmud H. Asrar), albo unico, settembre 2010
  • Action Comics n.892, testi per "A look at things to come in...Superboy" (disegni di Pier Nicola Gallo), ottobre 2010
  • Adventure Comics nn.517-521, serie regolare con due storie per albo, testi per la storyline Nucleus con protagonista Atom/Ray Palmer, cioè Atomo della Silver Age, (disegni di Mahmud Asrar), ottobre 2010 - febbraio 2011
  • Giant-Size Atom n.1, (storia con disegni di AA.VV.), albo unico, maggio 2011
  • Superboy (Vol.5) nn.1-17, (storia con disegni di AA.VV.), serie regolare, novembre 2010 - ottobre 2011
  • Animal Man (Vol.2) nn.1-29, (storia con disegni di AA.VV.), serie regolare, novembre 2011 - maggio 2014
  • Frankestein: Agent of S.H.A.D.E. nn.1-9, (storia con disegni di AA.VV.), serie regolare, novembre 2011 - luglio 2012
  • O.M.A.C. n.5, (testi con Keith Giffen e Dan Didio, disegni di Keith Giffen), singolo albo in una serie, marzo 2012
  • Lergends of the Dark Knight n.1, disegni per "The Butler did It" con i testi di Damon Lindelof, albo unico, giugno 2012
  • Men of War n.18, (storia con Matt Kindt, disegni di Thomas Derenick), singolo albo in una serie, giugno 2012
  • Animal Man Annual n.1, (testi, con matite di Timothy Green Jr. e chine di Joseph Silver), albo annuale, luglio 2012
  • Justice League Dark nn.9-23, (testi con disegni di AA.VV.), serie regolare, luglio 2012 - ottobre 2014
  • National Comics: Eternity n.1, (testi, con matite di Cully Hammer e chine di Derec Donovan), albo unico, settembre 2012
  • Swamp Thing Vol.5 n.12, (testi di Jeff Lemire e Scott Snyder, disegni di Marco Rudy, Dan Green e Andy Owens), albo crossover con Animal Man (Vol.2) n.12 e facente parte della saga Rot World, ottobre 2012
  • Animal Man n.0, (testi con disegni di Steve Pugh), albo prequel, novembre 2012
  • Justice League Dark n.0, (testi con matite di Lee Garbett), albo prequel, novembre 2012
  • Swamp Thing Vol.5 n.17, (testi di J.Lemire e S.Snyder, disegni di Andy Belanger), albo crossover con Animal Man (Vol.2) n.17 e conclusione della saga Rot World, aprile 2013
  • Green Arrow nn.17-34, (storia con disegni di AA.VV.), serie regolare, aprile 2013 - ottobre 2014
  • Adventures of Superman (Vol.2) n.2, (storia e disegni), albo in una serie, maggio 2013
  • Costantine nn.1-4, (testi con Ray Fawkes e disegni di Renato Guides), serie regolare, maggio-agosto 2013
  • Justice League of America nn.6-7, (testi con Geoff Johns, disegni di AA.VV.), serie regolare, settembre-ottobre 2013
  • Batman Black & White (2013) n.2, (testi per la storia Writer's End, con disegni di Alex Nino), albo antologico, dicembre 2013
  • Justice League United n.0, (testi con disegni di Mike McKone), albo prologo alla serie regolare, giugno 2014
  • Justice League United nn.1-10 (storia, disegni di AA.VV.), serie regolare, luglio 2014 - maggio 2015
  • The New 52: Futures End nn.1-48, (testi con AA.VV., disegni di AA.VV.), serie settimanale (conclusa con il n.48), luglio 2014 - giugno 2015
  • Teen Titans: Earth One, (testi con matite di Terry Dodson, chine di Rachel Dodson e Cam Smith), graphic novel, novembre 2014
  • Teen Titans: Earth One Vol.2, (testi con disegni di Andy MacDonald), graphic novel, 10 agosto 2016
  • Hawkman Foaund n.1, (testi , con disegni di Bryan Hitch e Kevin Nowlan), albo unico, 20 dicembre 2017
  • The Terrifics nn.1-14, (testi di Lemire, disegni di Ivan Reis e Joe Prado), serie regolare (in corso), 7 febbraio 2018 - maggio 2019.
  • Inferior Five nn.1-12, (testi di Lemire e Keith Giffen - disegni di Keith Giffen, Jeff Lemire e Michelle Delecki), limited-series, 18 settembre 2019 -in corso.
  • Joker: Killer Smile nn.1-3, (testi di Lemire e disegni di Andrea Sorrentino), miniserie per l'imprint DC Black Label, dal 30 ottobre 2019.
  • The Question: The Deaths of Vic Sage nn.1-4, (testi di Lemire, disegni di Denys Cowan e Bill Sienkiewicz), miniserie per l'imprint DC Black Label, dal 20 novembre 2019.

Image Comics[modifica | modifica wikitesto]

  • Outlaw Territory Volume 2, (autore dei testi e disegni per la storia A Coffin for Mrs.Bishell), volume antologico, febbraio 2011
  • Descender nn.1-32, (storia, disegni e co-creatore: Dustin Nguyen), serie regolare (conclusa), 4 marzo 2015 - 25 luglio 2018.
  • Plutona nn.1-5, (storia con Emi Lenox, disegni di Emi Lenox e Jeff Lemire), miniserie di 5 numeri, 2 settembre 2015 - 2016.
  • A.D.: After Death nn.1-3, (disegni di Lemire e storia di Scott Snyder), miniserie di 3 numeri, 23 novembre 2016 - 25 gennaio 2017.
  • Royal City nn.1-14, (testi e disegni), serie regolare (conclusa), 22 marzo 2017 - 22 agosto 2018.
  • Gideon Falls dal n.1, (testi di Lemire e disegni di Andrea Sorrentino), serie regolare, 7 marzo 2018 -in corso.
  • Hit-Girl dal n.5, (testi di Lemire e disegni di Eduardo Risso), serie regolare, 20 giugno -in corso.
  • Ascender dal n.1, (testi di Lemire e disegni di Dustin Nguyen), serie regolare, sequel di Descender, 24 aprile 2019 -in corso.

Valiant Entertainment[modifica | modifica wikitesto]

  • The Valiant nn.1-4, (testi con Matt Kindt, disegni di Paolo Rivera), miniserie di 4 numeri (conclusa), dicembre 2014 - 18 marzo 2015
  • Bloodshot Reborn nn.1-18, (testi, disegni di Mico Suayan, Raul Allen, Butch Guice, Tom Palmer, Lewis Larosa, Tomas Giorello), serie regolare(conclusa), 15 aprile 2015 - ottobre 2016 .
  • Book of the Dead: The Fall of Bloodshot n.1, (testi, disegni di Doug Braithwaite), albo unico, 22 luglio 2015
  • Bloodshot Reborn Annual 2016 n.1, (testi con Ray Fawkes, Michel Fiffe, Benjamin Marra, Paul Maybury, disegni di Kano, R.Fawkes, B.Marra, P.Maybury), albo unico oversized, 23 marzo 2016
  • 4001 AD - Bloodshot n.1, (testi con disegni di Doug Braithwaite), albo unico, 8 giugno 2016
  • Bloodshot U.S.A. nn.1-4 (testi con disegni di Doug Braithwaite), miniserie, 26 ottobre 2016 - 25 gennaio 2017
  • Bloodshot Reborn n.0, (testi, disegni di Renato Guedes), albo unico, 22 marzo 2017
  • Bloodshot Salvation nn.1-12, (testi di Lemire con disegni di Lewis Larosa, Mico Suayan, Doug Braithwaite. Jeff Lemire realizza sia testi che disegni del n.7), serie regolare(conclusa), settembre 2017 - ottobre 2018.

Marvel Comics[modifica | modifica wikitesto]

  • All-New Hawkeye (Vol.1) nn.1-5, (testi, con disegni di Ramon Perez), serie regolare (conclusa), 4 marzo 2015 - 26 agosto 2015
  • Extraordinary X-Men 1-20,(testi, con disegni di Humberto Ramos, Ken Lashley, Victor Ibanez), serie regolare(conclusa).
  • All-New Hawkeye (Vol.2) nn.1-6, (testi, con disegni di Ramon Perez), serie regolare (conclusa), 11 novembre 2015 - 20 aprile 2016
  • Old Man Logan (Vol.2) nn.1-24, (testi, con disegni di Andrea Sorrentino, Filipe Andrade, Eric Nguyen), serie regolare (in corso), 27 gennaio 2016 - 31 maggio 2017.
  • Moon Knight (Vol.8) nn.1-14 (testi, con disegni di Greg Smallwood), serie regolare (conclusa), 13 aprile 2016 - luglio 2017.
  • Death of X, miniserie di 4 numeri, (testi di Lemire e Charles Soule, con disegni di Aaron Kuder), 5 ottobre 2016 - 23 novembre 2016.
  • Thanos vol.2 nn. 1-12 (testi di Lemire, disegni di Mike Deodato e AA.VV.), serie regolare (conclusa con il n.18), gennaio 2017 - giugno 2018.
  • IVX, acronimo per Inhumans vs X-Men, miniserie di 6, (testi con Charles Soule e disegni di Lainil Francis Yu), 14 dicembre 2016 - marzo 2017.
  • The Sentry dal n.1, (testi, con disegni di Kim Jacinto), serie regolare, 27 giugno 2018 -in corso.
  • Moon Knight n.200, (testi di Max Bemis, disegni di Paul Davidson, Jacen Burrows, Jeff Lemire, Bill Sienkiewicz), albo conclusivo della serie, dicembre 2018.

Dark Horse Comics[modifica | modifica wikitesto]

  • Black Hammer dal n.1, (testi di Lemire con disegni di Dean Ormston), serie regolare, 10 giugno 2015 -in corso
  • Dark Horse Presents n.22, Jeff Lemire realizza la storia The Witches of Mars, serie antologica, 18 maggio 2016.
  • Sherlock Frankenstein & the Legion of Evil nn.1-4, miniserie di 4 numeri, (testi di Lemire con disegni di David Rubin), 18 ottobre 2017 - 24 gennaio 2018.
  • Doctor Star & The Kingdom of Lost Tomorrows: from the world of Black Hammer, dal n.1, miniserie di 4 numeri, (testi di Lemire con disegni di Max Fiumara), 7 marzo 2018 -in corso
  • Black Hammer: Age of Doom nn.1-12, (testi di Lemire con disegni di Dean Ormston), serie regolare (conclusa), 18 aprile 2018 - 27 giugno 2019.
  • Black Hammer: Director's Cut, (testi di Lemire e disegni di Dean Ormston), albo unico: ristampa in alta risoluzione di Black Hammer n.1 e contiene lo script originale di Lemire[25], 16 gennaio 2019.
  • Black Hammer '45: From the World of Black Hammer nn.1-4, miniserie (conclusa), (testi di Lemire e Ray Fawkes, disegni di Matt Kindt), 6 marzo 2019 - 5 giugno 2019.
  • Black Hammer/Justice League of America nn.1-5, (testi di Lemire e disegni di Michael Walsh), miniserie di 5 numeri, realizzata in collaborazione con la DC Comics, 3 luglio 2019 -in corso[21].
  • The World of Black Hammer Encyclopedia One-Shot, (testi di Lemire e Tate Brombal, disegni di Tyler Crook - David Rubin - Wilfredo Torres - Christian Ward - Tonci Zonjic - Matt Kindt - Emi Lenox & AA.VV.), albo unico, 10 luglio 2019[21].
  • Berserker Unbound nn.1-4, (testi di Lemire e disegni di Mike Deodato Junior), miniserie, 7 agosto 2019 -in corso[26].

Boom!Studios[modifica | modifica wikitesto]

  • Peanuts: A Tribute to Charles M.Schulz (hardcover edition), volume antologico di 144pp. pubblicato per celebrare il 65º anniversario dal debutto della comic strip dei Peanuts, creati da Charles M. Schulz, considerato uno dei più influenti cartoonist della storia[27]. Vi partecipano alcuni dei più grandi autori degli ultimi cinquant'anni reinterpretando i personaggi della celebre strip con sequenze inedite. Tra questi contribuisce anche Jeff Lemire[27] . L'opera è nominata all'Eisner Award del 2016 nella categoria Best Anthology[27]. Data di uscita della versione Hardcover (ovvero cartonata): 20 ottobre 2015, ISBN 9781608867141. Nell'ottobre del 2016 ne esce un'edizione Trade Paperback, con rilegatura in brossura e soft cover[27].

Pocket Books[modifica | modifica wikitesto]

  • Secret Path GN, graphic novel di 96 pagine allegata all'album di 10 canzoni composte da Gord Downie, gennaio 2017.

Gallery 13[modifica | modifica wikitesto]

  • Roughneck, (storia e disegni di Jeff Lemire), graphic novel di 272 pagine, edizione cartonata (Hardcover), aprile 2017. Distribuito per la linea editoriale "Gallery Books". In Italia Niente da perdere, Bao Publishing, ISBN 978-88-6543-845-9
  • Frogcatchers, (storia e disegni di Jeff Lemire), graphic novel di 96 pagine, edizione cartonata (Hardcover), settembre 2019. Distribuito per la linea editoriale "Gallery 13 Graphic Novel"[28].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Vive in Canada a Toronto con sua moglie Lesley -Anne e suo figlio Gus, lo stesso nome con cui ha chiamato il protagonista della sua serie a fumetti Sweet Tooth[29]. Quando era un teenager soffriva di frequenti mal di testa che lo colpiscono ancora adesso, ma più raramente[30]. Questo disturbo della sua adolescenza lo si ritrova nel personaggio fumettistico Tommy Pike, uno dei protagonisti della serie Royal City, pubblicata dalla Image dal 2017[30].

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 e 2013 ha vinto il Schuster Award come Best Canadian Cartoonist (o miglior fumettista canadese)[31]. Il premio è stato istituito in onore dell'artista canadese Joe Shuster (co-creatore di Superman insieme a Jerry Siegel) e si prefigge lo scopo di celebrare autori ed artisti canadesi che si sono contraddistinti nel campo dell'editoria a fumetti in Canada e nel resto del mondo[32]. Il 6 novembre 2016, Lemire ha ricevuto nuovamente il riconoscimento come miglior scrittore di fumetti per le sue storie su Justice League United (DC Comics), All New Hawkeye e Extraordinary X-Men (Marvel Comics), Descender e Plutona (Image Comics), Book of Death: Fall of Bloodshot e Bloodshot Reborn (Valiant Entertainment)[32]. Ha inoltre ricevuto il The Doug Wright Award come Best Emerging Talent (o miglior talento emergente) e il prestigioso Alex Award della American Library Association, in quanto autore capace di realizzare libri per diverse fasce d'età (sia adolescenziali che più mature)[31]. Jeff è stato nominato per 7 volte agli Harvey Awards (fino al 2014) e 11 agli Shuster Awards (fino al 2016)[31][32].

Nel 2017 ha vinto il prestigioso Eisner Comic Industry Award, considerato il premio Oscar per il fumetto, nella categoria Best New Series per Black Hammer, serie realizzata insieme al disegnatore Dean Ormston e pubblicata dalla Dark Horse Comics[19]. Si tratta di un premio dato alla miglior nuova serie, con periodicità regolare, uscita nel 2016[19]. L'Award è stato assegnato durante il Comic-Con di San Diego[19]. Durante la stessa premiazione Jeff si è visto candidato come miglior scrittore dell'anno per il suo lavoro sulle opere Black Hammer, Descender e Plutona (della Image Comics) e Bloodshot Reborn (per la Valiant Entertainment)[19]. Il premio è però andato a Brian K. Vaughan per il suo lavoro sulle serie Saga, Paper Girls e We stand on guard, tutte pubblicate dalla Image Comics[19]. Sempre nel 2017, durante la Forest City Comic Con in Ontario ha vinto nuovamente uno Shuster Award come miglior sceneggiatore di fumetti canadese[33].

Nel 2019 si aggiudica l'Eisner Award nella categoria "Best New Series" (ovvero la miglior nuova serie regolare) per Gideon Falls realizzata insieme al disegnatore Andrea Sorrentino[34]. Si tratta del secondo premio in questa categoria dopo quello vinto nel 2017. Viene inoltre nominato come "Best Writer" per il suo lavoro su Black Hammer: Age of Doom, Doctor Star & The Kingdom of Lost Tomorrows, Quantum Age, Descender, Royal City e Gideon Falls[34]. Da notare che le prime tre opere fanno parte del "Black Hammer Universe" (anche denominato "Lemire-Universe") e sono pubblicate dalla Dark Horse Comics. Le altre tre sono pubblicate dalla Image Comics.

Adattamenti in altri Media[modifica | modifica wikitesto]

  • A fine 2018 l'opera Gideon Falls, pubblicata da Image Comics, viene opzionata per una serie televisiva dallo studio Hivemind dei produttori Sean Daniel, Jason Brown, Kathy Ling (proveniente dalla Bad Robot) e da Dinesh Shamdasani (ex CEO e Responsabile Creativo della Valiant Entertainment)[35]. L'acquisto dei diritti avviene dopo un'asta a cui hanno partecipato diversi studios, a dimostrazione dell'interesse suscitato dall'opera e dal suo autore Jeff Lemire[35]. Al momento dell'acquisizione da parete di Hivemind, la serie a fumetti è ancora in corso di pubblicazione[35].
  • Nel novembre del 2018 la Legendary Pictures ha dichiarato di essere intenzionata a realizzare una serie televisiva e dei film cinematografici basati sul "Black Hammer Universe" creato da Lemire a partire dal 2015 e pubblicato dalla Dark Horse Comics[36]. La serie principale Black Hammer ha infatti generato diversi spin-off portando alla creazione di un nuovo universo supereroistico. Nelle intenzioni dell'autore e degli studios c'è quello di portare sia in televisione che sul grande schermo storie che siano interconnesse tra loro e creino un affresco narrativo coeso e coerente, caratterizzato dalla medesima continuity[36].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Jeff Lemire, Essex County - i fantasmi della memoria, Panini Comics, Modena, 2013, p.512
  2. ^ AA.VV., Marvel Previews n.30, Marvel Worldwide INC., New York, febbraio 2015, pp.14-15
  3. ^ a b Jeff Lemire, Moonie Missives in, Jeff Lemire (testi) e AA.VV.(disegni), Moon Night (Vol.8) n.8, Marvel Comics, New York, gennaio 2017, pp.27-28
  4. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q Jeff Lemire in Quel vecchio cane smarrito, in Cani Smarriti, Panini Comics, Modena, 2014, pp.6-9
  5. ^ a b c d e f g h i j k l Andrea Fiamma, Jeff Lemire: «Non penso ad altro che ai fumetti», su Fumettologica. URL consultato il 19 novembre 2017.
  6. ^ Un romanzo intimo e toccante, tra Spoon River e il Giovane Holden in, Jeff Lemire Essex Copunty: I Fantasmi della Memoria, Panini Comics-Panini 9L, Modena, 2013, p. quarta di copertina
  7. ^ a b c d e f g h Hannah Means-Shannon in Black Hammer brings Jeff Lemire's Comics Universe full circle, in AA.VV.(testi-disegni), Bleeding Cool Magazine n.16, Avatar Press Inc., Rantoul IL, maggio 2015, pp.83-90
  8. ^ AA.VV., Panini 9L : Catalogo luglio-dicembre 2013, Panini Comics, Modena, 2013.
  9. ^ a b c AA.VV., Previews n.319, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, aprile 2015, pp. 40-41.
  10. ^ il termine creator-ownwed si riferisce a quelle opere i cui diritti di proprietà rimangono dell'autore e non alla casa editrice.
  11. ^ a b c d AA.VV., DC Comics: The New 52 n.1, DC Comics, New York, 2011
  12. ^ a b Intervista a Jeff Lemire su Green Arrow in, Palmiotti-Gray (testi), Moritat e Phil Winsdale (disegni), Jonah Hex n.15, DC Comics, New York, febbraio 2013, pp.38-39
  13. ^ Jeff Lemire (testi) e Ramon Perez (disegni), All-New Hawkeye n.1, Marvel Comics, New York, maggio 2015
  14. ^ Anteprima Marvel n.7, Panini S.p.a., Modena, aprile-maggio 2015, p.33
  15. ^ a b Stefano Feltri, Il nuovissimo Occhio di Falco, in AA. VV., Anteprima n.293, Panini Spa - Divisione Pan Distribuzione, Modena, gennaio 2016, fs-1
  16. ^ Marvel Previews n.7, Marvel Worldwide INC., New York, marzo 2016, pp.12-13
  17. ^ a b AA.VV.,Previews n.336, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, settembre 2016, p.FS-5
  18. ^ a b c d e Previews n.338, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, gennaio 2017, p.385
  19. ^ a b c d e f I Vincitori degli Eisner Awards 2017. URL consultato il 25 luglio 2017.
  20. ^ Previews n.352, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, gennaio 2018, p.58-60
  21. ^ a b c d Previews n.368, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, maggio 2019, pp.98-101
  22. ^ a b c Previews n.350, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, novembre 2017, p.71
  23. ^ Previews n.349, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, ottobre 2017, p.78
  24. ^ a b c d e Jeff Lemire scrive due fumetti per la linea "Black Label" di DC Comics. URL consultato il 13 luglio 2019.
  25. ^ Previews n.362, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, novembre 2018, p.97
  26. ^ Previews n.369, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, giugno 2019, pp.86-87
  27. ^ a b c d Previews n.333, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, giugno 2016, p.303
  28. ^ Previews n.370, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, luglio 2019, p.334
  29. ^ Simon Bisi in biografia dell'autore, in Jeff Lemire Il Saldatore Subacqueo, Panini Comics, Modena, 2013, p.224
  30. ^ a b Jeff Lemire, Welcome to Royal City #6 in, Jeff Lemire (testi e disegni), Royal City n.6, Image Comics, Berkeley(California), ottobre 2017, p.26
  31. ^ a b c AA.VV., Indie Edge in Previews n.313, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, ottobre 2014, p.13
  32. ^ a b c (EN) The winners of the 2016 Joe Shuster Award. URL consultato l'11 novembre 2016.
  33. ^ Vincitori degli Shuster Awards 2017. URL consultato l'8 settembre 2017.
  34. ^ a b Eisner Awards 2019: il trionfo di Tom King, vincono anche "Gideon Falls" e "Il Principe e la Sarta". URL consultato il 21 luglio 2019.
  35. ^ a b c Previews n.361, Diamond Comic Distributors, Hunt Valley MD, ottobre 2018, p.73
  36. ^ a b Black Hammer: Legendary prepara Universo condiviso di film e serie tv. URL consultato il 21 giugno 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN120192145 · ISNI (EN0000 0001 1701 065X · LCCN (ENno2007069236 · GND (DE1029908389 · BNF (FRcb161966991 (data) · WorldCat Identities (ENno2007-069236